Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2021>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Mensile
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
giu21


21/06/2019 15.47 

 
L’uomo è nato per complicarsi la vita. Si, perché quando le cose gli vanno bene, quando tutto gli va per il verso giusto, con ogni incastro che va a collocarsi correttamente al proprio posto, ecco che non s’accontenta e che deve andare alla ricerca delle soluzioni più stravaganti. Per avere conferma di quel che dico basta dare un’occhiata a cosa accade oggi nel mondo della caccia a palla, dove le combinazioni arma, calibro, cannocchiale da mira, munizione possono essere pressoché infinite.

Fino ad alcuni anni fa, con esclusione delle grandi battute al cinghiale, esistevano poche possibilità che una nutrita moltitudine di cacciatori avesse l’occasione d’incontrarsi e di poter confrontare le sue armi. Oggi invece, con il boom dei poligoni posso dire di “aver visto cose che voi umani non potreste neanche immaginare” come disse Rutger Hauer nelle vesti di Roy Batty in Blade Runner! L’ultima eresia, in ordine di tempo, è stata quella di provare sia in poligono sia sul terreno di caccia un meraviglioso kipplauf. Lo splendido manufatto valtrumpino aveva le seguenti caratteristiche: calibro 7 mm Remington Magnum, freno di bocca a manicotto traforato (orrendo dal punto di vista estetico, ma estremamente valido dal punto di vista balistico), cannocchiale ad altissimo ingrandimento con torretta balistica e reticolo illuminato. A dimostrazione di quanto due persone possano essere diverse io ed il suo possessore, io quel kipplauf l’avrei acquistato in calibro 6,5 x 57 R o, al limite, in 7 x 65 R, ma sempre camerato in un calibro rimmed con collarino. Poi l’avrei equipaggiato con un’ottica classica ad ingrandimento fisso 8 x 50 o x 56 oppure con una variabile ma con un massimo di dieci ingrandimenti. Perché quel genere di pregiatissime armi non sono certo state progettate per le competizioni sportive o per tirare oltre il mezzo chilometro, né tanto meno per farci lunghe sessioni di tiro, tante da richiedere l’adozione di un soppressore di rinculo.
 
 

Una volta per tutte dobbiamo finalmente deciderci che tipo di arma vogliamo, se leggera o pesante, se maneggevole o ingombrante, se dal rinculo sopportabile o meno perché mi sembra un controsenso prenderla in un calibro potente e poi pretendere che sia anche leggera, maneggevole e che non ci disturbi troppo al tiro. Freni di bocca o no, quando si acquista una carabina in un calibro ad alta intensità non si può pretendere che abbia le stesse caratteristiche che dovrebbe averne una in un calibro molto più mite. Un bel giorno un mio carissimo amico acquistò un pregevole express giustapposto costruito da Hauptmann di Ferlach. Ce ne saranno stati di calibri adatti con cui farsi fare un express? Tantissimi, ma lui lo volle in calibro 8 x 68 Shuler, e sapete per farci cosa? Per andarci a caccia di cinghiali in Maremma, perché sempre secondo lui l’8 x 57 JRS era poco prestante, specialmente nel caso avesse dovuto fermare le cariche (frequenti!?!?) di feroci verri di sessanta chili. Morale della favola, anche se il gioiellino austriaco era di una bellezza unica e sparava divinamente, il rinculo dello Shuler tramortiva talmente tanto il suo felice possessore che dapprima fu tentato di rivenderlo, poi preso da un’improvvisa ispirazione mi chiese di ricaricargli delle munizioni più deboli, che potessero uguagliare in prestazioni il vecchio 8 x 57 ideato da grande Paul Mauser.
 
