Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
ANCHE IL TAR PUGLIA RESPINGE IL RICORSO ANIMALISTATOSCANA. LA CCT SUONA LA CARICACacciatori sempre più civili. A Modena una sola sanzione all'aperturaCaos in Lombardia sulla Consegna dei tesseriniMoriglione e pavoncella, nuovo ricorso in ToscanaPresidio Animalista a Milano. Fidc scrive ai consiglieriMarche, soddisfazione delle associazioni venatorieTar Marche sospende "solo" caccia a moriglione e pavoncellaCia: a censire la fauna non ci siano solo i cacciatoriCaccia futura. Cristina Ceschel - Ecco a voi la caccia al femminileFedercaccia al convegno Face sui lagomorfiRichiami vivi per caccia colombaccio. Cct chiarisceAbruzzo: nuove restrizioni in vista Modena, atti vandalici su auto di cacciatori Roccoli. In Lombardia presidio animalista e denuncia all'UeEmilia R. chiede a Ispra riconoscimento braccata per controlloAnche Enalcaccia Marche al Tar per la difesa del calendario Butac svela disinformazione su prima giornata di cacciaMarche: caccia in deroga allo storno in altri tre comuniSergio Berlato Presidente Confavi Roccoli. Fidc Lombardia prepara difesa al TarAbruzzo. Arriva parere Ispra su calendario modificatoLombardia: ricorso al Tar contro riapertura roccoliMinistra Bellanova: "mio padre era cacciatore"Caccia Futura. Michele Merola - Per rinnovare nella tradizioneAssociazioni Lombarde: La realtà contro le bugie sulla cacciaFiocchi: novità per la caccia da BruxellesStagione caccia al via. Partono le strumentalizzazioniFein: catturato primo tordo in migrazioneIl futuro delle GGVV: la collaborazione tra enti ed associazioniMartani su Radio2 "voglio tagliare le gomme ai cacciatori"Sicilia: in calendario venatorio la caccia al coniglio selvaticoCalendario Puglia: associazioni venatorie preparano difesa al TarRicorsi al Tar. Buone notizie dalla CalabriaFidc Lazio: urge regolamento richiami viviLombardia, approvate riduzioni al carniere Apertura. Arci Caccia scrive al Comandante Cufa CarabinieriBruxelles: riparte l'intergruppo Biodiversità, Caccia e RuralitàDal Senatore Bruzzone un richiamo all'unità dei cacciatoriCalendario Abruzzo, Fidc incontra la Regione Eps Arci Caccia: Abruzzo, peggio la toppa del bucoCaccia Futura. Emanuela Lello, la gendarme con la penna verdeArci Caccia Toscana chiede costituzione cabina di regia Il Piemonte chiede più autonomia sulla cacciaMarche: parte la difesa del calendario venatorioSuccesso per la "Braccata rosa" delle donne FidcArci Caccia Puglia sul ricorso al Tar Abruzzo, ancora incertezzePuglia: Tar anticipa udienza contro Calendario Venatorio La caccia in Lituania, patria del neo Commissario Ue all'AmbientePasso. Prime avvisaglie?Ad Alessandria convegno sul futuro della caccia piemonteseL'Intergruppo Ue Caccia e biodiversità verso la sua ricostituzioneNominati Commissari Ue. Ecco chi va all'Agricoltura e all'AmbienteSolidarietà di Arci Caccia dopo i vandalismiFidc: attacchi degli estremisti non ci fanno pauraCosta compiace i pescatori: approvata immissione specie alieneDa Regione Abruzzo nuova proposta di Calendario VenatorioNuovi imbrattamenti contro le sedi FidcCinghiali, Rolfi "In Lombardia abbattimenti raddoppiati"Animalisti imbrattano sede Federcaccia UmbriaCaccia Futura - Federico Scrimieri: bocconiano coi fiocchiArci Caccia Treviso. Successo per il seminario dedicato al cervoIncidente di caccia e assicurazione. Un chiarimento da FidcCst, Marche: ennesima paralisi della cacciaUNA: Inaugurato capanno di osservazione Bocca d'OmbroneAnlc Marche: su preapertura decisione incomprensibileSospesa di nuovo la caccia