HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Schede Fucili | Cartucce | Prove | Codice di sicurezza | Libri | Pallini d'acciaio |
 Cerca

News Fucili

Porto d'armi: il rinnovo non è scontato


giovedì 12 gennaio 2017
    

L’eventuale precedente rinnovo non fa nascere alcuna aspettativa. Ciò in quanto, ogni volta che esamina una istanza di rinnovo, il Ministero dell’Interno formula una attuale valutazione degli interessi pubblici e privati coinvolti e tiene conto delle esigenze attuali della salvaguardia dell’ordine pubblico”.
 
Così si è recentemente espresso il Consiglio di Stato in merito all'appello del Ministero dell'Interno e della Prefettura di Teramo per la riforma della sentenza del Tar dell'Abruzzo, che aveva annullato il provvedimento della prefettura la quale aveva negato il rinnovo della licenza per difesa personale a un cittadino. L'uomo, gestendo consistenti somme di denaro per conto della propria società, aveva chiesto il rinnovo del porto d'armi scaduto e se lo è visto negare dopo 15 anni di rinnovi. Nel 2006 il Prefetto ha negato l'autorizzazione per mancanza di “dimostrato bisogno”. A quel punto il cittadino ha fatto ricorso al Tar, che ha annullato il provvedimento, ritenendolo contraddittorio con i precedenti rinnovi e non adeguatamente motivato.

Il Consiglio di Stato ha ribaltato quella sentenza ed evidenziato il potere discrezionale delle prefetture. Nella sentenza si fa presente che  il porto d’armi non costituisce un diritto assoluto ma rappresenta, invece, una deroga al divieto del porto d'armi. Viene così sancito che ad ogni rinnovo le valutazioni del Ministero e dei suoi organi periferici possono basarsi su criteri di carattere generale, tenendo conto delle peculiarità del territorio, del particolare momento storico delle specifiche implicazioni di ordine e sicurezza pubblica.
 
Il che significa che i fattori da valutare ad un rinnovo possono essere diversi da quelli valutati in passato. In assenza di altri riferimenti legislativi (la legge non prevede il porto d'armi automatico per alcune categorie) vale quindi il principio della discrezionalità del valutante. Nel caso in questione non sono emersi elementi tali da evidenziare come l’incolumità dello stesso ricorrente fosse messa a specifico repentaglio.

Leggi tutte le news

11 commenti finora...

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

Guardia Venatoria, in possesso di porto armi per difesa da 35 anni, cambia il commissario, presento istanza di rinnovo annuale,diniego, motivo, non necessita il porto d'armi per il servizio di vigilanza. non aggiungo altro, anno ragione loro è cosi.

da dirigente 15/01/2017 16.29

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

IN ITALIA SIAMO SUDDITI E NON CITTADINI.

da Disobbedienza civile 14/01/2017 17.14

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

Questo è un paese di merda. Dovremmo mandare a cacare (a lavorare, inteso come spietrare una montagna) a tutti quei falliti e imboscati delle prefetture, che dovremmo abolire di forza, e ripristinare un po' d'ordine vero. A livello internazionale non valiamo un cazzo, e questo è il vero motivo per cui quei merdosi mangiatopi di indiani si sono tenuti per quattro anni i due maro'. Basta che mi viene il vomito.

da Ciccillo 13/01/2017 15.51

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

Ma scusate la domanda di un ignorante..E ' evidente che qualcosa e' cambiato,ma cosa?. non credo sia una questione politica ,ma l'atteggiamento sempre piu' incomprensibile di organi magistrali o prefettizi,che operano comunque con le leggi di sempre?.. discrezionalita' ( personalismi)

da toni el cacciator 13/01/2017 13.59

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

Il porto d'armi è una concessione non un diritto e alle autorità preposte viene demandato l'onere di negarlo o concederlo secondo le notifiche che gli pervengono dalle autorità di vigilanza e controllo periferiche. Così è !

da bretone 12/01/2017 18.20

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

il Prefetto come nel medioevo! solo in Italia esiste a chi serve poi?

da prefetto no grazie 12/01/2017 16.42

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

Prefetture sono un altro ramo secco e costoso da potare. Hanno fatto la loro scelta:denunce per chi ha il porto d'armi e alberghi di lusso per i clandestini. Lo strano è che siamo noi a pagar il loro stipendio. E' un conto che non torna e si può fare anche a meno di un prefetto.

da G e G 12/01/2017 14.44

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

In poche parole fate un po' come cazzo ve pare...

da jo 12/01/2017 14.41

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

è sempre più chiaro il disegno del ministero degli interni di disarmare il popolo. dobbiamo costituire una NRA come negli Stati Uniti per difendere il diritto dei cittadini onesti a detenere e anche a portare armi. grazie all'ex ministro Alfano e ai burocrati del suo ministero, ce ne ricorderemo nel voto prossimo venturo

da luciano 12/01/2017 10.25

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

"Nella sentenza si fa presente che il porto d’armi non costituisce un diritto assoluto ma rappresenta, invece, una deroga al divieto di detenere armi." Questo assunto è assolutamente non condivisibile. Casomai il porto d'armi costituisce una deroga al divieto di PORTARE armi in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Perché invece la detenzione di arma, essendo diritto di proprietà, è proprio un diritto assoluto.

da Inforziato 12/01/2017 9.58

Re:Porto d'armi: il rinnovo non è scontato

A napopi i ragazzini sparano per strada! Questo è il problema!!!! No i cacciattori o i tiratori!!! Teste di Cactus!!!!! Anche li le associazioni cosa fanno????

da l.b. 12/01/2017 9.36