Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Umbria: Mancini e Puletti, richieste sulla caccia rimaste inascoltateCalendario Venatorio Calabria: preapertura dal primo settembreUmbria: addestramento cani dal 15 agostoCalendario Venatorio Calabria: le osservazioni delle Associazioni VenatorieMarche: aumento annuo del 50% su abbattimenti cinghialeRicorso Tar Calendario Venatorio Sicilia. Intervengono Fidc e AnuuPuglia: ecco Calendario Venatorio e preaperturaUmbria. Approvato Calendario Venatorio 2022 - 2023Berlato: "Regione Veneto abbassa indice densità venatoria"Emilia Romangna: Presidente Arcicaccia Maffei attacca la LAC Legittimità dei controlli sugli uccelli allevati. Bruzzone interroga il MinistroSicilia, lettera al Presidente della Repubblica sulla caccia sicilianaCampania: no a gabelle ingiuste sul rilascio dei tesserini venatoriMarche: calendario venatorio 2022 - 2023. Confermata preaperturaBasilicata, approvato Calendario Venatorio 2022 - 2023CCT: Regione Toscana aggiorna piani prelievo daino e cinghialeConsiglio Giustizia Sicilia conferma sospensione preaperturaEmilia Romagna adotta Piano interventi urgenti su PSAArci Caccia: in Emilia R. correggere autodifesa agricoltori da cinghialiVeneto, modifica alla legge per la caccia nei vigneti e ulivetiBerlato: Giunta Veneto approva Calendario Venatorio restrittivoTesserino Venatorio Campania. Nuove procedurePsa e Piani cinghiale non attuati. Protestano le ass.venatorie romaneCalabria, nuove modifiche per il disciplinare caccia cinghialeColdiretti chiede decreto urgentissimo sul cinghialeRiconoscimento dal Ministero per Arci CacciaSicilia, Consigliera Elvira Amata "basta penalizzare i cacciatori"Fidc Sicilia "verso il prelievo venatorio sostenibile della lepre italica"Caputo su Calendario Venatorio: "siccità e mancanza di studi ci inducono ad essere cauti"In Campania un'interrogazione sul Calendario VenatorioSardegna, Ispra invia parere su Calendario VenatorioToscana, in Commissione ok a regolamento attuazione legge cacciaFidc Calabria protesta per le modifiche disciplinare caccia cinghialeLombardia: approvata preapertura a corvidi e caccia in deroga allo storno Campania, chieste dimissioni dell'Assessore CaputoToscana. Approvati piani prelievo daino, cervo e mufloneUmbria: ok a mozione Lega per estendere periodo caccia cinghialePiana: in Liguria nuove azioni straordinarie sul cinghialeStagione 2022 - 2023, App TosCaccia obbligatoria in alcuni casiArci Caccia Marche: Gabriele Sperandio confermato Presidente regionaleSicilia, arriva la sospensione del Calendario VenatorioCastellani (Anuu): obbligati a guardare avantiIncendio sul Carso. Dreosto ringrazia volontari e cacciatori Eps Toscana: Siccità, posticipare immissioni selvagginaPiano cinghiali. Bruzzone si rivolge agli animalistiPSA: Toscana adotta piano interventi urgentiCCT: ecco i contenuti del Calendario Venatorio della ToscanaAcr e Acl uniscono le forzeCampania: Eps, questo il calendario venatorio deliberatoAgrivenatoria Biodiversitalia. Su BigHunter il chiarimento di Zipponi (CNCN) Francia, salva la caccia popolareCampania, approvato Calendario Venatorio con riservaSicilia. Le associazioni venatorie su seduta TarIn Piemonte il punto sulla PSAGenova, come si sta affrontando l'emergenza cinghialiCCT: Giunta Toscana approva Calendario Venatorio 2022 - 2023Atti vandalici contro i cacciatori. Fidc scrive a LamorgesePiemonte: controllo cinghiale, Regione chiede più personale Fidc "rapporto Ipbes. Per biodiversità e conservazione la caccia è utile"Macerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire


giovedì 30 giugno 2022
    
Si è svolta a Bruxelles una conferenza sul tema della gestione delle problematiche dovute alla presenza dei grandi carnivori "Bestiame e grandi carnivori in Europa: Discussing a way forward" organizzata dall'intergruppo "Biodiversity, Hunting & Country-Side” in collaborazione con la Federazione europea per la caccia e Conservazione (FACE).

