Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Bilancio sociale Fidc "raddoppia impegno sociale dei cacciatori"Mazzali: animalisti distruggono un altro capannoToscana. Consiglio di Stato respinge ricorso animalistaAcma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"Macerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatori


martedì 21 dicembre 2021
    

sicilia calendario venatorio
 
Il Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione  Sicilia ha emesso l’ordinanza n. 707/2021 relativa all’appello cautelare n. 1127/2021 promosso dalle Associazioni Venatorie: Liberi Cacciatori Siciliani, Associazione Nazionale Cacciatori e Italcaccia Sicilia, con l’appoggio di “Sicilia Nostra” associazione a difesa del territorio, ControWwf Italia, Legambiente Sicilia, Lipu, Enpa e Lndc Animal ProtectionLav Lega Anti Vivisezione Onlus.

Questo il testo dell'ordinanza, pubblicata il 20/12/2021N. 00707/2021

"Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;Visti tutti gli atti della causa;Visti gli atti di costituzione in giudizio di Wwf Italia, di Legambiente Sicilia, diLipu, di Enpa, di Lndc Animal Protection e di Lav Lega Anti VivisezioneOnlus e di Regione Siciliana - Assessorato regionale agricoltura svilupporurale e pesca mediterranea;Vista la impugnata ordinanza cautelare del Tribunale amministrativo regionale di accoglimento della domanda cautelare presentata dalla parte ricorrente in primo grado; Relatore nella camera di consiglio del giorno 16 dicembre 2021 il Cons. Sara Raffaella Molinaro e uditi per le parti gli avvocati come da verbale;
Considerato che:
- quanto alla specie tortora selvatica il decreto n. 47 del 2021 non contempla la caccia di detta specie, configurandosi pertanto il sopravvenuto difetto di interesse sul punto;
- quanto alla specie beccaccia, la data di chiusura del 10 gennaio 2021 è stata suggerita nel parere reso da Ispra sul calendario venatorio impugnato (oltre che essere stata privilegiata quale “compromesso ideale” dall’approfondita consulenza depositata nel giudizio cautelare n. 749/2018 celebrato dinanzi aquesto Consiglio);
- in detto parere Ispra ha aggiunto ulteriori indicazioni in merito alla limitazione della caccia di detta specie a sole tre giornate, rispetto alle quali la previsione del calendario venatorio di cui al decreto n. 47 del 2021 di un limite massimo giornaliero per cacciatore di una preda (nel mese di gennaio) e di tre prede quale numero massimo per cacciatore (nel mese di gennaio) non pare discostarsi in modo significativo;
- quanto alla caccia nelle aree interessate da incendi, il parere reso da Ispra non contiene specifiche prescrizioni sul punto, specificando piuttosto che “le questioni non trattate o non commentate in questa sede vanno considerate condivisibili nell’impostazione prospettata da codesta Amministrazione”;
- con la nota siccità Ispra “suggerisce” di “considerare provvedimenti finalizzati ad estendere il divieto di caccia nelle aree forestali incendiate (come già previsto dalla Legge n.353/2000, art. 10, comma 1 per le sole aree boscate) almeno per due anni a tutte le aree percorse dal fuoco (cespuglieti, praterie naturali e seminaturali, ecc.), nonché ad una fascia contigua alle aree medesime”, non individuandosi quindi un diretto contrasto con il calendario venatorio;
- in merito al motivo riproposto da parte ricorrente in primo grado, relativo alla mobilità dei cacciatori, il parere reso da Ispra, facendo riferimento a “un’ampia mobilità”, non pare finalizzato a ostacolare del tutto la mobilità dei cacciatori, riferendosi piuttosto a “un’ampia mobilità”, così non ravvisandosi un totale contrasto della disposizione contenuta nel calendario da ultimo approvato con detto parere;
- detta necessità (appunto di evitare “un’ampia mobilità” dei cacciatori) è evidenziata da Ispra soprattutto con riferimento alle piccole isole circumvesuviane, rispetto alle quali sono previste (almeno in parte) delle limitazioni all’attività venatoria, nei termini indicati nell’allegato 2 del calendario venatorio da ultimo approvato; Ritenuto pertanto di:- accogliere l’istanza cautelare;
- compensare le spese;

