Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Malta condannata per le catture in deroga di fringuelliFidc Caserta: un buon calendario venatorioPuglia, legge caccia: risolti profili di illegittimità costituzionaleLombardia, Beccalossi “un segnale positivo sulle deroghe”Calendario venatorio Toscana: le osservazioni di Anlc e Arci Caccia Calendario Venatorio Toscana, le valutazioni della CCTColdiretti Puglia "ok nuova legge fauna su controllo faunistico"Provincia Bolzano rivendica la propria competenza sulla cacciaLegge Caccia Piemonte, Fidc annuncia causa legaleCinghiali Roma, nessun abbattimento in vistaColdiretti Basilicata: affrontare problema cinghiali nei ParchiCinghialai dal cuore d'oro. Raccolta fondi per LaraCampania: giunta approva Calendario Venatorio 2018 - 2019Provincia di Bolzano: su caccia attacco all'autonomia altotesinaAnlc: "Remaschi ritiri balzello sulle squadre o sarà sciopero"Condanna milionaria a Durnwalder e Erhald. "Abbattimenti illegittimi"Sirio Bussolotti nuovo Presidente di Arci Caccia ToscanaIl Club del Colombaccio chiama, la CCT rispondeAAVV Piemontesi "il mondo venatorio si deve unire"Dal Club del colombaccio una proposta di convenzioneSardegna, le osservazioni di Fidc sul Calendario VenatorioA Fiuggi la 57° Assemblea della Libera Caccia Federcaccia Umbra per la ricerca contro tumori e leucemieToscana, commento di Fidc sulla caccia di selezione al caprioloSalvini e l'orgoglio della bisteccaLombardia, la vittoria di Pirro della LavPiombo e selvaggina, non diciamo eresie!Eps Campania: Calendario equilibrato dal Comitato faunisticoCalendario venatorio Toscana: le anticipazioni della CCT Piemonte, legge caccia incostituzionale anche per gli ambientalisti Cinghiali, Braia "La Basilicata ha anticipato la Lombardia"Da Regione Lombardia fondi per vigilanza ittico venatoriaToscana: ok a deroga per la caccia a 25 mila storniAmbiente e Agricoltura: ecco i sottosegretari Campania, Comitato faunistico affronta parere IspraVeneto approva Calendario Venatorio 2018 - 2019Umbria: approvato calendario venatorio 2018 - 2019In Piemonte approvata la nuova legge sulla cacciaToscana, al via caccia di selezione al capriolo Ispra nega ancora le deroghe per la cacciaSavona, riprende la caccia di selezione al caprioloLegge Lombardia cinghiali, plaude Coldiretti PugliaLombardia, anche gli agricoltori potranno sparare al cinghialeFidc Pistoia, terremoto, continua la solidarietàCacciatori arruolati dai Carabinieri per prevenire gli incendiPiemonte: sulla caccia la Regione tira drittoManifestazione Cacciatori: Torino invasaLazio: Fidc sollecita nomine Commissioni esami cacciaPiemonte, Ravello "l’inciucio PD-M5S ammazzerà la caccia e l’indotto"BigHunter: no alle provocazioniBraia, cinghiali "tutte le azioni possibili sono state messe in atto"Emergenza fauna: Confagricoltura richiama IspraRolfi "sostengo i cacciatori in Piazza a Torino"Ulivieri: unire i cacciatori italianiE' ufficiale: Mamone Capria a capo della segreteria del MinistroBriano a Torino per la caccia. "Chiamparino su questo tema ha sbagliato"Fulvio Mamone Capria al Ministero dell'Ambiente?Solidarietà da Arci Caccia Toscana ai cacciatori piemontesiLa caccia s'è desta: le istruzioni per la manifestazionePiemonte, nuovo divieto frutto di un accordo con M5SFedercaccia invita i cacciatori alla manifestazione di Torino5X1000: l'animalismo paga ancoraViterbo: cacciatori incontrano i ragazziComunali. Ponte Buggianese, candidata Romani con i cacciatori del PadulePiemonte, Ddl caccia incostituzionale. Fidc invia osservazioniAnche Fidc Liguria sarà in piazza a TorinoDivieto caccia domenica settembre. Vignale "unico caso in Italia"L'Orgoglio Venatorio a TorinoUmbria: nuove norme per la gestione degli AtcEmergenza Piemonte, ultima oraBerlato, Barison: nuovo Governo, si applichi caccia in derogaLazio, Calendario Venatorio bocciato da tuttiColdiretti Lazio: caccia di selezione anche per gli agricoltoriArci Caccia: Fidc non diserti la manifestazione dell’8 giugnoSiena: ok a Piano controllo caprioliLa caccia s'è desta, CNCN partecipa alla manifestazione di TorinoEmilia Romagna: ok Piano controllo cornacchie, gazze e ghiandaieLiguria, Regione riduce oasi Fascia Costiera per fare entrare i cacciatoriConfagricoltura a Centinaio: ora riformare la legge sulla cacciaRicerca sul colombaccio, precisazioni I nuovi Ministri: Centinaio all'Agricoltura, Costa all'AmbienteDdl Caccia Piemonte. Dalle liguri parere di incostituzionalitàToscana, gli agricoltori "sparare ai caprioli oltre metà marzo"Liguria: la licenza di caccia si paga on lineSardegna, chiesti oltre 600 mila euro di danni a Ispra e RegioneCCT presenta nuovo progetto di ricerca sulla migratoriaItalia seconda al Campionato Europeo di ChioccoloMarche: da luglio al via Piano di controllo del cinghialeCagliari, nuovo Parco ma "nessun nuovo vincolo alla caccia"Genova: incendio doloso alla baita dei cacciatoriRiforme, Macron punta sulla cacciaPiemonte: Arci Caccia in audizione contro il divieto domenicaleCirio e Bruzzone in piazza con i cacciatori piemontesiMarche: calendario venatorio, deroghe e le altre novita'Sicilia, calendario venatorio in dirittura d'arrivoPuglia: ecco la bozza del Piano FaunisticoMauro D'Attis (FI). "L'esperienza dei cacciatori al servizio della società"Fidc Friuli Venezia Giulia in piazza a TorinoI colombacci di sua MaestàRiforma caccia, in Francia il sì dei cacciatoriBiodiversità questa sconosciutaFdI Piemonte: legge caccia, prevalgono posizioni ideologicheColdiretti Calabria: Piano cinghiali non più rinviabile