L'evento è stato ospitato dal vicepresidente dell'Intergruppo e membro della commissione agricoltura del PE, l'eurodeputato Simone Schmiedtbauer (Austria), con il commento introduttivo dell'eurodeputato Thomas Waitz (Austria), membro supplente della commissione agricoltura del PE.

Nel suo messaggio di apertura, l'eurodeputata Simone Schmiedtbauer ha sottolineato che “Bruxelles deve prestare attenzione al dolore e alla sofferenza umana e alla sofferenza degli animali d'allevamento causati dall'espansione dei grandi carnivori. Le comunità rurali non sono cittadini di "seconda classe" e le loro esigenze devono essere prese sul serio". 

Nelle sue osservazioni introduttive, Thomas Waitz, eurodeputato austriaco e copresidente del Partito dei Verdi europei, ha affermato che: “I grandi carnivori sono una parte essenziale della fauna selvatica europea. Come per molte altre specie, servono meccanismi per organizzare la convivenza con l'agricoltura regionale”.

Con un'attenzione particolare alle dimensioni umane dei conflitti, gli scienziati e gli esperti hanno fornito un contesto alla questione spesso complessa dell'allevamento e dei grandi carnivori in Europa. Il punto di vista della Commissione Europea è stato fornito dal Dr. Nicola Notaro, Capo dell'Unità di Conservazione della Natura nella DG Ambiente. Ha affermato che: “Il continuo recupero dei grandi carnivori contribuisce ai più ampi obiettivi di biodiversità dell'UE per il 2030 ed è una componente importante del ripristino degli ecosistemi europei, recentemente proposto dalla Commissione. In questo contesto, gli Stati membri stanno attualmente finalizzando i loro piani strategici della PAC per il periodo 2023-2027. È importante che assicurino un sostegno adeguato alla convivenza tra allevamento sostenibile e grandi carnivori. La Commissione riconosce pienamente la sfida delle comunità rurali di fronte al ritorno dei grandi carnivori dopo molto tempo. Nell'ambito delle sue competenze, continuerà a fornire loro supporto tecnico e finanziario”.

Il Dr. John Linnell, ricercatore senior dell'Istituto norvegese per la ricerca sulla natura, ha fornito un'idea dello stato di avanzamento scientifico: "Negli ultimi decenni siamo andati molto lontano in termini di comprensione della natura dei conflitti tra i grandi carnivori e il bestiame, in in termini di comprensione di quali misure possono ridurre questo conflitto e in termini di messa in atto di politiche finanziarie e tecniche per attuare tali misure. Tuttavia, il fatto che i conflitti rimangano intensi riflette il fatto che non sono proprio gli aspetti tecnici a essere al centro delle controversie. Piuttosto è un conflitto su fiducia, valori e visioni diverse per le campagne europee. C'è urgente bisogno che pastori e ambientalisti lavorino insieme”.

Il dott. Tasos Hovardas di CALLISTO – Wildlife and Nature Conservation Society (Grecia) ha fornito approfondimenti su ricerche recenti che hanno dimostrato che i programmi di sviluppo rurale (PSR) possono svolgere un ruolo sostanziale nel sostenere gli agricoltori nella prevenzione dei danni e che ci sono maggiori opportunità nell'utilizzo dei PSR per supportare la consulenza e la collaborazione delle parti interessate.

