Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Fidc commenta voto Parlamento Ue su Legge Ripristino NaturaBasilicata: ok a modifica dimensoni degli Ambiti Territoriali di CacciaRegione Lombardia vieta la caccia nei valichi montaniFACE: continuare a lavorare su accettazione sociale della cacciaLiguria, cacciatori perplessi su gestione PSAFidc: cacciatori importanti nella conservazione della fauna selvaticaFidc risponde all'allarme cartucce nelle conserve: "preoccupante non si rilevino corpi estranei"Il prelievo del muflone rimane sospeso al GiglioPiano controllo cinghiale Marche: braccata non sufficientemente giustificataMarche: Tar respinge ricorso contro piani corvidi e volpeMarche, associazioni venatorie rispondono ad Arci CacciaPuletti "mantenere tesserino cartaceo in Umbria"Approvato Piano controllo cinghiale Provincia di OristanoAnuu: pretestuose lamentele animaliste in UE. Occhio alle elezioniArci Caccia "basta illudere i cacciatori, ora calendari con i piedi per terra"Il Parlamento europeo ha adottato la legge sul ripristino della naturaZunino "il Fatto fa revisione storica, Videsott (storico Direttore Gran Paradiso) era cacciatore"Bruzzone sugli attacchi dei 100% animalisti: “Fanatici che godono della morte dei cacciatori”Si allarga la zona di restrizione per la PSA in ItaliaAl via a Valdarno aretino il Coordinamento Colombaccio ItaliaItalcaccia Veneto sollecita soluzioni sui richiami viviMarche: il Calendario Venatorio 2024 - 25 fa già discutereFidc: "telemetria, iniziati primi spostamenti beccacce"Appello della Cabina regia Toscana sulla rappresentanza negli AtcParlamento Ue al voto su legge per ripristino naturaPSA: Approvati Piani di Intervento Urgenti 2024 in BasilicataIn Austria il 71% dei cittadini approva la cacciaA Piacenza richiesta cabina di regia contro PSAAggiornamento per 70 guardie venatorie a BolzanoCacciatori pistoiesi donano 2,5 quintali di carne di cinghiale al Banco AlimentareCia Toscana: obbiettivi fauna selvatica vanno rivistiFACE: su habitat e biodiversità siano riconosciuti in UE i risultati ottenuti dai cacciatori A Concesio (BS) il punto sui richiami viviLombardia, Tar accoglie ricorso LAC sui valichi montani 15 nuovi agenti faunistici venatori aTorinoPiano assestamento caccia al cinghiale per l'Atc VasteseFebbo (FI): ci sia più pragmatismo nel nuovo Piano faunistico abruzzeseEos 2024 chiude con record di 40 mila visitatoriBaggio in pandino su Instagram Bruzzone a Eos "sulla sostanza della mia proposta non arretreremo"Toscana, interrogazione di Fantozzi (FdI) sui ritardi del Piano faunistico venatorio30 mila ingressi a EOS. File ai tornelli per rischio infiltrazioni animalisteSalerno: fino a fine marzo controllo con girata al cinghiale Lazio, associazioni venatorie contestano nomine dei GOTLega Emilia R. "mancato controllo dei cinghiali per paura degli ambientalisti"Lombardia: Assessore Beduschi anuncia task force su contenimento fauna selvaticaCia Agricoltori "Regioni attuate Piano straordinario fauna selvatica"A