Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Interrogazione PD a Lollobrigida "che fine hanno fatto i piani straordinari sul cinghiale?"Lombardia: nuova ordinanza per depopolamento cinghialiFrancia: equivale a 108 mila posti di lavoro il volontariato ambientale dei cacciatoriConsigliera Gibertoni in Emilia R. chiede di cancellare a caccia alla volpePubblicato Calendario Venatorio 2024 - 2025 dell'Emilia RomagnaEmilia Romagna: presentato nuovo regolamento ungulatiAbruzzo: chiesta in Regione modifica Calendario Venatorio 2024 - 2025 Decreto Agricoltura, riprende l'esame in Commissione al SenatoArci Caccia: "dopo estromissione cacciatori il Lago di Porta sta morendo"FACE: "impatto caccia sulla tortora potrebbe essere sovrastimato"In Umbria ancora incertezza sulla caccia alla tortoraRappresentatività negli ATC: Tar Abruzzo solleva incostituzionalitàEuropee: il peso elettorale dei cacciatoriArci Caccia: più chiarezza sulla questione tortoraEuropee: FDI primo partito. Fiocchi e Berlato rielettiAcma: cacciatori fondamentali sentinelle contro aviaria Spagna: Parco nazionale in degrado dopo divieto caccia. Presentata denuncia in UEFACE: "Voto Europee decisivo per la caccia"Bruzzone presenta gli emendamenti sulla caccia al Decreto AgricolturaACL segnala i candidati lombardi Mantovani e InselviniMinistero Ambiente convoca riunione urgente con Ispra sulla caccia in derogaDiniego Ispra "piccole quantità" deroghe. Fiocchi chiede intervento Ministro FratinUmbria, PSA: Puletti e Mancini annunciano audizione di agricoltori e cacciatoriAssessore Beduschi (Lombardia) "con Ispra di fronte a muro ideologico"Caccia in deroga, Bruzzone chiede commissariamento di IspraBASC: nel Regno Unito la caccia vale 9,3 miliardi di sterlineSparvoli contro Alleanza Verdi Sinistra "protagonisti di decenni di assenza di gestione"La Caccia nei programmi delle Elezioni europee 2024Bruzzone: Inaugurata la chiesetta dei cacciatori a Stella Santa GiustinaFidc "sulla tortora dagli animalisti solo ideologia"Marco Bruni nuovo Presidente di Fidc Lombardia3323 cinghiali prelevati in BasilicataConvegno Macerata su caccia e ricerca scientificaBruzzone "basta fake news sulla caccia"Belgio: Con l'approvazione della Caccia, aumentano anche le aree venabiliCalendario Venatorio Marche, soddisfazione dalle associazioni venatorieAbruzzo, le AV: "calendario venatorio punitivo. Tutto da rifare"Studio scientifico: Proteggere gli habitat più importante che limitare la cacciaLazio, circolare Regione su controlli trichinellosiCaccia Tortora, Buconi (Fidc): "Gestire senza vietare"Lorenzo Bertacchi lascia la guida di Fidc LombardiaApprovato Calendario Venatorio Piemonte 2024 - 2025Interrogazione Puletti in Umbria sulla tortora: si segua esempio MarcheToscana: approvato Calendario venatorio 2024 - 2025 caccia cinghialeRegione Toscana approva Piano caccia capriolo 2024 - 2025Andrea Cavaglià spiega la caccia nel Podcast Bazar AtomicoCaccia Tortora, la lettera di diffida degli animalistiEmilia Romagna: in Commissione ok al Calendario Venatorio 2024 - 2025Incontro CPA sulla caccia in LombardiaAnuu Piemonte: su PSA bisogna accelerareStudio europeo dimostra ruolo cruciale dei cacciatori nella conservazione della tortoraUmbria: ok in Commissione alla caccia di selezione 2024 - 2025Buconi: Ispra si doti di moderni strumenti per monitorare i flussi dell'avifauna Marche: approvato Calendario Venatorio 2024 - 2025Eos Show 2025: appuntamento a febbraioBolzano: Ufficio fauna selvatica cerca volontari censimento pernice biancaFidc BS: nessuna sorpresa da Ispra su Calendario Venatorio LombardiaProliferazione cinghiale Puglia: Gatta (FI) interroga il GovernoLibera Caccia pronta a seguire l'esempio dei cacciatori francesiQuestione caccia tortora sui tavoli della Regione UmbriaSulla caccia continua vergognosa disinformazioneLiguria, approvato emendamento su prelievo cinghiali oltre orarioVaccari (PD) "per tutela biodiversità servono anche scelte difficili"Giornata Biodiversità: Fidc "serve approccio nuovo alla gestione"Calendario Venatorio Marche 2024 - 2025 in dirittura d'arrivoIl Senato inizia l'esame del Decreto AgricolturaLiguria, approvate modifiche su anelli richiami vivi e foraggiamento cinghialeDopo stop cacce tradizionali i cacciatori francesi sospendono la caccia al cinghialeGiovani e caccia, in Inghilterra si punta sulla formazione scolasticaCampania, Circolare per i cacciatori di selezione al cinghialeAssemblea nazionale Anuu "Caccia: una passione al servizio della società"Cacciatori veri ambientalisti: continuano le iniziative dei paladiniAB (Agrivenatoria Biodiversitalia) chiede Iva 10% su cessioni fauna selvaticaDecreto Agricoltura (e caccia?): ecco il testo in esame in CommissioneRiforma legge caccia Marche, polemiche da ColdirettiArci Caccia Marche: Calendario Venatorio non concertato con le associazioniLiguria, Piana: "con autoconsumo cinghiali vero coinvolgimento dei cacciatori"Il Decreto di Lollobrigida fa infuriare i 5 Stelle

