Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Acma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"FACE: tolleranza zero sui crimini contro la fauna selvaticaAnuu "38 anni di raccolta ali tordi"Anuu: "una calda migrazione post nuziale"Trieste: celebrata la storica messa di San UbertoFidc: "una nuova rotta per la sorveglianza dell'aviaria"Cabina Regia Toscana a difesa del calendario venatorioFidc Lombardia: non ancora chiusa causa contro il calendario venatorioMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”


giovedì 28 ottobre 2010
    
Il Consiglio regionale della Toscana ha approvato all'unanimità una mozione, presentata dal consigliere aretino Paolo Enrico Ammirati (Pdl) e firmata da altri consiglieri del Pdl che impegna la Giunta a trovare soluzioni urgenti per risolvere l'emergenza causata dall'eccessiva presenza di cinghiali e cervidi in provincia di Arezzo e in particolare nell'Alto Casentino.  “Ormai la presenza di ungulati, soprattutto cinghiali – specificano i Consiglieri pidiellini  – ha raggiunto livelli di guardia in tutto il Casentino, determinando pericoli sia per le comunità locali (per esempio l’aumento di incidenti stradali o l’avvicinamento sempre più frequente di ungulati nelle zone abitate), sia per le aziende agricole che subiscono ingenti danni alle colture di ogni genere con conseguenti perdite economiche, in una fase peraltro di grave crisi economica generalizzata”.

La situazione è grave nonostante l'intensificazione dei prelievi e le nuove possibilità di intervento. Nel solo Atc 1 lo scorso anno sono stati abbattuti 2.200 ungulati a cui si aggiungono altri 205 prelevati con circa 84 interventi per chiamata diretta degli agricoltori e dei cittadini.

La mozione è stata accolta con favore anche dalla maggioranza, Vincenzo Ceccarelli (Pd) ha tuttavia ricordato che “la competenza è della Provincia e che questa ha affidato all’Atc la gestione de controllo della presenza degli ungulati e dei cervidi”.  Rispetto al numero elevato di cinghiali e cervidi sul territorio, Ceccarelli ha ricordato che la Provincia ha anticipato l’apertura della caccia a queste specie “ma il problema è complesso perché la presenza del Parco nazionale delle foreste Casintesi offre agli animali una zona di rifugio sicuro”.
Leggi tutte le news

10 commenti finora...

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

a montecitorio gli devono arrivare!!

da gianni 28/10/2010 22.07

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

se fosse per me....i cinghiali nel parco verrebbero grandi come gli elefanti!!!!!!!!! che se la sbrighino i nostri benamati amministratori!!!!!!!!!!

da paolo 56 28/10/2010 21.46

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

Nei Parchi regnano squilibri e degrado,se poi ci mettiamo le allegre gestioni di certi direttori,be!! stiamo allegri che primo o poi ci pregheranno per entrarci con il fucile...lasciateli cuocere nel loro stesso brodo.

da Rik. 28/10/2010 20.53

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

Invece di gufare sul futuro dei parchi mettiamoci al loro servizio. Che è poi il nostro futuro...

da Mino 28/10/2010 19.44

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

una mozione da dare in pasto ai creduloni non si nega a nessuno, come il titolo di cavaliere

da 30_06 28/10/2010 18.42

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

capanno colline lucca stamani visti 6 merli 1 tordo 1 sassello poi + nulla un anno così mai visto ma cosa succede? Sarà mica la nostra amica che ci ha fatto qualche rito vodù?

da paolone 69 28/10/2010 16.42

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

Quoto in pieno Fabrizio..che i nodi vengano al pettine!!!!

da NASO 28/10/2010 15.14

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

in effetti, prima il sistema parchi va in crisi e prima l'opinione pubblica e i politicanti di turno capiscono che un corretto rapporto fra caccia e territorio è la soluzione, anche economica, per i tanti difetti che noi cacciatori andiamo da tempo denunciando.Sarebbe bene anzi, far sì che fossero Acicaccia e Legambiente, notoriamente vicine alle posizioni ingiustificatamente protezionistiche,a lanciare il primo sasso. Aspettiamo con pazienza

da Giobbe 28/10/2010 11.04

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

gongolo ...... e spero che con l' inverno tre quarti degli alberi del parco siano scortecciati da cervi e daini...... e che i cinghiali facciano piu' danni della grandine ..... e spero che nessun cacciatore si presti a levare le castagne dal fuoco andando a caccia nel parco !! il dannoso sistema delle aree protette sta scricchiolando.....lasciate che crolli !!

da Fabrizio 28/10/2010 9.31

Re:Troppi ungulati nel casentino. Pd “nel Parco nazionale trovano un rifugio sicuro”

mandateli a casa brambilla che fanno compagnia all'asinello

da SARDIGNA 28/10/2010 9.17