Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Acma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"FACE: tolleranza zero sui crimini contro la fauna selvaticaAnuu "38 anni di raccolta ali tordi"Anuu: "una calda migrazione post nuziale"Trieste: celebrata la storica messa di San UbertoFidc: "una nuova rotta per la sorveglianza dell'aviaria"Cabina Regia Toscana a difesa del calendario venatorioFidc Lombardia: non ancora chiusa causa contro il calendario venatorioMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo


giovedì 28 luglio 2011
    
Face Italia In un comunicato stampa Face Italia denuncia che Regioni e Province non riescono a svolgere serenamente la loro funzione legislativa o amministrativa regolamentando su deroghe, catture e calendari a causa dell'Ex struttura Infs dell'Ispra, ente che – si legge nella nota - “per legge dovrebbe garantire a Stato, Regioni e Provincie un supporto tecnico-scientifico in materia faunistico-venatoria e invece ha assunto le vesti di puro censore”. “Questa, infatti – continua la Face -  ogni qual volta interpellata dalle Regioni o da altre realtà pubbliche o private in merito a determinati atti amministrativi o legislativi, adotta posizioni a dir poco non neutrali, a volte anche con espressione di “non pareri” motivati da una asserita indisponibilità di dati scientifici di riferimento e a volte ancora emette pronunciamenti negativi ritenuti prudenzialmente necessari data proprio la non capacità tecnica a rilasciare i pareri richiesti”.

Non solo: “in alcuni casi – continua il comunicato - l’ISPRA adotta ed emana anche autonomamente proprie indicazioni che sempre risultano più restrittive rispetto alle norme nazionali in vigore e anche alle direttive comunitarie in materia di esercizio venatorio, ignorando sistematicamente le opportunità che le stesse norme offrono a livello comunitario e di cui i cittadini cacciatori europei godono senza alcun problema per l’ambiente e la fauna”.  “Peraltro – puntualizza il coordinamento delle associazioni venatorie italiane - sui compiti dell’ISPRA (in allora INFS) la legge nazionale n. 157 del 1992 è estremamente chiara e non è accettabile che essi possano essere disattesi o, addirittura, travalicati al punto che in questa materia sembrano aver perso cittadinanza anche i principi di certezza del diritto e di rispetto della gerarchia delle fonti normative”. Per questo motivo la Face fa sapere di aver invitato la Conferenza Stato-Regioni e tutti gli Assessori regionali alla Caccia a pretendere urgenti interventi da parte delle competenti sedi statali atti a sollecitare il ripristino di un corretto modo di operare di tale struttura affinché tutto il sistema istituzionale interessato possa svolgere integralmente e in conformità a legge le proprie funzioni.

Il comunicato spiega anche che durante la Conferenza del Consiglio d'Europa sulla Caccia illegale di Cipro è stato presentato un rapporto sul prelievo di uccelli in Italia, commissionato all'Ispra dal Ministero dell'Ambiente, che dipinge il nostro Paese come, spiega la Face, “un vero e proprio far west normativo e comportamentale, sostanzialmente equiparando i cacciatori a disonesti e bracconieri, con evidenti forzature e parallelismi che, oltre a non rispondere in alcun modo alla realtà, squalificano a livello internazionale l’immagine di tutti i cacciatori italiani”. Anche su questo grave fatto la Face pretende un richiamo all'Ispra questa volta dal Ministero dell'Ambiente, “per ripristinare una corretta informazione a livello internazionale inviando al Consiglio d’Europa una correzione formale del rapporto presentato”. In ogni caso FACE Italia farà pervenire alle competenti sedi comunitarie le proprie considerazioni al riguardo.

Leggi tutte le news

29 commenti finora...

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Se qualcuno gioisce sono fatti suoi!!!!Rimane il fatto che l'accorpamento come ampiamente dimostrato dalle date,è stato fatto dall'attuale maggioranza,e stia tranquillo che se non gli garbava,con la supremazia numerica che esprimeva nel parlamento,l'accorpamento non passava.Per quanto riguarda la brambilla condivido il suo pensiero,ma tutti gli altri che si sono professati amici dei cacciatori per prendere voto,non sono stati certo da meno,anzi forse anche peggio,ed i regali dell'articolo 42 della comunitaria oltre l'innalzamento di oltre 50 euro delle tasse pda caccia in una passata legislatura lo dimostrano ampiamente.La realtà è questa ed è incontrovertibile