 

Credevo che dopo centinaia e centinaia d’articoli scritti dalle riviste specializzate e dopo l’avvento della tv digitale e degli speciali di Caccia & pesca, i cacciatori a palla italiani avessero raggiunto un grado di preparazione sufficiente per acquistare il giusto connubio arma, calibro, ottica, attacchi e munizione, ma mi sbagliavo. Purtroppo le crudeli leggi di mercato impongono alle ditte, sia costruttrici sia venditrici di armi e di accessori, di offrire ai loro potenziali clienti una scelta notevolissima e variegata di prodotti. Oggigiorno su ordinazione e con “un leggero sovrapprezzo”, è possibile avere di tutto, anche l’impensabile. Sempre per rimanere in tema, vorrei ricordare che per più di un ventennio moltissimi express furono costruiti in potentissimi calibrii da carabina come il 375 H&H, il 378 Weath. Mag., il 458 WM, il 458 Lott, il 460 Weath. Magnum e così via, ma quello non fu un capriccio dei costruttori, ma una scelta quasi obbligata, perché in quel periodo di munizioni cariche commerciali in grosso calibro ce n’era una carenza cronica. Poi, con la ripresa della produzione dei vecchi Nitro Express da parte della mitica Kynoch, e con le attuali forniture di Federal e Norma, nessuno s’è più sognato di ordinare un double rifle da safari in calibri inconsueti. Non possiamo dire che lo stesso sia accaduto per le armi basculanti per la caccia in battuta, visto che ancora se ne vedono a decine in calibro 308 e 30.06.

Per quanto riguarda le carabine ad otturatore il discorso è meno drastico, ma sempre molto complesso. Il prezzo è spesso determinante nella scelta del modello, ma prima dell’acquisto andrebbero riviste molte altre caratteristiche. Se da un lato alcuni cacciatori sono alla ricerca della munizione moderna, prestante, iper radente, dall’altro c’è chi su consiglio del suo armiere (che magari è anche il suo istruttore di tiro), stravede per i militari in congedo 308 Winchester e 6,5 x 55 Swedish. Qualcuno forse ricorderà un mio vecchio articolo “Ad ognuno il suo!”, dove mi sono permesso di consigliare alcuni calibri specifici per cacciare ogni singolo selvatico.

La cosiddetta munizione tuttofare esiste e al contempo non esiste, perché è ovvio che se con un 7 mm Remington Magnum è possibile cacciare dal capriolo (come fanno in tanti!) alle grosse antilopi africane, ci sono calibri più adatti sia per l’uno sia per le altre. Di solito i costruttori di armi rigate prima progettano l’arma poi decidono in quale calibro camerarla, quando secondo me sarebbe stato forse meglio il contrario. Sì, perché tutte le dimensioni fondamentali dell’arma come peso, spessore e lunghezza che condizionano inesorabilmente ingombro, maneggevolezza, impostazione generale, dovrebbero essere progettate in funzione del calibro scelto. Bisognerebbe sapere quando ad una munizione per esprimersi al meglio occorre una canna lunga, quando è meglio un’azione corta, oppure media o super Magnum, un freno di bocca, un caricatore ad alta capacità, una tacca di mira ed un mirino particolare, un calciolo antirinculo in gomma spessa e/o ventilata, un diverso profilo di calciatura. Esistono modelli d’ottime carabine da caccia che adottano lo stesso otturatore ed hanno le stesse dimensioni estetiche per tutti i calibri in cui vengono vendute, che siano in calibro 22-250 o in 300 Winchester Magnum. Allo stesso modo, molte (o forse sarebbe stato meglio dire tutte) delle attuali carabine semiautomatiche da cinghiale in commercio vengono proposte con un unico castello – culatta - otturatore per tutti i calibri, dal 243 al 338 Winchester Magnum.
 