News Caccia

Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa


mercoledì 29 marzo 2023
    

 
La progressiva decrescita del numero dei cacciatori, di cui si parla molto spesso, non è un dato universale. Se per l'Italia il calo è evidente, dato che solo dieci anni fa avevamo quasi 200 mila cacciatori in più, in altre nazioni europee la situazione è decisamente diversa. In totale, stando ai dati disponibili (gli ultimi relativi alla stagione venatoria 21-22), si nota che nell'ultimo decennio il numero è rimasto stabile in almeno 13 Stati europei ed è addirittura cresciuto in 8 paesi.
 
Ci sono infatti nazioni che registrano una crescita importante del numero di praticanti. La Germania, come abbiamo visto, è interessata da un progressivo aumento delle licenze di caccia, oggi arrivate a 384 mila, contro i 351 mila del 2010. Ma ci sono Paesi in cui l'incremento è stato assai più evidente. La Norvegia, per esempio, ha visto più che raddoppiare i suoi cacciatori in poco più di dieci anni, passando dai 190 mila della stagione venatoria 2010-2011, agli attuali 500 mila. Crescono i cacciatori anche in Danimarca (+11 mila), Bulgaria (+17 mila), Croazia (+10 mila), Lussemburgo (+550),  Polonia (+ 20 mila), e Slovenia (+6,600). Calano in Belgio, Estonia, Finlandia, Grecia, Spagna, Regno Unito.

Per quanto riguarda l'incidenza di cacciatori per abitante, la classifica vede al primo posto la Norvegia (uno ogni 11 cittadini), seguono Irlanda, con un cacciatore ogni 14 abitanti, la Finlandia, un cacciatore ogni 18, Cipro, uno ogni 24, Malta, uno ogni 27. Alta l’incidenza di cacciatori anche in Danimarca, dove si conta un cacciatore ogni ogni 33 abitanti, Svezia, uno ogni 36,  Portogallo, uno ogni 46,  Francia, uno ogni 51. L’Italia, con un totale di 533 mila cacciatori ha un cacciatore ogni 113 residenti. 

 
Di seguito una tabella comparativa tra i cacciatori della stagione 2010-11 e quelli registrati nella stagione 2021-22. (Fonti Face e Deutsche Jagdverband). In verde in numeri in crescita.  