in preapertura nelle Marche70 mila persone alla Sagra degli Osei di SacileZipponi nuovo Presidente Fondazione UnaA Empoli la nuova casa comune dei cacciatoriCaccia Futura - Pietro Iacovone. Sempre in prima lineaA Capannoli incontro sull'aggiornamento dei Key ConceptsConfagricoltura Toscana: serve nuovo patto tra cacciatori e agricoltoriPeste suina Sardegna. Rinnovata la collaborazione dei cacciatoriColli Euganei, abbattimenti cinghiali aumentati grazie a selcontrolloriVeneto: legittima partecipazione cacciatori al controllo faunisticoConte bis. Riconfermato Costa. All'Agricoltura va Teresa BellanovaPubblicato lavoro sulla beccaccia con telemetria satellitarePepe: calendarizzare subito Piano Faunistico AbruzzoSicilia, piccoli ritocchi al calendario venatorioGoverno M5S - Pd al via. Gli accordi sull'AmbienteMacerata: processione di San Giuliano, protettore dei cacciatoriBenevento, incontro su gestione faunisticaCaccia futura. "Eccomi, sono Maua"Cacce tradizionali. Ompo al lavoroNuovo calendario Abruzzo? Wwf diffida la RegioneDonati oltre 100 mila euro al Gaslini dai cacciatoriSiena: fondi ai cinghialai per i miglioramenti ambientaliFidc Marche: "non ci faremo piegare dai ricorsi animalisti"Berlato: Regione applichi legge su mobilità venatoriaAnuu: ancora stallo nella migrazioneAbbattimento accertato. I chiarimenti della Regione ToscanaFidc Emilia Romagna risponde ad attacco Enpa Federcaccia incontra il Presidente del Parlamento EuropeoArci Caccia ringrazia la Regione Marche per la preaperturaMarche, ok alla preapertura a colombaccio e corvidiFidc Umbria "mancato parere Ispra diritto sottratto ai cacciatori"Fassini (Arci Caccia): l’Apertura consacra il nostro amore per la naturaUmbria, niente da fare per la preaperturaA Crespina proclamati i campioni degli uccelli canoriMarche, la Regione: "la preapertura si farà"Inizio stagione venatoria. Il saluto del Presidente Fidc BuconiCalabria: proroga per i cacciatori di cinghialiGame Fair. Federcaccia incontra i cacciatoriCalabria, cinghiali "un problema di sicurezza pubblica"Toscana approva accordi reciprocità cacciaTar Sicilia respinge istanza associazioni venatoriePreapertura Umbria: si attende ancora il parere IspraSpecie esotiche in declino. FACE aggiorna sulle restrizioni Preapertura Caccia. CCT: ecco le regole da rispettareFidc: Nasce la settoriale cinghialai dell'Emilia RomagnaAbruzzo. Sospeso Calendario Venatorio 2019 - 2020Arci Caccia Marche: "subito nuovo decreto"Sospesa la preapertura della caccia nelle MarcheIl calendario siciliano piace agli animalistiArci Caccia Toscana: "carniere tortora merito nostro"Toscana: preapertura caccia 1 e 8 settembreUtilizzo richiami caccia. Chiarimenti dalla Regione ToscanaPuglia: modifiche calendario venatorio, colombaccio in preaperturaSardegna: Approvato Calendario Venatorio 2019 - 2020Passo. Il caldo fa la differenzaAssessore Mai all'Enpa: no a reintroduzione cinghialiFucecchio. Fidc Pistoia risponde alle accuse ambientalisteSicilia. La reazione delle Associazioni venatorie Incontro a Fano con i rappresentanti della RegioneLa gestione degli Atc secondo Arci Caccia ToscanaContenimento al Padule di Fucecchio. La Lipu alza la voceSassari: approvati piani controllo cornacchia e cinghialiA Crespina campionato italiano uccelli canoriArosio: catturato primo prispolone in migrazione post nuzialeGuardie venatorie in assemblea a MacerataFiocchi: 5 stelle-Pd e la cacciaArci Caccia e Eps "La caccia, una e indivisibile"Ancora proteste per il calendario venatorio sicilianoDal Friuli una proposta di modifica della 157/92

