Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Bilancio sociale Fidc "raddoppia impegno sociale dei cacciatori"Mazzali: animalisti distruggono un altro capannoToscana. Consiglio di Stato respinge ricorso animalistaAcma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"Macerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana


lunedì 30 aprile 2018
    

Nelle ultime ore tra le toscane Arci Caccia Libera Caccia e Federcaccia è scoppiata una nuova polemica dopo l'intervento del Presidente Fidc Moreno Periccioli alla tavola rotonda organizzata da Confagricoltura alla Fiera del Madonnino sulla legge Obbiettivo.
 
Tra le varie proposte di Fidc infatti Periccioli ha parlato anche di “ristabilire un principio di responsabilità” con riferimento ai cacciatori e alle relative squadre sulla prevenzione dei danni. La reazione è stata immediata. Entrambe hanno accusato Fidc di voler scaricare i danni da fauna selvatica sulle tasche dei cacciatori.

Periccioli risponde evidenziando la mancanza di proposte da parte delle due associazioni e precisando: “Abbiamo proposto l’istituzione di un “buffer”, una fascia di territorio attorno alle aree vocate, nel quale la prevenzione, il controllo, la selezione fanno riferimento alle squadre ed ai cacciatori di selezione iscritti alla squadre stesse. Ristabilire un principio di “responsabilità”, che è quello che lega i cacciatori alla gestione del territorio; compreso dunque, le attività necessarie alla prevenzione del danno, con la previsione di penalità laddove gli impegni non siano rispettati. Niente di particolarmente innovativo per chi conosce la prassi seguita in molte zone della Toscana che, per inciso, hanno sempre determinato un impegno positivo e risultati gestionali importanti e mai applicazioni di penalità”.


Per approfondimenti

 

Leggi tutte le news

34 commenti finora...

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Cinghiale da eradicare in tutto il territorio nazionale.

da Senza cinghiali si vive meglio 03/05/2018 13.53

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Sul suo Blog in questo portale. Francamente non mi sento di tenere una posizione ambigua ..ho le idee ben chiare di totale avversione sulla selezione al cinghiale così come fatta in Toscana,stesso dicasi per gli interventi continui e ripetuti in art.37 (fatto dalla solita cricchetta di amici degli amici...per di più PARE fuorilegge)dentro le riserva,specie se dati in mano a tanti di quelli che già fucilano fuori in selezione (anche i cinghialai di squadre partecipano e non hanno la mia stima)..riguardo le squadrette,ti ho già detto..non credo sia paragonabile il danno di 15 giorni avanti contrapposto all'intero anno solare. Non regge..per me. altro sempre sulle squadrette,siccome fuori dalle mie conoscenze non posso che ripetere la tolleranza. Ci tolgono iscritti ? a noi no. 80 soci col normale vai e vieni dettato sia dal volere di nostro signore che dal fiosiologico "starci bene o starci male a seconda dei caratteri" che avviene nelle squadre. Quindi penso di avere le idee abbastanza chiare. Loro nelle NON vocate per 2-3 mesi noi idem nelle vocate...il resto del periodo vediamo e valutiamo anche e sopratutto in che ZONE NON VOCATE si deve valutare . Ripeto,un conto è un vigneto un conto un campo semincolto. Remaschi e company han fatto di tutta un erba un fascio....

da massi 03/05/2018 11.06

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Non ho ben capito dove ha scritto M.B. Comunque, Massi, entrando nel merito dell' organizzazione della caccia....cerchi sempre di uscire. Io sono stato sempre trasparente e coerente, che ha te può sembrare a " occhi chiusi", e ho cercato sempre di analizzare oggettivamente (evitando la difesa dell' orticello) e, nel mio piccolissimo, di fare proposte per il bene della caccia. Te, amico mio.....puoi dire lo stesso?