 

Nazione

Superficie km2

Abitanti (milioni)
Cacciatori 2010 - 2011 Cacciatori 2021 - 2022 Cacciatori /Abitanti (21 -22)
Francia
 643.000  67,0  1.331.000  1.313.000  1:51
Germania  358.000  83,0  351.000  384.000  1:216
Italia
 301.000  60,4  750.000  609.527*  1:100
Spagna  506.000  46,7  980.000  850.000  1:55
Regno Unito  243.800  66,0  800.000  400.000  1:165
Danimarca  43.000  5,8  165.000  176.000  1:33
Finlandia  338.000  5,5  308.000  300.000  1:18
Norvegia  385.000  5,3  190.000  500.000  1:11
Svezia  447.000  10,2  290.000  283.000  1:36
Estonia  45.000  1,3  16.600  14.500  1:90
Lituania  65.000  2,8  32.000  30.000  1:93
Lettonia 65.000 1,9 25.000 22.000 1:86
Polonia  313.000  38,4  106.000  126.000  1:305
Belgio 31.000  11,4 23.000 12.500  1:912
Irlanda  70.000  4,8  350.000  350.000  1:14

Lussemburgo

 3.000  0,6  2.000  2.550  1:235
Olanda  42.000  17.3  28.170  27.000  1:641
Austria  84.000  8,9  118.000  118.000  1:75
Repubblica Ceca  79.000  10,6  110.000  90.000  1:118
Ungheria  93.000  9,8  55.000  55.000  1:178
Slovacchia  49.000  5,4  55.000  61.600  1:88
Slovenia  20.000  2,1  22.000  20.300  1:103
Svizzera  41.000  8,5  30.000  30.000  1:283
Cipro  9.000  1,1  45.000  45.000  1:24
Grecia  132.000  10,7  235.000  160.000  1:67
Malta  316  0,4  15.000  15.000  1:27
Portogallo  92.000  10,6  230.000  230.000  1:46
Albania  29.000  2,8 14.000 14.000  1:200
Bosnia  51.000  3,5 50.000  50.000  1:70
Bulgaria 111.000  7,1  110.000  127.000  1:56
Croazia  57.000  4,2  55.000  65.000  1:65
Moldavia  34.000  3,6  14.000  14.000  1:257
Montenegro  14.000  0.6    5.000  1:120
Romania  238.000  19,5  60.000  60.000  1:325
Serbia  77.000  7,1  80.000  80.000  1:89
Turchia  784.000  82,0  300.000  300.000  1:273
 

 * Qui i dati aggiornati pubblicati dal Ministero dell'Interno

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi tutte le news

12 commenti finora...

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Noi cacciatori siamo in calo costante, specie chi si dedica alla caccia della piccola selvaggina con il cane, sia esso da ferma o da seguita, mentre invece vi è un piccolo aumento dei giovani cacciatori che si dedicano agli ungulati. Questa situazione è data dal fatto che allevare, aducare e gestire il cane costa tempo e fatica anche se poi alla fine il tutto viene enormemente ripagato dal ns. cane con tante e irripetibili gratificazioni . Unificare le associazioni venatorie e fare conoscere ai giovani il piacere della caccia è condizione per guardare al futuro con ottimismo.

da bretone 20/04/2023 10.15

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Se tra noi cacciatori avranno spazio sempre maggiore fanatici ed estremisti che disprezzano in modo becero e fascista tutti quelli che che non amano la caccia, gli ambientalisti e gli animalisti, sicuramente i giovani e gran parte degli italiani (elettori)avranno sempre più una opinione pessima dei cacciatori e della caccia. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

da Save57 01/04/2023 22.25

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Se non si prendono Seri provvedimenti in Italia i cacciatori più anni passano e più diminiscono. Le altre nazioni hanno calendari venatori molto meglio dei nostri e i politicanti se non si tolgono di mezzo il 3 per cento degli ambientalisti e metterli all'angolo, più anni passano e meno cacciatori rimangono. Votiamo calendari più lunghi, togliere gli A T C ridurre i perimetri dei Parchi, rilasciare le li rnze a 16 anni, aprire la caccia agli storni ed a tutti gli altri nocivi oltre i limiti ypprali dei calendari, ripristinare gli habitat e i terreni incolti, seminare molto più grano, granturco ecc ecc. Non creare riserve di caccia. W la CACCIA ed i Cacciatori