 
A questo punto ditemi voi perché un cacciatore dovrebbe acquistarne una in calibro 308 quando è praticamente identica al modello progettato per il calibro 30.06. Per questo motivo io pratico la caccia al cinghiale in battuta con una vecchia carabina Heckler & Koch modello 770 K calibro 308 e consiglio ad amici, lettori e conoscenti di acquistare invece delle armi in 30.06. A buon intenditore poche parole. Non ho mai avuto simpatia per le cose arrangiate, così come non mi piacciono i caricatori nati per una munizione 7,62 x 63 mm e adattati in modo da contenerne una da 7,62 x 51 mm. Mi sembra un controsenso prendere un’arma camerata in un calibro di dimensioni contenute, ma che abbia le stesse caratteristiche di una camerata in un calibro Ultra Magnum. Non a caso tutte le ditte costruttrici di armi di maggior pregio offrono una gamma completa di azioni, a volte composta da cinque modelli: XS, S, SM, M, L che ovviamente variano a seconda del calibro.


Marco Benecchi
 
 


Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.110.194
Aggiungi un commento  Annulla 

19 commenti finora...

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Ci mancava il fenomeno. Il Pelé dei cacciatori. E come per incanto eccolo a pontificare

da X Antico  03/07/2019 12.54

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Ci mancava il fenomeno. Il Pelé dei cacciatori. E come per incanto eccolo a pontificare

da X Antico  03/07/2019 12.54

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

E' anche vero ch










Poveri pipparoli che siete.




da Antico  03/07/2019 12.09

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Collezionare armi e' bello ,la sera e la notte d'estate te li guardi ammiri e lucidi ,ma la caccia e' tutt'altra cosa prima regola poche armi ma buone io ne ho trovate due bastano e avanzano. il resto della fatica la lascio ai poveri illusi che crederanno sempre di trovare il meglio aquistando all'infinito nuove inutili armi.

da Antico  03/07/2019 12.08

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Quante pippe mentali e pensare che io vado a caccia da 50 anni con due soli fucili e credetemi se non sono arrivato alle 300 tonnellate di ciccia poco ci manca! calibro 12 benelli e 308 wincester

da Antico  03/07/2019 12.03

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Ragazzi se imparassero come dite voi le armerie chiuderebbero domani. Età media 67 anni mercato quindi saturo di tutto. Commercianti e armieri disperati. Cercano di arrangiarsi.

da Roberto  29/06/2019 17.00

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Caro Umberto,
Tu hai ragione al 1000 x 1000

"""""La realtà è che non siamo ancora un'utenza matura per effettuare scelte complesse"""""


Ma il 90% delle persone non vuole proprio imparare....

In moltissimi sono impermeabili ai consigli....

Io ne li chiedo ancora tutti i giorni anche su temi che conosco fin troppo bene...

Oggi comandano nell'ordine:
LA MODA
IL CONSUMISMO
I SOCIAL
ed anche un pochino di strafottenza..

Basta "abbracciare una causa" per diventarne subito il paladino..
Come se io stamattina comperassi una racchetta da tennis per diventare subito un grande esperto di Wimbledon...

"""Da due anni ho deciso di usare a caccia un solo fucile, 7 Remington ""?

Io COME UNICA ARMA lo consiglio da 30 anni.....

Purtroppo quando il "Cacciatore - Tiratore" arriva in armeria, e magari la trova anche affollata,
Diventa subito una pecora in balia di un branco di lupi!!!

Gli vendono quello che vogliono sulla scia delle mode e "dei like" piuttosto che sulle reali esigenze del cliente!!
Un caro saluto
M

da Marco B x Umberto  28/06/2019 6.02

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Caro Benecchi. La realtà è che non siamo ancora un'utenza matura per effettuare scelte complesse. Io ebbi la fortuna di ereditare parte dell'esperienza dei miei predecessori. Invecchiando la apprezzo sempre di più. La novità tecnologica è sempre stata un fattore di attrazione. Ma dobbiamo fare i conti con noi stessi. Per i neofiti, o per chi sta iniziando a risentire dei danni del tempo sarebbe bene optare per soluzioni "ad personam". Quel fucile è migliore di questo, ma questo a me, limitatamente a me, rende meglio. Perciò uso questo. Non confondiamo l'amor di collezione con l'efficienza a caccia! Da due anni ho deciso di usare a caccia un solo fucile, 7 Remington. Gli altri li uso al poligono. Ho accettato i limiti ed imparato a gestirli. I miei risultati sono migliorati molto


da Umberto  27/06/2019 9.09

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Un consiglio per tutti,oliate le vostre armi eccezione per le parti in legno ,solamente con olio motore auto sintetico tipo 5 40 e non ve ne pentirete bruniture come nuove dopo decenni ,scatti eccezionali e otturatori silenziosi che scorrono a meraviglia.