da Sprigner toscano 03/05/2018 10.39

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Non ho ben capito dove ha scritto M.B. Comunque, Massi, entrando nel merito dell' organizzazione della caccia....cerchi sempre di uscire. Io sono stato sempre trasparente e coerente, che ha te può sembrare a " occhi chiusi", e ho cercato sempre di analizzare oggettivamente (evitando la difesa dell' orticello) e, nel mio piccolissimo, di fare proposte per il bene della caccia. Te, amico mio.....puoi dire lo stesso?

da Sprigner toscano 03/05/2018 10.39

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Ho letto ora il commento di Marco Benecchi di là a proposito della legge obiettivo....sintetizzo : battaglia persa.. SOLDI e POTERE . E poi entra un pò nel dettaglio....

da Massi 03/05/2018 7.42

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Massi....e le squadre perdo pezzi!! E la caccia seria, di responsabilità perde pezzi per strada! Bisogna cercare di aiutare le squadre, che hanno un organizzazione, un referente e sono un entità ben identificata e per tanto possono prendersi impegni e meriti. I cani sciolti che si raggruppano a seconda del bisogno sono difficilmente controllabili e fanno gran casini. Da me so che hanno difficoltà ora le squadrine....i macelli autorizzati hanno fatto crollare il prezzo del cinghiale di sottobanco e...i perennemente fuori regola, ora non sanno che farsene! A che punto siamo arrivati! Sii sincero, e dimmi perché non ci sono discussioni con le squadrine. Qua perché, alcuni delle squadre, il giovedi e lunedi (e anche sabato e domenica perchéspesso la preferiscono alla squadra) e per tutto ottobre ne fanno parte! E son proprio questi che vedono come fumo negli occhi la selezione non c erto i cinghiali veri di squadra. Ti ricordo che sono rmai piu di 20 anni che,sono iscritto e anche se ci vado pochissimo e il nero mi piace cacciarlo in selezione non ho con loro nessunissimo problema anzi...ho molti molti amici. Di amici ne ho molti meno se fuardiamo tra i cicciai delle squarette (qualcuno comunque ce l ho anche li..)

da Springer toscano 02/05/2018 23.59

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

nelle NON vocate Selezione seria ( sai cosa intendo,non mi far postare le anomalie attuali). Squadrine o Squadra ? non viviamo questa competizione Springer,qui non la viviamo.Ecco perchè sgrano gli occhi ogni qualvolta le rammenti...non per interesse di parte (non ci vado) e tantomeno perchè entriamo in conflitto.A memoria non ricordo in dieci anni di aver mai questionato,e aver sentito questionare membri della mia squadra con loro....Tra l'altro,conoscendoli diversi ne fan parte ex cinghialai di squadra ma anche attuali nonchè selecontrollori.....

da Massi 02/05/2018 18.35

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Hai ragione..rimuginando mi son perso.

da massi 02/05/2018 18.27

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Massi...scusami mi son un pò perso. Sinceramente il "duologo" era circa la gestione del cinghiale....Squadrine si o no? Zone rosa (oh...a me fa ridere però..) opportune o meno? Squadre in decadenza, i "ganzi" delle squadrine ecc ecc....non capisco il tuo richiamo ai principi della selezione anni....sopratutto se consideri che la selezione che TE e IO abbiamo STUDIATO negli anni 90 appunto era solo riferita ai CERVIDI. INSOMMA.....NELLE NON VOCATE TI VA BENE SOLO SELEZIONE E SQUADRE AUTORIZZATE O NO?? E se no...PERCHE'? Poi...potremmo anche parlare di gestione del capriolo...che è BEN DIVERSA da quella del nero suide. Rimaniamo in tema.

da Springer Toscano 02/05/2018 17.38

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

..segue... Guida dell’ISPRA del 2012, scaricabili gratuitamente on-line, e mettere via le vecchie dispense anni ’90 o tenerle solo come un ricordo: il mondo, per fortuna, va avanti. da : Toscana: La Regione risponde all'URCA----- Come puoi pensare,come potete si possa accettare tanto facilmente questa semplicistica( ed altre) catalogazione da "emeriti imbecilli" o se preferisci vecchi babbioni rincoglioniti ..quali si sarebbe noi retrogradi abilitati degli anni '90 proprio dal sig.Mazzoni della Stella ?

