Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaAddio al Principe Filippo. Grande cacciatore e ambientalistaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Record di colombacci nel sud-ovest della Francia


giovedì 18 febbraio 2021
    


 
Ogni anno, diversi milioni di colombacci svernano nel sud della Francia. Di giorno escono per nutrirsi nei campi, a volte anche a diverse decine di chilometri dai loro dormitori. La sera si riuniscono in dormitori che possono ospitare più di 100.000 soggetti.
 
I tecnici della Federazione dipartimentale dei cacciatori contano gli uccelli ogni anno, a metà dicembre e metà gennaio. E questa stagione è eccezionale: più di 2 milioni di colombacci sono stati osservati a dicembre e 1,5 milioni a gennaio. Questi numeri impressionanti rappresentano il miglior anno registrato nel sud-ovest dal 1999. Possiamo persino parlare di un record per il dipartimento del Gers con più di 1 milione di uccelli registrati, distribuiti nelle regioni di Astarac, Armagnac e nella valle dell'Adour. Non c'è male! 
Leggi tutte le news

29 commenti finora...

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Pure io Sig. Vito da pensionato vado a caccia tutto l'anno. Dall'apertura generale al 31 gennaio con piccioni e colombacci a volte armato altre disarmato. Per me importante è avere i fili in mano non lo schioppo. Il resto dell'anno, a caccia chiusa, la mia casa sono i miei capanni nel bosco. Per mia scelta dal 1992 la mia unica forma di caccia per legge è la caccia da appostamento. Per mia scelta da anni dal mio fucile se parte una fucilata parte a un colombaccio posato dove voglio io non lui. Diversamente non sparo. Non faccio "prigionieri" sparando solo e soltanto a fermo e le marmellate del quale sono stato accusato dal mio carissimo amico la volpe che dice di non essere lui ma è lui, non corrisponde al vero. Non porto rancore troppo forte l'amicizia ormai antica. Per mia scelta da anni non faccio più la preapertura al colombaccio. Per mia scelta non ho mai preso in considerazione l'art. 37 della mia regione tosKana (la K è un mio vezzo non un errore) che dovrebbe essere identico al suo art. 17. So delle migliaia di colombacci che dai parchi della bassa e alta valpadana si spostano quotidianamente in cerca di pastura provocando consistenti danni all'agricoltura più o meno come i cinghiali ormai in tutta Italia. Anche le oche stanziali del veneto fan danni; ma nessuno ne parla. Il colombaccio dall'appennino in giù non fa quei danni che fa dall'appennino in su. Siccome da sempre non mi permetto di mettere bocca su quanto non so, non entro nel merito abbattimento torraioli al quale partecipo nel mio comune non armato ma fornendo a chi va, piccioni e attrezzatura adeguata. Tutto qui. Con rispetto Vito.

da pelo 52, Mario Peruzzi 21/02/2021 23.08

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Grazie,nn sapevo.

da LINO 21/02/2021 18.31

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Certo Lino,in Francia la caccia è stata aperta regolarmente,poi a partire all'incirca dal 10 ottobre,ora non ricordo con precisione, è stata chiusa, non so se in tutta la Francia ma sicuramente nel dipartimento delle Alpi Marittime e almeno fino al20 novembre non è stata riaperta.In Spagna era aperta solo x residenti

da Pietro Pey 21/02/2021 18.20

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Vede sig Peruzzi il punto sta' che io vado a caccia con il setter ,ma da pensionato sono sul campo tutto l'anno ,grazie all'art. 17della legge regionale Veneta che gia' dal 1999 ha inserito gli operatori volontari autorizzati.e di piani ne abbiamo Poi io frequento per il Volontariato della mia associazione causa Covid i luoghi deputati all'amministrazione comunale e tutti i giorni mi incontro in modo informale con gli amministratori e ci scambiamo opinioni .Esiste un problema.. Tutto qua .Sappia che per esperienze personali nei giorni di contenimento ai torraioli ,i colombacci sono cosi confidenti ( insemenii) che meritano tutto il rispetto .P,s poi chiudo ho conosciuto un Peruzzi produttore di montoni e tanti altri cacciatori attorno a Sovigliana .Montespertoli .Empoli .Carlo Masi mi regalo un figlio di Ester del Dianella .. buona giornata

da Vito Canevese 21/02/2021 14.21

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Evviva le altre realtà sig. Vito che permettono alla gran parte di cacciatori italiani di andare a caccia dall'apertura generale alla chiusura. Cosa che Ella non potrà fare con i suoi meravigliosi setter mentre io posso fare con i miei meravigliosi piccioni e colombacci. Traduco. Il colombaccio in aumento esponenziale in tutta Europa, non solo in Italia, permette a chi ha il porto d'armi di andare a caccia appunto dal 15 settembre al 31 gennaio. Fossi possessore di setter, in gioventù lo sono stato, sicuramente andrei a caccia un terzo delle volte che vado grazie al colombaccio. Da noi i danni li fanno i cinghiali, da voi e da noi i colombacci. Io non vedo il problema se affrontato con giudizio senza voler a tutti i costi eradicare la specie cinghiale e la specie colombaccio per danni all'agricoltura.

