Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Caccia e conservazione in Ue, se ne è parlato a BruxellesRisoluzione alla Camera chiede abbattimento femmine e piccoli di cinghialeStudio Triveneto dimostra buone pratiche dei cacciatori su gestione carcasse Fidc Toscana Udc organizza incontri sul territorio per i cacciatoriAncora aiuti dei cacciatori in Emilia RomagnaBasilicata: Anche nativi non residenti potranno iscriversi agli AtcPavia, nuova Ordinanza PSA dispone incremento controllo cinghialiAl Parlamento Ue una conferenza su caccia sostenibile e conservazioneRicostituzione Comitato Faunistico Venatorio. Arci Caccia impugna il decretoLive streaming di Confagricoltura sul Piano faunistico della ToscanaConsegnate all'UE 360 mila firme per la difesa della cacciaVeneto: accordo con gli agricoltori per la cattura dei cinghialiArriva a Roscigno (SA) la prima edizione del Beccaccia DayIgles Corelli "la cucina di caccia può uscire dalla sua nicchia"Tortora e caccia: buoni i risultati della gestione adattativa In Conferenza Stato Regioni Piano gestione Fagiano di MonteSardegna: ok a Calendario venatorio 2023 - 2024. Torna cacciabile il moriglioneUmbria: ok in Commissione al Calendario Venatorio 2023 - 2024PSA: in arrivo ordinanza anche in BasilicataDalla Lombardia progetto virtuoso su gestione lepreVeneto, associazioni venatorie sollecitano riduzione tassa per i cacciatoriCalabria: le associazioni venatorie chiedono chiarezza su PSAToscana, approvato piano gestione cinghiale 23 - 24 aree non vocateMaullu "mio impegno a favore degli animali non confligge con attività venatoria"Gestire il cinghiale, nuovi spunti da FirenzeBuconi "urge smentire pregiudizi e luoghi comuni sui cacciatori"Liguria: approvato Calendario Venatorio 2023 - 2024Fidc Sicilia ribadisce "problemi caccia siciliana vanno affrontati"Toscana, approvato calendario venatorio 23-24 caprioloArci Caccia incontra Ispra "apriamo confronto su strategie future"Umbria: ok in Commissione caccia di selezioneATC RM1 respinge dimissioni Calzetta "contro PSA impossibili interventi di gestione"Gestione grandi carnivori, Gazzini: “La Lega già al lavoro sul piano nazionale”Il punto sulla filiera della selvaggina in ItaliaIn Italia impossibile aprire la caccia allo stornoToscana e Umbria "mantenere alta l'attenzione sulla PSA"Paladini del Territorio: 4 mila volontari cacciatori raccolgono 40 tonnellate di rifiutiLazio, ecco la bozza del Calendario Venatorio 2023 - 2024Marche: preadottato Calendario Venatorio 2023 - 2024Maullu convertito all'animalismo?Toscana recepisce linee guida nazionali su carne di selvagginaSicilia, su bozza Calendario Venatorio non c'è condivisioneIn nuova ordinanza PSA conseguenze penali per chi intralcia controllo cinghialiLa PSA arriva in Campania: 5 cinghiali infetti nel salernitanoEmilia Romagna: ok a risoluzione sul Calendario VenatorioCacciatrici Fidc "distribuiti gli aiuti dei cacciatori agli alluvionati"Fidc Toscana: Regione presenta proposta Piano faunistico venatorioEmilia Romagna: i cacciatori tra i primi a dare una manoFiliera selvaggina. Bologna fa scuolaPSA, Associazioni venatorie Calabria "divieto caccia approccio sbagliato"Le cacciatrici si attivano per gli alluvionati dell'Emilia RomagnaIn Umbria si torna a cacciare lo storno in derogaMoriglione, Fidc spiega i contenuti del Piano ministerialeAlluvione, diamo il nostro contributoLollobrigida a Bastia "sulla caccia ora l'aria è cambiata"Marche: assessore Antonini assicura stagione di caccia più ampia possibileAnuu: la filiera deve essere incentivataDanimarca, i cacciatori lavorano per incrementare immagine positivaPsa: 771 casi in ItaliaL'iniziativa Sign for Hunting si chiude il 6 giugnoFidc: tordi tracciati hanno raggiunto luoghi di riproduzioneUmbria: portata a 6 anni autorizzazione appostamento fisso di cacciaAnimalisti in fermento sui calendari venatoriFACE: "tutela habitat, l'Europa dia il giusto merito ai cacciatori"34 mila ingressi per Caccia VillageFidc "Psa: disponibilità e buona volontà non sono sufficienti"Fidc Brescia: "con Ispra nulla è cambiato, altro parere fotocopia"Lollobrigida a Bastia Umbra: Fauna selvatica sia risorsa per l'agricolturaLiguria, coordinamento associazioni venatorie si offre per depopolamento cinghialeAll'Assemblea nazionale Acma presentato progetto con Parco del ConeroCommisario PSA Vincenzo Caputo: "i cacciatori sono bioregolatori"Marche: nasce la figura di "Operatore di biodiversità"A Bastia Umbra un incontro sulle riserve con LollobrigidaLollobrigida "bene intesa su comitato faunistico e Piano contenimento fauna"Fidc: finalmente si torna a caccia del moriglionePiano fauna selvatica. Caretta "pronti a liberare l'Italia"Fauna selvatica e Ricostituzione Comitato Faunistico Nazionale. C'è l'accordo Stato - RegioniCia "da Commissario PSA impegno ad eradicare Peste Suina tramite abbattimenti"Anche Ministro Lollobrigida sarà a Caccia Village. Presentata la nuova edizione

News Caccia

Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia


lunedì 11 dicembre 2017
    

La Corte d’appello di Brescia ha dato ragione ad un cacciatore che si era opposto alla sanzione di 206 euro ricevuta dalla Provincia di Cremona “per aver esercitato la caccia con fucile carico a distanza inferiore a 50 metri da una strada carrozzabile”.

