Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Friuli: 9 mila euro alla protezione civile dall'EnalcacciaLombardia. Un'app per mappare il rischio CoronavirusAnuu Benevento sollecita Atc a donare fondi per l'emergenzaEmilia Romagna: Assessore alla sanità ringrazia i cacciatoriFedercaccia Friuli Venezia Giulia dona 8mila euro all'Anpas di BergamoCites. Non cambia nienteFidc: un vaccino nel mirino, con lo Spallanzani per combattere il virusRegione Toscana approva proroga scadenze venatorieDa Fidc Campania 20 mila euro al Centro ricerche della Fondazione PascaleCoronavirus. Fidc Lombardia: testimonianza di un medico in prima lineaAnuu: "Domenico Grandini non è più tra noi"Emilia Romagna: quasi 100 mila euro anche dai cinghialaiCuneo: donazione dall'Arci Caccia per l'emergenzaFidc raccoglie quasi 800 mila euro per l'emergenza CoronavirusCampania. Proposte sul calendario venatorio 2020 2021Lazio, proroga scadenze per cacciatori e istituti faunisticiRinviata al 2021 Caccia VillageUn ventilatore polmonare al S. Martino di Genova dalle cacciatriciControllo volpe. Lav attacca Regione LombardiaMazzali segnala Mocavero in ProcuraDonazione alla Croce Rossa da Enalcaccia Una: dal mondo venatorio oltre 1 milione di euro per emergenza covid19La Cultura rurale contro il CoronavirusCct: attenzione alle fake news18 mila euro all'Azienda Sanitaria da Fidc FrosinoneFidc Emilia Romagna: donati 108 mila euro per l'emergenzaLombardia, rinviato termine iscrizione ad Atc e CaVietato spostarsi fuori dai comuni di residenzaDai cacciatori toscani altri 35 mila euro per la lotta al Covid 19Bana, il ricordo di Massimo MarracciBana, altri messaggi di cordoglioDa Federcaccia i primi 500 mila euro in beneficienzaBana: il ricordo della FACEI cacciatori veneti rinunciano a 300 mila euro per l'emergenza Covid-19Addio all'Avvocato Giovanni BanaStiamo a casaFidc Piemonte. Sulle specie cacciabili una risposta agli animalistiFidc: dalla Lipu una proposta sconvolgenteEmergenza Covid: altre donazioni dal mondo venatorioToscana: Arci Caccia in campo contro il Corona VirusDonazione alla Croce Rossa Italiana dalla Cabina di RegiaCovid-19. Raccolta fondi di ItalcacciaServe uno sforzo da parte di tuttiCovid-19: anche i Giovani Cacciatori si attivanoDall'Atc Caserta altri 100 mila euro per l'emergenza Eleonora e la storia di Nello. Un pensiero a tutti i cacciatoriCCT: Cacciatori gente concreta e onestaEps Campania propone fondo Emergenza Covid19Mazzali: le associazioni venatorie si autotassano per donare agli ospedaliAssessore Rolfi "il cuore grande dei cacciatori"Dreosto plaude alla solidarietà delle associazioni venatorieCovid-19. Ancora solidarietà dai cacciatoriAnnullata Assemblea Generale CICLombardia, le nuove disposizioni sulla fauna selvatica100 mila euro per emergenza sanitaria anche dai Cacciatori TrentiniRolfi: restituzione tesserini venatori al 20 aprileBerlato: Raccolta fondi dalle attività portatrici della cultura ruralePiemonte, per la Giunta 15 specie devono tornare cacciabiliFidc Sardegna "cacciamo il coronavirus"Veneto: sospesa caccia di selezione e censimentiBergamo: da Enalcaccia 5 mila euro all'OspedaleEmergenza Covid-19. Da Fidc nazionale altri 100 mila euro Covid-19. Da Arci Caccia Marche donazione al servizio sanitarioFidc Marche invita a donare il sangueCovid-19: 5 respiratori anche dall'Atc Unico di BresciaPiani di prelievo ungulati e galliformi. Indicazioni da Ispra CoronaVirus, CCT: "insieme per l'Italia"CoronaVirus: le cacciatrici si organizzano su facebookAnlc: "Tutti insieme contro il CoronaVirus"Da Fidc Bergamo 30 mila euro per l'emergenza CoronaVirusAnuu Lazio: Regione al lavoro per proroga tesseriniSvezia, a caccia fin dai 15 anniFidc Brescia dona 8 respiratori all'OspedaleCovid-19: raccolta fondi Fidc Friuli Venezia GiuliaEmilia R. Pompignoli chiede proroga termini tesserino venatorioNorvegia. 70 mila cacciatriciLombardia, consegna tesserini slitta al 20 aprileCoronaVirus: rimandata operazione Paladini del territorio Caccia di selezione sospesa. Un chiarimento dalla CCTFrancia, assemblea FNC: cacciatori in campo contro l'ecologia da salottoVeneto: Zottis (PD) chiede proroga termini riconsegna tesseriniPAC post-2020. Scienziati chiedono impegno per la biodiversitàRichiami vivi: Commissione Ue risponde a interrogazioneCovid-19. Sospesa caccia di selezioneFidc Umbria, vertici sospesi. Elezioni da rifareLiguria: incostituzionale caccia dopo tramonto. Ok accertamento capiAnuu: un febbraio da ricordareFidc Brescia: poco utili controlli a campione su tesserini venatoriCaccia in cucina. Ecco i ristoranti aderentiAbruzzo: approvato disciplinare caccia di selezione cinghialeAncora catture caprioli nell'area dell'ospedale di PistoiaStudiare la pernice elbana per salvare la specie in ItaliaSalerno, iniziate le immissioni di 4 mila fagianiMilioni di visualizzazioni per il video di "cucina" di un cacciatoreAnnullata Assemblea nazionale Anuu MigratoristiMolise, proroga per i corsi caccia selezione al cinghialeUe: nuova interrogazione contro bando del piomboToscana. Eps e CCT si confrontanoCinghiali. Assessore Mai "va cambiata la legge sulla caccia"Salvatore La Spada. Scultore e cinofiloM5S Piemonte: "sventato blitz su specie cacciabili"Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e IspraFassini: “Verifichiamo condizioni per Cabina di Regia in VenetoCinghialai puliscono le strade di Genga (AN)Specie simili, studio scientifico cita esempio italianoCinghiali, Remaschi smentisce Coldiretti "in Toscana 160 mila cinghiali"Piemonte: ecco le modifiche alla legge sulla cacciaCuneo, rinviati esami abilitazione venatoriaCacciatori arruolati contro le nutrie

