Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<agosto 2021>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
Mensile
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
dic20


20/12/2010 18.14 

Molto tempo fa, quando la passione era tanta ed i soldi pochi, mi divertivo ad ipotizzare  con la fantasia quale fosse la “batteria di carabine ideale”, quella che ogni appassionato di caccia a palla dovrebbe detenere in casa pronta per ogni evenienza. Immaginavo di dover partire per lunghe ed impegnative avventure e con quale armi le avrei affrontate.
 
A otto anni mio nonno mi regalò la Diana 27, a dodici mio padre mi comperò la Beretta Super Sport calibro 22 LR, a sedici l’automatico Breda e a diciotto la Browning BAR calibro 270 Winchester. Quanto tempo è passato d’allora! Eccetto la BAR, che ho sostituito con due modelli simili ma in calibro 30.06 (una MK II ed una commemorativa incisa), tutte le mie vecchie glorie le conservo ancora gelosamente. Stanno tranquille in rastrelliera, assieme a mille ricordi e ad una grossa fetta del mio cuore. Oggi possiedo una discreta collezione d’armi che mi permetterebbe realmente di affrontare qualsiasi forma di caccia perché nel corso degli anni, con qualche piccolo sacrificio, ho completato la lista che mi ero prefissato in gioventù. Ho acquistato tutte le armi che desideravo e magari anche  qualcuna in più. Che volete? Non si vive di solo pane!
 
Oltre alla famiglia, alla caccia e alle armi non ho altre passioni. Non impazzisco né per il calcio, né per la Formula Uno, né per la pesca, né tanto meno per il tennis, il golf od altro, così tutto il mio interesse e tutti i miei sforzi sono sempre stati concentrati esclusivamente verso il magico mondo della caccia ed in particolare di quella a palla.. Sull’impiego dei fucili a canna liscia non credo ci sia più molto da dire, specialmente oggi che esistono persino dei sovrapposti che hanno gli strozzatori intercambiabili interni-esterni. Una volta, chi praticava diverse forme di caccia acquistava più fucili oppure uno con più canne. Poi vennero i Breda con i Quick Choke ed oggi, finalmente, con un solo automatico Magnum dotato di canna “Varichoke” puoi praticare qualsiasi forma di caccia, dalla beccaccia alle anatre ed anche al cinghiale. Per quanto riguarda le carabine il discorso è molto diverso.
 
Nel nostro Paese la mole dei selvatici cacciabili con la canna rigata spazia dai pochi chili di una marmotta fino ad arrivare ai duecento e più chili di un robusto cervo. Esistono dei calibri con cui é possibilissimo abbattere entrambi e tutto quello che troviamo nel mezzo, senza problemi, ma, considerando che una buona carabina costa meno di un giaccone di marca, credo che sia sempre meglio utilizzare per la caccia ad ogni selvatico l’arma ed il calibro adeguati Ho una limitatissima esperienza di caccia africana e purtroppo soltanto teorica, quindi eviterò di fare brutte figure trattando armi e calibri idonei ai grandi Safari. Quel che mi ripropongo di fare è cercare di dare qualche piccolo consiglio su quali armi acquistare per poter affrontare tranquillamente tutte le cacce europee.
 
Per comodità dividerò i selvatici in base alla loro mole e alla loro resistenza fisica in quattro grandi categorie. La prima interessa tutte le specie cacciabili, che variano da 5–7 chilogrammi (volpe, marmotta e i grossi uccelli) ai 30–40 chilogrammi (capriolo, camoscio e giovani daini). La seconda categoria comprende quelli di peso maggiore che arrivano fino al quintale. La terza (e qui le cose cominciano a farsi serie) comprende quelli che raggiungono i 250-400 Kg, mentre nella quarta ed ultima rientrano soltanto i grossi selvatici, anche pericolosi, come i grandi orsi eurasiatici, le alci siberiane, l’uro ed il bisonte europeo.
 