News Caccia

Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico


lunedì 20 febbraio 2017
    

Proseguono i lavori della Regione Emilia-Romagna sul nuovo Piano faunistico venatorio regionale, che avrà duranta quinquiennale (2017 – 2022) e che sostituirà la programmazione provinciale.  Il Piano, presentato negli scorsi giorni dalla Regione, ha iniziato la lunga fase di confronto con i portatori di interesse, che si concluderà fra alcuni mesi con l’approvazione da parte dell’Assemblea legislativa.

Il quadro conoscitivo che sta alla base del Piano – hanno spiegato i tecnici – parte dall’analisi delle specie faunistiche presenti in Emilia-Romagna e della loro distribuzione sul territorio (Carta delle vocazioni faunistiche) per definire unità territoriali omogenee a seconda dei livelli di concentrazione delle varie specie (protette, non protette ma non impattanti, non protette e impattanti) e delle peculiarità dei vari ambienti. Per quanto riguarda le specie non protette e impattanti (ungulati in testa), il Piano, a seconda della numerosità dei capi e dell’incidenza dei danni causati, compresi gli incidenti stradali, elenca gli interventi di prevenzione e di controllo, con l’introduzione di significative misure sperimentali. L’ultima parte del Piano concerne la riorganizzazione degli istituti faunistici con finalità pubblica e privata, con particolare attenzione, per quanto riguarda quelli a finalità privata, agli Ambiti territoriali di caccia (Atc), data la peculiare funzione di gestione venatoria nel territorio.

Nel caso del cinghiale vengono fissati obiettivi non conservativi: "i distretti di gestione con estese porzioni (≥ del 25% della superficie complessiva) inserite nei comprensori 1 e 2, assumono come obiettivo la massima riduzione numerica possibile degli effettivi della specie: il prelievo venatorio deve quindi avvenire senza vincoli quali-quantitativi. Nei distretti con sviluppo preponderante, in termini di superficie, nel comprensorio 3 (≥ del 75% della superficie complessiva), è consentita la gestione conservativa del cinghiale. Nei casi di quest’ultimo tipo, il riferimento a cui tendere è rappresentato dalla soglia economica di danno pari a 11 €/kmq (cfr. punto seguente). Nei distretti in questione, laddove il danno calcolato per unità di superficie oltrepassi il valore indicato, la dimensione del piano di prelievo deve essere calcolata in base ad un rapporto di correlazione diretta con l’andamento dei danni prodotti dal cinghiale alle produzioni agricole". 
 