da Pelo 52 21/02/2021 13.38

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Caro signor Peruzzi ,io non ho mai messo in discussione le cacce tradizionali toscane al colombaccio,mai .Erano cacce rivolte ai colombacci migratori .. Ora la situazione e' cambiata.Esistono luoghi dove la situazione e' molto particolare e non sono certo i suoi due petardi che la risolvono.Chi lo ha fatto e'stato raggiunto dalla pattuglia dei CC, .Mi dispiace che in questo sito non si possano pubblicare foto od immagini ,forse comprendereste che esistono altre realta' Buona giornata

da Vito Canevese 21/02/2021 12.00

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Scusa Pietro,puoi spiegari meglio ??? A ottobre nn c era il lockdown.grazie

da LINO 20/02/2021 22.54

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Secondo me causa pandemia quest'anno qui sul confine Italo/francese tra Liguria e Costa Azzurra, territorio noto per le importanti rotte migratorie di questi magnifici volatili,le giornate di caccia per i francesi che tra l'altro possono caccacciare tutti i giorni,si sono ridotte del 90%,ed il risultato potrebbe essere quello citato nell'articolo.

da Pietro pey 20/02/2021 21.20

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Caro Vito, visto che Lei si dichiara convinto setterista lasci i colombacci a chi di colombacci mastica passione e talento da una vita venatoria e non solo. Come per il cinghiale. Vede Vito, noi toskani siamo tra i primi ad aver inventato la caccia dal palco o pulpito come amano chiamarlo i miei carissimi amici livornesi. Caccia da palco o pulpito che ha rischiato di essere eliminata dai suoi corregionali che hanno scoperto questa bellissima forma di caccia solo qualche anno fa. Non per dar ragione a toscano ma toscano ha ragione da vendere quando parla delle torri - non palchi o pulpiti - che innescarono quella sentenza della suprema corte che praticamente li....atterrò. Meno male che almeno in questo toskana docet. Grazie a Renzi per due volte. La prima per aver legalizzato tutte le forme da appostamento - quindi tordi ed anatidi anche della sua regione. La seconda mandando finalmente a casa il primo grande pericolo per la caccia rappresentato non da quelli che non la pensano come lei ma i grillini. Per quanto riguarda le cacche del dormitorio dei colombacci la risoluzione del problema sta in due petardi sotto i pini a buio pesto. La sera dopo non li vedrà più.

da Pelo 52, Mario Peruzzi 20/02/2021 16.56

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Leggervi mette una tristezza immane..ancora una volta cacciatori contro cacciatori,o meglio,professionisti del colombaccio contro chi fa qualche tiro..

da Io 20/02/2021 16.54

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Appena letto . Piccioni e colombacci nuovo FLAGELLO nell'area di Parigi.(passione caccia).. Quindi......solo a Jesolo hanno problemi?.

da Vito Canevese 20/02/2021 12.43

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Quel Vito... Non le ho chiesto il curriculum,ben pochi ne sono interessati.specie tra i colombacciari stia sereno nuovamente.

da Toscano 20/02/2021 7.38

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Lei mi fa' pena caro signore .magari avesse il coraggio di metterci nome e cognome.Le cazzate le scrive lei. Primo io sono un setterista delle tre varieta' ,nato sulla gronda lagunare ,quindi gli acquatici li ho avuti sempre a portata di mano ,ma non e' mai stata la mia cacciaprefiletta,preferivo le cesene quando le campagne del nostro comune erano coltivate a meleti..ed in tempi con molto freddo arrivavano numerose .Ma la mia passione e' il cane. Ora che vige la monocultura nel nostro ATC vanno alla grande i segugi da lepre ,non e' la mia caccia,.anche se capita da generico la incarniero. Quei veneti a pispole non siamo noi veneziani ed anche qui ha sboccato.. Tornando al colombaccio lei non ha capito ,e rilegga la fine del mio precedente commento , dove la comunita' chiede provvedimenti all'amministrazione comunale per gli eccessivi danni . e nei campi i cannoncini a gas non bastano piu' . "Stai sereno" lei comunque ,frase di un toscano

da Vito Canevese 19/02/2021 21.17

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Quel Vito,non corre buon sangue o se preferisce stima perchè Lei più volte ha esternato frenesie da 'sparratori' auspicando gli interventi di controllo da voi (e noi) effettuati sui torraioli,anche sui colombacci ! Io posso pur cibarmi di lumache che di certo farebbero meno vomitare nel veder Lei "Sparratore" a colombacci. PS: Tra l'altro voi veneti ci avete abituato alle immani cazzate in materia di colombacci ( vedesi altane / garitte brutte da vedessi sulla carta per colombacci in pratica poi per ...altro) .Stia sereno e si dedichi alle pispole.........