Chi è interessato a cacciare i selvatici elencati (o simili) nella prima categoria, è bene che cominci a fare un pensierino sul comperare o un’onesta carabina Bolt Action, o un versatile misto (combinato o Drilling) oppure un raffinato monocanna Kipplauf.  E’ doveroso fare due precisazioni: la prima è che per la caccia ai camosci e ai daini di una certa mole la munizione deve possedere un’energia di almeno1600–1800 joule a 100 metri e la seconda è che con quasi tutti i sei millimetri citati potremmo anche abbattere capi ben più grossi e coriacei, ma di certo non sarebbero l’ideale. Nella seconda categoria rientra praticamente tutta la media selvaggina come: camosci (a lunga distanza), mufloni, grossi daini palanconi, capre selvatiche, stambecchi, cinghiali e cervi di media mole. I calibri adatti a questo genere di caccia variano dai 6,5 ai 7,62 mm non esasperati (308 W, 30.06 S e 30 Blaser) e all’8 x 57 (JS – JRS). La scelta della palla è sempre soggettiva, ma orientativamente sarebbe bene utilizzare palle leggere, veloci e radenti per i tiri a lunga distanza contro selvatici non particolarmente robusti, mentre per i capi più forti e resistenti  tirati a distanze medio-brevi l’optimum sono le palle ad espansione controllata e di buon peso.
 
Proseguendo col nostro discorso siamo arrivati ad una categoria di selvatici importanti la cui caccia è spesso impegnativa, come quelle ai grandi cervi, ai cinghiali del Centroeuropa, all’orso bruno e alle alci scandinave. Queste sono le prede d’elezione di tutti i potenti “trecento” ad alta intensità, dell’8 x 68 Shuler del 338 W e del 340 Weath. Ammetto anche i tre grandi componenti della fortunata famiglia dei 9,3: il x 62 Mauser, il x 64 Brenneke e il x 74 R. Anche per questi potenti calibri vale lo stesso discorso di prima per quanto riguarda il peso ed il tipo di palla.
 
E’ sottinteso che se ci appresteremo a cacciare i grandi cervi danubiani e i coriacei cinghiali bielorussi da un appostamento fisso, dove non è raro tirare lungo, prediligeremo calibri veloci e radenti, mentre per la caccia all’orso al carnaio e all’alce alla “ferma” o in battuta la nostra scelta cadrà su quelle munizioni che adottano palle più lente e pesanti. Le armi maggiormente indicate per queste  tecniche di caccia sono soltanto due: le carabine ad otturatore scorrevole-girevole e gli express.
 
Nella quarta ed ultima categoria rientrano pochissimi selvatici ma tutti di gran pregio. Sono trofei importanti e costosi destinati a pochi fortunati e facoltosi cacciatori, ma siccome sognare non costa niente e se proprio quelle proibitive prede non potremo mai catturarle, nessuno c’impedisce di acquistare un’arma idonea a dar loro la caccia. Strano ma vero, sul “mercato” si trovano ancora abbastanza permessi per abbattere bisonti europei ed uri, mentre per quanto riguarda l’organizzazione di una spedizione di caccia ai giganteschi orsi ed alci del Kamchakta l’unica difficoltà sta nella capienza del nostro portafoglio. Come era quella famosa pubblicità televisiva? “Per pitturare una parete grande ci vuole un pennello grande”.
 
Lo stesso vale per cacciare i suddetti selvatici: “Per abbattere un grosso capo è bene utilizzare un grosso calibro”. Un 300 Weatherby Magnum e un’8 x 68 Shuler possiedono un’energia sufficiente per atterrare pulitamente tutto quel che cammina sul Vecchio Continente, ma se proprio dobbiamo acquistare un’arma specifica per dare la caccia ai selvatici del grande Nord, partirei dal 358 Norma Magnum fino ad arrivare alla mitica 375 Holland & Holland Magnum. Personalmente ho una netta predilezione per il 9,3 x 62 Mauser (Bock) in carabina e per il 9,3 x 74 R in Express. Dopo questa piccola “infarinata” e per concludere il nostro articolo, che ne dite se proviamo ad ipotizzare quale potrebbe essere la batteria ideale?
 
Camerato in un piccolo calibro (magari 5,6 x 50 R Magnum) comprerei un combinato oppure un drilling. Non solo perché sono armi belle, precise, funzionali e che si rivalutano col tempo, ma anche perché la canna liscia e la munizione spezzata potrebbero tornarmi molto utili nella caccia ai piccoli selvatici che abbiamo incluso nella prima categoria. Poi, se proprio non potete fare a meno della carabina, il 22-250 Rem. è il calibro che fa per voi. Per la media selvaggina sceglierei senza esitazioni una Bolt Action in calibro 7 mm Remington Magnum, perché dopo averlo usato per vent’anni posso garantirvi che, con le palle giuste,  non vi deluderà mai. Per le cacce più impegnative sarei indeciso se acquistare una carabina in calibro 300 Winchester Magnum (o in 8 x 68 S) oppure un express in calibro 8 x 57 JRS (o 9,3 x 74 R). Nell’indecisione meglio prenderli tutti e due e non ci si pensa più!

