Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Bilancio sociale Fidc "raddoppia impegno sociale dei cacciatori"Mazzali: animalisti distruggono un altro capannoToscana. Consiglio di Stato respinge ricorso animalistaAcma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Macerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale


lunedì 31 maggio 2010
    
Ha solo 19 anni Simone Borgesa ma in lui batte già il cuore di un vero cacciatore. Torinese di nascita, è appassionato di caccia, pesca, motori e calcio e come tutti i suoi coetanei ama uscire, andare a ballare e stare in compagnia. Tra i suoi mille svaghi, la caccia trova però uno spazio speciale che condivide con due dei suoi amici, anche loro giovanissimi.

La caccia per Simone è “una cosa fantastica, appassionante ed emozionante” che, spiega, deve essere intesa prima di tutto come controllo e gestione che l'uomo svolge sulle specie, in modo da consentirne un adeguato sviluppo. Un aspetto che per lui va enfatizzato agli occhi dell'opinione pubblica, al di là della questione alimentare. “Gli animalisti – argomenta - non sanno quanto sia buono il mio bel pezzo di carne cucinato dopo una bella battuta e quanto un fagiano o una lepre possano appagare gli sforzi fatti”. L'unico modo di difendersi dalle accuse infondate è, dal suo punto di vista, quello di far capire alla gente che l'attività venatoria è un aiuto alla natura e che “è un dovere dell'uomo svolgerla”.
 
Simone ricorda i suoi primi approcci con la caccia, quando a 16 anni è uscito con il padre all'apertura al capriolo. Più tardi ha trovato la sua vera passione: il cinghiale. “Non c'è niente altro al mondo – dice - che ti dà quelle emozioni e quelle sensazioni che senti quando ti si avvicina una canizza oppure il momento in cui incontri il re del bosco!” scrive. 

La caccia per Simone ha bisogno di serietà e competenza.“Credo che le associazioni venatorie siano una buona cosa se gestite nel modo giusto – ci dice - . In Italia c'è ne sono tante, forse troppe e creano un po' di divisione fra noi cacciatori mentre invece dovremmo cercare di fare l'opposto”.

Infine, tornando alla sua grande passione, Simone racconta una delle esperienze più importanti: quella del primo cinghiale abbattuto, un'emozione – dice – che si ricorderà per sempre.
 
Ero piazzato in fondo vallone di montagna dove scorreva un piccolo ruscello a una ventina di metri da me.. era quasi metà mattina e non si era ancora sentito niente, neanche un cane che faceva cenno di iniziare la seguita quando a un certo punto nella costa di fronte a me vidi un cinghiale scendere piano piano proprio verso il ruscello dove ero piazzato!
 
Piano piano imbracciai il Beretta A300 cercando ti tenere sotto mira l'animale, tremavo e avevo una paura tremenda di sbagliare e allora aspettai il più possibile in modo da farlo avvicinare. Il cinghiale arrivò al ruscello, fece per attraversarlo e a metà si blocco di colpo proprio girato con il muso verso di me! In quel momento lasciai andare il primo colpo, bam!! Vidi l'animale che cadde proprio sul posto a gambe all'aria, ma non feci in tempo a pensare di aver fatto centro che si tirò su e iniziò a correre davanti a me per risalire la costa alle mie spalle.
 
Colto di sorpresa gli feci di corsa il secondo colpo ma vidi una bella fumata proprio dietro l'animale!  Non lo avevo anticipato! Adesso sapevo di avere solo più un colpo a disposizione e quando vidi il cinghiale che a inizio salita andava sempre più piano, capii che il primo colpo aveva fatto centro, allora presi bene la mira e bum!! L'animale crollò li sul posto senza più rialzarsi. Alla fine ero cosi agitato che non credevo ai miei occhi! Ce l'avevo fatta!! Detti la buona notizia agli altri della squadra che si congratularono con me.. ero felicissimo! Andai vicino alla spoglia dell'animale e vidi che avevo ragione: con il primo colpo lo avevo preso ma nonostante la ferita si era fatto più 30 metri di corsa in salita!".

Vai alla sezione BigHunter Giovani

Leggi tutte le news

9 commenti finora...

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

Ciao Simone! Hai proprio ragione: quando arriva la canizza il cuore batte forte! In bocca al lupo per tutto.

da Emanuele Castelli 22/06/2010 13.01

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

Buongiorno Sig.ra Alessandra Lei ci parla di patologico e di ludico. E' mai scesa in campo contro -tanto per dirne una- le derattizzazioni? Lo faccia Signora altrimenti Lei avrà la felicità di non aver casa invasa dalle "pantegane" ed al contempo avrà Lei da interrogarsi sulla sua "patologia" di decidere chi si e chi no. L'ipocrisia è una brutta bestia, mi creda. Ma la verità è ancor più semplice e sopra già Le è stata espressa da altri; si domandi perchè i giovani cacciatori e le donne cacciatrici, Le tolgono il terreno sotto i piedi, sul quale sta cercando di costruire senza radici. Come già ho detto mille volte, rubando il concetto ad un grande della Tv e della caccia Italiana, sia coerente sino in fondo Signora e prenda appuntamento dal dentista per farsi togliere i canini, che geneticamente la inquadrano inequivocabilmente. Può farlo se vuole ma i nuovi nati li avranno di nuovo, se ne faccia una ragione. Buona Giornata e un saluto. P.S. Il cinghiale in oggetto è stato mangiato, grazie anche all'uso dei canini.

da Silvano B. 02/06/2010 8.45

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

Vedete bene che i giovani, agli animalisti, fan venire l'itterizia! Ll'è 'n boccone che non digeriscono. Il cinghiale, invece noialtri, lo si è digerito, ed era bbono pure! (Alessandra)

da Fromboliere 01/06/2010 11.28

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

errata corrige; cinghiale

da Nato cacciatore 01/06/2010 10.51

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

per Alessandra, di patologia c'è solo la tua di fronte al rifiuto di un bel pezzo d'arrosto di cingiale.

da Nato cacciatore 01/06/2010 10.49

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

ciao Simone benvenuto. Non ascoltare i commenti come quello sopra, continua a portare avanti la tua passione con orgoglio e dedizione.

da patrick.deconti 01/06/2010 9.58

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

L'esaltazione di chi racconta la fuga disperata, le ferite inferte, il sangue, la morte PER DIVERTIMENTO, l'agonia, è sicuramente patologica. Curati, che sei ancora giovane. Lo dico per il tuo bene.

da Alessandra 01/06/2010 9.50

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

Caro Simone hai lo stesso nome di mio figlio che ha 10 anni e spero un giorno se vorra' di fargli provare la tua stessa emozione anche se pratico una caccia diversa,faccio penna, ma soltanto il fatto di uscire insieme, se dio vorra', mi appagherebbe figuriamoci se in lui dovesse uscire la passione vera un grande in bocca al lupo x tutto.

da steno 69 31/05/2010 20.26

Re:BigHunter Giovani. Simone Borgesa: il mio primo cinghiale

Giovani, giovani!!!! voi siete meglio di qualsiasi discorso, concetto e ragionamento. Voi siete la vera spina nel fianco dei nostri nemici.

da Fromboliere 31/05/2010 18.20