Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Coronavirus. Fidc Lombardia: testimonianza di un medico in prima lineaAnuu: "Domenico Grandini non è più tra noi"Emilia Romagna: quasi 100 mila euro anche dai cinghialaiCuneo: donazione dall'Arci Caccia per l'emergenzaFidc raccoglie quasi 800 mila euro per l'emergenza CoronavirusCampania. Proposte sul calendario venatorio 2020 2021Lazio, proroga scadenze per cacciatori e istituti faunisticiRinviata al 2021 Caccia VillageUn ventilatore polmonare al S. Martino di Genova dalle cacciatriciControllo volpe. Lav attacca Regione LombardiaMazzali segnala Mocavero in ProcuraDonazione alla Croce Rossa da Enalcaccia Una: dal mondo venatorio oltre 1 milione di euro per emergenza covid19La Cultura rurale contro il CoronavirusCct: attenzione alle fake news18 mila euro all'Azienda Sanitaria da Fidc FrosinoneFidc Emilia Romagna: donati 108 mila euro per l'emergenzaLombardia, rinviato termine iscrizione ad Atc e CaVietato spostarsi fuori dai comuni di residenzaDai cacciatori toscani altri 35 mila euro per la lotta al Covid 19Bana, il ricordo di Massimo MarracciBana, altri messaggi di cordoglioDa Federcaccia i primi 500 mila euro in beneficienzaBana: il ricordo della FACEI cacciatori veneti rinunciano a 300 mila euro per l'emergenza Covid-19Addio all'Avvocato Giovanni BanaStiamo a casaFidc Piemonte. Sulle specie cacciabili una risposta agli animalistiFidc: dalla Lipu una proposta sconvolgenteEmergenza Covid: altre donazioni dal mondo venatorioToscana: Arci Caccia in campo contro il Corona VirusDonazione alla Croce Rossa Italiana dalla Cabina di RegiaCovid-19. Raccolta fondi di ItalcacciaServe uno sforzo da parte di tuttiCovid-19: anche i Giovani Cacciatori si attivanoDall'Atc Caserta altri 100 mila euro per l'emergenza Eleonora e la storia di Nello. Un pensiero a tutti i cacciatoriCCT: Cacciatori gente concreta e onestaEps Campania propone fondo Emergenza Covid19Mazzali: le associazioni venatorie si autotassano per donare agli ospedaliAssessore Rolfi "il cuore grande dei cacciatori"Dreosto plaude alla solidarietà delle associazioni venatorieCovid-19. Ancora solidarietà dai cacciatoriAnnullata Assemblea Generale CICLombardia, le nuove disposizioni sulla fauna selvatica100 mila euro per emergenza sanitaria anche dai Cacciatori TrentiniRolfi: restituzione tesserini venatori al 20 aprileBerlato: Raccolta fondi dalle attività portatrici della cultura ruralePiemonte, per la Giunta 15 specie devono tornare cacciabiliFidc Sardegna "cacciamo il coronavirus"Veneto: sospesa caccia di selezione e censimentiBergamo: da Enalcaccia 5 mila euro all'OspedaleEmergenza Covid-19. Da Fidc nazionale altri 100 mila euro Covid-19. Da Arci Caccia Marche donazione al servizio sanitarioFidc Marche invita a donare il sangueCovid-19: 5 respiratori anche dall'Atc Unico di BresciaPiani di prelievo ungulati e galliformi. Indicazioni da Ispra CoronaVirus, CCT: "insieme per l'Italia"CoronaVirus: le cacciatrici si organizzano su facebookAnlc: "Tutti insieme contro il CoronaVirus"Da Fidc Bergamo 30 mila euro per l'emergenza CoronaVirusAnuu Lazio: Regione al lavoro per proroga tesseriniSvezia, a caccia fin dai 15 anniFidc Brescia dona 8 respiratori all'OspedaleCovid-19: raccolta fondi Fidc Friuli Venezia GiuliaEmilia R. Pompignoli chiede proroga termini tesserino venatorioNorvegia. 70 mila cacciatriciLombardia, consegna tesserini slitta al 20 aprileCoronaVirus: rimandata operazione Paladini del territorio Caccia di selezione sospesa. Un chiarimento dalla CCTFrancia, assemblea FNC: cacciatori in campo contro l'ecologia da salottoVeneto: Zottis (PD) chiede proroga termini riconsegna tesseriniPAC post-2020. Scienziati chiedono impegno per la biodiversitàRichiami vivi: Commissione Ue risponde a interrogazioneCovid-19. Sospesa caccia di selezioneFidc Umbria, vertici sospesi. Elezioni da rifareLiguria: incostituzionale caccia dopo tramonto. Ok accertamento capiAnuu: un febbraio da ricordareFidc Brescia: poco utili controlli a campione su tesserini venatoriCaccia in cucina. Ecco i ristoranti aderentiAbruzzo: approvato disciplinare caccia di selezione cinghialeAncora catture caprioli nell'area dell'ospedale di PistoiaStudiare la pernice elbana per salvare la specie in ItaliaSalerno, iniziate le immissioni di 4 mila fagianiMilioni di visualizzazioni per il video di "cucina" di un cacciatoreAnnullata Assemblea nazionale Anuu MigratoristiMolise, proroga per i corsi caccia selezione al cinghialeUe: nuova interrogazione contro bando del piomboToscana. Eps e CCT si confrontanoCinghiali. Assessore Mai "va cambiata la legge sulla caccia"Salvatore La Spada. Scultore e cinofiloM5S Piemonte: "sventato blitz su specie cacciabili"Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e IspraFassini: “Verifichiamo condizioni per Cabina di Regia in VenetoCinghialai puliscono le strade di Genga (AN)Specie simili, studio scientifico cita esempio italianoCinghiali, Remaschi smentisce Coldiretti "in Toscana 160 mila cinghiali"Piemonte: ecco le modifiche alla legge sulla cacciaCuneo, rinviati esami abilitazione venatoriaCacciatori arruolati contro le nutrieGiornata mondiale fauna selvatica. Il ruolo dei cacciatoriUmbria: Coldiretti propone estensione caccia cinghialePuglia: proposta unitaria per il regolamento degli AtcAl via la diciottesima edizione di Caccia in Cucina