da massi 02/05/2018 17.24

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Prelievo non conservativo nelle aree non vocate. Molti di quelli che leggono questo testo hanno seguito i corsi di preparazione al prelievo selettivo o almeno hanno sostenuto un esame per esserne abilitati. Molti hanno partecipato anche come docenti o come commissari agli esami. Ed è comprensibile e umano affezionarsi a nozioni gestionali stilate e studiate negli anni ’90 (prelievo conservativo massimo del 10% del censito, rigide regole di accesso al prelievo o alla scelta della sottozona, praticantato pluriennale solo per citarne alcune). Queste scelte, ovviamente non da sole, hanno portato a situazioni estremamente critiche in alcune parti del territorio toscano. Tanto è vero che anche ISPRA nella proprie Linee Guida ha dedicato un capitolo alle gestioni delle aree non vocate e ha dato parere favorevole a piani di prelievo pari al 100% (più l’incremento atteso della popolazione) chiesti negli anni passati. Qui avviene la scelta: se il mondo venatorio vuole davvero essere il protagonista della gestione degli ungulati (e in particolare i selecontrollori si sono da sempre proposti come ottimi gestori delle popolazioni ungulate), quando viene posto un problema oggettivo di sovrabbondanza di animali, bisogna che venga data una risposta a quanto richiesto. E questa non può essere il girarsi dall’altra parte, salire sul pulpito per insegnare l’etica venatoria, comprarsi l’ultimo modello di binocolo, salutarsi in tedesco o vestirsi con il loden. Altrimenti, oltre che non essere onesti intellettualmente, si rischia che l’attività gestionale la facciano (a ragione) altri. Se comunque può interessare, i corsi di preparazione all’abilitazione al prelievo selettivo degli ultimi mesi insegnano cose un po’ diverse rispetto a quelli degli anni ’90. Sarebbe opportuno, se non è troppo faticoso, partecipare a questi corsi, o farne alcuni di aggiornamento o semplicemente leggersi le Linee Guida dell’ISPRA del 2012, scaricabili gratuitamente on-line...segue

da massi 02/05/2018 17.18

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Mi piacerebbe non fosse un monologo a due..( si dice duologo ? )....uno ammodernizzato (te) e di pari passo con le scelte del capo del pesce (che puzza) l'altro stantio e con molte titubanze nel credere la giustezza del "nuovo che avanza" (io). Penso che su 20.000 selecontrollori (preferisco catalogare cacciatori abilitati al seleradicamento annuale) qualche altra onda di pensiero potrà pure esserci... o son tutti a cercare di portare più kg a San Miniato ? bischeratina........

da massi 02/05/2018 17.11

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Ho letto anche l' altro intervento.... Bene la condivisione del controllo del capo e del cane. Tra caccia di selezione e caccia (e basta) non c' è solo il l' arma che le accomuna ma....anche il territorio su cui vengono praticate e, per il cinghiale, anche la specie su cui vengono applicate. Il Mazzoni (che stimo moltissimo) ha insegnato concetti giusti e validi ma...si parlava di CERVIDI!!! E non di cinghiali e, come ben sai i CERVIDI sono cacciati e gestiti solo con la selezione!! Ecco perchè la braccata, lui, manco la considerava!! Per il cinghiale è DIVERSO!!Inutile che io, in selezione, abbatta i capi per ristabilire un struttura della popolazione se, dopo 10 giorni, arrivi te e prelevi random ciò che capita! Si agisce sempre e sulla stessa popolazione! Se deve essere gestione seria (lo auspico) deve essere per tutti. Se poi vogliamo continunare "ad cazzum" il prelievo sia "ad cazzum" per tutti. Escluderei le femmine per un determinato periodo per una questione di "immagine" e di serietà. Attento però...un domani sarebbe facile fare differenze tra le due forme di caccia...e questo non servirebbe a nessuno. Per tornare alla "tolleranza" io sono molto tollerante ma....le cose fatte male e dannose le osteggio se posso (squadrine...scaccina....si per me ai tordi e merli si sparerebbe solo dalla parata!!)