News Caccia

Lo storno in Toscana: deroghe si o no?


venerdì 12 giugno 2009
    
Storno derogheLo storno, come ben sappiamo,  rappresenta uno dei problemi più urgenti in tema di danni alle coltivazioni, è un pericolo per la salute dell'uomo e una rovina per i centri abitati .
 
Eppure non può essere cacciato se non con l'ausilio delle tanto contestate deroghe al calendario venatorio, così come stabilisce l'Unione Europea che considera protetta questa specie ma che prevede tale strumento in via straordinaria e in presenza di una combinazione di fattori particolari e documentati.
 
I provvedimenti determinano durata, mezzi, luoghi, modalità di prelievo e soggetti abilitati. I troppi i fattori da tenere in considerazione hanno finora portato le amministrazioni regionali e provinciali ad incappare quasi sistematicamente in infrazioni alle direttive comunitarie.
 
Secondo la Regione Toscana, dove questa specie è in costante aumento, l'unica strada possibile per uscire da un tale circolo vizioso, passa per l'introduzione dello storno tra le specie cacciabili, così come tra l'altro richiede a gran voce da tempo tutto il mondo venatorio. Un punto che trova tutti d'accordo in Italia (sottratti gli animalisti), ministro Zaia compreso.
 
In pratica però – scrive la Regione nel suo documento programmatico – tale soluzione risulta allo stato dei fatti di scarso realismo, visto che una precisa norma comunitaria (art. 2 della Direttiva Uccelli) prevede che sia sufficiente l'accertamento di una sola situazione di crisi della specie in un solo paese membro per bloccare tale possibilità nell'intera Comunità”.
 
Per questo la Toscana torna a puntare sulle deroghe come unica possibilità di combattere l'impatto dello storno, dichiarando l'impegno di sostenerle con “una mole adeguata di dati raccolti in modo sistematico e scientificamente inattaccabile”.
Leggi tutte le news

20 commenti finora...

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

IO LO CACCIO ANCHE SE NON POSSO.......E POI E' BUONISSIMO, ALTRO CHE FORSE NON LO SAPETE FA'.......

da CACCIOSEMPRE GLI... STORNELLO 29/08/2009 15.45

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

MA QUALE DEROGA...E' L'UNICA RAZZA IN COSTANTE AUMENTO ADATTABILE IN QUALUNQUE CONTESTO. SI DEVE FAR CAPIRE A CHI EVIDENTEMENTE NON E' BEN DOCUMENTATO IN MATERIA. DEVE ESSERE INSERITO NEL CALENDARIO V. E SENZA LIM.DI CAPI E DI PERIODI CACCIABILI.

da VALERIO PISTOIA 03/07/2009 11.32

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

MA QUALE DEROGA...E' L'UNICA RAZZA IN COSTANTE AUMENTO ADATTABILE IN QUALUNQUE CONTESTO. SI DEVE FAR CAPIRE A CHI EVIDENTEMENTE NON E' BEN DOCUMENTATO IN MATERIA. DEVE ESSERE INSERITO NEL CALENDARIO V. E SENZA LIM.DI CAPI E DI PERIODI CACCIABILI.

