HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
  Cerca
Toscana: pubblicate le nomine dei Comitati di gestione degli Atc Enpa "controriforma Parchi mantiene la caccia nelle aree contigue" Aree contigue: "la modifica riguarda solo i Parchi nazionali" I Parchi nazionali potranno vietare la caccia nelle aree contigue Caccia stanziale Emilia Romagna: "no agli stravolgimenti radicali" Molise: sì alla caccia al cinghiale per 4 mesi, modificare la 157 Michele Serra: Berlusca e Brambilla animalisti antinaturalisti Calendario venatorio 2017 - 2018 Umbria: bocciate proposte di modifica Partito Brambilla, il programma e le adesioni L'ARIA FRITTA DELLA LIPU Legge sulla caccia in Puglia, critiche dagli ambientalisti Berlusconi e il movimento animalista: le prime reazioni Fidc Toscana, beccaccia: gestione e etica della caccia versus istinto predatorio Beccaccia: presentati tre lavori scientifici di Federcaccia al 8° Woodcock & Snipe Workshop Unità e Atc: interviene Ezzelini Storti (Arcicaccia) Allarme: gli enti Parco ingloberanno i siti Natura 2000 Fidc Bergamo: ecco ora cosa cambia per i cacciatori lombardi Amiche di BigHunter, Martina Bonaventura “la caccia è un bene culturale di tutti" Nuove norme per la caccia in Lombardia. Il commento di Anuu Mobilità venatoria: l'intervento di Anlc Toscana Arriva Obama: sospeso controllo faunistico Controllo faunistico: Di Pietro propone modifiche alla 157/92 Sondaggio BigHunter.it: tiriamo le prime somme Forlì: i cinghiali invadono il parco giochi Caccia, Toscana: tenute le audizioni su regolamento attuazione nuova legge Lazio: agricoltori e sindaci in rivolta contro l'invasione dei cinghiali Acl contraria alle tre giornate fisse Lombardia, Lega Nord: “Semplificazione e nuove norme per favorire i cacciatori” Anuu: dalla Lipu richieste di divieto immotivate e inammissibili Emilia Romagna: pubblicate le osservazioni al Piano Faunistico Venatorio Danni cinghiale: La Regione Lazio cambia strategia Fidc: solidarietà dalla sezione di Chioggia a quella di Norcia Edo, la caccia e le nature morte A Montelupone il punto sulla caccia nelle Marche La proposta di Ragni: la selvaggina per far ripartire il centro Italia L'addio al dirigente Fidc Massimo Cocchi Alessandro Mò: “Emozioni e utilità sociale, ecco la caccia spiegata ai giovani” Campania: eletti organi istituzionali del CAV Danni fauna selvatica. In Sardegna chiesta la caccia in deroga ARCICACCIA VS FIDC- CCT Wwf Int. apre alla caccia “insieme possiamo difendere la natura” Cinghiale in braccata: nuove proposte dai capidistretto di Firenze Caccia Lombardia, approvati emendamenti a Decreto semplificazione Friuli: Caccia, Panontin: no cancellazioni riserve e distretti venatori Umbria, preadottato calendario venatorio 2017 - 2018 World Migratory Day: Face promuove fondo per gli uccelli acquatici Valle D'Aosta: modifica a legge caccia su assegnazione capi Regno Unito: primo Ministro May