EOS annunciato presidio animalista, sarà scortato dalla PoliziaEmilia Romagna chiede stato di calamità per PSAToscana "per affrontare PSA necessaria collaborazione con i cacciatori"Fidc: "Wwf e Lipu fanno passare per vittoria la batosta al Tar su Vinca e Calendari Venatori"Arci Caccia Toscana: "rinnovo appostamenti di caccia entro il 28 febbraio"Toscana: Ass. Saccardi promette nuovo Piano Faunistico entro 2024Francia: rinnovato alla FNC status di Associazione per la protezione ambientaleLa Cabina di Regia interviene sulla procedura di Infrazione sulla cacciaBasta con l'odio animalista. Solidarietà di Fratin non sia solo ad IspraNo delle associazioni venatorie all'argamento del Parco della MaremmaContinua la campagna anti caccia del Fatto Q.Sottosegretario La Pietra: "le Regioni attuino il Piano contenimento fauna selvatica"Addio al Prof. Silvio Spanò. Il saluto del Club della BeccacciaEos 2024 punta sulla carne selvatica gourmetRichiami vivi: Dall'Europa alla Lombardia - Tra Applicazione, Politica e AnelliniRicco programma di approfondimenti Fidc ad Eos24Sospeso prelievo venatorio di ipotetici mufloni al GiglioSentenza Tar Lazio: Linee guida Vinca non vincolanti su Calendari VenatoriPd ancora su modifiche 157: "riportare Ispra al centro dei processi decisionali"Ministro Tajani: "accelerare approvazione norme caccia"Italcaccia Pescara: "No all'allargamento dei Parchi in Abruzzo"Modifiche alla 157/92, la posizione di Arci CacciaVaccari chiarisce "io e il Pd contro la legge Bruzzone"Pdl Brambilla. In audizione la Cabina di Regia del mondo venatorioAmbientalisti contro Vaccari (PD) per posizione su riforma legge 157Fidc smentisce accuse Lipu su stagione caccia 2023 - 2024Al Senato interrogazione di Paroli (FI) sui controlli del SoardaRiforma Bruzzone. Ecco come la pensano le Associazioni VenatorieProposta Bruzzone prosegue il dibattito in CommissioneTelemetria Fidc, "Nessun tordo ancora in migrazione"Aperta procedura di infrazione contro l'Italia sulla cacciaBuconi: Oltre mille emendamenti alla proposta Bruzzone, pericolo Pdl BrambillaAlleanza Verdi e Sinistra contro riforma BruzzoneToscana, approvata delibera CAV, novità su appostamenti e anelli richiami viviGli avvocati del ricorso: un autogol per il Comprensorio PrealpiVeneto: Italcaccia chiede attivazione caccia in deroga e cattureCommissione per le petizioni Ue risponde a Fiocchi sul lupoPsa, Droni dell'Esercito sul piacentino alla ricerca di carcasse di cinghialeEmilia Romagna. Lega attacca Pd su gestione cinghialeBruzzone: "su caso Puletti manca la condanna delle associazioni ambientaliste"Buconi (FIDC): "solidarietà a Puletti, serve intervento legislativo concreto"Selezione cinghiale Prealpi Bergamasche. Cacciatori vincono ricorso contro CASparvoli "ennesima manifestazione violenta, Governo intervenga"Transito sentieri Umbria. Puletti scortata dopo insulti e minacce ambientalistiConvegno Libera Caccia a Treviso con Bruzzone e Presidente SparvoliAtto vandalico animalista contro la Lega di Legnano

