Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Modifiche legge caccia. Lollobrigida chiede istanze alle associazioni venatorieLombardia: approvata caccia in deroga al piccioneRegione Lazio "ecco le nuove misure per il contenimento dei cinghiali"Lazio approva Piano straordinario contenimento cinghialiLa caccia nel Dibattito alla Camera sul Decreto AgricolturaApprovato Odg Bruzzone su urgenza riforma della legge 157/92Ok del Governo a Odg per inserimento stambecco tra specie cacciabiliOggi riunione al Ministero con le associazioni venatorie sulla 157/92Veneto, associazioni chiedono urgente incontro in GiuntaNasce alleanza Coldiretti - Fidc in ToscanaStretta sui cinghiali in Piemonte. In arrivo 176 militariSpagna: quaglie in buono stato di conservazioneDa Federcaccia Lombardia critiche per alcuni emendamenti approvatiBASC alla ricerca di conferme dal nuovo governo laburistaA Palermo un importante convegno sulla lepre italicaBaggio in Tribunale contro gli animalisti "Vado a caccia da 30 anni e rispetto la legge"Massardi (Lega, Lombardia): “Bene approvazione modifiche in materia venatoria”Bravo (FDI): "approvate in Lombardia modifiche alla legge sulla caccia"Caccia in deroga: Italia fanalino di coda in UESondaggio in Romania: i giovani conoscono e apprezzano la cacciaNovità dalla Regione Toscana su controllo del cinghialeRidefinì territori di due squadre di caccia: condannata Regione CalabriaOsservazioni di Arci Caccia Toscana sul Calendario venatorioDocufilm Anuu "Atalante: I Custodi dell'Equilibrio Naturale", su Prime VideoUmbria, il cinghiale si caccia per quattro mesiPuletti, Assessore Morroni approvi caccia in deroga nonostante IspraCastellani (Anuu) a Lollobrigida "ritiro emendamenti beffa ingiustificabile"Enalcaccia al Governo "urgente nuovo Dl per dare certezze normative ai cacciatori"Da Fiocchi stoccata a Bruzzone sul DL Agricoltura "ha illuso i cacciatori"In Puglia in arrivo Piano straordinario cinghialeEcco l'Odg sulle Aziende Venatorie accolto dalla Commissione del SenatoFace: "Gli stagni dei cacciatori potenziano la biodiversità delle zone umide in Italia"Umbria, Mancini (LEGA): servono almeno 120 giorni di caccia al cinghialeLollobrigida cerca di riconquistare i cacciatoriDecreto Agricoltura, esultano animalisti e M5SFidc Lombardia: "Sui valichi soluzione inaccettabile"Il Presidente FACE Larsson ribatte alle critiche del Past President EbnerFiumani (CPA) denuncerà Ispra per mancato calcolo "piccole quantità" sulle derogheAnlc: “non ci arrendiamo”Lollobrigida: "avremo altre occasioni per discutere di caccia"Senatrice Fallucchi (FdI): soddisfazione per l'ampliamento della caccia al cinghialeSottosegretario La Pietra (FdI): "cacciatori mai come ora trattati con rispetto"Lettera aperta di Castellani (Anuu) a Francesco BruzzoneBuconi: "problema calendari venatori rimane, Governo trovi soluzione"Arci Caccia: "Modifica 157, la montagna partorisce un topolino"Bruzzone: "dietrofront del Governo sulla caccia, mi sento preso in giro"Decreto Agricoltura: Ritirati emendamenti della Riforma Bruzzone sulla cacciaDecreto Agricoltura: Ok alla caccia al cinghiale notturna con visori Fidc "Legge ripristino natura fondamentale per ambiente e fauna selvatica"Decreto Agricoltura riprende l'esame. Protestano gli animalisti per emendamenti cacciaVeneto, rettifica Calendario Venatorio su due giornate integrativeGli Ex Presidenti dell'Intergruppo Caccia Ue contestano la FACECinghiali, Abruzzo: "Regione a fianco degli agricoltori"Le posizioni di Fidc Uct Toscana sul Calendario Venatorio 2024 - 2025 Cinghiali, botta e risposta tra Caretta e VaccariAbruzzo "riconosciuti dal Tar diritti dei cacciatori"Fidc Campania: improcedibile ricorso animalisti su calendario venatorio 2023 - 2024Violenta rapina nella villa vicentina di Roberto BaggioSottosegretario Barbaro annuncia svolta sulla caccia in derogaDecreto Agricoltura: le impossibili proposte animaliste sulla cacciaFidc Brescia "da Decreto Agricoltura attese risposte a promesse elettorali"Al Congresso scientifico ECCB, Fidc porta due progetti sulla lepreOasi Valpredina, Wwf perde al Tar contro alcuni capannistiIn Spagna la RFEC chiede istituzione reato d'odio contro i cacciatoriToscana, approvata caccia in deroga a storno, tortora dal collare e piccioneArci Caccia Pistoia "se non si fa manutenzione Padule di Fucecchio a rischio"Marche: ok a modifiche legge sulla cacciaPresentati gli emendamenti sulla caccia al Decreto AgricolturaLazio: approvato Calendario Venatorio 2024 - 2025Emilia Romagna: annunciato nuovo bando depopolamento cinghiali Lombardia, in arrivo il Piano straordinario controllo fauna selvaticaVerdi e animalisti sconfitti in UE: perdono un quarto degli europarlamentariMarche, approvati piani caccia selezione al cinghiale 2024 - 2025Adottata la Legge per il ripristino della Natura in UeVeneto: Confavi, Acr, Italcaccia, Acv criticano Calendario VenatorioApprovato Calendario Venatorio Veneto 2024 - 2025Richiami vivi, Arci Caccia Pistoia avanza richieste di modificaFidc Brescia: da Regione un chiarimeno sui richiami viviPiani contenimento cinghiale, Coldiretti si mobilitaInterrogazione PD a Lollobrigida "che fine hanno fatto i piani straordinari sul cinghiale?"Lombardia: nuova ordinanza per depopolamento cinghialiFrancia: equivale a 108 mila posti di lavoro il volontariato ambientale dei cacciatoriConsigliera Gibertoni in Emilia R. chiede di cancellare a caccia alla volpe