da manovale 01/08/2011 17.40

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Caro manovale,si ostina a scrivere cose inutili quanto arci-note,se anzichè indulgere nella ricerca di notizie che legittimano le sue posizioni si soffermasse ad un pensiero logico si accorgerebbe suo malgrado di aver preso una cantonata,poi è davvero carino il suo pensiero,io sarei nascosto sotto il tappeto denigratorio e anche mistificatore,come se non bastasse lei è a conoscenza del mio voto,le assicuro che lei è volato un pò troppo in alto. Riaffermo,e se lei anzichè essere prevenuto si ferma a ragionare,me ne darà atto, se esprimo che è stato l'ultimo regalo di Pecoraro è perchè una legge segue un progetto ed un dibattito,lei è davvero in grado di confermare che un governo insediatosi il 08.05.2008 riesca a ratificare un decreto -legge il 25.06.2008. Io ma anche lei sappiamo che in Italia non è possibile, c'è di più visto che ama fare le ricerche vada a rileggersi i commenti euforici proprio di Pecoraro che ancora oggi si fa vanto di quanto regalatoci,ed infine per farla contento, di questo governo non ho assolutamente un parere positivo,anzi come ho ripetuto decine di volte ritengo la Brambilla il peggior ministro della storia d'Italia

da vittorio cavaliere-bari. 01/08/2011 10.32

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

X vittorio cavaliere-bari,Pecoraro Scanio ha tante colpe ma questa volta la decisione di chiudere l'infs e di passare ad Ispra l'hanno assunta altri. Copio testualmente dal sito Ispra: L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, ISPRA, è stato istituito con la legge 133/2008 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge 25 giugno 2008, n. 112. L’ISPRA svolge le funzioni, con le inerenti risorse finanziarie, strumentali e di personale, dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici di cui all’articolo 38 del Decreto Legislativo n. 300 del 30 luglio 1999 e successive modificazioni, dell’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica di cui alla legge 11 febbraio 1992, n. 157 e successive modificazioni, e dell’Istituto Centrale per la Ricerca scientifica e tecnologica Applicata al Mare di cui all’articolo 1-bis del decreto-legge 4 dicembre 1993, n.496, convertito in legge, con modificazioni, dall’articolo 1, comma 1, della legge 21 gennaio 1994, n. 61. L'ISPRA è vigilato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del 3 agosto 2010 è stato pubblicato il Decreto 21 maggio 2010 n. 123 del Ministero dell'Ambiente e per la Tutela del Territorio e del Mare "Regolamento recante norme concernenti la fusione dell’APAT, dell’INFS e dell’ICRAM in un unico istituto, denominato Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), a norma dell’articolo 28, comma 3, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133".Raccontaci un po chi è che mistifica e cerca di nascondere sotto il tappeto denigratorio,la verità??????voler cercare di addossare ad altri le colpe del proprio voto nelle urne non la pone certo in una bella posizione.

da manovale 31/07/2011 15.11

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Caro badger,perchè purtroppo le ideologie non tengono conto nemmeno del rigore scientifico,ed è un peccato.

da vittorio cavaliere-bari. 30/07/2011 12.22

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

scusate ma il vero problema è che l'Italia non è uno Stato di Diritto, nel senso che se fa comodo, o se si perseguono propri obiettivi non esiste più ordine gerarchico-istituzionale. Guardate la Brambilla che usa il Ministero del Turismo per presentare proposte di legge anti-caccia. Piuttosto ma perchè l'Arci Caccia (unica e sola) difende l'operato dell'ISPRA? bella domanda.

da badger 30/07/2011 8.16

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Peccato che il Dott. TOSO, a cui va tutto il mio rispetto, se cerchi nel sito dell'ISPRA non viene nemmeno menzionato ... Il che è tutto dire, mi pare.

da OLD_Hunter x rustico bergamasco 29/07/2011 20.21

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Questo concetto l'ho già espresso più volte,ma la redazione di Big Hunter dovrebbe vigilare di più sui provocatori e spacciatori di notizie che popolano i nostri forum; è una costante subito tutti contro tutti,quasi sempre appariamo violenti e intransigenti,mai che pensiamo a costruire qualcosa di unitario. Questo governo da noi cacciatori non può meritare il plauso,se non altro per la presenza fatua quanto nociva di personaggi come la Brambilla,la Ceccacci e la Prestigiacomo ma addirittura mistificare la verità assolvendo Pecoraro Scanio mi sembra davvero troppo.Il fantomatico "manovale" sicuro mistificatore lancia una falsa notizia e tutti a credergli.Non vi sembra strano che se l'Ispra è stato accorpato il 25.06.2008 non poteva essere un progetto di un governo insediato il 08.05.2008.Purtroppo è un regalo di Pecoraro Scanio e chi mente sà di mentire.

da vittorio cavaliere-bari. 29/07/2011 17.38

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

forza,ci vuole una petizione online!!!

