HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
  Cerca
Frosinone: le guardie Provinciali tornano a fare vigilanza venatoria La Lega interroga Galletti: "l'Europa ci chiede di eradicare la nutria" BigHunter Giovani. Samuele Carenzi “nelle nostre associazioni serve più grinta” Veneto: Regione aumenta i selecontrollori nel Parco dei Colli Euganei Caccia con l’arco, a ExpoRiva si impara la tecnica con Emilio Petricci Squadre e aree di caccia. Continua lo scontro Fidc Toscana - Arci Di Pietro inizia le consultazioni con i cacciatori sulla prossima stagione Benevento: le deleghe caccia e pesca tornano alla Regione Indipendent: sulla caccia africana il Principe William ha ragione Fidc Lazio: in cento a tavola a Paliano degustando selvaggina Zone cinghiale, ArciCaccia a Fidc Toscana: "maldestra manipolazione" Sorrentino: cinghiali fuori controllo, no all'ideologia animalista Fidc Genova sponsorizza concorso fotografico rivolto alle scuole Romanzo con citazioni venatorie maremmane adottato da università americana Censimento Cervidi: dall'Urca moduli e promemoria per i censitori Anuu Campania invia proposta su calendario venatorio 2017 - 2018 Massarosa (LU) chiede alla Regione semplificazione su appostamenti di caccia 59° Assemblea Nazionale di Anuu Migratoristi Fidc Toscana: Sorrentino contro assegnazione diretta squadre cinghiale Federcaccia Piemonte risponde a La Stampa (e…all’assessore!) Briano su Affaritaliani “caccia: tra Francia e Italia differenze ingiustificabili” Cinghiali a Roma “pericolo mortale in città” Molise: autorizzata caccia di selezione al cinghiale Fidc Pistoia: riconsegna tesserini ad agosto per i selecontrollori Piano faunistico Abruzzo: presentata convenzione con Ispra REPORT FACE, ECCO COSA FANNO I CACCIATORI PER LA BIODIVERSITA' Avifauna Migratoria a convegno sulla gestione nel Delta del Po Trasferito Ufficio Caccia di Chieti. Febbo furioso Fidc Brescia: deroghe e richiami vivi, a che punto siamo? Mancata ripartizione agli Atc: sale la protesta in Calabria Calendario venatorio Piemonte 2017 - 2018. Ecco la bozza Eps Campania: calendario venatorio, ecco le richieste dei cacciatori Atc Pistoia: al via progetto pilota "Nidi artificiali" MAGNIFICA SEGOLENE. Quel rispetto per la caccia che ci sembra fantascienza Tortora, i prelievi italiani sono sostenibili TIZIANA COLLEONI: La pittrice della Valsugana con l’arte nel cuore IL DOV'E' DELLA CACCIA IN TOSCANA Amiche di BigHunter: Christelle "Il futuro della caccia sono le donne" I Parchi gestiscano la fauna: Mozione Vignale in Piemonte Atc Roma 2: aperte le preiscrizioni al corso per selecontrollori Campania, Anuu: calendario venatorio va rivisto sulla migratoria Francia: i candidati alla presidenza dai cacciatori Eps Campania: si accettano proposte sul calendario venatorio Il Governo impugna la legge veneta su disturbo venatorio e piscatorio Genova affronta l'emergenza cinghiali in città con il contenimento Calendario Venatorio Lazio: raggiunto accordo con gli Atc su cinghiale Caccia in cucina: grande partecipazione alla 15esima edizione Caccia di selezione cinghiali e caprioli: ok dall'Ispra in Molise Piano faunistico Emilia Romagna: le richieste di Confagricoltura Campania: ecco la bozza di calendario venatorio 2017 - 2018 Mori: “guardie venatorie: norme illegali dalla Regione Lazio” Bruxelles: Direttive natura, ecco come la caccia può migliorarne l'applicazione FAO: la caccia contribuisce alla protezione della fauna minacciata Niente fagiani di ricattura, salta ripopolamento nell'Atc di Arezzo Arci Caccia: legge danni fauna selvatica Marche va rivista Direttive Natura, Briano: “La Commissione europea ascolti anche i cacciatori” 8 MARZO: FESTEGGIAMO LE NOSTRE CACCIATRICI Lombardia: intergruppo caccia convoca associazioni venatorie Lazio presentata bozza calendario venatorio 2017 -2018 Divieto di caccia, la mancata tabellazione non attenua la condanna Vincenzo Scordo: “giovani, uniamoci per una caccia migliore e diversa” Unità: Fidc Toscana fa il punto con il Presidente Dall'Olio PESCARA. POSITIVO IL SELECONTROLLO DEL CINGHIALE A BRESCIA UN CORSO PER PREPARARE I TROFEI I cacciatori di Giffone (RC) per la natura Umbria. Cecchini convoca riunione per calendario venatorio 2017/2018 Viterbo. Successo per il nuovo regolamento caccia al cinghiale Tar Liguria blocca abbattimento cinghiali a Cervo (IM) Eps Campania: al via esami abilitazione caccia In Umbria proposta filiera corta delle carni di cinghiale E IL LUPO METTE LE ALI Il lavoro dell'Ufficio Avifauna migratoria Fidc in un video FACE contesta documento inglese sulla caccia ai trofei Basilicata: controllo cinghiale e girata con cane limiere Fidc Brescia "le norme, la quota e i 'tredicisti'" Di Pietro già al lavoro sul calendario venatorio 2017 - 2018 Madonie, prima ordinanza per abbattere i cinghiali. Chiamati i cacciatori Contest I giovani e la caccia: ecco le foto vincitrici CCT: passo avanti verso la casa comune dei cacciatori toscani Atc Brescia, la Regione dice no alla quota per l'appostamento temporaneo Atc Pisa: si dimette il Comitato di Gestione Corte dei conti UE: fondi non utilizzati per i siti Natura 2000 PIOMBO: CHI CONSUMA SELVAGGINA NON RISCHIA DI PIU' Legge Obbiettivo Toscana: agricoltori in disaccordo sugli abbattimenti Bruzzone: a caccia come in Francia, la Liguria invia richiesta all'Ispra per i turdidi Toscana: parte il monitoraggio della beccaccia Valentina Piccioli, 25 anni “la caccia tiene noi giovani lontano dai veri pericoli” In Toscana 5 milioni di storni causano 4 milioni di danni l'anno Legge Obbiettivo Toscana: 100 mila i cinghiali abbattuti Tassa caccia in Lombardia anche con bollettino Fidc Brescia: passa mozione 5 Stelle in Regione su caso lupo KEY CONCEPTS. CORRENTI DI PENSIERO Daini Pineta di Classe. L'Atc "non ci presteremo ai piani di abbattimento" Un altro rinvio per il Piano Lupo Selvaggina: una scelta etica sostenibile Riforma caccia cinghiale in Lombardia: le osservazioni di Federcaccia Grazia e leggerezza: ecco l'arte animalier di Pauline Ohrel Lucca: caccia alla volpe e zone protezione avifauna, Tar accoglie Fidc Piemonte ringrazia i cacciatori scesi in piazza