Secondo il giudice di primo grado, infatti, quel tratto asfaltato posto sulla sommità dell’argine maestro era da qualificarsi in una strada ‘aperta alla circolazione, essendo notoriamente percorsa da pedoni e biciclette’. Un’area, dunque, ‘ad uso pubblico destinata alla circolazione di pedoni, veicoli e animali’.

La strada in questione risulta interdetta al passaggio dei non autorizzati essendo
strada privata appartenente all’Aipo che non collega centri abitati né abitazioni.  Il fatto che sia utilizzata come percorso ciclopedonale è bastato al tribunale di Cremona per definirla ‘strada carrozzabile’. Non così per la corte d’appello, secondo cui si tratta di una “strada privata appartenente all’Aipo che non collega centri abitati né abitazioni”.

“Il passaggio generalizzato”, si legge nella sentenza, “è espressamente vietato, ad eccezione dei soli veicoli autorizzati dallo stesso Aipo”. A giudizio della corte, “a nulla rileva che la strada sia di fatto percorsa da pedoni e biciclette in quanto più appetibile, essendo asfaltata, rispetto al percorso ciclabile sterrato che corre nelle vicinanze”. La strada in questione, dunque, “rientra nelle categorie espressamente escluse dal divieto di caccia, non conducendo ad alcuna abitazione ed essendo il suo accesso espressamente vietato ai veicoli non autorizzati, non potendo, pertanto, essere considerata di uso generalizzato o strada vicinale soggetta a servitù di pubblico transito”.

Soddisfatti si sono detti gli avvocati Giuseppe Borelli ed Alberto Gaboardi, che hanno rappresentato il cacciatore nella causa civile. “Ad assisterlo”, ha aggiunto l’avvocato Gaboardi, “si sono prodigati intensamente anche i rappresentanti dell’Enalcaccia, nella persona del gerente locale, la guardia volontaria Franchino Ravelli

Leggi tutte le news

10 commenti finora...

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

sg ma crede che la caccia cosi come tutto ormai nella penisola italiota continui??lo ripeto chi andava a caccia tanti anni fa il re?? oggi non c e più il re ma li a rioma ci sono molti piccoli reucci!!!! e il piombo arte che ahimè va a finire,,,

da nik 13/12/2017 14.30

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

nik 12/12/2017 18.48: Scusi ma cosa intende con:... "meno male che sta per finire tutto!!", aspetto. Cordialità. X toni el cacciator 12/12/2017 15.34: Quando te lo dico io con la tua ciclabile Cost to Cost!? Dai su, con un sindaco amico credo non sia difficile trovare la giusta posizione di quel tratto per pochi eletti, non ciaccole, ma fatti certi!!!

da s.g. 12/12/2017 21.06

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

ma dai questi sono andati oltre portando i verbali pure con i comuni scomodando vicesindaci ecc nulla di fatto !!!coloro che indossano quella divisa e si credono padroni de sto cazzo!!!!meno male che sta per finire tutto!!

da nik 12/12/2017 18.48

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

Come cacciatore la sentenza mi sta bene e ci mancherebbe, però non mi convince.Mi chiedo: se sta transitando un auto autorizzata io posso cacciare a pochi metri, mi suona male.

da Mino 51 12/12/2017 13.39

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

tie'!!!

da peppe 12/12/2017 10.44

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

è probabile che nel fatto accaduto, non si è incappato in qualche giudice animalista, quindi imparziale come un giudice rispettoso delle leggi dovrebbe essere.

da arturo 12/12/2017 8.16

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

Vede Gianni,io nel caso dell’accertatore non dormirei tanto tranquillo;una bella rappresentazione dei fatti e della risposta(magari riportata nel verbale per maggior tranquillita’)e messa a conoscenza di qualche pubblico rappresentante dello Stato;poi il tempo decidera’ di chi sono i fatti.

da Pietro 2 12/12/2017 6.56

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

il problema e' che chi va a fare la vigilanza quando scrive i verbali fa ancora errori di ortografia e neanche conosce gli artt. che deve applicare. Conosce quelle 4 nozioni a memoria da manuale e con il decreto si sentono chi sa chi!! Ma anche qualche sottufficiale di pg, ancora dopo averlo fatto riflettere sul caso di non sanzionare pena il ricorso con vittoria dal giudice di pace...,lo sapete cosa mi ha risposto?? E' un problema tuo... E allora vorrei vedere se le spese in caso di vittoria del cacciatore fossero addebitate all'accertatore come cambierebbe il pensiero.

da gianni 11/12/2017 20.40

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

se non è sbagliato l articolo lo è la sentenza...per me.

da il brigante Mammone 11/12/2017 19.56

Re:Strade e divieti: cacciatore vince la causa contro la Provincia

Bravi esercitato un diritto , risparmiati 206 euro?. Costi legali chi li ha pagati? Quindi li si puo' cacciare....

da toni el cacciator 11/12/2017 19.08