Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Arci Caccia: Piano faunistico Abruzzo sia base di partenzaToscana, storno "iter rendicontazione inapplicabile"CCT: Giani si occupi da subito di urgenze faunistico venatorieSardegna: Tar sospende caccia a moriglioneAbruzzo: Piano faunistico venatorio approvato all'unanimitàSagra degli Osei Sacile. Prime conseguenze per gli animalistiValle Salimbene: Diffida Anuu persuade il sindaco"Regione Umbria e mondo venatorio: il confronto non è più rimandabile"Inizio di stagione. In bocca al lupo anche dalla Cabina di Regia Buconi: "in bocca al lupo a tutti i cacciatori"Sparvoli: una stagione serenaVeneto: mobilità venatoria da ottobre Lombardia: cacciatori autorizzati al controllo di 20 mila piccioniAnuu diffida sindaco di Valle Salimbene "no all'assurdo divieto di caccia"Abruzzo: Piano Faunistico al varo. Imprudente: "Passaggio storico"Lombardia: modifiche al Calendario VenatorioToscana. Massimo Fabbri cacciatore ecologistaUngulati. Vicini a un provvedimentoUna medaglia per i migliori trofeiUmbria. Guardie senza licenzaMoriglione. Raccolta ali, "più facile contribuire alla ricerca"Andrea Pieroni. Candidato cacciatore in ToscanaCovid e sicurezza a cacciaVeneto. La Regione va avantiToscana. Un cacciatore candidato in RegioneLiguria, Alessio Piana: “Gli ultimi cinque anni a difesa della caccia”Francia. Willy Shraen "cacciatori è il momento di resistere"FACE incontra il commissario per l'ambiente Sinkevičius sulla direttiva UccelliBrescia: riapre la caccia in due valichi interessati da rotte migratorieLiguria: approvata giornata di caccia aggiuntiva in appostamentoSacile: Caretta interroga il Ministro su aggressione animalistaRegione Toscana: accordi reciprocità caccia Umbria e LazioToscana: Tar sospende caccia pavoncella e moriglioneSardegna. Ok a Piani di prelievo per lepri e perniciCacciatori francesi sul piede di guerraToscana. Coldiretti chiede l'assessorato all'AgroalimentarePiombo. La Face rincara la doseDreosto (Lega), no a bando piombo, presentata proposta di risoluzioneIl patto coi lupi. Alle origini della cacciaSacile, ancora un'aggressione animalista alla Sagra degli OseiGoverno impugna riforma caccia ToscanaSicilia. Wwf impugna Tar respingeBelluno. Riapre caccia al cervoBuconi fa rettificare articolo diffamatorio su RepubblicaCaretta risponde a Sofri: "ipocrita è chi è contro la caccia"FACE: inattuabile proposta Comitato REACH sul piomboPiana candidato in Liguria: "cacciatori fondamentali per il territorio"Puglia, Fidc: "un successo la sentenza del Tar"Piombo zone umide. Dreosto "sarà battaglia all'ultimo voto"Liguria: approvato nuovo calendario venatorioSalute e caccia. Fidc risponde agli animalistiNuova stagione venatoria vecchie polemicheMacerata: progetto scuola delle FedercaccciatriciPreapertura. Fidc Veneto chiede delibera urgenteRegione Toscana: la preapertura resta in vigoreVeneto. Preapertura in parte sospesa dal TarPreapertura caccia 2020: dove e comeRegionali. Da Massaciuccoli un candidato cacciatoreToscana. Confermata preaperturaAbruzzo: approvato Piano faunistico e calendario venatorioSicilia, modificato Calendario VenatorioToscana. Chiarimenti sulla preaperturaBelluno: stop all'abbattimento di cerviMarche. Un cacciatore candidato alle regionaliToscana. Preapertura a tortora e storno (in deroga)Tortora. Raccolta ali 2020-21Toscana. Le aspettative di Arci CacciaSicilia. TAR respinge richiesta ambientalistiLazio. Così si caccia il cinghialeLazio. Solo tortora in preapeturaMolise. Calendario venatorio e preaperturaMarche. Candidato cacciatore

News Caccia

Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico


mercoledì 13 novembre 2019
    

 
 
"La Lega sta facendo come al solito propaganda, questa volta tra i cacciatori in merito alla possibilità di lavorare e commercializzare la carne di cinghiale frutto dell’attività venatoria, cosa che là dove adesso avviene è però in modo non trasparente e senza alcun controllo igienico sanitario". Lo dice il senatore Mino Taricco, capogruppo del Pd nella Commissione Agricoltura.

