Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<maggio 2019>
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
Mensile
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
feb13


13/02/2019 10.23 

 
Lo sapevate che il primo calibro ideato dal grande Roy Weatherby nel lontano 1943 è stato il 270 Magnum? Nel Mondo intero il nome Weatherby è stato reso famoso dalle sue bellissime carabine camerate in calibri come il 300, il 378 e da quel mostro di potenza che è il calibro 460, ma il diametro di palla che affascinò e che diede la spinta creativa all’illustre progettista californiano fu proprio il .277 millesimi di pollice, lo stesso diametro di palla che montava già da circa un ventennio il suo eterno antagonista: il 270 Winchester.

Il Signor Roy, come accadde anni prima anche a Herr Vohm Hofe in Germania, intuì che il futuro delle munizioni (sia sportive sia militari) era nell’elevatissima velocità dei proiettili. C‘erano voluti diversi conflitti e qualche milione di morti per confermare quell’intuizione, ma nel ben mezzo della seconda guerra mondiale, quando tre quarti della popolazione era intenta a darsi la caccia a vicenda, Weatherby decise che era ora di proporre agli appassionati cacciatori statunitensi la sua nuova munizione. Lo fece camerandola in carabine artigianali di derivazione Mauser, finché non fu pronta e perfezionata la leggendaria azione Mark V con alette multiple di chiusura. Weatherby per creare la sua 270 partì da un bossolo che lo aveva molto impressionato, quello Belted, cinturato dell’anziana 300 Holland & Holland Magnum. Gli ridusse la lunghezza da 2,85” a 2,545” (pari a 64,6 millimetri), ne ristrinse il colletto da 308” a 277” e gli accentuò molto l’angolo di spalla. Con quelle semplicissime operazioni ottenne un bossolo che aveva una capacità maggiore di circa un quarto di quello della famosa 270 Winchester e che gli fece ottenere una munizione in grado di spingere una palla da 130 grani ed una da 150 grani alle rispettive velocità di 1030 e 990 metri al secondo, senza sviluppare pressioni eccessive.
 


Weatherby, oltre ad essere un appassionato cacciatore, era anche un valido imprenditore e quindi come tale mirava al successo commerciale dei suoi prodotti. Per poter garantire una fornitura costante e di qualità delle sue munizioni, nell’immediato dopoguerra stipulò un contratto con la Svedese Norma, incaricandola di produrre e di distribuire le cartucce finite ma con il marchio Weatherby. I primi lotti a lasciare gli stabilimenti Scandinavi guarda caso furono proprio quelli in calibro 270 Wby M. A quei tempi le carabine Weatherby erano destinate ad una clientela elitaria dato il loro costo doppio, se non addirittura triplo, di quello delle normali concorrenti. La massiccia campagna pubblicitaria incaricata del loro lancio sul mercato mondiale era imperniata principalmente nell’esaltare le eccezionali caratteristiche di potenza, radenza e velocità delle munizioni e la precisione e la robustezza delle armi, ma i selvatici cacciabili (nelle tre canoniche fasce: small, medium & big game) erano pur sempre gli stessi. E’ indiscutibile che dal piccolo .224 all’energico .460 tutti i tredici calibri Weatherby sono sempre stati ai vertici delle loro categorie, ma sono convinto che hanno trovato più estimatori tra gli appassionati delle alte prestazioni che tra i cacciatori particolarmente esigenti. Per le cacce che di solito si praticano in Europa e nel Nordamerica, dove non è necessario tirare spesso oltre i trecento metri e dove non occorre una potenza esagerata (come per la caccia ai pachidermi e agli animali pericolosi), altri calibri e carabine meno esasperati o costosi vanno comunque più che bene.
 
 


Ritornando al 270 Weatherby chi lo acquista e perché? Senz’altro perché è una delle migliori cartucce esistenti per la caccia a lunghissima distanza in spazi aperti, perché possiede l’energia sufficiente ad abbattere un grosso cervo anche a quattrocento metri, perché una palla da 130 grani tarata a duecentocinquanta metri cala di pochissimi centimetri a trecentocinquanta e così via. Purtroppo non è assolutamente consigliabile usarla per la caccia al capriolo ed anche al camoscio a distanze medio–brevi; ne ho visto uno abbattuto da un caro amico sui monti di Rumo (TN) e posso dirvi che non è stato uno spettacolo edificante. Personalmente non ho mai cacciato con una carabina calibro 270 Wby M, ma in compenso ne posseggo due e ne ho provate un’infinità in calibro 270 Winchester sempre con ottimi risultati.