Il Piano prevede la suddivisione del territorio degli ATC in distretti omogenei di gestione. Per la selvaggina stanziale (lepre in primis), si prevede la possibilità di avviare, sulla base di caratteristiche ambientali, faunistiche e sociali, modelli gestionali sostenibili, basati su censimenti, pianificazione del prelievo sulla base delle consistenze stimate, assegnazione di capi in abbattimento sulla base di una graduatoria di merito a cui accederanno coloro che hanno fornito prestazioni d’opera nell’ambito delle attività gestionali dell’ATC e assenza di interventi di ripopolamento. Un obbiettivo, quest'ultimo, che potrà essere attuato grazie ai miglioramenti ambientali in zone di protezione e produzione, per la costituzione di nuclei vitali in grado di ripopolare naturalmente il territorio cacciabile circostante. Per la volpe si prevede l'ok alla caccia di notte col faro e con carabina col calibro  piccolo. 


 
 

 

 

Leggi tutte le news

12 commenti finora...

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

l organizzazione degli atc era partita come un progetto serio poi è arrivata la politica e ha rovinato tutto. il 50% degli atc sono da abolire una mafia senza controllo.

da Mario 21/02/2017 11.11

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Ogni organizzazione ha le guide (i capi) che si merita. L'uomo è fatto nello stesso modo a tutte le latidudini. Le eccezioni sono appunto eccezioni, spesso mascherate per apparire diverse dalla massa, ma intrinsecamente caratterizzate dal sano egoismo, che è quello che salvaguarda la specie. Fino a che una specie più attrezzata (il superuomo?, il neo-dinosauro?, una pianta carnivora?) non prenderà il sopravvento e prevarrà!

da Quellochesietesaremo 21/02/2017 9.10

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Come si evince da quanto letto su fagiano, si stà andando nella direzione che un po' tutti auspicheremmo, cioè riduzione dei nocivi, coltivazioni e controllo delle immissioni accertate ( no provenienza estera), che dire speriamo che se fatta bene, sia di esempio anche per gli ATC della Toscana

da arturo 21/02/2017 8.33

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

una volta in ATC proposi le fascette per la caccia alla stanziale 10 fagiani,,5 lepri ..5 pernici mi hanno preso a calci! in questa bella regione di Rossi ! Come per il capriolo che c'è gente che spara 10 caprioli all'anno e altri ( fuori atc) forse due ! sempre in Emilia Romagna. Se c'e un pacchetto supplementare prima va ai lecchini dell'atc e mai a chi non lecca. il cervo è dominio dei residenti lecchini a Bologna dei vecchi idioti hanno il cervo e poi lo fanno sparare ( facendosi pagare) ad altri cacciatori. vado avanti con gli appostamenti fissi

da ff 21/02/2017 8.28

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Qui non lo vedo scritto ma mi sembra aver capito che si potrà praticare la caccia per specie, cioe' o piuma o lepre.se la cosa serve a recuperare il recuperabile parliamone purché seriamente.Ovviamente questo e' il mio personale punto di vista.

da Mino 51 20/02/2017 18.21

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Leggi .E vedrai che non sarà cosi

da mauro 68 20/02/2017 16.38

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

ma cosa vuoi leggere se poi l atc di turno fa quello che gli pare !!

da Mino 20/02/2017 16.13

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Prima di parlare cercate di leggere la boza del piano . E poi dite la vostra in merito .

da mauro 68 20/02/2017 14.16

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Vedremo ora come si incazzano i cicciaroli che gli si toglie il giochetto

da chioccolatore 20/02/2017 14.15

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

si te ne accorgerai i kompagni faranno "tutto mio" ATC in testa il solito gruppetto di afecionados si divertirà alle spalle degli altri cacciatori... la democrazia in E:R: non esiste amico Vietnam

da Saigon 20/02/2017 14.11

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Come volevasi dimostrare................... Dove vige una societa' comunista, le cose vano non bene....benone! Grazie Compagni, e' cosi' che si amministra anche l'attivita' venatoria!

da VIETNAM 20/02/2017 12.01

Re:Emilia Romagna: misure drastiche sulle specie impattanti nel nuovo Piano faunistico

Ottimo anche per la caccia alla stanziale .

da mauro 68 20/02/2017 11.48