da Toscano 19/02/2021 20.04

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Toscano so che tra me e lei non corre " stima" ,ma lei non sa' leggere .. Io ho scritto che sulle stesse culture in tempo di semine sullo stesso campo convivono colombacci e torraioli e a questi ultimi ,con i piani di contenimento ci spariamo . Poi da noi a caccia aperta i colombacci hanno lo stesso comportamento ... Ma noi abbiamo le anatre ..le alzavole e le rispettate oche nelle nostre valli .. Quindi le lumache che da noi non serve allevarle anzi sono un problema tra i vigneti se le mangi lei .ma crude....

da Vito Canevese 19/02/2021 19.56

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Buon pomeriggio , ho un amico Francese che ho conosciuto per lavoro, anch'egli appassionato di caccia al Colombaccio , e mi conferma appunto che Dicembre e Gennaio sono stati i mesi in cui "non ha mai visto così tanti colombi da quando va a caccia". In Francia però i rapporti che le federazioni hanno con mondo agricolo-forestale è totalmente differente dal nostro ; basta pensare che nei territori più meritevoli più del 60 percento delle tasse che pagano all'anno vanno a finire agli agricoltori che lasciano migliaia e migliaia di ettari di granturcheti in piedi e terreni e boschi allo stato incolto. Da noi non c'è la cultura e la volontà di fare passi importanti come loro , poi ci lamentiamo se la migratoria qui il Lombardia non si ferma più come una volta !

da Fabrizio Santoro 19/02/2021 18.12

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Azz. O stai a vedere che dietro quel "pelo" virgolettato si nasconde qualcuno di mia conoscenza nel club. Ebbene sì cara la mia volpe. Non mi lamento caro vecchio sparratore. Caro al punto da dirmi che faccio marmellate dal 15 settembre al 31 gennaio. D'altra parte me la cavo discretamente perché sono ormai una quindicina di anni che faccio solo questa caccia in terreno libero. Mi sono battuto per eliminare la preapertura e mi batterò per eliminare la caccia alla migratoria tutta - non solo colombaccio - dentro le AFV dopo il 15 novembre. Purtroppo da questo orecchio il mio club è SORDO come lo è stato per tanto tempo sulla preapertura. Era tanto che non ti sentivo. D'abitudine so che per tirare frecciatine oltre 40 metri adoperi nickname differenti da forum a forum. Come vedi mi firmo come mi sono sempre firmato perché male non fare, paura non avere.

da Pelo 52 19/02/2021 16.13

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

altro che pelo e 31 gennaio ! alla volpe vanno anche ora !

da art.37 19/02/2021 16.12

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Comunque la specie sembra in ottima salute, il problema per la specie lo crea solo chi predica bene però razzola male e con i colombacci fa marmellata pur di farsi grande, dalla terza di settembre al 31 gennaio. insomma la volpe perde il "pelo" ma non il vizio.

da La Volpe 19/02/2021 15.25

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

La Chamonix ci sono,qua no.

da Courmayeur 19/02/2021 14.42

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Ma guardate che i colombacci ci sono anche da noi...E' rimasta l'unica specie cacciabile che riesce a dare grandi soddisfazioni in termini di emozioni e carniere ai tanti suoi appassionati "seguaci". Abbiamo poco da invidiare i francesi in termine di quantitativi e contingenti migratori nonche colonie svernanti.. Dalla terza domenica di settembre al 31 gennaio è anche un giusto ed ottimo arco temporale di prelievo venatorio . Per chi li paragona ai torraioli è bene si dedichi all'allevamento di lumache.....