La 270 Wby M è più potente e più radente, e su questo non si discute, ma il campo d’utilizzo rimane pur sempre lo stesso di quello della beniamina di Jack O’Connor. Se con una carabina in calibro 270 Winchester si può cacciare tutta la media selvaggina fino al cervo (ed in buone mani anche l’orso e l’alce), con un’arma in 270 Wby M (e che sia tassativamente Weatherby visto che esistono persino dei Kipplauf in questo calibro!!) non credo che ci si possano cacciare anche i grossi selvatici a pelle spessa e/o pericolosi. E’ doveroso riconoscere che quest’ultima ha una traiettoria talmente tesa da sembrare lineare, che fulmina i selvatici con degli effetti spettacolari e che è difficilissimo perdere un capo colpito dalle sue micidiali palle. Purtroppo anche lei ha i suoi piccoli e non certo trascurabili difetti, come ad esempio il costo, la scarsa scelta di caricamenti, il difficile reperimento delle munizioni, il rinculo non certo mite, la vistosa vampa di bocca, la scarsa costanza, il peso e l’ingombro delle armi che la camerano. Una volta anche il prezzo elevato limitava la diffusione delle carabine Weatherby, oggi invece ce ne sono sul mercato con finiture leggermente meno accurate delle bellissime Mark V De Lux ma almeno alla portata di tutti.
 
 


E’ risaputo che i migliori calibri da caccia sono quelli compresi tra i 6,5 e i 7 millimetri; il calibro .270 W rientra in pratica proprio nel mezzo, riscuotendo sempre grandi consensi tra i cacciatori di montagna, chissà, forse per la sua precisione, per la sua costanza o forse per la bontà dei suoi proiettili e del loro ottimo coefficiente balistico. Ad oggi si contano soltanto tre munizioni commerciali che adottano palle da .277” (7,03 millimetri): la 270 Winchester, la 270 Wby M e la 270 W Short Magnum, più una Wildcat creata dal famoso Gun Maker italiano Vittorio Giani: la .277 GS (da Giani e Sabatti). Tra tutte queste interessantissime munizioni il ruolo di Regina spetta alla 270 Winchester che, guarda caso, è quella che possiede le caratteristiche balistiche più tranquille, visto che la sua palla da 130 grani raggiunge “appena” i 929 m/s, mentre la 270 Wby M sfiora i 975 m/s e la 270 WSM arriva ai 998 m/s. La 270 W ha servito egregiamente quasi due generazioni di cacciatori e sono convinto che ancora per molti anni sarà difficilissimo spodestarla dal trono.

Come già accennato, di munizioni commerciali in 270 Weatherby Magnum non ce ne sono tantissime e quelle che si trovano non sono certo a buon mercato, in compenso il calibro è facilissimo da ricaricare e tutti i componenti necessari sono abbastanza comuni. I bossoli sono esclusivamente di produzione Norma e Remington mentre per gli inneschi non dobbiamo muoverci dai magnum, con una netta predilezione per i Federal 215. Nei migliori manuali si trovano abbastanza dati sulla ricarica del 270 Wby M; io ne ho scelti alcuni relativi all’impiego di palle da 130, 140 e 150 grani; nella ricarica potrebbero essere utilizzate anche le palle da 100, 110, 120, 160 e addirittura da 180 grani (Barnes Original), ma non ne vedo una reale utilità pratica. Le dosi che elencherò sono da considerarsi come MASSIME e quindi devono essere raggiunte per gradi partendo da pesi inferiori di circa il 5%.
 
 
 








 Per me tutte le armi sono ugualmente belle, quelle rigate addirittura bellissime, così pure tutti i calibri. Ne prediligo alcuni come non me ne sono molto simpatici altri, così è la vita. Ormai, da qualche anno a questa parte, quando acquisto un’arma lo faccio più per passione che per un reale bisogno, ma ogni tanto mi piace anche portarla a caccia. E a caccia prediligo armi leggere, maneggevoli, compatte e che non mi stressino troppo con il loro rinculo; sarà forse anche per questo che nelle mie rastrelliere non ci sono carabine Weatherby?
 