da Felice olio  25/06/2019 6.16

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Su ragazzi, non esageriamo,
La HK, come tutte le armi di derivazione militare è tra le più facili da smontare,
Almeno per un semplice "smontaggio da campo".
Con una brugola da 5 mm tiri via tutto,
Dopo aver sfilato il perno sicura ovviamente..
Stessa cosa per l'otturatore e lo scatto..
Non è...... molto complicato.....

Vedrò cosa posso fare...

MOLTO PEGGIO smontare completamente una SLB 2000...................

da Marco B x Massi e Hunter  24/06/2019 15.55

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

In effetti se facessi un tutoria su come smontare le h&k 770 e le bar credo che avrebbe un successo stratosferico x il semplice motivo che su youtube nn ce un video in italiano su come farlo lo dico x esperienza personale xke una volta un amico mi ha chiesto di aiutarlo a pulire la sua h&k 770 e ci ho messo un quarto D ora a smontarla

da Hunter93  24/06/2019 15.38

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

..in effetti Marco tu postasse quel

" ..Una volta abbiamo provato a fare anche un video dove smontavo e rimontavo COMPLETAMENTE
Otturatore e scatto compresi, una HK 770 .. "

saresti a tutti gli effetti "socialmente utile " @@@@@

Un salutone da un "HK770oramairrecuperabilmentedipendente"

da massi  24/06/2019 13.49

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Perché con la videocamera faccio pena e non trovo mai le persone adatte allo scopo..
C ho provato ma è sempre finita a..zingherate!
Una volta abbiamo provato a fare anche un video dove smontavo e rimontavo COMPLETAMENTE
Otturatore e scatto compresi, una HK 770
BENDATO,
Ma gli amici che ho in giro per l'officina sanno solo scherzare e/o prendere per il....

Buona
M

da Marco B x Hunter 93  24/06/2019 12.44

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Xke nn fai un video dove descrivi un pò le caratteristiche delle h&k 770 e magari ci metti anche un bel abbattimento

da Hunter93  24/06/2019 10.49

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Colpiti tutti i bersagli!
Confermata la Basetta Contessa della prima 770 e la calciatura UNICA dell'ultima, la mia HK mancina.
Ovviamente ORIGINALE!

Il calcio della penultima dall'alto lo ha "rovinato" Francesco Pederiva di Moena...
Si perché ormai è talmente bello che davvero non me la sento più di portarlo per la Macchia Meditterranea!
M

da Marco B x Hunter 93  24/06/2019 5.03

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Bellissime le hk la prima se nn sbaglio ha la basetta contessa e l ultima ha la calciatura mancina

da Hunter93  23/06/2019 20.09

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Ma perche' con una piotti canna da 62 cm parlo di canna liscia giustapposto ,non ci vado dall'allodola alle anatre beccacce e tordi non ne parliamo proprio che tiri allo schizzo.

da Giandomenico 41 bis  23/06/2019 6.58

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Che contraddizione.Di fucili in rastrelliera ne basterebbero due ben fatti e ci si va dalla marmotta all'elefante.

da Giandomenico 41 bis  23/06/2019 6.55

Re: ARMA - CALIBRO? Uno strano rapporto!

Bravo Marco, il saggio buon senso di chi va a caccia.

da Tiroler  21/06/2019 21.48
Cerca nel Blog
Lista dei Blog