favorevole a ritorno caccia volpe Su BigHunter.it un sondaggio per i cacciatori Molise: procedure corsi selecontrollori, Di Pietro ringrazia gli Atc Berlato: considerazioni sulla trasmissione Quinta Colonna dell'8 maggio Bagarre degli animalisti contro la caccia a Quinta Colonna Emilia R.: Anlc contesta nuova gestione starna e pernice rossa Fidc, CCT, Arcicaccia: è scontro Ancora polemiche in Toscana. Arcicaccia "Per noi il lavoro unitario continua" Assemblea CCT: ok a bilancio e programma. Adesione dell'Associazione Cacciatori Toscani Ancora atti di violenza contro i cacciatori Fondazione UNA presenta progetto su costituzione filiera selvaggina Abruzzo: ok Piano di controllo del cinghiale, abbattimenti tutto l'anno Amiche di BigHunter. Claudia Dei, 20 anni “sogno un futuro da professionista cinofila” Pubblicato il Piano europeo per le Direttive Natura Urca Siena denuncia caos su Atc e gestione ungulati CCT: Enalcaccia si tira indietro? Blitz Carabinieri interrompe spiedo tra cacciatori. Ma è tutto a norma Assemblea CIC "Da Montreux il rilancio del mondo della caccia" Siena, le regole per le iscrizioni ai due nuovi Atc Sorrenti (Fidc): “come ogni anno arrivano le richieste di divieto di caccia della Lipu” Controllo cinghiale Parco Colli: Pan risponde a Zanoni Friuli, caccia: "sui cinghiali la Regione tiene alta la guardia" Toscana: illustrato regolamento di attuazione della legge sulla caccia Liguria, Ass. Mai: modifica legge e calendario, ecco tutte le novità sulla caccia Interrogazione in Friuli chiede caccia in deroga ad uccelli infestanti Riforma caccia Puglia: previsti "divieti a specie vulnerabili" ColGustoDiretti: all'evento anche la caccia con Fondazione UNA Friuli, caccia: modifiche a criteri di finanziamento dei distretti Liguria, tesserino: ok del Consiglio a segnatura dopo abbattimento accertato Valle D'Aosta: ok in Commissione a modifiche sulla caccia Ali tortora: i primi risultati dall'Ufficio Avifauna Migratoria Fidc Approvato Calendario Venatorio Liguria 2017 -2018 Mozione di Berlato in Veneto sulle cacce in deroga Veneto, nuovo Piano cinghiale: controllo anche nelle aree protette Valle D'Aosta: dalla Giunta ok alla rielezione del Comitato Venatorio Liguria: nuova modifica della legge sulla caccia in Consiglio regionale 5 x 1000: La Lav è la prima associazione ambientalista italiana Cinghiali Marche. Coldiretti "ora piena applicazione della legge sulla caccia" La caccia dei nostri antenati a Bastia Umbra Fidc Brescia: "deroghe? Sappiamo già la risposta di Ispra" BigHunter Giovani. Salvatore Di Girolamo "siamo noi l'ultimo baluardo a difesa dell'ambiente" Emilia Romagna: Lega chiede adeguamento su beccaccia e moretta Elba ostaggio dei mufloni: Legambiente d'accordo sull'eradicazione Pisanu: "sindaco di Uras rettifichi le sue dichiarazioni contro i cacciatori" Volontari sceriffo: qualcuno ci prova Il Manifesto FACE sulla biodiversità in un clic