Marco Benecchi



Come sempre devo ringraziare il caro amico Umberto Cini dell’Armeria DIMAR  per avermi messo a disposizione per le prove: arma, munizioni e poligono.
 
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.79.141
Aggiungi un commento  Annulla 

44 commenti finora...

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Io il 270 Wbm lo uso da circa 12 anni dal capriolo al cervo passando per qualche bel cinghiale con ottimmissimi risultati e sono un felice possessore di sole carabine weatherby

da Scopelliti Giuseppe  17/05/2019 19.23

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

ti ci sono voluti 50 anni di caccia per scoprire questa cosa? ahahahahahaha

da Gino  05/03/2019 12.03

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Hai fatto la scoperta dell'acqua calda, che genio.

da Gino  05/03/2019 12.02

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Caro GINO,
Te lo posso confermare per esperienza diretta, anche se NON sono un medico...
Se TU colpisci un cinghiale IN QUALSIASI PARTE DEL CORPO
scegli tu, dai cosci alla pancia al collo al muso, dove vuoi insomma,
il cinghiale POI MUORE...
Magari tra qualche giorno, settimana, mese,
SOPRAVVIVE senza un arto, ne ho visti anche senza DUE gambe, ma se gli metti ADDOSSO (dove vuoi tu) una palla di carabina anche calibro 223 lo condanno a morte certa e sofferta..
Adesso puoi anche farti altre risate

Vai tranquillo!

Dimenticavo... i cinghiali NON USUFRUISCONO DEL PRONTO SOCCORSO,
Almeno dalle mie parti.......

MB

E buona risata ancora

da Marco Benecchi x Gino  28/02/2019 20.35

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Oltre agli arti tutto il resto del corpo è vitaleeeeeee?????? in nessun essere vivente su questo pianeta tutto il corpo è vitale.

Volevo chiudere la discussione perchè sta prendendo una piega che non mi piace, ma questa propri non ce l'ho fatta, non ti offendere ma mi a fatto proprio ridere.

da Gino  28/02/2019 18.56

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Scusa l'enfasi, magari tu non hai detto che "sfiora e sedere", ma riporto te4stuialmente le tue parole e ....


Perchè dove caccio io non c’è quasi mai lo spazzio e il tempo sufficiente per mirare e ripetere il colpo quindi hai un solo colpo o al massimo 2 e ho costatato che il 9,3x62 ferma sempre l’animale anche se non colpito in parti vitali

Il non colpito in parti vitali vuol dire più o meno quello, perché oltre agli ARTI, tutto il resto del corpo è vitale.
Se ti ho offeso in qualche modo me ne scuso perché non era mia intenzione farlo..

Scusa ancora
M

da Marco B x Gino  28/02/2019 16.46

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Per quanto riguarda il Sig.Paolo, credo che la sua IGNORANZA nel commentare ciò che io ho scritto e penso si commenta da sola.

Con grande disprezzo Gino

da Gino  28/02/2019 15.30

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Marco a me sembra di essere stato più tosto educato e chiaro nel riportare le mie esperienze , perchè tu hai scritto cose che io non ho assolutamente detto???
"Gino dice che AMA il 9,3 x 62 perché se solo lo sfiora il cinghiale si mette a sedere ed aspetta il colpo di grazia..."

da Gino  28/02/2019 15.10

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Scusate..
e MAI mirare alla spalla.
Sempre TESTA - COLLO,
Così se il cinghiale fa un messo passo in avanti hai sempre un buon metro di margine....

da Marco B x TUTTI  28/02/2019 12.45

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Vedo con piacere di avert trovato un "Collega" che alla posta ci sa stare...


Un consiglio x tutti gli altri

""Poi, se sei Bravino............... e alla posta ci sai davvero stare come cristo comanda.."""
Su 10 cinghiali che ti arrivano, coi cani dietro o no...
A 5-6 gli tiri a FERMO,
Se sai cogliere..
"L'attimo Fuggente"

M

da Marco B x Paolo  28/02/2019 12.44

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Giusto, ma quasi mai arriva di punta , perché non è scemo, e nel 90% ti scarta e tu lo devi tirare sempre in angolazione ( destra o sinistra) anche lieve . Se lo prendi nel treno davanti si ferma , se lo prendi dietro va via e chissà se lo troveremo più ... però ... in queste situazioni se non sei bravo nel 50% lo sbagli con la prima e va via liscio come l'olio... la seconda meglio tenerla in canna ...potrebbe arrivarne un altro !! capitooo mi hai???