News Caccia

Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori


martedì 24 maggio 2011
    
Lipu no alla ridiscussione dei dati Ispra Dopo l'interrogazione parlamentare dell'onorevole Cenni sul lavoro che il ministero dell'Agricoltura ha avviato in merito alle indicazioni tecniche fornite dall'Ispra per i calendari venatori (stato di conservazione degli uccelli e periodi riproduttivi), anche la Lipu si rivolge al Ministro Saverio Romano per chiedere chiarimenti su quanto sostenuto dalla parlamentare del Pd (ossia che una parte del progetto preveda il coinvolgimento delle organizzazioni venatorie tramite la delegazione italiana del Cic a cui sarebbero stati affidati alcuni fondi), oltre a chiedere che venga sostenuta la necessità che la Guida già elaborata dall’ISPRA sia pienamente applicata dalle regioni.
 
L'associazione ambientalista ricorda che “l'Ispra ha già elaborato e trasmesso a ministeri interessati e regioni, nel luglio del 2010, una dettagliatissima Guida con cui si illustrano lo stato di salute delle varie specie di uccelli e i periodi di migrazione delle stesse”. “Si tratta – sostiene la Lipu - di informazioni decisive per stabilire i calendari venatori e, in molti casi, la necessità di tutelare maggiormente gli uccelli restringendo la stagione venatoria o cancellando alcune specie dalle liste delle specie cacciabili”. La Lipu non vede il motivo di tornare sui dati già forniti dall'Ispra e avanza il dubbio che la nuova iniziativa possa dipendere “da quanto emerge dai dati scientifici ufficiali diffusi dall’ISPRA, e cioè che i prossimi calendari regionali devono eliminare numerose specie e restringere la stagione venatoria agli uccelli tra il 1 ottobre e la metà del mese di gennaio”.

D'altro canto l'associazione fa notare che in quei dati ci ha messo lo zampino, grazie ad un "imponente lavoro condotto per conto del ministero dell’Ambiente ai sensi degli impegni scientifici internazionali dell’Italia,  certificato proprio dall’Ispra" (non si capisce allora bene perchè lo stesso principio non possa valere per una collaborazione da parte dei cacciatori, che conoscono ben più da vicino le varie specie oggetto di caccia e alla cui conservazione devono la stessa continuazione della loro passione).
 
La Lipu dichiara la propria chiusura alle posizioni emerse dal Tavolo tecnico sulla caccia, convocato proprio per affrontare la situazione dei calendari venatori: “la nostra disponibilità istituzionale è sempre massima - dichiara l'associazione -  ma sia chiaro che non parteciperemo ad alcun tavolo tecnico che voglia strumentalmente cambiare le carte in tavola”. L'associazione ha inoltre reso noto che informerà della delicata situazione anche la Commissione europea.

Leggi tutte le news

32 commenti finora...

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

azzo se siamo noi a dover andare a lavorare immagino tutti quelli delle associazioni animaliste, se tu ed i tuoi amici verreste una settimana con me a lavorare vi farei dire basta per una vita.. ( ma voi nemmeno quella settimana avete mai fatto in vita vostra ). Noi lavoriamo e paghiamo per la nostra passione, voi siete pagati per scassare la M*****A.

da Adamo - libero - cittadino - e libero - cacciatore- che - paga - le - tasse - per - la - sua - passi 30/05/2011 19.44

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

X Che risate...diccelo tu cosa sia il lavoro!!Io mi spacco la schiena dalla mattina alla sera,riesco anche a trovare il tempo per andare in montagna alla ricerca di cio che mi offre la natura!!la caccia in primis,una volta chiusa,dagli asparagi ai tartufi!!!!e per di più mi rendo anche utile per il mantenimento invariato nel tempo di tutto ciò!!!!tu invece oltre a dire cretinate,come del resto tutti gli animalari come te,che vivono delle nostre tasse e di quelle dei cittadini ignari,con le vostre ridicole,insulse ed inutili associazoncine composte da 4 gatti,un paio di impiccioni e,una dozzina di esaltati estremisti,cosa fai nella e per la natura ogni giorno??!!gia sò la risposta!!!!!!!!

da ar cacciatore 26/05/2011 14.06

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

certa gente mi fa davvero sorridere.......non sanno una mazza ne di fauna ne di ambiente, sono stati sconfessati dal simposio di Nagoya, dalla stessa ISPRA e finanche da una recente sentenza della Corte europea dei diritti dell' uomo........e insistono perfino dopo le figure piu' orrende..... fortuna che gli italiani non sono un popolo di idioti e li ignorano sempre piu' sprezzantemente !!! vadano a lavorare, almeno fanno qualcosa di utile !!

da Fabrizio 26/05/2011 9.30

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Io proporrei di alzarvi del 50% il costo del porto d'armi e per ogni animale ucciso 500 euro xD, cosi' si che potete dire che pagate... ANDATE A LAVORARE al posto DI FARE BANG... CHE IL LAVORO NON SAPETE COSA SIA... PF CACCIATORE ....

da Che risate 25/05/2011 22.12

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Conviene sempre fare come fanno in tanti.....farsi le leggi da soli....e non dare un soldo a certi fenomeni!....ma cosa aspettate....??...ancora non vi basta di essere presi in giro?!