da springer toscano 02/05/2018 16.47

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

MI AFFRETTO A DIRE CHE HO RISPOSTO E....DOPO E SOLO DOPO MI SON ACCORTO CHE AVEVI INSERITO UN' ALTRO MESSAGGIO....CHIEDO SCUSA PER L' AVVENTATEZZA (O PER LA DEBBAGGINE COL CELL!!)

da SPRINGER TOSCNAO 02/05/2018 16.33

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Entro un attimo sui danni. Mi ricordo che un tempo, in maremma, ma anche altrove, le squadre "in conflitto" fra loro si "paravano" i cinghiali delimitando le zone con semplici fasce da cantiere (bianche e rosse) e con la vituperata "creolina" (quando addirittura non si accendevano fuochi sui limiti della braccata per non far rientrare in zona franca gli animali). Vuoi vedere che potrebbe funzionare ancora oggi, almeno per ridurre gli esborsi in quelle aree dove il vino fa aggio sull'oro? Che ne dite? Ho detto una sciocchezza? Vorrei anche ricordare che i lupi, troppi, nel bosco, fanno abbrancare e scendere a valle, nel coltivato, cinghiali e caprioli. Sicuri che non si possa fare niente???

da Cos'è che aguzza l'ingegno??? 02/05/2018 16.32

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Ehh nooo....la coerenza ora un pò viene a mancare!! Hai attaccato in maniera chiara lampante la selezione per i mille motivi. E lo hai fatto dalla parte COERENTE del cinghialaio di squadra. L L hai fatto riportando più volte che te a ottobre sei sul palco. Ora...sinceramente i conti non tornano!! Se ti da noia il selecontrollore che tira un cinghiale sul confine di una vocata adesso ( e se avete zone ristrette come mi hai detto non lo condivido ma lo posso anche capire!!) non mi puoi tollerare i furbi che in settmbre (di frodo) e in ottobre (mezzi autorizzati...solo mezzi se guardi bene) che magari fanno razzia sui confini e nelle vostre zone rosa!!! I conti così non tornano.......

da SPRINGER TOSCANO 02/05/2018 16.31

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Riprendo un attimo....mi parli di togliere le squadrette e di plaudire l'associazione che lo prospetterebbe. Io sono dell'idea che ogni limitazione è un qualcosa che perdi ..esempi spiccioli spiccioli..prova a chiedere a un passionista capannaio di minuta,o un passionista di ferma,cosa auspicherebbe a chi fa la scaccina....oppure ad un beccacciao a proposito dello spollo la mattina e relativa posta alla regina...o ancora ad un colombacciaio di capanno fisso a chi va a giro con aste e volantini di terra ? se cominciamo ad auspicare taglioni a destra e manca non se ne esce...credo.E non mi ritengo un'esempio di tolleranza..credimi.