da Paolo  28/02/2019 8.23

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Al cinghiale SI DOVREBBE,
Perché non tutti lo fanno
TIRARE SOLO DI PUNTA
Ad un selvatico che VIENE DA TE e non che va da un altro,
Con una angolazione di tiro piuttosto limitata....
"Arriva come il fulmine"
E come dovrebbe arrivare secondo te quando ha 50 cani dietro?
Quindi lo si "dovrebbe" sempre colpire davanti oppure sbagliarlo...
Quindi.. o lo compisci nel treno anteriore oppure se ne va via....
Giusto?

Io, su fammelo dire, ho sballato i 500 cinghiali abbattuti ed ho sempre usato il 308 e il 30.06 MAX con palle da 165 grani MOLTO più spesso con palle da 150 che quando raggiungono il bersaglio di shock ne generano MOLTO di più di una palla lenta e pesante,
Altrimenti andremmo ancora a caccia col calibro 12 e con palle da 40 grammi!!!

NON HO MAI sentito il bisogno di tirare palle da 300 grani ad un animalotto di 40 - 50 kg (che è la MEDIA dei cinghiali abbattuti in tutta Italia)

Quindi siamo alle solite.. Gino dice che AMA il 9,3 x 62 perché se solo lo sfiora il cinghiale si mette a sedere ed aspetta il colpo di grazia...
A me non risulta, non avendolo MAI usato in battuta, ma ho usato il 9,3 x 74 R (che non è poi tanto meno potente...) e di feriti troppi ne fa......

Comunque ottimo scambio di opinioni
Educato e costruttivo...

Dimenticavo:
Un buon tiratore si diventa SOLO sparando parecchio e su questo credo siamo tutti d'accordo e una cosa è tirare un centinaio (se non di più) di colpi l'anno al poligono con un 308 ed un altro è farlo con una 9,3

Saluti
M

da Marco B x Paolo  27/02/2019 18.16

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

quasi mai ... è più corretto... arrivano come fulmini e Tu , in due metri di spazio, cosa fai ? lo fermi? forse 2 su 10 se va bene ! Certo , lo prendi - niente da dire - ma che lo stoppi li è MOLTO MOLTO MOLTO difficile... e con qualsiasi calibro !!

da Paolo  27/02/2019 15.48

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Scusa ho saltato un parola , ferma “quasi”sempre, comunque in percentuale di più dei calibri più morbidi almeno questo è quello che ho potuto costatare, sinceramente non so dirti il motivo, potrebbe essere il forte shock che provoca all’impatto una palla così pesante?

da Gino  27/02/2019 12.33

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Quindi ferma gli animali anche "impanciati" o con un arto rotto?
Notevole!
Sinceramente non lo sapevo...

Anche se con una buona 150 grani ad espansione rapida non è che un cinghiale "impanciato" faccia comunque molta strada....
M

da Marco B x Gino  27/02/2019 11.34

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Perchè dove caccio io non c’è quasi mai lo spazzio e il tempo sufficiente per mirare e ripetere il colpo quindi hai un solo colpo o al massimo 2 e ho costatato che il 9,3x62 ferma sempre l’animale anche se non colpito in parti vitali senza rovinare troppo la carne , comunque ho anche una 308 anche questa Merkel SR1 basic che uso se vado in riserva dove c’è molta più visibilità per poter tirare.

da Gino  27/02/2019 10.45

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

PERFETTO,
Cosa c'è di meglio di un buon confronto di esperienze.
Permettimi SOLO una domanda:
Perché usi il 9,3 x 62 e non magari un 308??
Solo questo
Grazie
M

da Marco B x Gino  26/02/2019 18.27

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

ciao Gino sono d'accordo con te. per me tutto quel vociare rinculo impennamento lascia il tempo che trova.
ho l'abilitazione dal 1978 cacciavo il cinghiale, con una vecchia FABARM .
come si dice l'occasione fa l'uomo ladro, ho preso un benelli R1 destinato agli USA.
preso usato 6..7 anni fa molto preciso. ero restio a prenderlo ma dopo una prova del 12 non ne ho piu voluto sapere. non ricarico e sparo GECO TM poca spesa e tanta resa. cacciate importanti, SAKO 286 HAMMERHEAD
SP bonded cosi almeno.. descritte salute a tutti