News Caccia

Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano


venerdì 9 dicembre 2016
    

La Commissione europea deferisce la Francia alla Corte di giustizia dell'UE "per non aver fatto fronte alle continue violazioni della normativa dell'UE sulla conservazione degli uccelli selvatici (direttiva 2009/147/CE)". Il provvedimento si riferisce alle catture illegali e agli altrettanto illegali prelievi dell'ortolano, specie migratrice in diminuzione in Europa (dell'84% tra il 1980 e il 2012). Secondo la Commissione il bracconaggio di ortolani in Francia rovina gil sforzi di conservazione intrapresi dagli altri Stati membri di invertire il declino della specie.

Tale azione della Commissione fa seguito a un parere motivato inviato alla Francia nel giugno 2016.  "Malgrado i precedenti impegni assunti dalle autorità francesi - si legge nella comunicazione della Commissione- , le pratiche illegali relative all'uccisione o alla cattura deliberata dell'ortolano continuano. Dette attività in Francia pregiudicano gli sforzi di conservazione intrapresi dagli altri Stati membri. Pertanto, al fine di esortare la Francia ad applicare correttamente sul campo la direttiva Uccelli, la Commissione deferisce la questione alla Corte di giustizia dell'UE".
 
Sempre nell'ambito delle decisioni relative all'applicazione della Direttiva Uccelli, c'è anche la richiesta alla Finlandia di porre fine alla caccia primaverile illegale degli edreoni maschi nella provincia di Åland, che dal 2011 è stata autorizzata ogni anno tra il 1° maggio e il 20 maggio in deroga alla direttiva uccelli.  Le condizioni per una deroga secondo la Commissione, non sono soddisfatte a causa dello stato di conservazione non favorevole della specie e per il fatto che la quota di caccia autorizzata non costituisce un numero esiguo della popolazione della specie in questione. "Recenti dati scientifici - dice la Commissione -  hanno dimostrato chiaramente che la popolazione di queste specie acquatiche sta subendo una rapida diminuzione in Finlandia (40%), nella zona del Mar Baltico (50%) come pure a livello europeo e mondiale e che lo stato di conservazione di tali specie è fonte di crescente preoccupazione". La Commissione ha inviato alla Finlandia un parere motivato. Se non interverrà entro due mesi, il caso potrà essere deferito alla Corte di giustizia dell'UE.

Nel pacchetto di decisioni prese dalla Commissione l'8 dicembre scorso, in fatto di Ambiente, c'è anche l'Italia, deferita alla Corte di Giustizia UE nuovamente per non essersi pienamente e totalmente conformata alla sentenza della Corte del 2012 sullo smaltimento delle acque reflue. Le autorità italiane devono ancora assicurare che le acque reflue urbane siano adeguatamente raccolte e trattate ancora in 80 agglomerati in tutto il paese (rispetto ai 109 oggetto della prima sentenza) per evitare gravi rischi per la salute umana e l'ambiente. La Commissione chiede alla Corte di giustizia dell'UE di imporre il pagamento di una somma forfettaria pari a 62.699.421,40 EUR. La Commissione propone inoltre di applicare una penale giornaliera pari a 346.922,40 EUR qualora la piena conformità non sia raggiunta entro la data in cui la Corte emette la sentenza. La decisione finale in merito alle sanzioni spetta alla Corte di giustizia dell'UE. 

 

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano

Belin >>>>>>>>>>>> STORNO- FRINGUELLO >>>>>>>>>>>> ce ne sono milioni e spesso non c'è altro, poi sentiamo che nelle altre nazioni sparano all'ortolano????? ( che spero non abbia la camicia a quadri il cappellaccio ed i baffoni ) i finlandesi cacciano in primavera gli edredoni che sono paperacce che ne sanno di pesciaccio vista la loro alimentazione ( concessa la deroga ), e non mi meraviglierei cercando nei meandri delle deroghe concesse agli altri stati uscisse anche la caccia in deroga a PAPEROGA.