da massi 02/05/2018 16.12

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Eccomi Springer....su diverse tematiche mi trovi concorde,cani da traccia obbligatori nelle squadre per esempio ma non solo,controllo capo prelevato altro punto con cui specchio la mia idea di prelievo. Su altri punti abbiamo concezione diverse su caccia...la caccia è un conto e il prelievo selettivo è un 'altro.Due pianeti diametralmente opposti se non fosse il mezzo che accomuna.Solo quello..poi per il resto l'una ha ragion di vivere se basata su stime censimenti e dati certi,l'altra,la caccia proprio perchè caccia caccia (se vuoi a casaccio ma pur sempre per un periodo limitato 3 mesi)è un'affare diverso. Così mi ha incuccato per la testa Roberto Mazzoni della Stella. E mica facile togliermi de capa quelle nobili nozioni.....lui non mi ha mai insegnato di censire per fare la braccata,lui non mi ha insegnato di fare di tutta un erba un fascio in selezione.Lui mi ha detto che noi Selecontrollori,proprio perchè formati (seriamente ?si dai..noi vecchi si),siamo o dovremmo essere e sentirci in quanto tali PRIVILEGIATI e quindi ligi seri e rispettosi . Siete siamo noi 20.000 selettori toscani ligi seri e rispettosi ? NO.... sopratutto perchè il pesce che puzza lo inizia a fare dalla testa........-Cmq di te apprezzo la serietà che paventi e che ostenti,sembra quasi tu viva gli occhi chiusi questa cazzo di legge obiettivo sponsorizzata da sparacchiatori che la carabina l'han vista appena ieri e trombati dell'associazionismo venatorio toscano

da massi 02/05/2018 16.00

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Ok Massi. Preciso che io metterei un limite al prelievo delle scrofe adulte e sopratutto metterei obbligatorio il controllo del capo (si potrebbe anche fare al centro raccolta selvaggina per esempio). Tale limite sarebbe per evitare in di porgere il fianco a facili attacchi e strumentalizzazioni e in secundis....i cacciatori veri lo fanno già...evitare tiri avventati su scrofe. Giova ricordare che in caso di scrofa con piccoli la regione consiglia di prelevare un piccolo....basta metterlo obbligatorio. Faccio presente, ma già lo sai, che la gestine per classi e tempi avrebbe un senso se fosse fatta con tutte le forme di caccia, perchè solo così, a fronte di una stima decidi il prelievo di tot femmine tot maschi ecc....Nella situazione attuale..stimi e poi con la selezione fai i prelievi per mantenere o modificare la struttura della specie....poi arrivano le squadrine (e le squadre nelle loro zone) che prelevano a casaccio buttando a "donnine" la struttura della popolazione. Capito perche' riterrei opportuno un prelievo per classi anche in braccata (con margini congrui di errore certo)...solo così si potrebbe tentare una gestione vera della popolazione cinghiale. Ma capisco che (per ora) rappresenta utopia. Te ne dico un' altra....obbligherei le squadre a dotarsi di una coppia (cane cacciatore) di recuperatori abilitati ad operare anche in zone interdette alla caccia. Il cinghiale viene ferito e entra nell' oasi...interviene il recuperatore subito e si evita (per quanto possibile) di governare lupi!! Inoltre si incetiverebbe la presenza sul territorio di queste utili figure che potrebbero operare anche su animali tirati in selezione. Sono proposte così peregrine? PS pare (ripeto) pare che una aa.vv stia sposando l' idea di eliminare le squadrine in favore delle squadre vere e della selezione. Non è la nostra purtoppo ma...ti dico che se affrontano il problema in maniera seria il sottoscritto li sosterrà senza meno...

da springer toscano 02/05/2018 14.26

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Vedo ora il tuo 2 intervento. Sono fuori sede e con calma a casa.. lo leggo.

da Massi 02/05/2018 12.48

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

BRAVO PLINIO!!! Concordo....Il prezzo della carne di cinghiale è quello da te riportato. E' il prezzo del mercato LEGALE e....spero proprio che con l' incremento dei selvatici conferiti alla filiera possa abbassasrsi un po' e dare l' ultimo colpo di grazia al mercato ILLEGALE che fino ad ora imperava! Io di questo me ne compiaccio. Massi sai che....io leverei la possibilità di prelievo in braccata e girata nelle bianche. Solo selezione e, in periodo di caccia, dove ce ne sono troppi, via con le squadre autorizzate! Ridaremmo forza alle squadre vere, elimineremo i furbi, e ci sarà meno disturbo per chi si vuol cacciare in santa pace la lepre, o il fagiano o la beccaccia o qualsiasi altra caccia che andrebbe fatta nelle bianche. Che dici? Niente più squadrine...apertura il primo di ottobre anche nelle vocate e chiusura a dicembre (eventualmente gennaio per se il gli abbattimenti fossero bassi)...al cinghiale nelle non vocate spari solo se hai una prenotazione per la selezione (a determinati orari....che non ci siano "sovrapposizioni" con altre caccie) o se sei scritto nella nota della squadra che fa l' intervento perché ce ne sono troppi! Come la vedresti??