News Caccia

Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc


lunedì 9 aprile 2018
    

 
 
 
Netta contrarietà dalla Libera Caccia del Piemonte sul Disegno di Legge n° 182,  attualmente al vaglio del Consiglio Regionale per la modifica delle disposizioni regionali sulla caccia e la protezione della fauna selvatica. La legge infatti contiene “l'eliminazione illegittima – scrive Anlc – di ben 15 specie cacciabili”, ovvero fischione, canapiglia, mestolone, codone, marzaiola, folaga, porciglione, frullino, pavoncella, combattente, moriglione, allodola, merlo, pernice bianca, lepre variabile.

Il che, insite Anlc Piemonte, si pone in contrasto con la legislazione quadro di riferimento, la legge nazionale 157/92, così come con diverse sentenze della Corte Costituzionale, a cui è stata già rimandata anche la decisione sulla questione piemontese da parte del Tar su analoghe disposizioni già in vigore. Secondo le osservazioni di Anlc, per la Regione sarebbe possibile soltanto una rimodulazione dei tempi di prelievo, in base a quanto stabilito dall'articolo 18 della legge 157 e soltanto in casi particolari, ovvero in relazione a situazioni ambientali delle diverse realtà territoriali. Tramite disposizioni amministrative temporanee (calendario venatorio annuale) e non divieti di legge.

Sbagliato anche il presupposto sulla quale si basano i divieti, ovvero la classificazione Spec e la guida Ispra per la stesura dei calendari venatori, datata 2009.  Come già stabilito dal Tar del Lazio,  la guida ISPRA “non è lo strumento tecnico di indicazione degli standard minimi di tutela statale” e “La classificazione SPEC delle specie cacciabili non assume valenza condizionante rispetto al prelievo venatorio, e questo né in assoluto né con riguardo alla stessa valenza della suddetta classificazione.  Anlc, così come Fidc, fa presente che esistono studi più aggiornati in materia, che costituiscono fra l’altro la base scientifica su cui le Istituzioni comunitarie fondano la propria azione negli ultimi anni. Il Rapporto sullo stato di conservazione delle specie, adottato nel 2014 ai sensi dell’art. 12 della Direttiva Uccelli e la Red List of European Birds del 2015. Alla classificazione Spec la stessa direttiva non attribuisce alcun carattere vincolante sui divieti, come per altro ribadito da una sentenza del Tar delle Marche.

Analizzando poi il rapporto sull'applicazione della direttiva Uccelli in Italia, si legge ancora nelle osservazioni, risulta evidente che delle specie migratrici escluse dalla regione Piemonte soltanto le specie Marzaiola e Allodola (già oggetto di uno specifico piano di gestione europeo che ne permette il prelievo venatorio e di un piano di gestione nazionale in fase di approvazione) risultano con uno stato di conservazione non soddisfacente. E che Ispra consiglia l’esclusione dall’elenco delle specie cacciabili soltanto per le specie Moretta e Combattente (anche se ulteriori analisi su dati recenti permetterebbero il prelievo con carnieri contingentati) e la contingentazione dei carnieri esclusivamente per le specie Allodola, Codone, Pavoncella e Pernice Bianca; l’istituto non richiede altre prescrizioni per le altre specie che la regione Piemonte intende escludere dall’elenco delle specie cacciabili. Esempio emblematico è il Merlo, specie data in aumento da tutte le pubblicazioni scientifiche Comunitarie, Nazionali e anche nella pubblicazione dell’Osservatorio Faunistico Piemontese. Non esiste un'adeguata istruttoria scientifica per predisporre questi divieti.

Altre osservazioni riguardano le modifiche sugli appostamenti di caccia. "Nel Disegno di Legge N.182 - si legge nel testo di Anlc - non viene menzionata la possibilità di costruzione degli appostamenti fissi, i quali come si può evincere dall’estratto dell’art. 5 della legge 157/92 sono espressamente consentiti dalla legge quadro nazionale. Recentemente oltretutto la predisposizione degli appostamenti fissi è stata regolamentata da una procedura ulteriormente complessa per rendere il più possibile rispettosa delle Valutazione di incidenza, Valutazione di impatto ambientale nei siti di Rete Natura 2000 e, soprattutto con l’espressa indicazione di utilizzo di materiale tipico del luogo in cui verrà approntato l’appostamento fisso".
 