da toscano 19/02/2021 9.25

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

ANCHE IN ITALIA ABBIAMO CONCENTRAZIONI DI COLOMBACCI, IN PADANIA, IN MAREMMA, IN SARDEGNA E AL SUD. BASTA DARGLI IL GIUSTO PASCOLO. POTREBBE RISUCCEDERE ANCHE CON LE TORTORE, SE C'AVESSERO DA MANGIARE. E ALLE PAVONCELLE? DATEGLI DELLE LARGHE ALLAGATE. E AI BECCACCINI? IDEM, CI VOGLIONO LE RISAIE CON IMPIANTI TRADIZIONALI. NELLE VALLI VENETE, MANTENUTE E SFRUTTATE DAI SUPERRICCHI, CHE CHIUDONO ALLA CACCIA UN TERZO DELLA VALLE, CI SONO CONCENTRAZIONI DI FISCHIONI, GERMANI, E ANATRE VARIE DA FARE INVIDIA AI COSIDDETTI PARCHI COSTIERI. FATELO SAPERE AGLI ANIMLAISTI

da BASTA SAPERE 19/02/2021 9.17

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

I fenomeno é molto più semplice,in francia hanno intensificato da qualche anno nel sud ovest le coltivazioni di mais ma non in modo intensivo,dai video disponibili in rete si possono vedere ancora le stoppie tutt ora nn arte,mentre in portogallo hanno avviato allevamenti di suini allo stato brado che sottraggono ghianda nei posti che erano l impero dello svernamento europeo.

da Franco 19/02/2021 9.04

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

I colombacci da diversi anni sono in fortissimo aumento e da noi in Italia c'è lo fanno sparare dalla 3 domenica di settembre e fino al 10 gennaio, cose assurde. C'è addirittura dove viene cacciato tutto l'anno. Vogliamo che la legge 157 venga modificata per poter avere più tempo e più spazi e poterla esercitare fino al 31 di marzo. Fare scomparire gli ATC perché sono un carrozzone e non servono a niente, c'è solo speculazione. W la CACCIA. La Francia è invasa dai colombacci da noi c'è l'invasione delle tortore col collare, ed invece sono scomparse le tortore africane. In bocca al lupo

da Cacciatori calabresi 19/02/2021 9.01

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Buongiorno a tutti. In merito a questo fenomeno che si è verificato in Francia, posso pensare che sia il risultato di tutte le limitazioni imposte a seguito dell'epidemia. Sono sicuro, che l'anno prossimo, permanendo l'emergenza covid, ci saranno in Francia più colombacci di quest"anno. In parole povere io da cacciatore commenterei con la frase " NON ABBIAMO SPARATO".Un saluto a tutti

da Antonio Di Gabriele 19/02/2021 6.52

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Che dire!!!!...qui non si ha neanche la capacità di riunirsi tutti in unica associazione!!!vera!!!...non presunta!!!tutti uniti come fratelli ,quali siamo!!!

da Tordi a brettiu 18/02/2021 21.59

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Purtroppo noi non abbiamo tecnici della federazione dei cacciatori perché da noi la caccia ancora la caccia è di destra/centro/sinistra quindi manca una federazione delle associazioni venatorie che corrono più o meno ognuna per proprio conto. Salvo rare ma auspicabili realtà regionali. Quindi ognuno conta per proprio conto per poi finire per non contare niente. Più o meno come il mio club che per non fare joint venture con una Associazione venatoria considerata o di centro o di destra o di sinistra inventa ogni volta un nuovo sistema di conteggio che finisce per non contare un cavolo. Scrive a pag.56 della bibbia del colombaccio, fra querce e palombe - l'avv. Giuseppe Mazzotti che i colombacci che transitano in Italia provengono dalla Finlandia e dalla Russia. Non può essere considerata una novità, a mio modesto parere, il gran numero di colombacci svernanti oggi in Francia alla luce della tante perturbazioni presenti sul nostro territorio lo scorso ottobre. Sicuramente una parte erano nostri cosi come francesi erano una parte dei colombacci dell'ottobre 2019 quanto grappoli di perturbazioni a grappolo oltralpe ne portarono tantissimi da noi. A riprova il conteggio sui Pirenei che, vado a memoria, nell'ottobre 2019 registro poco più di 300 mila colombacci contro oltre due milioni dell'ottobre 2020.

da Pelo 52 18/02/2021 17.21

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Anche appena a nord est della gronda lagunare di Venezia sono numerosissimi.e stanziali. Gradiscono le sementi di soia come i torraioli -a cui spariamo- . Hanno eletto come dormitorio i pini sopra la via principale che alla sera diventa la piu' lunga zona pedonale d'europa gremita di turisti e cagano ,concedetemi il termine sopra a tutto quello che sta' sotto ,con grande disappunto degli esercenti che tra raccolte di firme e diffide al comune parlano apertamente di fateli fuori ( gli animalisti eh ?)

da Vito Canevese 18/02/2021 14.08

Re:Record di colombacci nel sud-ovest della Francia

Per forza ...! I francesi devono ringraziare chi gestisce la caccia italiana, a loro milioni di colombacci e a noi le penne dei colombacci che spennano i francesi e tutti gli altri paesi dove si spara a volontà e con pochi o niente parchi. Aieeeeh ! Salutiaaamo

da jamesin 18/02/2021 12.31