Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Acma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"FACE: tolleranza zero sui crimini contro la fauna selvaticaAnuu "38 anni di raccolta ali tordi"Anuu: "una calda migrazione post nuziale"Trieste: celebrata la storica messa di San UbertoFidc: "una nuova rotta per la sorveglianza dell'aviaria"Cabina Regia Toscana a difesa del calendario venatorioFidc Lombardia: non ancora chiusa causa contro il calendario venatorioMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Francia. Sondaggio positivo sulla caccia


martedì 27 aprile 2021
    

 
 
In Francia la Federazione dei cacciatori ha incaricato una società di ricerche demoscopiche per sondare l'opinione  sulla caccia, mentre imperversa la campagna anticaccia promossa in particolare da Brigitte Bardot, che provoca confusione nella testa dei cittadini. I quali per il 74% chiedono di saperne di più.

Fra i francesi che dicono di essere ben informati, il 47% è favorevole alla caccia, mentre gli anticaccia sbandierano un 80% di contrari. Il sondaggio rivela anche che le informazioni che i cacciatori danno di se stessi cominciano a funzionare. Ciò dimostra che i cacciatori hanno un impatto particolarmente positivo nel diffondere la loro passione a coloro che li circondano, fra i quali uno su dieci dice di essere o di essere stato cacciatore.

Si scopre anche che  a seconda di dove vivi, la possibilità di incontrare un cacciatore non è logicamente la stessa: il 48% dei francesi che vivono in comunità rurali afferma di conoscere un cacciatore contro il 32% nelle aree metropolitane. Inoltre, la maggioranza dei cacciatori (57%) è identificato come attore della ruralità che partecipa attivamente alla vita  in campagna. Il 63% dei francesi afferma di essere attaccato al mantenimento delle tradizioni rurali come la caccia.

In questo sondaggio, anche i francesi sostengono ampiamente le azioni di protezione della natura avviate dai cacciatori. Per 6 intervistati su 10 (60%), i cacciatori sono utili per il mantenimento delle specie naturali. Il 73% dei francesi giudica positivamente le azioni dei cacciatori nel piantare siepi. Questo ruolo dei cacciatori nella gestione della biodiversità nelle zone rurali è quindi pienamente riconosciuto dai francesi. La stragrande maggioranza dei francesi (86%) ritiene addirittura che le associazioni di cacciatori e quelle per la protezione dell'ambiente dovrebbero più spesso agire insieme.

Per Willy Schraen, presidente della FNC "la caccia non ha bisogno di essere difesa, ma spiegata. Questo sondaggio lo dimostra: la richiesta di informazioni da parte dei francesi è reale. Sta a noi rispondere con trasparenza e serietà. Mostra anche che la violenza di alcuni piccoli gruppi contro i cacciatori sui social network ma anche nella vita reale non è in alcun modo rappresentativa della società francese.  I messaggi di odio che stigmatizzano i cacciatori non sono la realtà della percezione dei francesi sulla caccia. Per loro è una pratica strutturante perché crea legami con le campagne che esaltano la tipicità dei nostri territori. Siamo lontani dall'immagine caricaturale in cui siamo regolarmente descritti. Questa indagine mina chiaramente tutti gli a priori di cui la caccia è oggetto, sia che si tratti del nostro rapporto con la protezione della natura attraverso la difesa delle nostre tradizioni rurali come la caccia, a cui il popolo francese è molto legato ”.


Leggi tutte le news

1 commenti finora...

Re:Francia. Sondaggio positivo sulla caccia

Se questi sono i risultati di un sondaggio in Francia cioè il paese più filovenatorio d'Europa, per di più pagato dalle associazioni venatorie, be' vuol dire che la caccia è messa davvero male dappertutto.

da Allons Enfants 27/04/2021 19.33