Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Da Ministero Ambiente nuovo atto contro i cacciatoriMolise, parte caccia di selezione al cinghialeToscana. Il piano per il cinghialeAnimalisti Piemonte: accolto ricorso su Calendario venatorioCorona: nelle scuole siano i cacciatori ad insegnare il contatto con la naturaCaretta: eccessiva presenza fauna, intervenga Ministro BellanovaCCT: pubblicata delibera caccia di selezione caprioloLombardia: ok a modifiche legge caccia. Il commento di Fidc La Lipu vuole collegare la caccia al bracconaggioMazzali: ok a Odg su ospitalità cacciatori da fuori regioneUmbria: I cacciatori di cinghiale uniti contro il Covid-19Toscana: parte la selezione al caprioloFiocchi, strategia Farm to Folk Ue valorizzi la selvagginaLombardia, per M5S incostituzionale norma sui visori notturniArchiviato Eu Pilot bracconaggioLombardia: giubbino alta visibilità obbligatorio anche per la stanzialeFace: ottimo Farm to ForkPisa. Controllo corvidi ok all'IspraI cacciatori europei determinanti per la biodiversitàFondazione Una e tutela della BiodiversitàLombardia. Rolfi "attendiamo via libera a caccia di selezione e visori notturni"Toscana. Ecco il calendario venatorioLombardia. Mazzali "respinte pregiudiziali contro la caccia"Covid 19 e buone pratiche a cacciaPiemonte. Riparte la caccia di selezioneA Catania i cacciatori con la protezione civileFidc: su Manifesto FACE Biodiversità un altro passo avantiCCT: "si torna a caccia! Approvato calendario venatorio"Cinghiali Bologna: Botta e risposta con la Città MetropolitanaBraccata. Fra vergini e smemoratiFace cerca collaboratoriFace. I cacciatori con la ricercaStorno in deroga. La Toscana ha messo il turboBraccata. E' gazzarra dopo la lettera di LegambienteFedercaccia Emilia R.: “La caccia è attività motoria”Cinghiali. La Calabria ha un pianoLegambiente attacca la braccata. Fidc protestaLombardia. Chiarimenti in corso d'operaToscana verso il Calendario Venatorio. CCT: "Ottimo risultato"Toscana: nuova leadership ItalcacciaFrancia: record di beccacce inanellateUSA. 900 mila ettari riaperti alla cacciaFidc Perugia. Ingiusto pagare i danni dei cinghialiAnlc Lombardia: bene selezione caprioloToscana. Si ricomincia con i controlli e i prelieviFidc Umbria: no ad aumento tasse AtcToscana. Si chiede di ripartire con gli esamiAssessore Mammi (Emilia R.): priorità al controllo del cinghialeMolise: Tar respinge richiesta sospensione cacciaIl "Capanno" del GranducaCaccia. Importanti novità in LiguriaProcede monitoraggio su ceseneCalabria. Prima mossa sul calendarioPiombo: richiesta di chiarimenti dal Presidente della Face Emilia Romagna: ecco il calendario venatorioEmilia Romagna. Impazza la polemicaCabina regia mondo venatorio: Far ripartire attività venatoria e controlloPompignoli (Lega): "sospendere il pagamento della quota di iscrizione agli Atc"Morassut (MinAmbiente) rende onore al cuore dei cacciatoriToscana: allarme ColdirettiLombardia. Rolfi chiede le derogheToscana: appostamenti fissiMolise. Il Wwf contesta la riaperturaCovid 19. Nuove iniziative FedercacciaCct chiede risposte urgenti su controllo e selezioneEmilia Romagna. Sì ad addestramento cani e caccia selezioneAddestramento cani anche in Toscana

News Caccia

Umbria: Coldiretti propone estensione caccia cinghiale


lunedì 2 marzo 2020
    

Da Coldiretti Umbria arriva il "forte e pieno sostegno" alle iniziative che l’Assessore regionale all’agricoltura Roberto Morroni, sta mettendo in campo per contrastare quella che viene definita "la piaga dei cinghiali".

"La delibera dello scorso 19 febbraio adottata dalla Giunta Regionale – spiega Coldiretti – volta tra l’altro a ridurre i tempi di intervento per le attività di contenimento dei danni della specie cinghiale, rappresenta un primo segnale importante che recepisce il disagio e le preoccupazioni degli agricoltori ormai esasperati da una situazione fuori controllo, che merita di essere gestita con decisione, senza nessun indugio".

Coldiretti Umbria ha presentato all’Assessore Morroni una serie di proposte. Da quella riguardo un maggior coinvolgimento e intervento degli agricoltori negli abbattimenti, a una estensione del periodo di caccia con modifica del calendario venatorio da uniformare a quello delle regioni limitrofe. Ma anche la necessità di una gestione più efficace delle aree naturali protette e un’uniformità di procedure più semplificate degli Atc in ordine agli interventi d’urgenza, fino al riconoscimento dell’indennizzo del danno integrale. Infine, la creazione di una filiera tracciata e controllata delle carni di cinghiale con valorizzazione diretta dell’attività agricola, come occasione di crescita e lavoro. 

Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Umbria: Coldiretti propone estensione caccia cinghiale

la 157 lo dice chiaro e tondo, o 1/10-31/12 oppure 1/11-31/01...cambiate la nazionale oppure fate silenzio

da siete cicciaroli punto e basta 03/03/2020 17.22

Re:Umbria: Coldiretti propone estensione caccia cinghiale

È vero che le zone vocate (riserve a costo zero) sono causa dei troppi cinghiali. Ma è anche vero che gli abilitati ad abbattere...allodole sono più numerosi di quelli abilitati ad abbattere cinghiali.

da Volendo, si risolve. 02/03/2020 14.26

Re:Umbria: Coldiretti propone estensione caccia cinghiale

ma chi è il fenomeno qua' sotto ? 157 ..atc..le zone vocate c'erano già prima.

da phenomenal 02/03/2020 14.09

Re:Umbria: Coldiretti propone estensione caccia cinghiale

Il problema cinghiale si risolve solo se si tolgono i settori vocati. Inutile girarci attorno il problema l'ha creato la 157 con gli ATC,che x unico scopo hanno avuto quello di lottizzare la caccia. Ora correre ai ripari non è semplice,la "patata" è politicamente troppo bollente,nessuno punta il dito sulla piaga ormai in putrefazione, allora? e allora se non si tolgono alle squadre le zone "settori" quindi nessun territorio riservato,il problema non si risolverà mai.La storia insegna, fino a pochi anni fa, cioè prima della "tanto amata" 157 il cinghiale non c'era o pochissimi li trovavi in qualche riserva "principesca".

da Togliete le zone vocate. 02/03/2020 12.07