da giancarlo48  26/02/2019 14.16

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Non la pensiamo alla stessa maniera e questa si chiama “democrazia” ma credimi non sei l’unico ad avere tanti anni di esperienza vado a cinghiali dal 1980 ho 59 anni e qualche centinaio di cinghiali sulla coscienza quindi ho avuto modo e tempo di provare varie armi e calibri per questo tipo di caccia e posso dirti che il 9,3x72 non è affatto esagerato senza ovviamente nulla togliere hai calibri più morbidi da te citati.

Con amicizia e stima Gino

da Gino  26/02/2019 9.31

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Tutto dipende dall'uso che ne devi fare.....
solo Capriolo?
223 - 22-250 243
Fino al daino
25.06 270 W, 7 x 64, 257 Weath 308 e 30.06
Cinghiale e cervo?
308 e 30.06 7 mm RM i vari 300, 8 x 68,
Tolto l'ultimo, che poi è il mio preferito,
gli altri sono tutti calibri ancora abbastanza "gestibili", che non maltrattano troppo il tiratore - cacciatore,
Che per essere SEMPRE all'altezza deve sparare anche un bel po al poligono e non solo a caccia.
E da seduti il rinculo, il botto e le vampe di bocca te li godi davvero tutti...
M

da M;arco B x Andrea  25/02/2019 21.13

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Io forse mi sono espresso male.penso anche io che per il cinghiale il 308 o al massimo il 30.06 sia più che sufficiente, la domanda riguardava i calibri per la selezione. Con stima. Andrea

da Andrea  25/02/2019 21.04

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Dimenticavo
Un buon 308, CON LA PALLA GIUSTA,
Abbatte pulitamente tutto quello che cammina nel Vecchio Continente..
E posso giurarlo davanti ad un giudice!
L'ho visto fare con i miei occhi!!!

da Marco B x Andrea  25/02/2019 19.37

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Facciamo così,
Fatti prestare da un amico o un conoscente una semiauto 9,3 x 62,
Sparaci una scatola di colpi velocemente, magari alla sagoma del cinghiale corrente
Poi ripeti il tutto con una 308.........

Poi magari ne riparliamo.
M

da Marco B x Andrea  25/02/2019 19.35

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Ciao Marco, quali sarebbero per te "i calibri "morbidi" precisi, costanti, LETALI e che consentono una VELOCISSIMA replica del colpo"?

da Andrea  25/02/2019 18.50

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Dimenticavo,
L'avrò ripetuta centinaia di vote ma per me rimane sempre una frase epica quella che disse la mia guida...la prima volta che andai a caccia di orsi in Croazia con il mio bellissimo bolt action 9,3 x 62 Stuzen ..
"Non ci sono elefanti in Croazia!".

Lui per gli orsi da 300 - 350 kg usava il 7 x 64 massimo l'8 x 57 JS..
Eravamo a Delnice Ravna Gora..
M

da Marco B x Gino  25/02/2019 17.32

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Sarebbe la stessa cosa usare in battuta un express 470 Nitro.
Credo, perché non l'ho mai visto in azione sui cinghiali, che dovrebbe abbatterli bene.
Anche girare per Roma con un Hammer è possibile, ma con una Smart fai praticamente le stesse cose, con molta meno fatica.....
UN MISTERO DELLA FEDE è sapere perché uno usa i bazooka (ora vanno più di moda gli RPG),
Per abbattere un selvatico di piccola - media mole,
Perché non possiamo definire un selvatico di peso MEDIO dai 30 ai 60 kg come uno di grossa mole...

Gino, hai letto BENE il mio piccolo post?

""""Ieri ho montato un LEICA TEMPUS sopra ad una BAR calibro 9,3 x 62...
E' stato DAVVERO molto fastidioso tararlo...""""""