da gene raspa 25/05/2011 11.40

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

hai ragione caro max 60, e noi li paghiamo...

da Adamo 25/05/2011 4.31

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

x Adamo.l'ispra i dati falsi non li può dare ,sai perchè?....perchè l'ispra i dati non li ha propio........

da max 60 24/05/2011 23.44

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

ma non rompete le palle..in Calabria avete chiuso la caccia ai tordi il 20 gennaio dopo che un cacciatore ha pagato tutti i versamenti..e poi la caccia all'estero sopratutto in Grecia è aperta sino a fine febbraio..ma sapete cosa è la MIGRAZIONE??? mi sa di no..in Calabria i tordi sono presenti sino ai primi giorni di Marzo..le tasse per il porto d'armi non diminuiscono mai..

da da FRANCY 24/05/2011 22.19

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

tortore e quaglie almeno il primo settembre,e gia' cosi'serve a poco!

da lupolucio molisano 24/05/2011 21.30

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

1° settembre scusate.

da Adamo 24/05/2011 20.01

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Tutti e due a braccetto...!!! Gli unici che possono dimostrare il contrario sono le nostre associazioni venatorie o una vera battaglia che dovrebbe cominciare cacciaambiente per smentire tutti i dati falsi che mostra l'ispra, come dice l'amico su possibile che i tordi ripassano a gennaio in puglia? impossibile perchè non lo fanno da anni, possibile che si debba cacciare la tortora il 1° d'agosto? non ce ne sono più, le quaglie la terza settimana? scomparse, Insomma è tutta na falsa, se chi ci rappresenta non si muove questa se non peggio sarà la situazione calendari venatori regionali, poi dicono che il 15 di agosto non devo andare a tortore in romania, lo volete voi che ci vada, altrimenti qui sparo alle farfalle.

da Adamo 24/05/2011 20.00

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

meno male che dovevano darci 10 gg in più a febbraio!!!!!! invece è grassa se non ci levano ancora periodi e specie, che schifo! a questo punto viene voglia di fare come ormai tanti, andare all'estero...

da calibro 20 24/05/2011 16.54

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

I dati li hanno suggeriti loro ...ovvio che non vogliono che vengano modificati!!!!

da Rudi4x4 24/05/2011 15.51

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

AAVV,presenti al tavolo tecnico, non mollate.Confronto sul calendario venatorio secondo dati scentiici europei.

da PINO 69 24/05/2011 15.18

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

E ci mancherebbe che gli "ambientalisti".....rigorosamente tra virgolette..... italiani volessero la ridiscussione di "qualcosa". Andrebbe a finire che qualcuno si accorgerebbe "chi", "cosa" e come è stato sacrificato in favore di "chi altro" e "cos'altro". Altro che attenzione per l'habitat... da PIANGERE!!!! :-((

da Ezio 24/05/2011 15.08

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Negli altri paesi europei le più note specie cacciabili che seguono lo stesso areale di migrazione (compreso il nostro) hanno un periodo di apertura e di chiusura soprattutto è molto più ampliato, ancora l'ISPRA deve dare ufficiali dichiarazioni in merito di come sia possibile che solo in Italia il periodo di migrazione pre e post nuziale sono diversi dagli altri paesi! Ben venga la Commissione Europea dunque, almeno credo e spero che essa con i dati scientifici EUROPEI e REALI alla mano opportuni possa chiarire le cose in merito, poi se anch'essa è faziosa e chiusa a riccio sorda a tutto e convinta delle proprie ideologie erronee come animalisti e ambientalisti vari siamo rovinati!

da BigH_Tony 24/05/2011 14.46

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

PRECISO CHE CON IL TERMINE "A DA VENI O ARRIVERA' BAFFONE, SI INTENDE UN CAMBIAMENTO RADICALE NELLA SOCIETA'.NEL NOSTRO CASO SIGNIFICA CHE E' AUSPICABILE CHE QUESTE QUATTRO SIGLETTE ANIMALISTE MANGIASOLDI ED I LORO COMPONENTI SPARISCANO AL PIU' PRESTO DALLA SCENA DELLA SOCIETA' ITALIANA,E SI TORNI AGLI ANTICHI VALORI DI UN TEMPO NON TROPPO LONTANO!

