Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
 Cerca
Ok a prelievo in deroga cormorano fino al 24 marzo a OristanoFiocchi: Solidarietà a Don Gaudenzio Martini denunciato dagli animalistiProrogata ordinanza Peste Suina AfricanaMarche: 1 milione 500 mila euro per progetti in siti Natura 2000Cremona, animalisti distruggono gabbie di cattura per le nutrieBologna, sequestrati snack cinesi contaminati da Peste Suina No degli agricoltori all'obbligo di mantenere una parte di terreni incoltiColdiretti Torino, dopo molte sollecitazioni, ottiene Piano controllo del piccioneIspra partecipa a progetto contro ibridazione del lupoNelle aree Protette della Basilicata prelevati quasi 2000 cinghiali Lipu, uccelli in declino: tutta colpa dell'agricolturaPesticidi, Lollobrigida "Commissione Ue recepisce proposte italiane"Abbattimento orso M90, chiarimenti da IspraAdattamento ungulati al cambio del clima: studio su stambecchi alpiniIl Santuario Cuori Liberi perde il ricorso contro i veterinariTrento, abbattuto l'orso M90. La Provincia: "animale pericoloso"Parco Nazionale Matese, ipotesi restrizione dei confiniA Mi manda Rai3 si è parlato del lupo Face: "brutte notizie per la biodiversità sui terreni agricoli"Confagricoltura: contro PSA serve nuova strategia per i cinghialiE' l'Italia il Paese ad avere più lupi in UETrento: orso insegue escursionisti. La Provincia valuta abbattimentoSvizzera, abbattuti 32 lupi sui 300 totaliLombardia stanzia nuovi fondi per reti anti cinghialiColdiretti: gennaio troppo caldo, agricoltura in tiltGiornata mondiale delle zone umide. Ispra fa il puntoLollobrigida: in Europa ampia maggioranza contro carne coltivata

News Natura

Consumo suolo: Galletti propone modifiche al disegno di legge


martedì 9 dicembre 2014
    

In Italia ogni giorni vengono cementificati circa 100 ettari di superficie libera, il che significa che ogni anno se ne vanno 244 mila ettari di suolo agricolo o boschivo. Lo dice una nota del Ministero dell'Ambiente, a sostegno della Legge quadro in materia di valorizzazione delle aree agricole e di contenimento del consumo del suolo, in discussione in Parlamento. Il Ministero parla di “devastanti conseguenze” per l'ambiente per la capacità di produzione agricola nel nostro paese, ma anche, e soprattutto, per la protezione del territorio da smottamenti e alluvioni, effetti diretti del cattivo uso del suolo iniziato sin dalla prima metà del secolo scorso e tuttora in atto.

Il disegno di legge all'esame delle camere, secondo il Ministro Galletti, è lo strumento attraverso il quale si tende a raggiungere l'obiettivo di interrompere le cause di questo processo, attribuendo, in primo luogo alle aree agricole, il ruolo di fattore principale di tutela, in particolare dettando una serie di interventi configurati alla stregua di principi fondamentali della materia. Il Ministro ha aggiunto proprie considerazioni: “In linea con gli indirizzi e i principi espressi a livello europeo, il consumo di suolo – scrive - deve essere inteso come fenomeno associato alla perdita di una risorsa ambientale fondamentale, dovuta all’occupazione di superficie originariamente agricola, naturale o seminaturale”. Per questo, secondo Galletti, alla definizione di superficie agricola, nel disegno di legge deve essere affiancata la definizione di superficie naturale e seminaturale, affinché l’impianto normativo risulti funzionale anche in un ottica di prevenzione e di gestione dei rischi connessi al dissesto idrogeologico – quale aspetto stringente della più ampia categoria della manutenzione del suolo – così completando, in termini di tutela globale, la già fondamentale valorizzazione della destinazione agricola dei terreni.

Galletti propone anche di aggiungere la categoria qualificante del “consumo del suolo” alla complessiva attività di programmazione del territorio comunale, come individuato dagli strumenti urbanistici o, nei limiti in cui sia possibile comprenderle in una sicura categorizzazione giuridica, dalle destinazioni di fatto. In sostanza, l’intervento urbanistico e il correlativo esercizio del potere di pianificazione non possono essere intesi solo come un riconoscimento delle potenzialità edificatorie connesse al diritto di proprietà, ma devono tradursi in un oculato governo dei processi di trasformazione e di tutela che tenga conto, in una prospettiva complementare se non addirittura residuale, delle potenzialità edificatorie dei suoli.

Conseguentemente, tale attività – che identifica uno dei molti volani di sviluppo possibili per il territorio – dovrà essere governata tenendo conto delle effettive esigenze di abitazione della comunità (che possono ridursi nel tempo, come in effetti risultano, allo stato, contratte), delle concrete vocazioni dei luoghi, dei valori ambientali e paesaggistici, delle esigenze di tutela della salute e, quindi, della vita salubre degli abitanti, anche in considerazione dei costi ambientali, delle relazioni con i cambiamenti climatici a livello locale e globale, della possibilità di regolare il deflusso superficiale. Galletti sostiene la centralità del ruolo dell'Ispra, insieme alle Agenzie per la Protezione dell’Ambiente di Regioni e Province Autonome nell'attività di perimetrazione e monitoraggio.

Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:Consumo suolo: Galletti propone modifiche al disegno di legge

noi cacciatori li vediamo gli scempi e le distruzioni del suolo che vengono propinate al territorio, e ci va via il cuore vedendo che per mangiare quatrini, banche, imprenditori, e comuni spalmano fabbricati a volte neppure fruibili ma solo per il becero gusto del benessere di pochi, le leggi sono sbagliate già da Roma in poi, ma leggendo gli ultimi avvenimenti si capisce bene che viviamo in un paese marcio......

da dardo 09/12/2014 16.48

Re:Consumo suolo: Galletti propone modifiche al disegno di legge

in Germania il limite di legge del consumo di suolo è di 30 ettari al giorno.....

da cacciaforever 09/12/2014 11.33