Peso 90 kg e sparo con tutto fin dalla notte dei tempi,
dal 222 al 460 Weatherby Magnum, e non ho mai avuto problemi né di spalle né di oculari negli occhi, ma .. lo ammetto,
Mi DISTURBA MOLTO sia il rinculo sia il bocco!
Cosa vuoi farci..
Purtroppo, facendo l'armaiolo, sparo davvero parecchio, anzi troppo!
Mi deliziano invece i calibri "morbidi" precisi, costanti, LETALI e che consentono una VELOCISSIMA replica del colpo.
CREDIMI, io posso sparare 10 colpi con un cal. 308 come se fosse una cal. 22.
NESSUNO ha mai detto che il 9,3 x 62, il 300 WM e il 338 WM non siano SPETTACOLARI per il cinghiale,
Ho sempre detto semplicemente che... non servono.
Tutto qua.

Ma è una mia personalissima opinione, dettata dalla poca esperienza,
Forse perchè di cinghiali ne avrò fatti solo "qualche centinaio" e in solo cinquant'anni di battute..
Ripeto, per me che sono inesperto è un vero MISTERO DELLA FADE vedere chi usa SODDISFATTO un 9,3 x 62 (calibro africano adatto anche per il bufalo!) contro selvatici facilmente abbattibili con un buon 243...

Saluti
Marco

da Marco B x Gino  25/02/2019 17.24

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Misteri della fede...........

da Gino  25/02/2019 15.28

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Io lo uso in carabina semiautomatica e ne sono soddisfattissimo non vedo quale sia il problema.
Vado a caccia per abbattere i cinghiali..............la carabina fa il suo dovere non riesco proprio a capire
dove sta sto problema!!!

da Gino  25/02/2019 15.27

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Ieri ho montato un LEICA TEMPUS sopra ad una BAR calibro 9,3 x 62...
E' stato DAVVERO molto fastidioso tararlo...
Ancora OGGI non capisco chi possa mai utilizzare un calibro simile in semiautomatica per la caccia ai "cinghialotti" nostrani...
MISTERI DELLA FEDE!!!

M

da Marco B x Giancarlo 48  24/02/2019 16.44

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Non si parla di sicurezza quando si caccia l'orso al carnaio...
Il cacciatore è CHIUSO dentro un'altana coperta posta ad alcuni metri da terra...
Io ne ho fatto uno col 9,3 x 62, ma è stato come se avessi usato il 270 WM.
E' sempre troppo potente, anche contro i grossi capi.
Ho visto che i calibri più usati sono il 7 x 64 (anche x 65 R) l'8 x 57 JS Mauser e il 30.06 con palla pesante (180) grani.....
L'orso è un selvatico a pelle tenera, non occorrono palle particolarmente dure e/o pesanti.
Buona
M

da Marco B x Giancarlo 48  24/02/2019 16.42

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

ciao ragazzi: come ha sempre detto Marco, all'orso si tira entro i 100 m. io preferirei il 9,3x62
con palle RWS Tug 293 o Orix da 325 NORMA ci tengo alla mia ed altrui sicurezza.
non sono esperto in materia ma questo è il mio parere personale non servono i magnum
come gia sappiamo, oggi c'è gente, che non va piu a caccia nemmeno di zanzare in estate senza un magnum.
scusate la mia ignoranza. salute a tutti

da giancarlo48  24/02/2019 13.58

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Ben detto!
M

da Marco B x Geppo  24/02/2019 11.07

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

a me piacciono le weatherby , le acc. in polimero, non mi interessa di risparmiare , perchè dovrei? Sull'efficacia non si discute ma che il WSM lo "superi" ho dei forti dubbi ma "tutto" può essere. Rimane il fatto che uno va a caccia con l'arma che gli "piace" , con l'ottica che preferisce, con il binocolo più efficace, la giacca più bella, gli scarponi migliori se riduciamo tutto al risparmio , perdiamo anche il fascino della caccia! se devo andare al camoscio con la tuta da meccanico e gli stivali di gomma e una carabina "rimediata" sto a casa e vado a giocare a pallone con mio figlio , spendo meno nella divisa!!

da geppo  24/02/2019 10.05

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Carissimo, come TUTTI i calibri MAGNUM,
il loro utilizzo è molto Specialistico...
Come avrai letto ormai li uso MOLTO raramente e come avrai visto dalle foto SOLO IN DETERMINATE OCCASIONI.

Specialmente per la caccia al camoscio (e non solo!) in montagna e dove non conosco molto bene le zone di caccia..

Per fare un esempio pratico..
Al 257 e al 270 WM in Maremma dove conosco le zone come le mie tasche preferisco usare il 25.06 e il 270 Winchester, molto più tranquilli e molto più "maneggevoli!"