da VALERIO PISTOIA 03/07/2009 11.32

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

spero che lo storno x la prox stagione venatoria sia cacciabile...

da ccctr 26/06/2009 17.02

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

lo storno va' privato della PELLE che e' amarognola. poi cucinato. buono non al livello di tordi e allodole, comunque buono.

da da paolo t fano pu 20/06/2009 13.52

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

Gli ambientalisti sanno bene i danni che fanno gli storni,soloche per loro è meglio eliminarli con i gas facendogli fare una morte atroce che sparagli con un fucile procurandogli una morte immediata.in quanto alla commestibilita se non avete mai mangiato un bel sugo sugli stoni non avete mai gustato un buon piatto

da IL FALCO NERO 19/06/2009 22.12

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

... si hanno notizie se in umbria li apriranno in deroga???

da jagher1 18/06/2009 19.34

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

Dico solo che la devono smettere e l'ora di finirla gli storni in deroga sono una vera c......ta!!!poi se si indaga si scopre che li fanno fuori usando gas nocivi....

da Alfredo 16/06/2009 14.19

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

Poveri storni...lasciamoli stare... magari vanno a cacare tutti nel giardino della brambilla!!!

da alessandro atcpi15 15/06/2009 18.20

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

x Stornello: a Roma infatti già ci cagano in testa, gli abitanti di via delle Milizie o Castro Pretorio pagherebbero qualsiasi cosa per estinguere gli storni.

da Luca 15/06/2009 10.11

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

x Stornello Ci mancavi solo tu all'appello,adesso il comparto degli IDIOTI è pieno,anzi ad onor del vero manca qualche proselito per il comparto dei FESSI.Comunque sia benvenuto tra di noi.Distinti saluti

da spartacus60 13/06/2009 21.23

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

Come al solito in Italia ogni piccola questione diventa un affare di Stato. Premesso che lo storno ha una "carnaccia" tale che risulta non commestibile. Ma quant'anche qualche cacciatore "sfaccendato" volesse dilettarsi a cacciarlo non capisco l'obbligo della deroga o non deroga. Basterebbe un tacito accordo con chi è preposto al controllo per aggirare l'ottusità del legislatore europeo! Ebbene sì, se l'Europa non capisce l'enorme danno che rappresenta per le colture italiane detto volatile non rimane altro che inserire lo storno tra le specie non cacciabili e poi....... chiudere un occhio, anzi tutti e due se qualche "buon tempone" viene beccato con qualche storno nel carniere.

da Vito Antonio 13/06/2009 20.56

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

cari amici, Albert Einstein diceva che solo due cose sono infinite: l' universo e la stupidita' umana.... ma sull' universo aveva dei dubbi.... questo con riferimento a certi interventi che provocatori, da parte di intrusi forti della carica di odio contro l' umanita' (in generale) e contro i cacciatori (in particolare) che contraddistingue la delirante subcultura animalista.

da Fabrizio 13/06/2009 20.07

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

Nel partito di Berlusconi c’è scritto “il popolo della libertà“,ma per noi cacciatori no. E menomale che Silvio c’è!

da valentino88 13/06/2009 11.58

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

I danni che producono alle aziende agricole, specie quelle vocate a vigneti e ad oliveti, li farei pagare a Stornello e a tutti quelli che come lui invece che con raziocinio e buon senso ragionano con il C....o.!!!

da ugus 13/06/2009 10.12

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

Ricordo a tutti quello che succede ogni anno all'areporto di fiumicino a causa degli Storni. Stiamo aspetto il primo incidente con morti?

da Arrigo 13/06/2009 9.12

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

non abboccate all'amo della stupidita'. seguite il problema della caccia in deroga per una specie mai in declino e addirittura nocivo. la deroga e' una presa per i fondelli, la caramella per bambini.

da da paolo t fano pu 12/06/2009 19.48

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

tu sei un'altro esempio di specie che bisogna fere fuori...... anzi mi correggo, dopo queste elezioni ci siamo riusciti!!

da luigi 12/06/2009 19.18

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

bisogna assolutamente farli fuori, sono una specie pericolosissima per l'uomo, come anche le tortore e altri uccelli simili (vi possono anche cagare in testa, non lo sapete??)

da stornello 12/06/2009 18.22

Re:Lo storno in Toscana: deroghe si o no?

cari amici cacciatori, lo storno NON e' considerato specie protetta dalla Comunita' Europea, ma fa parte dell' elenco delle specie che ciascun singolo Stato membro puo' decidere di proteggere o di non proteggere, e modificare quell' elenco, togliendoci lo storno e' cosa possibile e fattibile in uno due anni al massimo, basta che ci sia un governo che lo vuole fare veramente. Per la precisione, lo storno e' protetto SOLO in Italia e in altri uno o due Paesi, in tutto il resto d' Europa e' specie cacciabile.

da Fabrizio 12/06/2009 17.56