da springer toscano 02/05/2018 12.32

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Massi....le squadrette vanno 15 giorni fuori regola e il restante periodo in regola (a meno che non vadano, senza giubbotto nelle vocate, visti coi miei occhi...di settembre e ottobre)...in selezione siamo sempre in regolaaa!! Il mio astio nei confronti delle squadrine è dovuto al fatto che fanno finire le squadre vere e proprie!! Hai detto che non vai mai al cinghiale nelle non vocate e che sei un cinghialaio vero, nel senso che vai solo con la squadra....possible che non riesci a capire che sono quelle la rovina della caccia in braccata? Levano i partecipanti alle squadre ....ricordati che la caccia al cinghiale non finirà mai per mancanza di cinghiali ma....per mancanza di partecipanti (e la situazione che ti ho illustrato credo sia emblematica della strada intrapresa). Le squadre sono vessate con registri, iscrizioni ecc...i furbastri (che spesso poi sono anche membri di qualche squadra...a comodo) non fanno niente....si ritrovano e vanno.....e tanti prima di dare 10 euro alla squadra preferiscono la squadrina....ti pare giusto?? Ti chiedo la cortesia di non ritirar fuori la cinghiala allattante perchè, può fare effetto si, ma ai fini dei numeri e gestione non c' entra niente (e comunque metterei un limite temporale di prelievo per le scrofe adulte).....poi dai, siamo sinceri, in gennaio (e dicembre) in battuta le scrofe son già tutte gravide....e li non hai possibilità di valutare....o sbaglio? Hai apprezzato la mia coerenza....credo che anche io apprezzerò la tua...giusto?

da SPRINGER TOSCANO 02/05/2018 12.21

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Questo è scemo col botto....la fauna è una proprietà statale che ne concede il prelievo dietro una concessione governativa in denaro.Da quella concessione governativa,storna i soldi dovuti ai danni da fauna selvatica ,che rimane una proprietà dello stato.Periccioli la smetta di fare il servo connivente dei sindacati agricoli e delle loro insensate ed immotivate richieste.Se in Toscana stiamo assistendo ad uno scempio ed a una destrutturazione del capitale fauna creato con fatica e raziocinio in tanti anni lo dobbiamo ad insulsi figuri della politica ubbidienti per poltrona,a richieste fuori dal mondo e dalla gestione corretta del rapporto fauna territorio.

da La fulgida 02/05/2018 10.04

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

2 euro e mezzo al kg al Macello di San miniato Pisa da animale abbattuto ora in regime di prelievo selettivo ( selettivo è per modo di dire) 5 euro fresco...a caccia aperta 4 congelato...

da massi 02/05/2018 9.01

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Primo, nessuno di voi pone l'accento sul brutto male di cui stiamo soffrendo. Cioè l'invecchiamento e la riduzione drastica dei cacciatori (non solo cinghialai). Se non risolviamo questo problema, passeremo tutti dei guai. Poi ve ne voglio raccontare una. L'altro giorno ero dal macellaio (vivo in una zona ad alta densità di cinghiali e di cinghialai). C'era un signore che aveva preso due chili di cinghiale (congelato) per fare lo spezzatino. Sapete quanto l'ha pagato? 49 Euro, cioè 19 Euro e 50 al chilo. Vi pare poco?? Questo per dire che se ci organizziamo meglio, ci potrebbero essere anche prospettive. E' su questo che contano i tanti contandini che hanno capito il business e alzano la voce per i troppi danni. Quindi, aldilà dei meccanismi di prelievo (e di controllo) ci conviene trovare un accordo con gli agricoltori, organizzare meglio la filiera, e fare in modo che alle nostre sparute schiere si aggreghino nuovi cacciatori, giovani e preparati.

