Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Anuu: arrivano i tordi bottacciIrruzione animalisti. Parapiglia alla convention di ZingarettiBrescia, slitta l'avvio della caccia al cinghialeToscana, Fidc e CCT a difesa del calendario venatorioQuote squadre cinghiale, interviene Arci Caccia UmbriaCaccia e comunicazione. Conferenza al Parlamento UeBenevento, assegnate aree cinghiale alle squadreFinalmente colombacci. E tordiAbruzzo, Fidc "nostro ricorso fa reintrodurre specie in calendario venatorio"Vigilanza venatoria, dalla Cct un prontuarioSardegna, niente da fare per la mezza giornata a pernice e lepreCalendario venatorio Abruzzo. Pubblicata 4° versioneVignale "in Piemonte altri 10 mila ettari saranno sottratti alla caccia"Aggredirono cacciatori. A processo 11 animalistiAnche questa è cacciaEmilia Romagna, Piano faunistico in aula a novembreIn Abruzzo si discute ricorso contro i limiti alla cacciaFidc Jesi, "affidateci monitoraggio ambiente a costo zero"Firenze, no al rincaro della quota per le squadreAccorpamento Atc e Ca Piemonte. Respinti gli appelli Mazzali "pareri Ispra non attendibili"Trento, torna la doppia opzione di cacciaCCT, il punto dopo gli incendi dei monti pisani"Un passo anomalo"Cremona, Capanno danneggiato: due arrestatiAssessore Mai "Calendario Venatorio Liguria resta in vigore"Sardegna, su nuova sospensione convocato Comitato faunisticoSardegna, Consiglio di Stato respinge l'appello pro cacciaTorino, sospeso controllo cinghiali Sparvoli scrive a SalviniAbruzzo, nuova versione del Calendario VenatorioBruzzone, "da Tar più protezione al cinghiale. Daremo battaglia"Il Tar della Liguria gela i cacciatori su cinghiale e turdidiComi, Cicu e Sernagiotto scrivono al Ministro CostaNo anche da Abruzzo su divieto caccia cinghiale domenicaMarcia indietro di Costa. "Su caccia ogni Regione faccia ciò che ritiene"Fontana: "vergognoso che Ispra non ci dia i dati"Manifestazione cacciatori Sicilia, ricevuti in RegioneCinghiali, quello che la scienza non diceMinistro Stefani "sulla caccia decidono le Regioni"Caretta, sulla caccia Ministro Costa asseconda gli animalistiSparvoli (Anlc): "un'ostilità inaccettabile"Lipu propone divieto di caccia ovunque si sia svolto un illecitoSaltano le deroghe in LombardiaCCT: "maldestro tentativo di recupero del Ministro Costa"Divieto caccia domenica, altre risposte dalle Regioni Capigruppo Lega, "Costa rispetti lavoro Regioni"Rolfi, Lombardia "Costa smetta di fare il militante animalista"Caselli risponde a Costa "il tema vero è il rispetto delle regole"Costa rilancia “non accettabile disattendere pareri Ispra"Incidente Apricale. La vittima aveva un fucileSicilia, confermata decisione Tar. Protesta dei cacciatori Incidente Apricale. Costa chiede divieto caccia domenicaNuovi ricorsi anticaccia nelle MarcheAbruzzo, per Pepe il Calendario Venatorio resiste al TarMarche, ok in commissione a nuove norme sulla cacciaInterrogazione in Veneto sulla mobilità venatoriaMonte Serra, definite aree precluse alla cacciaAnche da Federcaccia solidarietà ad Elisa Dalla Lega solidarietà ad Elisa PerroneRegione Sardegna modifica Calendario Venatorio Toscana, divieto di caccia nelle zone incendiateCaccia capanno, sì in Lombardia alle giornate integrative Abruzzo, Tar invita la Regione a reinserire specie cacciabiliLombardia: audizione Ispra sulle derogheCCT Cacciatori da subito impegnati nelle squadre antincendioCabina di Regia "disinformazione senza fine"Caretta risponde alla BrambillaSardegna: nuove richieste a Ispra per il calendario venatorioAmici di Scolopax sostiene ricorso in AbruzzoIncendio Monte Serra, Bruzzone ringrazia i cacciatoriSardegna, Consiglio di Stato accorda anticipo udienza Brambilla, nuovo attacco alla cacciaSosteniamo ElisaDisturbo venatorio nelle campagne ferraresiLombardia, il 9 ottobre si discutono deroghe e richiami viviSicilia, si muovono le associazioni venatorieSelvatici e buoni a Terra Madre: "Più valore alla selvaggina"La Rai ci ricasca, ancora un servizio anti cacciaTemperature in calo, finalmente arriva l'autunnoCaccia pernice e lepre Sardegna: no anche dal Consiglio di StatoMamone Capria firma il ricorso contro la caccia toscanaSu Rai 3 Toscana le idiozie degli anticacciaRegione Sicilia esegue sospensione caccia Cinghiale, appello di Rolfi a Ministro CentinaioPiemonte. Caccia al cinghiale di lunedìMazzali: "approvato in Commissione mio Pdl richiami vivi"Toscana, proposte dopo il Tavolo caccia Liguria, nuove regole per la caccia al cinghialeLombardia, regole sulla caccia vaganteTar Sicilia sospende Calendario VenatorioLazio, per l'emergenza cinghiali arruolati i cacciatoriCorona scatenato in tv. "Sfido chiunque sulla caccia"La caccia in FranciaAbruzzo, da Fidc nuovo ricorso su Calendario VenatorioBigHunter Giovani, Diego Dolcetti “La caccia è la mia libertà”Questa è la caccia nella societàIn Toscana ricorso contro calendario venatorioFidc Bergamo, luci e ombre su nuove disposizioniLegambiente Lazio "no a caccia selettiva nei Parchi"Lombardia, aumentato carniere specialisti allodolaIl primo tordo in migrazione Urca, Ezio Conti nuovo presidente
 Stampa   

