Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca

Arte

Amélie Le Meur

Amélie Le Meur è una pittrice francese nata in Normandia nel 1981. Il disegno è un dono che scopre sin da tenera età. Comincia ad esporre giovanissima, a 13 anni. Laureata in Arte all’Università di Strasburgo, Amélie compie i suoi primi passi nei grandi saloni nazionali e ben presto le sue opere vengono esportate in Europa e nel mondo. Cosi, a 22 anni, quella che sembrava soltanto una passione, diventa un mestiere, con il primo atelier a Torino.

Amélie prende ispirazione dalla natura e dalla fauna selvatica francese e successivamente daii viaggi in Scozia e Sudafrica. La sua tecnica prediletta è l’acquerello, che conferisce trasparenza e precisione ai suoi dipinti per descrivere le meraviglie che la circondano. Ciò nonostante, quando il soggetto si presta, ricorre alla pittura ad olio per lasciare libero spazio alla pittura.

A 30 anni Amelie completa la sua arte studiando scultura all'Accademia d’Arte di Firenze e trasferisce il proprio atelier a Parigi.

Grande ammiratrice dei ritratti classici di Léon Danchin e degli animali selvaggi di Carl Brenders, Amélie ama il realismo e si pone come ambizione quella di dipingere la vita selvaggia in maniera autentica. Il dettaglio e la purezza dei tratti, sono le caratteristiche che gli appassionati di arte animalier amano ritrovare nelle sue opere.

L’occhio del cane fedele al suo padrone, la fragilità delle piume degli uccelli, la tranquillità di un cervo nelle lande scozzesi oppure i muscoli della gazzella che salta nella savana… queste sono le emozioni che Amelie desidera condividere nei suoi quadri.

www.amelielemeur.com

Get Adobe Flash player Install latest flash player if you can't see this gallery.

Leggi su gli altri artisti