Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Sicilia, proposte modifiche a bozza calendario venatorioIn Spagna caccia già apertaRieti, protesta l'Atc per le limitazioni alla braccata Continua ricerca tortora, grazie a raccolta aliAl Game Fair la "Braccata rosa" delle cacciatriciBrescia: preapertura alla cornacchiaUmbria: Giunta propone preapertura 1 e 8 settembreFidc Sardegna risponde ad attacco animalistaSardegna, a proposito del Calendario Venatorio Arci Caccia critica approvazione Piano Faunistico UmbriaMentre in Nuova Zelanda...Castel Viscardo (TR). Convegno su habitat, biodiversità e selvaggina stanzialeChiesina Uzzanese (PT). 39° Fiera degli Uccelli Abruzzo. Approvato calendario venatorio 2019/2020L'amministrazione Trump favorevole all'espansione dell'accesso alla cacciaFIDC Pistoia organizza 3 incontri con i cacciatoriCaccia apertura in FranciaPistoia. Corso abilitazione prelievo selettivo Daino-Muflone-CervoLindsay Scott e la struggente natura selvaggia Padule Fucecchio. Al via il controlloSicilia. Arcicaccia protestaCPA, FIDC e UCS- ANLC Sardegna. Incontro con l'AssessoratoFedercaccia. Nominate le prime commissioniLazio. Approvata preapertura caccia tortoraUmbria: approvato Piano Faunistico Venatorio"Una sfida al buonsenso"Sardegna, arriva parere Ispra su Calendario VenatorioArci Caccia L'Aquila: "ad agosto ancora senza calendario venatorio"Crisi di Governo vicina?Ungulati: proposte modifiche da Fidc Forlì CesenaFidc Umbria: no ad aumenti per le squadre dei cinghialaiSalvini chiede sostituzione del Ministro CostaEmilia R. Molinari (Pd): Caccia braccata patrimonio da tutelareConsiglio Ministri impugna legge mobilità venatoria PugliaBerlato: no alle illegittime restrizioni degli Atc sulla cacciaUmbria: approvato in Commissione Piano faunistico VenatorioAbruzzo, calendario ancora da approvare. Wwf pronto a ricorsoVietare la caccia sui fondi privati? In Piemonte è legittimoBruzzone interroga il Ministro Costa sui KCTrento, animalisti ricorrono al Tar contro il calendario venatorioSicilia, partito monitoraggio del coniglio selvaticoLombardia. No della Regione ai tesserini opzione cacciaToscana, ok a Piani cervo, daino e mufloneFedercaccia Umbra, Giovanni Selvi neopresidenteRichiami vivi. Fidc Lombardia "inaccettabili dichiarazioni Lac"Lega Emilia Romagna: "braccata a rischio" Molise, ok calendario venatorio in CommissioneUmbria: stagione venatoria a rischioLa festa del cacciatore dell'Anuu PC aiuta l'ospedale pediatricoCalendario venatorio Lombardia: pubblicate le integrazioniColombaccio, cabina di regia scrive agli AtcPescia (PT), premiazione fiera uccelliStorno: in Puglia ok del comitato faunistico sulla derogaLiguria: ricorso animalista contro calendario venatorio Rappresentanza Atc. Tar Piemonte respinge ricorso FidcFiocchi: "bene roccoli Lombardia, continua lavoro in Europa"Richiami vivi, Anuu: il buonsenso in LombardiaMazzali: "buon lavoro della Regione sui roccoli"Massardi: riapertura roccoli grande vittoria dei cacciatoriRolfi annuncia riapertura roccoli LombardiaCaccia, questione di eticaCalendario venatorio Molise, ecco le dateFormigine. Protesta per aggressione animalistaTar Piemonte respinge ricorsi contro calendari venatoriBerlato torna alla guida dell'Associazione Cacciatori VenetiApprovato calendario venatorio Valle d'AostaCpa Lombardia: fumata nera sulle derogheDdl Proteggi Animali verso testo unificatoMilano, il cartellino della discordiaVentavoli presidente Consorzio Bonifica Basso ValdarnoApprovato Calendario Venatorio 2019 - 2020 in CalabriaBasilicata: approvato calendario venatorio 2019 - 2020CCT: A Capannoli argomenti per un lavoro comuneMarche: Approvata caccia in deroga allo stornoBuconi plaude ad accordo Coldiretti - Fidc VenetoMoriglione e pavoncella. Plauso di Fidc alle RegioniFiumani (CPA) "Feltri venga a conoscere i cacciatori"Calendari venatori ancora in alto mareLombardia, il punto di Rolfi sul controllo dei cinghialiFidc ribadisce: "l'842 non si tocca!"Cassazione conferma condanna Lac per controlli su cacciatoriColdiretti Umbria chiede varo immediato Piano FaunisticoLa caccia corre sui socialBruzzone a Ministro Tria: ridurre Iva selvaggina da allevamentoCalendario Venatorio Toscana e specifiche provinciali. La deliberaDa Casalguidi il punto sulla difesa della caccia toscanaMarche: Giunta adotta Piano Faunistico Venatorio Umbria, sblocco Piano Faunistico salverà preaperturaLa stupidaggine avanzaToscana, le slide della conferenza regionale della cacciaFulcheris: Anlc Toscana lasciata sola sul posticipo al colombaccioCosto tessere, Cpa nazionale chiariscePuglia: nominati rappresentanti politici al Comitato venatorioToscana approva calendario venatorio. Commento CCTEmilia Romagna, i cinghialai si organizzanoAnticipazioni su calendario venatorio ToscanaLa caccia in Toscana e le prospettive per il futuro