da mario 24/05/2011 14.22

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Hanno paura i buffoni!!!!!!!!!stanno tremando!!!sanno che facendo una vera ricerca scentifica confermi tutto ciò che diciamo noi cacciatori,e a quel punto loro e ispra vadano alla gogna!!!!!!!AVANTI TUTTA E SPERIAMO BENE!!!...P.S visto che questi buffoni possono permetersi di chiedere chiarimenti a ministri andare in commissione europea a prostrarsi con le loro teorie dementi,perche le nostre AA.VV ESSENDO COMPOSTE DA PERSONE SERIE NON DA RIDICOLI PERSONAGGI INNAMORATI DEI SOLDI,NON FANNO ALTRETTANTO,DATO CHE NOI ANDREMMO A CHIEDERE CHIARIMENTI CON DATI CERTI ALLA MANO,NON CON LE STRANE FARNETICAZIONI DI QUE DEMENTI DEGLI ANIMALISTI????

da ar cacciatore 24/05/2011 14.20

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

baffone!!!!!! è poco!

da gianni 24/05/2011 13.58

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

LIPU, no comment...........

da ANONIMO VENEZIANO 24/05/2011 13.05

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

PENSATE CHE IN PUGLIA SONO STATI CAPACI DICHIUDERE LE CACCIA AI TORDI A DICEMBRE E A 5KM IN BASILICATA APERTA FINO A GENNAIO PERCHE I TORDI RIPASSANO SOLODALLA PUGLIA SECONDO LORO

da TORDO77 24/05/2011 12.56

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

QUELLI NON CONOSCONO UN GIORNO DI LAVORO

da TORDO77 24/05/2011 12.54

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

LIPU=LEGA ITALIANA PROTEZIONE USURPATORI!

da mario 24/05/2011 12.54

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Abbiamo un disperato bisogno di eroi della caccia e del territorio italiano.Chisa potrebbe essere caccia ambiente insieme all’acr………………………………speriamo.Dopo serre,colture intensive e cementificazione selvaggia gli utlimi spazi della pianura saranno chiusi dai pannelli solari,muovetevi la pianura piange!!!

da valentino88 24/05/2011 12.53

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

i dati forniti dall' ISPRA sono incompleti, frammentari, e non affidabili perche' smentiti dai piu' autorevoli ornitologi francesi ed europei, e dai migliori esperti italiani.......nella LIPU fanno solo propaganda in base alla solita subcultura animalista-anticaccia.

da Fabrizio 24/05/2011 12.40

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Ariecco i falsi!

da Presidente 24/05/2011 11.48

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Certo che la LIPU non vuole la ridiscussione dei datiISPRA,certa ass ha sempre chiesto la sparizione della caccia quindi certi dati errati forse volutamente in loro favore è certo chenon li vogliono ridiscutere.Siete solo un branco di cialtroni pur di far chiudere la caccia vi attaccheresti agli specchi-

da IL FALCO NERO 24/05/2011 11.47

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Manipolazioni fantasma affliggono i doveri di tecnici ed osservatori chissà perchè qualche contentino per dover chiudere gli occhi a qualcosa che galleggia grazie a questi psedo ambientalisti, chissà che nei tempi avvenire usciranno fuori gli scheletrini dagli armadi. La speranza sarà l'ultima a morire chi vivrà vedrà.