News Caccia

Sparvoli: Una interrogazione assolutamente inutile


giovedì 22 giugno 2023
    
 
 
Riceviamo e pubblichiamo:


Una interrogazione assolutamente inutile. Nella seduta del 16 giugno, l’onorevole Arturo Scotto ha presentato un’interrogazione al Ministro dell'ambiente e della sicurezza energetica e al Ministro dell'agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste per avere risposte su alcune questioni che, in effetti, sono già estremamente chiare e ben note a chi si occupa – anche se marginalmente – delle problematiche connesse alla tutela ambientale, alla salvaguardia delle produzioni agricole, alla difesa della biodiversità e al rispetto delle norme dettate da organismi scientifici internazionali.

Delle due, l’una: o l’onorevole Scotto si è semplicemente fatto portavoce delle battaglie abolizioniste portate avanti dalle ben note sei sorelle dell’“animal-ambientalismo” italico, senza verificarne l’attendibilità e la correttezza, oppure dimentica (o ignora) la mole enorme di provvedimenti chiaramente anti venatori e totalmente immotivati che sono stati presi nel corso di quasi un trentennio da tutta una serie di esecutivi nei quali la componente ambientalista e anticaccia era non solo dichiarata ma rappresentava una lobby estremamente potente.

Affermare che l’ISPRA costituisca attualmente, ed abbia costituito per decenni, un organo autonomo di consulenza scientifica per lo Stato, con una autorevolezza scientifica riconosciuta e apprezzata a livello internazionale significa negare l’evidenza dei fatti.

D’altra parte, se in questi ultimi anni ci sono state decine di sentenze che hanno avallato l’operato delle regioni (anche su indicazioni del mondo venatorio) di discostamente dai pareri ISPRA, qualcosa dovrà pur significare.

Anche i più profani sanno perfettamente che l’Istituto (peraltro gravato da incombenze di gravità ben maggiore di quella rivestita dai calendari venatori) non gode di una particolare considerazione internazionale. In effetti, l’autorevolezza scientifica dell’Istituto è stata mesa in forte discussione in sede di Comitato NADEG dove quasi l’unanimità degli Stati Membri era d’accordo su una modifica dei KC sulle date di apertura e chiusura della caccia. Inutile dire che una delle rarissime voci in disaccordo su questa linea è stata proprio quella dell’ISPRA.

Questa posizione di assoluta minoranza ha comportato la creazione di un “Sub Comitato Ristretto” per cercare di uniformare il più possibile queste date a livello europeo.

Infine, è doveroso ricordare che, proprio in sede di NADEG, l’ISPRA ha utilizzato una bibliografia non conforme alle richieste del Comitato stesso ma si è servita di una documentazione utile a sostenere le proprie tesi, sempre sfavorevoli ai cacciatori italiani.

Per quanto riguarda, poi, la lamentata ricostituzione del comitato tecnico faunistico-venatorio nazionale, sospeso nel 2012 e mai più rinnovato, appare quanto mai singolare che l’onorevole Scotto paventi una insufficiente rappresentatività del mondo animalista e abolizionista al quale la legge permette magnanimamente di presentare ai vari TAR fiumi di ricorsi “fotocopia” a titolo del tutto gratuito. Ricorsi che, è bene che l’onorevole lo rammenti, hanno finito per cancellare la certezza del diritto riducendo – spesso in maniera tanto pesante quanto immotivata – i periodi e le specie di caccia per i quali i comuni cittadini avevano anticipatamente versato nelle casse dello stato e delle regioni sostanziose tasse.

I cacciatori italiani si augurano che i ministri chiamati in causa da questa interrogazione chiaramente di parte, oltre che superficiale, sappiano rispondere continuando a rivendicare la propria competenza e la propria autonomia sulla materia, sgombrando il campo – una volta per tutte – dalle derive di stampo ideologico che non giovano né all’ambiente, né al mondo della produzione agricola, né al benessere animale, né alla salvaguardia della biodiversità.


Paolo Sparvoli
Presidente Anlc

Vai al testo dell'interrogazione

Leggi tutte le news

0 commenti finora...