Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Bilancio sociale Fidc "raddoppia impegno sociale dei cacciatori"Mazzali: animalisti distruggono un altro capannoToscana. Consiglio di Stato respinge ricorso animalistaAcma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"FACE: tolleranza zero sui crimini contro la fauna selvaticaAnuu "38 anni di raccolta ali tordi"Anuu: "una calda migrazione post nuziale"Trieste: celebrata la storica messa di San UbertoMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Friuli Venezia Giulia: A caccia nelle vallate dell'orso


martedì 8 novembre 2011
    
A caccia nelle vallate dell'orso "A caccia nelle vallate dell'orso. Convivenza tra uomo e grandi carnivori". E' il tema dell'incontro che il servizio Caccia, Risorse ittiche e Biodiversità della Regione Friuli Venezia Giulia ha organizzato con i cacciatori del comprensorio Valli del Natisone e del Torre e zone limitrofe il prossimo 10 novembre.
 
Si parlerà delle caratteristiche biologiche dell'orso, della sua distribuzione e delle problematiche di convivenza ponendo particolare attenzione ai temi della pericolosità/sicurezza e della coesistenza con l'attività venatoria. Dopo gli interventi degli esperti a livello locale e alpino, sarà lasciato ampio spazio alle domande e agli approfondimenti sollecitati dal pubblico. Verrà inoltre distribuito del materiale informativo sull'Orso bruno.
 
L'incontro è organizzato nell'ambito del progetto Life ARCTOS "Conservazione dell'Orso bruno: azioni coordinate per l'areale alpino ed appenninico'' (LIFE09/NAT/IT/000160), cofinanziato dalla Comunità europea e coordinato dal Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise (PNALM). Gli altri partner sono il WWF Italia, il Corpo forestale dello Stato, la Sapienza (Università di Roma), le Regioni Abruzzo, Lazio e Lombardia, nonché la Provincia Autonoma di Trento, il Parco naturale Adamello Brenta (TN) e la Regione Friuli Venezia Giulia (www.life-arctos.it).
 
Oltre alle azioni di informazione, il progetto prevede in Friuli Venezia Giulia il monitoraggio sistematico della popolazione di Orso bruno con tecniche genetiche non invasive, la redazione delle linee guida comuni a livello di arco alpino centro-orientale per il monitoraggio stesso e la cessione in comodato gratuito di 80 recinzioni elettrificate per la protezione degli apiari e del bestiame allevato.
 
L'iniziativa prevede inoltre l'istituzione di due gruppi di intervento rapido per la gestione degli orsi confidenti o problematici. Nell'ambito del progetto saranno infine realizzate attività di sensibilizzazione nelle scuole. Il progetto Life ARCTOS non prevede interventi di ripopolamento tramite la liberazione di orsi. Il programma Life+ della Commissione europea finanzia progetti che contribuiscono allo sviluppo e all'attuazione della politica e del diritto in materia ambientale. Questo programma facilita, in particolare, l'integrazione delle questioni ambientali nelle altre politiche e, in linea più generale, contribuisce allo sviluppo sostenibile, sostituendo una serie di strumenti finanziari dedicati all'ambiente.

Leggi tutte le news

0 commenti finora...