"La Commissione Agricoltura, nel parere alla manovra - spiega Taricco - ha indicato come prioritario l’obiettivo di “introdurre disposizioni per disciplinare la filiera della carne degli ungulati, soprattutto derivante dalle iniziative di controllo della fauna,  al fine di assicurare la gestione trasparente e conforme alle vigenti disposizioni igienico sanitarie della lavorazione e commercializzazione delle carni, nonché valorizzarne la destinazione al consumo umano, anche al fine di recuperare la funzionalità delle strutture di macellazione ubicate nei piccoli Comuni”.
 
Nel testo approvato si parla  quindi innanzitutto della vendita della carne degli animali oggetto delle iniziative di controllo, ma senza preclusioni, e si pensa al rispetto delle norme igienico sanitarie nell'intera filiera. Si lascerà ai singoli emendamenti di dettagliare meglio le disposizioni. Il resto sono chiacchiere da bar, in pieno stile Lega”.

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico

A Roma in alcune macellerie vendono carne di cinghiale, capriolo, cervo e daino in vaschetta celophanata abbattuti a Castelporziano, dentro la Riserva Presidenziale. Per quale motivo la carne di selvaggina cacciata in territorio libero non dovrebbe essere commercializzata, in ogni trattoria toscana si trova e la gente la domenica fuori porta cerca piatti tradizionali di selvaggina, il veganesimo è solo di nicchia 4 gatti che vogliono dettare Legge alla Maggioranza.

da Giusva 15/11/2019 10.10

Re:Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico

Fucino Cane, marzullianamente (si faccia una domanda e si dia una risposta) dovrebbe sapere che in Germania (ma ovunque nel mondo) il proprietario del fondo disponde dell'attività di caccia. Da noi, l'842 c.c. retaggio del ventennio, ha incasinato le cose. Sotto sotto, agricoltori ormai compatti, se ne sono accorti tutti che il cinghiale è una risorsa. I cacciatori (cinghialai per primi), che se n'erano accorti prima, fanno di tutto per non mollare l'osso. A questo punto, dando per scontato che anche dei 5stelle in caduta libera qualcosa resterà nell'immaginario collettivo del nostro "popolo", la migliore soluzione sarebbe quella di sostenere a spada tratta il modello francese, che prevede un accordo obbligatorio fra proprietari e conduttori del fondo e le organizzazioni dei cacciatori (distretti definiti ACCA, cioè qualcosa come i nostri ATC). L'alternativa è di non contare più niente come cacciatori e diventare poco più che una realtà residuale, con la selvaggina in mano agli agricoltori, che allora riusciranno a recuperare anche la "piccola" migratoria. Nel frattempo, anche la demagogia Libercacciatoresca andrà a farsi benedire, togliendo la maschera a coloro (liberi cacciatori) che continuano a organizzare "cacciate" quasi "fai-da-te", che ogni tanto accompagnano improvvidi "appassionati" direttamente nelle guardine rumene, albanesi, ungheresi, slave ecc. E non diamo la colpa alle solite imbelli AAVV, che non sono altro se non l'insulsità delle masse venatorie che rappresentano.

da Masterburg 15/11/2019 9.48

Re:Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico

Fucino e i cinghiali a Lecco catturati nelle trappole che fine fanno chi se li mangia ?

da Pino 14/11/2019 16.41

Re:Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico

Quanta invidia.

da Fatelo anche voi.... 13/11/2019 22.07

Re:Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico

Frank fare ciò che è al di fuori della legge italiana,non significa avere ragione.A mio avviso le carni provenienti da Azioni di controllo,dopo benestare veterinario debbono essere inviate gratuitamente al consumo umano da parte di mense ed enti caritatevoli per i più bisognosi,che nel nostro paese non sono pochi.Chi ha intenzione invece di farne commercio se la compera a prezzo di mercato dal normale mercato tradizionale.Ingrassare i soliti furbi,che vedono caccia è cacciatori come un bancomat proprio no.

da Ma chi vorreste fare fessi?? 13/11/2019 21.03

Re:Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico

Gran parte dei cinghiali cucinati dai nostri ristoranti proviene dalla Romania e dall'Ucraina che come tutti sanno sono all'avanguardia per norme igenico sanitarie e controlli sulla macellazione

da Pilade 13/11/2019 17.46

Re:Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico

Senatore,in E.Romagna è da un po' che si applicano le norme comunitarie sulla commercializzazione della carne di selvaggina proveniente dalla caccia.Non occorre che vi inventiate alcunché.

da Frank 44 13/11/2019 16.16

Re:Taricco: filiera selvaggina sì ma da controllo faunistico

Caro Senatore Taricco,io le chiedo di come mai nelle altre nazioni europee l'ungulato e la sua carne sono una risorsa;mentre in Italia gli ungulati sono solo una disgrazia?????

da Fucino Cane 13/11/2019 16.03