Ma quando ti dicono: "Marco prendi la carabina e vieni a cacciare "quassù", con un 270 Weatherby e un buon cannocchiale fino a 25 ingrandimenti, non ti poni troppi problemi..... su a cosa e a che distanza ti toccherà tirare!

Un caro saluto
M

da Marco B x Old  22/02/2019 18.57

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

In verità il 270 Wea ERAil massimo nella fasica .270, anche se non posso parlare del .277 GS che, sulla carta, poteva essere il must assoluto, ma che non ha avuto alcuna fortuna. Peccato, avrebbe meritao almeno un test più estensivo.
Resta il fatto che, oggi come oggi, il 270 WSM praticamente lo eguaglia (se non supera, in certi casi) camerato, però, in carabine nettamente meno costose.
Come tu ben sai, è il calibro che utilizzo di più, e posso grantire che la 140 grs Accubond anche a distanze di 60/80 mt sul capriolo NON ha effetti devastanti, stanto la relativa "durezza" della palla, mentre sulla distanza conserva energie e radenza veramente impressionanti.
Per fortuna che Tikka, Remington e Winchester(per citarne alcuni) si sono accorti della sua esistenza, e offrono carabine in calibro 270 WSM a prezzi umani.
Come per il 270 Wea resta il problema del munizionamento, visto che i caricamenti commerciali offerti sono (relativamente) limitati, e che, come il Wea, per sfruttarlo al massimo necessita una accurata ricarica.
Senza nulla togliere al grande 270 Wea ... :)
Un abbraccio da Walter

da OLD_Hunter  22/02/2019 8.30

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Il 270 Weatherby Magnum è un calibro in grado di risolvere "l'impossibile",
Ogni occasione, anche la più improbabile, che potrebbe presentarsi sul terreno di caccia, quando le distanze cominciano a diventare serie e magari non si ha neanche un telemetro dietro.
Credo che sia uno dei calibri più TESI in assoluto...

Solo che a medie - corte distanze gli effetti sulle spoglie dei selvatici sono....

Diciamo, spettacolari????

M

da Marco B x Geppo  18/02/2019 16.13

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

ho fatto un ipotesi. io ho tirato solo tre orsi all'estero ed è vero. tutti non più lontani di 70 metri! e con un 30.06 del mio parente americano . mai provato il 270 W su un orso! però hai ragione tu è vero.

da Geppo  18/02/2019 8.11

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

PER L'ORSO????????

All'orso si spara MASSIMO a 50 metri...
Un 270 WM non lo vede neanche..
E' come se attraversasse il burro....
Se tu ce li hai abbattuti ben venga, ma
Da Cacciatore un "pochino" Balistico, scommetterei che non ti sono rimasti sul colpo ed hanno fatto un po' di strada prima di cadere..

Ne ho visti tirati due col 300 Weath non hanno quasi accusato il colpo!!!!

M

da Marco B x Geppo  16/02/2019 12.14

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

per me rimane il tutto fare dal capriolo in su ... anche l'orso !!

da Geppo  15/02/2019 20.23

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Come TUTTOFARE per la caccia in montagna mi potresti trovare d'accordo..
Dal capriolo al cervo, ma volendo essere più "specifici",
Ci sono "anche" degli altri calibri..
Perché per i soli caprioli e camosci potrebbero andare bene anche il 224 e il 240,
Mentre per il solo cervo, il 300 è indubbiamente migliore.
Dallo Stambecco in giù preferisco il 257,
Mentre il 270 è eccellente anche per il cervo...
Sempre rimanendo nella fascia dei calibri WEATHERBY
M

da Marco B x Geppo  15/02/2019 17.06

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Dipende sempre...
"PER COSA?"

da Marco B x Geppo  15/02/2019 17.02

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

270 numero uno IN assoluto !

da Geppo  15/02/2019 15.51

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

Credevo che le foto parlassero da sole...

Comunque il mio Weatherby preferito è sempre il 257 WM

M

da Marco B x Giorgio  15/02/2019 6.23

Re: BALISTICA. Il calibro 270 Weatherby Magnum

ma le usi o non queste Weatherby ?

da Giorgio  14/02/2019 19.02
Cerca nel Blog
Lista dei Blog