da tik 29/07/2011 16.58

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Non mi pare che il dr S.Toso,che dirige ISPRA e ancor prima l'INFS sia uno sprovveduto ne tantomeno un protezionista anticaccia,anzi...!!!!

da rustico bergamasco 29/07/2011 15.21

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

l'una o l'altro cambia poco. sono gli stessi personaggi, che spesso flirtano (impudentemente?) con le associazioni ambientaliste. Fulgido esempio di funzione pubblica al di sopra delle parti.

da Gigio 29/07/2011 15.14

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Tratto dal sito web dell'ISPRA. L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, ISPRA, è stato istituito con la legge 133/2008 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge 25 giugno 2008, n. 112. L’ISPRA svolge le funzioni, con le inerenti risorse finanziarie, strumentali e di personale, dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici di cui all’articolo (omissis), dell’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica di cui alla legge 11 febbraio 1992, n. 157 e successive modificazioni, e dell’Istituto Centrale per la Ricerca scientifica e tecnologica Applicata al Mare di cui (omissis). L'ISPRA è vigilato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Non vi basta ? MINISTERO DELL' AMBIENTE, capito ? E vogliamo parlare di imparzialità ? Mah, perché non riesco a non dubitarne ? Vogliamo parlare di COMPETENZA ? Per cortesia, andate a vedere i curriculum dei componenti il Consiglio di Amministrazione e ditemi se trovate UNO che abbia COMPETENZE in ambito di biologia della selvaggina ... Vogliamo parlare del Consiglio Scientifico ? Leggo tra i componenti Avv., Ing, Arch., Prof ... Ma nessun nome a me noto in ambito venatorio. Cosa possiamo aspettarci da questi Signori ? Ditemelo un po' voi ... RIVOGLIAMO L'INFS !

da OLD_Hunter 29/07/2011 11.49

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

L'ispra non è affatto un regalo di Prodi,ne di Pecoraro, ma dell'attuale governo,andatevi a vedere i documenti!!!!!!

da Manovale 29/07/2011 8.38

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Bella notizia che l'ispra è un regalo di Prodi, si va ad agguingere alla kilometrica lista di danni ireparabili che ha fatto in quei due anni maledetti, chi lo aveva votato dovrebbe vergognarsi di aver semidistrutto l'italia.

da Fede88 29/07/2011 8.16

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Non bisogna mollare l'osso. Le AA.VV. devono chiedere periodicamente i resoconti dell'operato di questi signori e pubblicarli sui quotidiani. Per quanto riguarda il wwf non si hanno più notizie della faccenda da giugno? Resistiamo!

da Gainassa 29/07/2011 6.35

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

I RAPPRESENTANTI DELL'ISPRA DEVONO ESSERE DENUNCIATI PERCHE' SONO DI PARTE E CONTRO I CACCIATORI INOLTRE OLTRE AD ESSERE NOCIVI SONO COMPLETAMENTE INUTILI!

da mario 28/07/2011 21.44

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Mallardo, io non ricordo di aver letto questa notizia, eppure leggo ogni giorno Big Hunter e comunque credo che una notizia simile bisognerebbe lasciarla sempre nella Hompage. Se i nostri nemici avessero avuto una notizia simile ci avrebbero massacrati. Ancora non abbiamo capito che loro ci battono perchè sanno fare la guerra mediatica!

da pintail 28/07/2011 20.30

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Pintail sarebbe bene che tu chiedessi scusa. Inoltre, per la cronaca, è bene ricordare che Federcaccia e Regione Toscana hanno già denunciato alla procura l'ISPRA per il suo incredibile comportamento a proposito del suo diniego alla richiesta di deroga per il fringuello. Ha detto no perchè non aveva dati, e i toscani, FIDC e Regione, l'hanno denunciata per inadempienza, facendo arrabbiare quel buonuomo di Ciarafoni che da vero ECODEM(OCRATICO?) aveva provato a far fare marcia indietro alla Regione.

da mallardo 28/07/2011 18.38

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Spett.le FACE,perchè non iniziate nel consigliare,almeno,sia le AAVV aderenti a FACE,sia i Presidenti di ATC a non invitare o meglio a non pagare esperti di ISPRA nei vari Convegni che si organizzano specialmente in questo periodo.Potrebbe significare un bel segnale, da perte del variegato mondo venatorio,a questi pseudo scienziati che a quanto sembra hanno poco di che vantarsi in materia venatoria rispetto ad altri colleghi Europei.