News Caccia

L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media


giovedì 30 marzo 2017
    

Educazione ornitologica nelle scuole Il quotidiano on line ecoaltomolise.net pubblica l'appassionato racconto di Ivan Nanni, un alunno di terza media di Gissi. Il ragazzo descrive per filo e per segno tutto ciò che ha imparato finora sulla caccia e cosa rappresenta per la sua giovane vita: una passione, la passione. Lo riproponiamo perchè crediamo sia qualcosa di genuino, autentico e già estremamente saggio nonostante la giovane età del suo autore, in cui ogni cacciatore potrà perfettamente riespecchiarsi riscoprendo l'entusiasmo che ha animato i propri sogni prima dell'agognata licenza venatoria.

UNA PASSIONE: LA CACCIA

La mia passione più grande è la caccia, ma non per l’uccisione degli animali (anzi è l’unica cosa che un po’ mi infastidisce), ma perché mi piace camminare col passo felpato, ascoltare i cani e qualsiasi altro rumore, avventurarsi nei boschi bagnati e scivolosi, sudare per cercare di vedere (almeno) qualche animale e per alcuni tipi di caccia stare in compagnia di altre persone che condividono la tua stessa passione.
La prima cosa che voglio dire su questo sport è che ci sono due tipi di caccia: la caccia vacante, cioè la caccia in movimento, quando cammini dietro ai cani e ti sposti in tanti luoghi. Il secondo tipo di  caccia è all’appostamento fisso, cioè la caccia quando rimani sotto il capanno ad aspettare che qualche animale venga. Questi due tipi di caccia si dividono in altri tipi che sono la caccia alla piuma (caccia al fagiano, colombaccio, fischioni, germani, tordi, merli, ecc…), caccia alla lepre, e , la mia preferita, la caccia al cinghiale.
Per questi tipi di caccia ci sono dei cani più indicati: il più indicato per la piuma è il setter; il più indicato per la lepre è il segugio italiano e per la caccia al cinghiale non c’è un cane che eccelle perché l’odore del cinghiale  è molto forte, quindi il cane impara prima a seguire le tracce.
La caccia al cinghiale si svolge in tante fasi: la prima fase è quella in cui i cacciatori più esperti, o quelli più svegli, stanno nei fuoristrada e girano intorno al luogo in cui vogliono svolgere la battuta cercando di vedere direttamente i cinghiali che rientrano per andare a dormire (essendo il cinghiale un animale notturno), oppure impronte fresche e tracce di quando il cinghiale scava col muso cercando semi o altro. Trovate le prime tracce, si sciolgono sopra cani già addestrati che, nel caso fossero buone, sappiano anche abbaiare a fermo e far partire la seguita. Dopo che il cane trova il maneggio se è buono abbaia e continua a seguirlo, in quel caso si sciolgono altri cani forti. La fase successiva è quella in cui il o i cani scovano il posto in cui si sono rimessi per dormire,  l’abbaio del cane si riconosce perché è un abbaio più prolungato e con la voce più alta, questo tipo di abbaio è detto abbaio a fermo. La fase successiva è quella della seguita che è la fase in cui il cinghiale esce dalla sua tana e corre via per cercare di mettersi in salvo, a quel punto il cane smette di abbaiare a fermo e inizia a seguirlo con una voce meno forte e più breve. Il canettiere (l’uomo che segue i cani) deve comunicare alla radio che i cani sono partiti in seguita e che le persone di posta devono stare attente; il canettiere ha un altro compito importante che è quello di comunicare tutti gli spostamenti della seguita. Le poste sono delle persone che restano ferme in un luogo scelto dal caposquadra, questo posto non è stato scelto a caso, viene scelto perché la battuta si è tenuta lì altre volte e l’animale è passato di là. Quando la zona di battuta non è molto grande e avanzano delle persone, si “mettono” anche le poste di recupero, che sono cacciatori che rimangono nei fuoristrada e, in caso il cinghiale scappa, loro possono inseguirlo, anticiparlo e sparargli.
Alla fine della battuta si recuperano gli animali uccisi per ritirarsi in una casetta (o qualsiasi altro luogo in cui si fa di solito) per scuoiare gli animali e dividere la carne.
Questo sport purtroppo è stato un po’ frainteso perché si pensa che il divertimento sia nell’uccidere gli animali, invece la cosa più bella è ascoltare il cane, esplorare e stare con altre persone che condividono la tua passione.
Sicuramente l’abbattimento dei cinghiali non è una cosa negativa perché ormai ce ne sono troppi e provocano incidenti e danni, in tante occasioni hanno fatto perdere anche la vita alle persone con aggressioni.

Nanni Ivan Classe IIIB 
S.S. I Grado di Gissi
Istituto Omnicomprensivo “G. Spataro”

Leggi tutte le news

14 commenti finora...