News Caccia

Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico


lunedì 20 febbraio 2017
    

Proseguono i lavori della Regione Emilia-Romagna sul nuovo Piano faunistico venatorio regionale, che avrà duranta quinquiennale (2017 – 2022) e che sostituirà la programmazione provinciale.  Il Piano, presentato negli scorsi giorni dalla Regione, ha iniziato la lunga fase di confronto con i portatori di interesse, che si concluderà fra alcuni mesi con l’approvazione da parte dell’Assemblea legislativa.

Il quadro conoscitivo che sta alla base del Piano – hanno spiegato i tecnici – parte dall’analisi delle specie faunistiche presenti in Emilia-Romagna e della loro distribuzione sul territorio (Carta delle vocazioni faunistiche) per definire unità territoriali omogenee a seconda dei livelli di concentrazione delle varie specie (protette, non protette ma non impattanti, non protette e impattanti) e delle peculiarità dei vari ambienti. Per quanto riguarda le specie non protette e impattanti (ungulati in testa), il Piano, a seconda della numerosità dei capi e dell’incidenza dei danni causati, compresi gli incidenti stradali, elenca gli interventi di prevenzione e di controllo, con l’introduzione di significative misure sperimentali. L’ultima parte del Piano concerne la riorganizzazione degli istituti faunistici con finalità pubblica e privata, con particolare attenzione, per quanto riguarda quelli a finalità privata, agli Ambiti territoriali di caccia (Atc), data la peculiare funzione di gestione venatoria nel territorio.

Nel caso del cinghiale vengono fissati obiettivi non conservativi: "i distretti di gestione con estese porzioni (≥ del 25% della superficie complessiva) inserite nei comprensori 1 e 2, assumono come obiettivo la massima riduzione numerica possibile degli effettivi della specie: il prelievo venatorio deve quindi avvenire senza vincoli quali-quantitativi. Nei distretti con sviluppo preponderante, in termini di superficie, nel comprensorio 3 (≥ del 75% della superficie complessiva), è consentita la gestione conservativa del cinghiale. Nei casi di quest’ultimo tipo, il riferimento a cui tendere è rappresentato dalla soglia economica di danno pari a 11 €/kmq (cfr. punto seguente). Nei distretti in questione, laddove il danno calcolato per unità di superficie oltrepassi il valore indicato, la dimensione del piano di prelievo deve essere calcolata in base ad un rapporto di correlazione diretta con l’andamento dei danni prodotti dal cinghiale alle produzioni agricole". 
 