da Cacciatori calabresi 30/03/2023 19.29

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

A parer mio sarebbe ora che cercassimo di fare positivamente,quello che la politica ha totalmente sbagliato: cioè unirci come cacciatori Europei! Perché a questo punto sia l'unica soluzione per andare avanti! Io ho 75 anni e, mi spiacerebbe moltissimo che voi giovani, non poteste continuare a coltivare con rispetto quello che per fortuna la mia generazione ha goduto!(ricordate che solo l'unione fa la forza)!? Ciao

da Barba47 30/03/2023 19.22

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Se la caccia vuole sopravvivere in Italia, la cabina di regia, le associazioni devono provvedere a contrastare e anticipare le mosse degli animalisti e non dover tutte le volte fare ricorso alle scempiaggini dei animalari, con questo governo abbiamo una speranza.Forza!!!

da Arturo 30/03/2023 17.14

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

.... e saranno sempre meno !

da Giacomo 30/03/2023 12.40

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Sino a quando lasceremo che a comandare siano quattro psicopatici di animalisti, e sino a quando continueremo a mantenere ed a subire le assurde norme messe in atto, palesemente anticostituzionali e palesemente imposte per creare disagio, in Italia, non ci sarà futuro per la caccia. Vorrei vedere se in altre nazioni, i cacciatori sono costretti a cimentarsi con calendari sempre più restrittivi; se ogni anno, dopo aver versato i salatissimi contributi richiesti, gli altri cacciatori, si devono rivolgere ai Santi affinché gli venga concesso il diritto acquisito; vorrei vedere se gli altri cacciatori, hanno costi elevati come i nostri,e calendari restrittivi come i nostri. Se ogni anno, per il rinnovo della licenza, devono fare le capriole per i vari assessorati comunali, provinciali, vari ATC e cavolate di ogni sorta. Ficcatevi nella zucca, che se veramente volete cambiare questo andazzo negativo, dovete, in primis creare una convinta assimilanza di idee tra le associazioni venatorie; puntando, quanto meno, ad una profonda modifica della legge 157/92.

da Gaspare 30/03/2023 9.41

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Noi siamo calati per diverse ragioni ; c è chi ha resistito fino a che ha potuto ed è andato a caccia a 80 /85 anni ,altri hanno smesso perché erano abituati a una caccia più libera ,senza stupide limitazioni( quelle giuste e sensate ci devono essere ed è un bene) .Noi che continuiamo ed abbiamo avuto la fortuna di cacciare in altri tempi( diciamo fino al 1992-93), siamo malati cronici e inguaribili e sopportiamo tutto e infatti ci fregano sempre.Scommetto che se togliessero i vincoli degli atc ,consentendo uno spostamento regolato e sostenibile a chi pratica solo migratoria ,se formulassero calendari certi e, per specie ,dalla seconda settimana di settembre al 28 febbraio ,ci sarebbero almeno 50.000 nuove licenze ,tra novelli e nostalgici .Ma come fanno le aavv a non capire una cosa cosi semplice ? O forse lo sanno ma a loro sta bene cosi ,l'importante che non calino poltrone e che non si pestino in piedi alla politica ,specie a quella parte che li ha piazzati ( basta vedere il fatto che non facciano mai ricorso contro sentenze faziose e pareri dell'ispra basati su dati non corrispondenti alla realt�

da TRAPPER 30/03/2023 9.29

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

La politica italiana sulla caccia e tutta rivolta a dirottare i cacciatori su altre mete, andare nei paesi europei a caccia a spendere i soldini perché andare in Italia non comporta un rigonfiaggio dei portafogli di qualcuno.

da Rattaele 30/03/2023 7.26

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Spero solamente che questo aumento dei cacciatori, sia inversamente proporzionale alla rarefazione degli animalisti inutili.

da Hunter74 29/03/2023 23.00

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Ci credo che aumentano in tutta Europa tranne che in Italia,da noi non si può sparare a nulla mentre dappertutto si spara alle oche e company (vedi anche Germania)

da Mariolino umbro 29/03/2023 14.25

Re:Numero cacciatori stabile o in crescita in gran parte d'Europa

Il mondo che ruota intorno alla caccia in Italia ha fallito completamente. Nessuno investe un centesimo per parlare ai non cacciatori. I più vergognosi sono i piccoli commercianti che vivono con la caccia in Italia.

da Pilade 29/03/2023 11.30