News Caccia

Cct: No allo snaturamento delle Zone di ripopolamento


giovedì 16 maggio 2019
    

 A seguito di un'assemblea tenta a San Casciano Val di Pesa, la Confederazione Cacciatori Toscani ha inviato un documento al Presidente Rossi e al Commissario dell'Atc Firenze 5 per contrastare il tentativo di snaturamento del ruolo delle strutture pubbliche (Zone Ripopolamento e Cattura) presenti sul territorio e per la loro trasformazione  in Zone di Rispetto Venatorio per agevolare la gestione degli ungulati, in particolare cervidi, a protezione delle produzioni vinicole.

Una decisione sostenuta dal Commissario dell’ ATC Firenze 5 e avvalorata dalla Regione Toscana, in assenza del nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale e dei necessari indirizzi di pianificazione, scrivono dalla Cct. Scelte non condivise e che mettono a rischio un grande patrimonio faunistico.

Durante l'assemblea Roberto Vivarelli, Presidente ATC Siena 3 nord e coordinatore degli ATC Toscani ha evidenziato come in realtà sia possibile applicare gli interventi di contenimento in art.37 anche nelle ZRC. “Nell’ATC Siena 3 nord – ha detto - , grazie ad un meticoloso impegno dei nostri tecnici nella ricognizione, raccolta dati e documentazioni inoppugnabili, sull’impatto che le popolazioni in oggetto producono alle coltivazioni (in particolare vigneti), oggi è stato possibile realizzare interventi mirati e risolutivi con la collaborazione e partecipazione di oltre 300 cacciatori di selezione; interventi
supportati dal parere positivo dell’Ispra”.

Queste le richieste avanzate all'Atc e alla Regione: sia prodotto un atto formale da parte della Regione Toscana, che stabilisca che la sperimentazione di ZRV termini il 15 aprile 2020 e che tutte tornino a essere ZRC;  si disponga ufficialmente la possibilità di effettuare le catture di selvaggina nel primi mesi del 2020 come in passato; si predisponga un piano di abbattimento da presentare a Ispra, per il controllo del capriolo, come in altri ATC toscani;  sia chiarita, prima del 15 giugno2019, l’assoluta legittimità dei cacciatori a svolgere la loro attività di caccia, pur rimanendo la perimetrazione di tali zone con tabelle riportanti la dizione “ ZRC”;  Siano notificati ai proprietari dei terreni gli atti formali di prassi; Chiediamo inoltre che non vengano sottratte superfici al Territorio a Caccia Programmata in favore di altri Istituti, soprattutto se derivanti da recenti modifiche delle perimetrazioni di ZRC.
Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Cct: No allo snaturamento delle Zone di ripopolamento

Alberto, condivisibile in pieno il tuo scritto. Ci sono ZRC che non producono più nulla di quello che dovrebbero produrre, cioè piccola selvaggina stanziale. Devono essere meno boscate e più piccole.

da Etrusco Toscano 16/05/2019 21.06

Re:Cct: No allo snaturamento delle Zone di ripopolamento

Ragazzi scusate a solo cambiato ruolo!!!!

da Fucino Cane 16/05/2019 19.16

Re:Cct: No allo snaturamento delle Zone di ripopolamento

Le ZRC per cosa furono istituite? Per la piccola stanziale (fagiano lepre e, un tempo, starna). Oggi ci sono ZRC nelle quali il BOSCO supera il 50% della superficie e all’interno ci sono solo ungulati. CHE SENSO HANNO? In senso ce l’hanno....infatti sono diventate RISERVE PRIVATE di pochi raccomandati che grazie a una norma (art 37) in contrasto con l’art 12 della 157/92 possono all’Interno esercitarvi la caccia agli ungulati. La cosa giusta da fare sarebbe quindi SCARTELLARE DETTE ZRC e restituirle alla caccia controllata, e lasciare come ZRC vere e proprie quelle nelle quali la superficie boscata sia inferiore al 30% e siano produttive di fagiani e lepri di cattura. Occorrerebbe anche riperimetrarle per rendere i confini cacciabili evitando anche le catture. Ma i RAIS delle tessere non vogliono rinunciare alla loro riservetta gratuita. OCCHIO PERÒ L’ART.37 VERRÀ A BREVE DICHIARATO ILLEGITTIMO CONE GIÀ SUCCESSO IN ALTRE REGIONI.

da Alberto 16/05/2019 18.36

Re:Cct: No allo snaturamento delle Zone di ripopolamento

Ma il commissario dell'ATC 5 è lo stesso che ne fu presidente, e che ancora milita nell'Arcicaccia??? Ah, ho capito, allora...

da Voi avete capito?? 16/05/2019 17.55