 
 
Gli altri blog pubblicati:
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.42.94
Aggiungi un commento  Annulla 

5 commenti finora...

Re: La “BATTERIA” ideale

Perdonatemi, ma visto che stiamo in chiusura; ho poco tempo da dedicare al PC. Vado a caccia "quasi" tutti i giorni! Sabato scorso ho fatto un bel solengo di 107 kg con un sol colpo di 308 W HK 770 K palla TIG da 150 grani ricaricata con 46,3 grani di Norma 202.
Comunque non disperate amici. Gennaio è il mese "cinghialaio". Nei divieti la ghianda finisce ed allora.... In Bocca al Lupo a tutti o, per dirla alla tedesca e per sponsorizzare una delle "mie" riviste: WEIDMANNSHEIL.
Poi, per rispondere all'amico Carlo, gli consiglio dei caricamenti FEDERAL con palla Barnes Triple shock. Oppure le Winchester Fail Safe che costano anche meno! Non ho assolutamente NESSUNA simpatia per le monolitiche, ma la legge è legge. Oggi vado a DISSEQUESTRARE il mio Benelli della famosissima storia dell'istrice. Ho odlato, pagato la salata multa (600 euro!) e tutto a posto. Speriamo che il prossimo anno non mi capiti un lupo in una stoppia verso mezzoggiorno. Caccio sempre con tre setters e uno Jagd Terrier (Campione, selezionato per GROSSA SELVAGGINA!), speriamo che si comportino bene!!!!!
Saluti Marco

da da Marco Benecchi  14/01/2011 11.42

Re: La “BATTERIA” ideale

UN SALUTO DI NUOVO, GIRO LA RICHIESTA AL BENECCHI SPERANDO CHE MI RISPONDA, cARTUCCE COMMERCIALI CON PALLE MONOLITICHE PER 300WM, CON UNA CERTA URGENZA, PERCHE'DOMENICA 30 GENNAIO HO LE PROVE DI TIRO GRAZIE, TOSCANO, FINALMENTE HANNO FATTO CHIAREZZA DA NOI PER GLI APPOSTAMENTI A PALOMBE, SISTEMEREMO PER IL MEGLIO LA TESA, INIZIEREMO APPENA FINITA LA CACCIA AL VERRO, ANCHE SE I MIEI COMPAGNI DI APPOSTAMENTO, NESSUNO FA QUESTO TIPO DI CACCIA, FORSE HO LA COMPAGNIA GIUSTA QUESTA VOLTA, MI ASPETTANO PER I LAVORI, MI RISPETTANO PER IL TIPO DI CACCIA CHE FACCIO (DI SOLITO C'E' GUERRA ANCHE FRA CACCIATORI)
SONO UN TIPO MANSUETO, FINO A QUANDO NON MI PESTANO LA CODA....... O CHE NON VETO BISCHERATE COME SI DICE DA VOI, SALUTI A RISENTIRCI QUI'.

da CARLO 62  13/01/2011 13.41

Re: La “BATTERIA” ideale

ciao grandissimo Carlo 62.......io continuo imperterrito ad andare in squadra,è dal 5-12 che non tiro un colpo,ma non mollo...................
e cmq continuiamo ad andare,ma già con la testa al proximo ottobre per le mitiche palombe.
dobbiamo migliorare la tesa.................
Per le cariche e il tipo di palle per il 300w,io posso dirti ben poco,se non consultare un manuale specifico,altro non posso fare.
Chi meglio del Marco Bennecchi può dirti tutto e meglio ???????
un salutone carissimo....

da Toscano elsa  12/01/2011 19.57

Re: La “BATTERIA” ideale

Dopo un pò di festività, siamo tornati su questo blog, un saluto al mio amico Toscano Elsa, La caccia al cinghiale l'amministrazione ha dato un mese di proroga, domenica scorsa io un morto e una padella,
comunque non raggiungeremo il ns. standard di 70/80 bestie nere quest'anno.
mi serviva un consiglio, ho la cz cal 300 mag. per la selezione al cinghiale, da quest'anno solo palle monolitiche, non faccio ricarica, quindi solo commerciali io sarei orientato per la e-tip della winchester oppure???????????????? rispondetemi presto grazie.

da CARLO 62  12/01/2011 15.35

Re: La “BATTERIA” ideale

era molto meglio la batteria di Ringo Starr, mona!

da Riingoooo, Ringoooooo....  08/01/2011 20.27
Cerca nel Blog
Lista dei Blog