Il Piano prevede la suddivisione del territorio degli ATC in distretti omogenei di gestione. Per la selvaggina stanziale (lepre in primis), si prevede la possibilità di avviare, sulla base di caratteristiche ambientali, faunistiche e sociali, modelli gestionali sostenibili, basati su censimenti, pianificazione del prelievo sulla base delle consistenze stimate, assegnazione di capi in abbattimento sulla base di una graduatoria di merito a cui accederanno coloro che hanno fornito prestazioni d’opera nell’ambito delle attività gestionali dell’ATC e assenza di interventi di ripopolamento. Un obbiettivo, quest'ultimo, che potrà essere attuato grazie ai miglioramenti ambientali in zone di protezione e produzione, per la costituzione di nuclei vitali in grado di ripopolare naturalmente il territorio cacciabile circostante. Per la volpe si prevede l'ok alla caccia di notte col faro e con carabina col calibro  piccolo. 


 
 

 

 

Leggi tutte le news

12 commenti finora...

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

l organizzazione degli atc era partita come un progetto serio poi è arrivata la politica e ha rovinato tutto. il 50% degli atc sono da abolire una mafia senza controllo.

da Mario 21/02/2017 11.11

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Ogni organizzazione ha le guide (i capi) che si merita. L'uomo è fatto nello stesso modo a tutte le latidudini. Le eccezioni sono appunto eccezioni, spesso mascherate per apparire diverse dalla massa, ma intrinsecamente caratterizzate dal sano egoismo, che è quello che salvaguarda la specie. Fino a che una specie più attrezzata (il superuomo?, il neo-dinosauro?, una pianta carnivora?) non prenderà il sopravvento e prevarrà!

da Quellochesietesaremo 21/02/2017 9.10

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Come si evince da quanto letto su fagiano, si stà andando nella direzione che un po' tutti auspicheremmo, cioè riduzione dei nocivi, coltivazioni e controllo delle immissioni accertate ( no provenienza estera), che dire speriamo che se fatta bene, sia di esempio anche per gli ATC della Toscana

da arturo 21/02/2017 8.33

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

una volta in ATC proposi le fascette per la caccia alla stanziale 10 fagiani,,5 lepri ..5 pernici mi hanno preso a calci! in questa bella regione di Rossi ! Come per il capriolo che c'è gente che spara 10 caprioli all'anno e altri ( fuori atc) forse due ! sempre in Emilia Romagna. Se c'e un pacchetto supplementare prima va ai lecchini dell'atc e mai a chi non lecca. il cervo è dominio dei residenti lecchini a Bologna dei vecchi idioti hanno il cervo e poi lo fanno sparare ( facendosi pagare) ad altri cacciatori. vado avanti con gli appostamenti fissi

da ff 21/02/2017 8.28

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Qui non lo vedo scritto ma mi sembra aver capito che si potrà praticare la caccia per specie, cioe' o piuma o lepre.se la cosa serve a recuperare il recuperabile parliamone purché seriamente.Ovviamente questo e' il mio personale punto di vista.

da Mino 51 20/02/2017 18.21

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Leggi .E vedrai che non sarà cosi

da mauro 68 20/02/2017 16.38

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

ma cosa vuoi leggere se poi l atc di turno fa quello che gli pare !!

da Mino 20/02/2017 16.13

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Prima di parlare cercate di leggere la boza del piano . E poi dite la vostra in merito .

da mauro 68 20/02/2017 14.16

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Vedremo ora come si incazzano i cicciaroli che gli si toglie il giochetto

da chioccolatore 20/02/2017 14.15

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

si te ne accorgerai i kompagni faranno "tutto mio" ATC in testa il solito gruppetto di afecionados si divertirà alle spalle degli altri cacciatori... la democrazia in E:R: non esiste amico Vietnam

da Saigon 20/02/2017 14.11

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Come volevasi dimostrare................... Dove vige una societa' comunista, le cose vano non bene....benone! Grazie Compagni, e' cosi' che si amministra anche l'attivita' venatoria!

da VIETNAM 20/02/2017 12.01

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Ottimo anche per la caccia alla stanziale .

da mauro 68 20/02/2017 11.48