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

A dei temi cosi belli la maestra scriveva: Ma e' tutta farina del tuo sacco?..Piccolo appunto,prrche'tutta questa sensibilita' nell'uccidere l' la preda,,chi temevi di urtare?. Non si dice hanno reagito gli insegnanti....Comunque complimenti ad Ivan

da toni el cacciator 01/04/2017 14.19

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Complimenti,sei un ragazzo in gamba mi raccomando poco ipad e tanta natura,ti auguro ogni bene.

da NIK 60 31/03/2017 14.43

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Complimenti ragazzo, sarai un grande cacciatore e un grande uomo, continua su questa strada senza farti influenzare a chi vorrà farti cambiare idea e opinione. Complimenti anche ai tuoi genitori per l'educazione e la correttezza che ti hanno trasmesso. In bocca a lupo!

da Alberto 31/03/2017 9.49

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

complimenti diverrai un grande cacciatore..ma soprattutto un grande uomo..

da willy 31/03/2017 9.10

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Bravissimo.. parole da adulto venute dal cuore e da una,penso sana famiglia,valori espressi con grande chiarezza degni di un cacciatore esperto.io sono alla 24 licenza e ti ammiro.sappi rispondere con intelligenza a chi si opporrà al tuo pensiero. Complimenti...

da Marcoanatidi 30/03/2017 23.46

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Concordo con Bretone, ma Ivan è magnifico,così come è magnifica la sua passione,mi auguro che sia un esempio per questa generazione di giovani che non hanno più nulla in cui credere ,inoltre spero che le parole scritte da questo futuro ma vero cacciatore,risveglino nei nostri dirigenti delle ass.venatorie quello spirito che da ragazzotti li teneva svegli la notte all indomani di una giornata di caccia e li sprona a tornare a combattere per tutelare la nostra passione.

da stufo 30/03/2017 21.53

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

SPERIAMO CHE I DOCENTI DI TURNO ATTI A CORREGGERE QUESTE PAROLE, ABBIANO PREMIATO AL DI LA' DELLA PASSIONE CONDIVISA O MENO, IL FATTO CHE SONO SCATURITE SICURAMENTE DA EMOZIONI FORTI POSITIVE CHE MOLTI RAGAZZI DI OGGI HANNO PERDUTO STANDO MAGARI CON UN TABLET O TELEFONINO IN MANO PER GRAN PARTE DEL LORO TEMPO LIBERO.....VIVA IL CONTATTO CON LA NATURA QUALE ESSO SIA.

da PICO69 30/03/2017 21.21

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Bravo Ivan sarai un grande cacciatore

da 71 30/03/2017 20.59

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

A Ivan contesto una sola cosa: ha chiamato sport quella che invece è una passione e che come tutte le passioni non si spiegano ma si vivono. Bravo Ivan sarai il cacciatore del futuro con il rispetto dovuto ad ambiente e selvaggina e amore per i cani.

da bretone 30/03/2017 17.52

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Grande Ivan, il prossimo tema dedicalo al sogno del tuo primo porto d armi, ciao Cacciatore !!! Complimenti

da Annibale 30/03/2017 15.46

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Questo ragazzo è un grande. Ha saputo con orgoglio andare contro corrente, esternando con limpida naturalezza quello che per lui è importante. Bravo Ivan, ben fatto, agisci e vivi sempre a testa alta, anche quando questo ti porta a essere solo e considerato un "diverso", non lo sei, sei un grande, con un coraggio che pochi altri ragazzi della tua età hanno.

da MarcoC 30/03/2017 15.29

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

E pensare che c'è qualche docente che va belando in giro contro la caccia, senza capire (perchè fondamentalmente idiota) che proprio dalle scuole ci può essere una rinascita venatoria, Questo tipo di docenti andrebbe cacciato da ogni scuola di ordine e grado

da Carlo 30/03/2017 14.16

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Bravo Ivan, io scrissi un tema dal genere ormai 36 anni fa, e la prof. (ero in seconda media) mandò a chiamare i mie genitori per capire se avevo bisogno dello psicologo!!! Naturalmente appreso che la passione era derivata dal padre cacciatore tutto fini li.

da Franco68 30/03/2017 13.25

Re:L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media

Grazie Ivan, anche se ho 35 licenze di caccia alle spalle, mi hai sorpreso ed emozionato!

da FABIO64 30/03/2017 10.16