HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani |
  Cerca

Mara Da Roit

Mara Da RiotMara Da Roit, di Bolzano, giornalista pubblicista e traduttrice, assieme ad altri colleghi della zona si dà cura da anni di riferire quanto accade nel mondo altoatesino della caccia tramite contributi sulla stampa di settore a diffusione nazionale. Ma prima ancora lo fa nelle sue vesti di redattrice e coordinatrice dell'edizione in lingua italiana (ne esiste infatti anche una in lingua tedesca) del "Giornale del Cacciatore - Jaegerzeitung", periodico diretto da Heinrich Aukenthaler che rappresenta l'organo ufficiale d'informazione dell'Associazione cacciatori Alto Adige", alle cui dipendenze lavora.

Accanto agli incarichi prettamente redazionali, si occupa della traduzione di testi dal tedesco all'italiano, in primo luogo per l'associazione e la menzionata rivista ma occasionalmente anche per altre organizzazioni nel campo della caccia: come l'Agjso, la Comunità di lavoro delle associazioni venatorie dell'arco alpino.

Al servizio della caccia è solita mettere peraltro anche le sue attitudini in campo artistico e mediatico. Sin dalla prima edizione del "Premio letterario per racconti di caccia", promosso dal Circolo culturale Ars Venandi (concorso che dalla prossima edizione verrà intitolato al grande Mario Rigoni Stern, già presidente di giuria), ha saputo farsi apprezzare per lo svolgimento delle letture interpretative delle opere premiate. E sua è la voce narrante del documentario "Sulle tracce dello stambecco", per la regia di Hubert Schönegger, incentrato sulla fauna dell'Alto Adige e co-prodotto, fra gli altri, dall'Ufficio caccia e pesca della Provincia di Bolzano e dalla sede Rai di Bolzano.