Un altro punto contestato è il divieto di utilizzo dei richiami vivi, regolamentato dalla legge nazionale. "Negli ultimi anni ci sono state modifiche sostanziali sull’approvigionamento dei volatili destinati all’uso come richiamo vivo, vietando l’utilizzo di capi provenienti dalla cattura ma consentendo solo l’uso di richiami di allevamento e sottoposti a procedura sanitaria nel caso degli anatidi. E’ bene ricordare che il legislatore al fine del benessere animale ha nel tempo emanato provvedimenti tendenti a salvaguardare la vita degli stessi richiami attraverso strumenti quali l’utilizzo di gabbie di adeguata misura, controlli sanitari, apposizioni di anelli inamovibili per la loro certificazione di provenienza".
 

 

Leggi tutte le news

9 commenti finora...

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

Se non erro, in Piemonte cominciano ad avere penuria di cacciatori. Sia per i cinghiali in esubero sia per gli ATC. Sarebbe l'ora di far valere il nostro peso, anche se qualcuno potrebbe bollarlo come ricattattorio. Vuoi una mano sul cinghiale? Vuoi un po' di soldi per pagare i burocrati? Benissimo, ci siamo! Ma dateci quel che ci spetta come in tutta Europa. Vogliamo le nostre cacce, il nostro diritto di cacciare i migratori, nel rispetto delle regole di prudenza che abbiamo ormai adottato da tempo, unici in Italia, quando per il resto, industria e agricoltura in testa, si continua imperterriti a distruggere il nostro patrimonio naturale.

da Ermes Veroni 10/04/2018 10.08

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

"QUESTIONE FORANEI NEGLI ATC E CA .... La licenza rende i cacciatori tutti uguali. La tessera ANLC li rende diversi, migliori, più sicuri. Coesione, condivisione, impegno una forza davvero speciale........ora la domanda è questa...........ma siete gli stessi o in Piemonte avete imbarcato qualche fenomeno "nuovo "????.....si predica bene ma.......nn per tutti.

da SPARVOLATE PIEMONTESI 10/04/2018 7.38

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

io sono cacciatore e se costruisco un appostamento cerco di farlo più mimetizzato possibile utilizzando a priori materiale tipico del luogo di installazione.Prima di pensare all'impatto ambientale di un 'appostamento pensassero all'impatto ambientale dell'edilizia .e delle varie opere inutili...soliti politici...quando inizieranno a fare bene il loro lavoro se così si può chiamare...

da nun se po' vede' 09/04/2018 18.59

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

io sono cacciatore e se costruisco un appostamento cerco di farlo più mimetizzato possibile utilizzando a priori materiale tipico del luogo di installazione.Prima di pensare all'impatto ambientale di un 'appostamento pensassero all'impatto ambientale dell'edilizia .e delle varie opere inutili...soliti politici...quando inizieranno a fare bene il loro lavoro se così si può chiamare...

da nun se po' vede' 09/04/2018 18.59

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

sono almeno 2 anni che ci sono quelle scritte...

da bottaccio90 09/04/2018 18.49

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

Avanti con la miliardesima legge regionale venatoria per ciascuna regione. Ma far funzionare quelle esistenti..nooo?

da stecker 09/04/2018 18.35

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

da trentanni le solite osservazioni e ricorsi vari, ma il risultato è sempre lo stesso; trattamento indescrivibile, poi, per i cacciatori foranei, il cui accesso è consentito in base all'età anagrafica. Per non parlare poi che in questa regione si caccia a partire dalla 5° domenica di settembre ed ,in pratica, fino al 31 dicembre. Ma poche associazioni parlano di questo.

da da cpa ms 09/04/2018 18.19

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

Già abbiamo chiamparino e compagni.

da Lino 09/04/2018 17.46

Re:Ddl caccia Piemonte. Le osservazioni di Anlc

Quando ci sarà il giudizio della corte costituzionale sulle specie cacciabili in Piemonte? Questa giunta perché continua con arroganza a penalizzare i cacciatori piemontesi?

da migratorista deluso 09/04/2018 16.00