P.Q.M.Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, in sede giurisdizionale accoglie l'appello (Ricorso numero: 1127/2021) e, per l'effetto, in riforma dell'ordinanza impugnata, respinge l'istanza cautelare proposta in primo grado. Provvede sulle spese della presente fase cautelare come segue: le compensa.
La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti. Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 16 dicembre 2021con l'intervento dei magistrati:

Rosanna De Nictolis, Presidente
Raffaele Prosperi, Consigliere
Sara Raffaella Molinaro, Consigliere, Estensore
Maria Immordino, Consigliere
Giovanni Ardizzone, Consigliere


Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi tutte le news

7 commenti finora...

Re:Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatori

Non sono un avvocato ne un giudice ma semplicemente uno come voi umile appassionato di caccia.In rete ho trovato questo ma credo sia una situazione molto ingarbugliata.Il comma 2 dell’art. 92 c.p.c. disciplina il criterio della compensazione come deroga al principio della soccombenza, in tutti quei casi in cui il giudice decide di non rifondere le spese legali alla parte vittoriosa, ma di lasciare operare l’anticipazione delle spese legali. La compensazione può essere totale (quando il giudice esclude del tutto la ripetizione delle spese) o parziale (quando il giudice limita la ripetizione dovuta dal soccombente a una sola parte delle spese totali sostenute dalla parte vittoriosa). auguro a tutti BUON NATALE

da GIANBOTTACCIO 22/12/2021 20.15

Re:Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatori

Non ho capita quel "le spese le compensa" del Consiglio giudicante

da 1 toscano 22/12/2021 19.46

Re:Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatori

Anch'io penso che cambi molto con un maggioranza parlamentare divesa da questa attuale.Quasi tutto è frutto di compromessi e purtroppo ,nel nostro caso specifico ,le scelte e le decisioni sono sempre sfavorevoli.E'triste e frustrante e anche immotivato e assurdo che tra 40 giorni si chiuda già questa stagione venatoria ,con la beffa che sono già pronti i bollettini degli Atc da pagare in anticipo.L 'obiettivo degli anticaccia ( che non sono ne animalisti ne ambientalisti ,nel senso vero )è quello di erodere quel poco che ci è concesso e le ns ass.tentare di rallentare questo corso delle delle cose e sopravvivere.Avremmo bisogno di ben altro .

da Trapper 22/12/2021 11.47

Re:Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatori

E che dovrebbe succedere nel 2023? Mica penserai che votando puoi cambiare le cose?

da Bruciasiepi 22/12/2021 11.26

Re:Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatori

Questa è l'ennesima conferma che i punti contestati dagli animalisti e dalle tanto famigerate associazioni ambientaliste ed animaliste, sono solamente un consueto escamotage per ostacolare un'attività, quella venatoria, già ampiamente regolamentata ed esageratamente colpita da restrizioni spesso assurde ed inutili. Il problema è che ciò che noi cacciatori abbiamo perduto durante anche questa stagione, per il mero capriccio di un branco di animalari ideologici, non ci verrà restituito e loro avranno comunque incassato un'altra ingiusta vittoria. Ma finirà questa barzelletta che anno dopo anno calpesta la dignità e la libertà di gente perbene. Finirà. E molto presto. Il 2023 si avvicina.

da Hunter74 22/12/2021 1.23

Re:Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatori

Regalino di Natale agli animalari....che peste li colga

da A Natale siamo tutti più buoni 21/12/2021 17.31

Re:Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatori

Bene Cacciatori 1 anticaccia 0,palla al centro!!!!!! "Auguro BUONE FESTE A TUTTI I CACCIATORI"

da Fucino Cane 21/12/2021 16.29