Raul Muñiz, vicepresidente del gruppo di lavoro sulle carni ovine e caprine del COPA-COGECA, ha fornito il suo contributo dal punto di vista di un agricoltore: “Le persone delle campagne rurali hanno bisogno di maggiore flessibilità per gestire i conflitti con i grandi carnivori e non perdere gli strumenti a disposizione”.


“Il problema è che le popolazioni animali non aspettano le lungaggini burocratiche di Bruxelles per incrementare il proprio numero e incidere maggiormente in termini di predazione dei capi allevati - evidenzia il vicepresidente dell’intergruppo Marco Dreosto -. La prevenzione con recinzioni e cani da difesa è spesso impraticabile o insufficiente, agli allevatori non interessa ricevere gli indennizzi dell’UE per le opere di prevenzione o il risarcimento dei capi predati, vogliono che i propri animali restino in vita, pena la rinuncia all’allevamento estensivo, pratica peraltro incentivata dalla stessa UE: un paradosso che le istituzioni hanno il dovere di risolvere al più presto, apportando urgenti soluzioni normative che mettano in condizione gli Stati membri di agire adeguatamente”.
 
Sul tema anche il membro dell’intergruppo Massimo Casanova: “Il collega Waitz nel suo intervento ha evidenziato come in Austria potrebbero iniziare ad esserci problemi anche per il settore turistico, lo stesso potrebbe accadere in Italia; anche per questo è importante che le diverse categorie e le comunità che riscontrano problemi legati alla presenza dei grandi carnivori facciano comune istanza nei confronti delle istituzioni competenti, chiedendo soluzioni adeguate”. 



 

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.

 

Leggi tutte le news

22 commenti finora...

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Caro Veneto, sicuramente per certi versi, l'espansione umana avrà apportato determinati scompigli nel mondo naturale. Ma è pur vero che in quanto l'essere umano è all'apice della piramide naturale, va salvaguardato e tutelato dinnanzi ad ogni tipo di minaccia proveniente da ogni dove. Se i cinghiali, i lupi ed altri selvatici, mettono in difficoltà l'operato umano, rendendo difficoltosa se non pericolosa la convivenza, vanno ridotti numericamente sino a quando non destano più preoccupazione alcuna. O forse gli ambienta-animalisti vorreste ridurre il numero degli umani x dar spazio ai lupi? Beh... se così fosse, non abbiamo altro da dirci.

da Hunter74 03/07/2022 23.39

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Caro STOP LUPO NELLE CITTÀ, se il lupo potesse parlare si vergognerebbe di coloro che ragionano come te, estremisti che fanno solo che danni al mondo dei cacciatori... Cerca di redimerti...

da Veneto 03/07/2022 13.49

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

il lupo è da eradicare vicino le citta dve stare almeno a 50 km dai centri abitati. va sterminato. è un reale pericolo per tutti. oltre a far schifo è dannoso a tutti.

da stop lupo nelle citta 03/07/2022 8.40

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Egregio Hunter 74, sono importanti le sue riflessioni sul fatto di non essere estremisti ma vi è una differenza tra l'essere umano e il lupo e cioè in questi ultimi decenni per egoismi dettati dal guadagno senza rendercene conto abbiamo sottratto ai lupi ed in generale agli animali selvatici gran parte del loro ambiente selvaggio: piste da scii, stradine e strade di ogni ordine e grado ed tante altre strutture tali da obbligare gli stessi animali a cambiare luogo abitativo. Non parliamo poi delle guerre che si sono succedute nei Balcani, della caccia a volte sconsiderata e tanto altro. In altre parole se oggi i lupi frequentano le zone a valle chiediamoci di chi sono le colpe? Lei dirà che in una penisola abitata a macchia di leopardo come si puo' pretendere che questi animali possano convivere con l'uomo? E' vero al punto tale che non siano neanche stati in grado di conservare i boschi planiziali che esistevano nelle nostre pianure, abbiamo distrutto di tutto e di più. Del resto credo che lei convenga sul fatto che non possiamo avere una penisola occupata da vaste aree di pascoli di animali da allevamento, vero?