da Plinio 02/05/2018 8.41

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Vedi Massi ora capisco.in parte la diversità di vedute.... Da me invece..8 zone (una grandissima, le altre medio grandi...se trovi in un giorno ne cacci mezza)..negli anni novanta 8 squadre che cacciavano 3 volte la settimana. Poi son diventate 7 e il mercoledì ne cacciava 5 (le piu piccole si accoppiavano)...poi 4 ......poi di queste quattro il mercoledì ne caccia 3....ora so che vogliono fare tre zone (enormi)....dimmi secondo te in questa condizione possono avere senso le zone rosa?? Impensabile che riescano a "gestirle" facendosi carico di oneri e onori. Mentre all opposto le squadrine di furbi imperversano già da ottobre e...non contribuiscono proprio a niente anzi "rubano" partecipazione alle squadre che si rimpiccioliscono sempre più! Dico ti pare che in questa situazione il problema sia la selezione?

da Springer toscano 01/05/2018 19.49

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Sono scuse per chiedere ancora soldi, gli atc sono diventati i foraggiatori di società collegate ai dirigenti ni cui dividendi finiscono nella tasche di costoro. Non finiremo mai di pagare gabelle, anzi, più calano i cacciatori più dovranno pagare per fargli fare la bella vita.

da Ladrones! 01/05/2018 12.57

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

No Springer...niente zone vaste (facciamo come la passera..dalla concimaia alla capanna dalla capanna al pollaio e dal pollaio alla concimania) e anzi ti dirò sarebbe bene unire le forze con l'altra squadra con cui sorteggiamo il territorio tutte le volte,per gestire con meno pressione il nostro territorio.Una mossa,quello di accorparsi pur rimanendo due squadre,vincente proprio in ambito sinergie e forze coese (nonchè migliore gestione della vocata assegnata..ed eventualmente adiacente...) che ce la giriamo in due.....per farla breve non vi è mai respiro con una pressione continua tre volte alla settimana.Discreta scossa di terremoto tra me e te...

da massi 01/05/2018 9.22

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

L avete voluta la bicicletta???

da Pedalare 01/05/2018 8.46

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

La gestione del patrimonio faunistico toscano ha portato il valore di un kg di carne di cinghiale al pari del petto di pollo del supermercato secondo voi perché

da stefanomassa 30/04/2018 22.45

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Massi...non vorrei che abbracciando troppo...occhio. Una domanda...ma da te avete zone così vaste da volerle ampliare (perché di questo si tratta)?? Da me...ci si perdono!!

da Springer toscano 30/04/2018 22.07

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Oneri ed onori PER LE SQUADRE nelle paventate ed auspicate "zone franche " o " zone cuscinetto". Personalmente la ritengo una strada da percorrere. Ho letto i comunicati ARCI e LIBERA, i nuovi fidanzati d'Italia.....non meritano commento.Per me.

da Massy 30/04/2018 20.09

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Ma....io penso che sarebbe già buono se venisse gestito con impegno e responsabilità (anche economica) il vocato. Le squadre sono sempre meno ed in affanno (quindi anche a livello economico..) io non la vedo una grande strategia. Prima ridategli fiato, proibendo le squadrine nelle zone bianche e poi vediamo se possono essere in grado di gestire (con onori e oneri!) il territorio assegnato.

da Springer toscano 30/04/2018 19.28

Re:Cinghiale e danni, ancora polemiche in Toscana

Per qualcuno il cinghiale è peggio della peste e dell'ebola messi assieme!!!

da Fucino Cane 30/04/2018 17.42