da VDM 24/05/2011 11.30

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

osservazioni procedimentali e di merito e, pertanto di esprimere le valutazioni, che l’hanno portata a disattendere il parere. cancellando alcune specie dalle liste delle specie cacciabili». 2.4.25 Consentire o meno la prosecuzione dell’attività venatoria nei confronti di specie che presentano uno stato di conservazione sfavorevole è la questione emersa nel corso della discussione dell’ultimo emendamento proposto all’allegato II della direttiva. Nel paragrafo 2.7 della relazione 36 della commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la politica dei consumatori sulla proposta della Commissione elaborata nel 1991 relativa alla modifica della direttiva “uccelli”, si affermava quanto segue: “qualora una specie sia in declino, la caccia non può essere sostenibile per definizione, salvo che sia inserita in un piano di gestione adeguatamente funzionante che garantisca anche la conservazione dell’habitat e altri provvedimenti atti a rallentare e infine arrestare il declino.” Queste considerazioni, come le altre, evidenziano che ci son altri punti di vista, che non siamo più disposti a subire”verità” solo da una parte, e che probabilmente in questo caso, come forse anche in altri, la “verità” non è nella direzione che alcuni ci vogliono far credere . Non vorremmo mai pensare che l’Ispra si stesse trasformando in una sorta di oligarchia, convinta oltretutto, di essere l’unica detentrice della verità” Non e’ che qualcuno ha aperto gli occhi, e giustamente,come avvine anche in altri Paesi,si cominci a prendere in seria considerazione altre fonti scientifiche? E anche avallare i dati del Bacino Mediterrano ,magari con quelli Francesi dell’ IMPCF? Le regioni non hanno nessun motivo, giuridico per mediare a ribasso i calendari venatori.

da Alessandro Cannas 24/05/2011 11.20

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

Sarebbe interessante vedere gli studi e la relazione tecnica che avallo i dati dell’ornis del 2007. Perche’ tornare sui dati, quali? Sarebbe IMPORTANTE invece , per dirimere una volta per tutte la questione dell’inizio della migrazione prenuziale , ( questione tutta italica basti vedere i vari dati e le pubblicazioni discordanti presentate), che si iniziasse a prendere in considerazione l’uso di tali tecnologie per produrre studi attendibili e incontestabili, altrimenti potrebbe anche sorgere il dubbio che questa situazione di incertezza e conflittualità faccia comodo a qualcuno.Anche perche’; a che titolo dovrebbero indirizzare diversamente la reale fenologia della specie gli altri paesi Europei? Come del resto anche osservato nelle precedenti pubblicazioni di spessore Italiane,in tempi non “sospetti” la fenologia era esatta,oggi, stranamente discordante. i prossimi calendari regionali devono eliminare numerose specie e restringere la stagione venatoria agli uccelli tra il 1 ottobre e la metà del mese di gennaio.» Si precisa, tra l’altro, che l’Art. 7 comma 1 della legge nazionale 157/92 qualifica l’ISPRA come “Organi scientifico e tecnico di ricerca e consulenza per lo Stato, le Regioni e le Provincie”, la cui funzione Istituzionale non può, pertanto, essere quella di sostituirsi alle Amministrazioni nel compimento delle proprie scelte in materia di caccia, ma quello di supportarla sotto il profilo squisitamente tecnico. Sotto tale profilo va, incidentalmente, rilevato come l’Istituto abbia carattere Nazionale, cosicché può verificarsi la necessità di valutare le specifiche realtà regionali. Ne deriva che, applicando i principi generali in materia di rapporto tra provvedimento finale ed attività consultiva a carattere di obbligatorietà e non di vincolatività, il parere reso da tale organo sul Calendario Venatorio può essere disatteso dall’Amministrazione Regionale, la quale ha, però, l’onere di farsi carico delle

da Alessandro Cannas. 24/05/2011 11.16

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

avete paura che dati scentifici ridicolizzino quello che ISPRA ha dichiarato sotto vostro suggerimento.tanto prima o poi sparirete perchè non siete animati dalla nostra passione ma solo dal dio denaro che ultimamente scarseggia e quindi non ne avete per fare le vostre cazzate. noi la nostra passione ce la paghiamo da soli voi no.

da Emanuele 24/05/2011 10.57

Re:Lipu: no alla ridiscussione dei dati Ispra sui calendari venatori

ANDATE A LAVORARE CHE E' MEGLIO E NON ROMPETE PIU' I MARONI AI CACCIATORI!ARRIVERA' BAFFONE!

da mario 24/05/2011 10.43