da Veneto 02/07/2022 20.56

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Nei commenti, leggo pareri contrastanti che rasentano l'estremismo sia da una parte che dall'altra. Abbiamo che difende a tutti i costi il lupo perchè l'unico lupo che conosce è "il lupo Alberto" e chi invece invoca l'eradicazione del carnivoro. Si sbaglia a mio avviso da entrambe le parti. Il problema è solo uno: la Politica. Troppa burocrazia, troppo convegni, troppi discorsi inutili, troppa scienza. Basterebbe qualche schioppettata ogni tanto sul canide di troppo che ha preso troppa confidenza con l'uomo perchè non si vede osteggiato e si spinge fino a far danno. Tutto qua. Sarebbe la cosa più semplice del mondo e più efficace sicuramente. E tanti di questi disquisitori bruxelliani difficili da comprendere per il loro forbito lessico, potrebbero tornare a lavorare sul serio anzichè blaterare da inutili pulpiti.

da Hunter74 02/07/2022 1.34

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Se c'è una specie da eradicare casomai è il cinghiale.

da Guido 01/07/2022 13.10

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

il lupo è da eradicare

da Roby 01/07/2022 9.53

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Sicuro che non merita risposta il pastore? Caro Veneto se tu volessi veramente bene al Lupo.....

da Fai da te 01/07/2022 0.26

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Caro Pastore non meriti nessuna replica, in quanto rappresenti il nulla.

da Veneto 30/06/2022 16.36

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Caro Pastore non meriti nessuna replica, in quanto rappresenti il nulla.

da Veneto 30/06/2022 16.36

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Caro Pastore non meriti nessuna replica, in quanto rappresenti il nulla.

da Veneto 30/06/2022 16.36

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Caro Pastore non meriti nessuna replica, in quanto rappresenti il nulla.

da Veneto 30/06/2022 16.36

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Meno bestiame al pascolo, più selvaggina per i cacciatori a disposizione.

da Visigoto 30/06/2022 16.01

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Recinti adeguati e cani da guardiania, dissuasori sonori, e il lupo se ne va via... AH AH AH SCEMO del vilaggio MA DOVE VIVI IN CENTRO A MILANO ? tua sorella va via...sparati che è meglio...

da pastore 30/06/2022 15.13

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Convegni....intanto prendono soldini, e i fatti, intanto ne parlano.... che l'espansione dei carnivoro è un bene per la selvaggina....questo dove l'ha trovata!!! Crea solo sofferenza alle prede, un animale che non deve essere radicato, ma controllato con il fucile anche dagli stessi allevatori....questi devono spendere una cifra per proteggere il bestiame dal lupo, ma stiamo scherzando( anche se l'allevatore verrà risarcito.....il gioco non vale la candela .un animale che se ne può anche fare a meno

da Mario 30/06/2022 15.04

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Recinti adeguati e cani da guardiania, dissuasori sonori, e il lupo se ne va via.

da Nottidalupi 30/06/2022 14.57

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Ma che glie ne importa alla face del lupo

da Peter 30/06/2022 14.40

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

idiota, vieni in campagna a vedere cosa combina il tuo amico lupo scemo del villaggio...se potessi ti gonfierei di botte....

da Pastore 30/06/2022 14.18

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Ma basta con questa politica di condanna del lupo quando l'essere umano da secoli devasta la natura e i suoi simili...

da Veneto 30/06/2022 13.18

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Ma basta con questa politica di condanna del lupo quando l'essere umano da secoli devasta la natura e i suoi simili...

da Veneto 30/06/2022 13.18

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

Ma basta con questa politica di condanna del lupo quando l'essere umano da secoli devasta la natura e i suoi simili...

da Veneto 30/06/2022 13.18

Re:Grandi Carnivori. Intergruppo e Face alla ricerca di vie da seguire

la via da seguire è solo una GESTIONE ARMATA

da RIO 30/06/2022 11.29