News Caccia

Richiami vivi acquatici, ora tocca al Ministero


lunedì 23 ottobre 2017
    

 
Continua e si intensifica il lavoro della Federcaccia attraverso il suo Ufficio Avifauna Migratoria e la settoriale Acma per trovare una soluzione positiva al divieto dell’uso di richiami vivi per la caccia agli uccelli acquatici previsto dal Protocollo messo in atto dal Ministero della Salute a causa della presenza sul territorio nazionale di focolai di aviaria.

Lo scorso mercoledì 18 ottobre una delegazione della Federazione Italiana della Caccia si è incontrata con il Dott. Stefano Marangon e la Dr.ssa Lebana Bonfanti presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSV) di Legnaro, Padova, allo scopo di approfondire il tema e discutere le possibilità di ripristino della deroga che consenta l’utilizzo dei richiami vivi appartenenti agli ordini degli Anseriformi e Caradriformi.

Dopo un proficuo scambio d’informazioni e valutazioni sulle caratteristiche dell’epidemia e del ruolo dei richiami vivi, i responsabili dell’IZSV hanno espresso la disponibilità a rivedere il divieto in atto, al momento limitatamente alle sole aree non a rischio, permettendo quindi l’utilizzo dei richiami vivi nelle aree non individuate come sensibili per la diffusione dell’influenza aviaria.

Nello stesso tempo, è stata tracciata la possibilità di collaborazione fra mondo venatorio e Istituto per il monitoraggio del virus negli uccelli selvatici da attuarsi nelle aree a rischio, in particolare quelle delle province a più alto tasso di focolai, per determinare con maggior precisione le modalità di contagio negli allevamenti industriali e rurali.

Il parere dello Zooprofilattico è ovviamente subordinato a una specifica richiesta da parte del Ministero della Salute, competente in questa materia, per cui Federcaccia con una lettera firmata dal vicepresidente Lorenzo Carnacina si è rivolta al Dicastero per sollecitare, ritenendo ormai eccessivo il divieto esteso a tutta Italia, una deroga che consenta dall’1 novembre l’uso dei richiami vivi nelle aree non a rischio e richiedere un incontro con i responsabili per discutere le norme di applicazione della stessa.

Federcaccia seguirà con attenzione l’evolversi della richiesta, con la ferma intenzione di ripristinare la legittima tradizione venatoria a questi selvatici.
(Ufficio Avifauna Migratoria FIdC)

 

 

Accedi su WeHunter per parlare della tua caccia preferita

Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:Richiami vivi acquatici, ora tocca al Ministero

le Valli , le AFV non hanno bisogno dei richiami , e dunque........Tanti Saluti

da Renzo B. 24/10/2017 18.27

Re:Richiami vivi acquatici, ora tocca al Ministero

Cominciamo anche noi a far pressione presso i nostri rappresentanti, ognuno di noi solleciti il parlamentare del suo collegio, l'assessore regionale, il Governatore. Grande merito alla Federcaccia, ma almeno gli altri sapientoni che pontificano si diano da fare. Il veneto leghista (e Meloniano) batta un colpo visto che si arroga il merito di costituirsi regione di lotta e di governo.

da Che 24/10/2017 9.15