da francesco47 28/07/2011 16.57

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

ma bighunter ma da che parte sta ma si rende conto che finita la caccia anche lei finisce potrebbe anche lei darci una mano insieme si vince

da max 28/07/2011 15.16

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

no no,che confavi Fabrizio,è stato un lapsus,sai a una certa età........volevo dire coldiretti.

da max 60 28/07/2011 13.01

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Mi chiedo,se Face Italia,ha riscontrato tutte queste anomalie e a volte credo che ci siano anche i presupposti per denunce,perchè nn si adoperano per trascinare questa massa(ISPRA)di incapaci e incompetenti davanti a un tribunale???A parti invertite lora avrebbero fatto ferro e fuoco con noi....Invece noi cacciatori riceviamo sciabolate e rispondiamo col fioretto....

da ANTONIO 28/07/2011 12.50

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Per chi non lo ricorda,l'Ispra è stato l'ultimo grande regalo fattoci da Pecoraro Scanio,il dramma vero che in quel periodo le associazioni hanno sottovalutato il pericolo,alcune addirittura hanno offerto il loro plauso.Ritengo che oggi l'unico rimedio più che fare noiosi quanto infruttuosi proclami è adire legalmente ogni qualvolta ci viene offerta la possibilità,ovvero quasi quotidianamente. Convinto che almeno in queste dinamiche non bisogna presentarsi divisi,auspico che le associazioni insieme a Caccia Ambiente sappino far fronte comune.

da vittorio cavaliere-bari. 28/07/2011 12.49

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

x marco 74...io credo di ricordare che l'I.N.F.S, da ente indipendente sia stato consegnato nelle mani del Ministero dell'ambiente dal governo Prodi nei pochi mesi che è durato con il consenso dell'accozzaglia di partitini(comunisti ed ambientalisti)che lo sostennero finchè durò ; ed ai quali dovette dare tutto e più di tutto; nel caso specifico l'ente che dava le indicazioni scientifiche al Ministero fu consegnato al Ministero che così dava le direttive che voleva a se stesso.Controllate se ho ragione perchè forse ricordo male....

da Festinalente 28/07/2011 12.45

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

per me, l' ispra va semplicemente abolito, data la sua palese inutilita', allo stato attuale dela legge. Il calendario venatorio e' atto di competenza delle Regioni, che ben possono avvalersi di propri esperti ornitologi o di un proprio ufficio apposito.

da Fabrizio 28/07/2011 12.31

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

ispra......un'altra onlus animalista.....

da max 60 28/07/2011 12.07

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

Il problema vero è come un ente scentifico possa avere più potere delle leggi esistenti e possa fare il bello e cattivo tempo. La vergogna invece e come le associazioni venatorie non intervengano con forza contro questi ABUSI DI POTERE e contro le offese rivolte a tutto il mondo venatorio italiano screditando l'Italia intera; ma probabilmente sotto tutto ciò esistono delle mire politiche ben precise....

da A-20 28/07/2011 11.38

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

No ma veramente a volte non mi capacito di come improvvisamente "qualcuno" scopra l'acqua calda. Siamo nel mondo di internet, dell'informazione e/o disinformazione globale. Nel tempo della privacy difesa a spada tratta, in teoria, e calpestata quotidianamente, in pratica.E allora???!! Magari provare a fare una semplice ricerca sul web sui nominativi di chi si occupa in ISPRA sulla caccia e non solo. Magari si scoprirebbe, semplicemente e banalmente, che molti di loro (tutti???!!!) sono "legati mani e piedi" ad associazioni ambiental-ANIMALISTE che vogliono la nostra estinzione ....magari soltanto poco a poco...Ma la sostanza non cambia. Presso atto di questo, magari poi la "finiremo" di stupirci che l'acqua è....bagnata. :-((

da Ezio 28/07/2011 11.36

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

L'I.N.F.S. Istituto Nazionale Fauna Selvatica, mi sembra che fosse gestita da universitari che si impegnavano ed erano abbastanza consapevoli e vogliosi,(mi sembra o sbaglio?). Ma Ispra da chi e' gestito? Scusate vorrei un chiarimento se qualcuno gentilmente sa darmelo...

da Marco 74' 28/07/2011 11.23

Re:Face Italia: sistema caccia in corto circuito, l'Ispra rispetti il suo ruolo

allora come si fa...... paghiamo un'ente che non sa fare l'ente?????? paghiamo tasse e cazzate varie per campare questi che stanno tutto il giorno a non fare niente e in più non fanno altro che mettere bastoni tra le ruote a cacciatori???? weeeeeee.... sveglia..... quì bisogna smettere di pagare tasse atc ecc ecc. ma chi si credano di essere??? basta spolpare la nazione!!!!!!!

da cecco 28/07/2011 11.16