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX 09/12/2016 19.10

Re:Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano

Sulle piccole quantità, basta leggere l'altra nota, che riguarda un'interrogazione di un variegato manipolo di nostri/e parlamentari europei. Sollecitati e consigliati ovviamente da alcune frange di cacciatori che qualcuno potrebbe definire poco responsabili. Il che non significa che le deroghe non siano possibili, Bekea. Significa solamente che il pallino è da sempre in mano agli italiani (e da quando è in vigore questa norma, di governi se ne sono succeduti diversi, purtroppo, di destra e di sinistra). Quindi, la colpa è solo nostra, che a casa nostra non siamo capaci di convincere chi ci guida. Da cosa dipenderà, Bekea? Prova a speigarcelo. Ma non ci dire che la colpa è del solito cignalone, che conta come il due di picche.

da Asso di briscola 09/12/2016 16.27

Re:Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano

IN EFFETTI GLI ORTOLANI SONO IN NETTA DIMINUZIONE CAUSATA DALLA CONTINUA APERTURA DI SUPETMERCATI.....MA ANCHE SALUMIERI E PIZZICAGNOLI NON SE LA PASSANO BENE....

da Annate a defecare... 09/12/2016 15.07

Re:Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano

x Nibbio, purtroppo il luminare della medicina recentemente scomparso era da anni in preda al solito delirio di onnipotenza tipico di molti anziani luminari italiani che tutto quello che dicono è preso come oro.....perchè si che disse di mettersi le scorie sotto al letto tranquillamente......ma dal dire al fare.......in Italia non servono luminari che indichino la va ma solo una cosa che latita da decenni: IL CARO VECCHIO BUONSENSO!

da Bios 09/12/2016 14.49

Re:Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano

X Bios,un tempo la gente non considerava e non denunciava un bracconiere chi catturava selvaggina per il proprio sostentamento famigliare. Onestamente da cacciatore credo che oggi questa pratica possa essere ancora tollerata. Un luminare della medicina appena scomparso,era favovevole all'uso libero dello spinello,alle centrali nucleari,purtroppo però questi era un anticaccia fermamente convinto.

da Il Nibbio 09/12/2016 14.17

Re:Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano

il bracconaggio è il naturale risultato di imporre divieti su consuetudini secolari (che sia l'ortolano in francia o gli storni in italia), e in conseguenze di scelte politiche mascherate da provvedimenti gestionali (vedi in italia accreditare solo ispra a fornire dati, e considerare carta straccia quello che producono Università, CNR,....ecc...), l'europa è il solito organo di burocrati che dispone in maniera asettica e che nessuno ha voglia di ascoltare. se invece di vietare si gestisse si avrebbero anche di conseguenza molti dati utili a preservare le specie, invece si vieta, il bracconaggio dilaga e nessuno sa realmente quanto incida (e stime sono soggette ad errori enormi). infine c'è da considerare che chi nasce cacciatore (francese, italiano, tedesco,...ecc....) nel sangue non rinuncia alla caccia per sempre, continuare a imporre limitazione non fa altro che aumentare la caccia illegale. Inoltre c'è anche un aspetto sociale, anni fa (intendo più di 40/50 anni fa) il bracconiere non era una figura così mal vista dal "popolo", in quanto era una persona che catturava animali che in effettivo non sono "materialmente" di nessuno a fronte di una imposizione di obolo statale non giustificato o di proprietà della nobiltà (vedi antiche riserve). continuare a evitare una reale gestione (l'obolo statale servirebbe a questo) non fa altre che aumentare lo spirito di "ribellione" (passatemi il termine) e porta nel tempo anche ad un possibile ritorno ad una visione del bracconiere meno negativa (esempio: il proibizionismo usato per anni con le droghe leggere ha portato ad una legittimazione nel loro uso e nessuno si sogna di denunciare uno che si fa uno spinello). Dio come mi sono dilungato!

da Bios 09/12/2016 12.19

Re:Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano

x BEKEA,L'articolo parla di "PORRE FINE A CATTURE E CACCE ILLEGALI"!!! Non parla di catture in deroga in piccole quantità. Il Bracconaggio CREDO FERMAMENTE che non abbia niente da spartire con i cacciatori onesti.

da Il Nibbio 09/12/2016 12.00

Re:Commissione Ue deferisce la Francia alla Corte di Giustizia per l'ortolano

X zanoni che continua a raccontare bufale e inesattezze(non scrivo altro )che l'Italia è a rischio infrazione sulle deroghe e sulla caccia. Mentre l'EU ci multa per l'inquinamento delle acque. P.S. Questo vale anche per quelli che in questo sito affermano che l'applicazione delle deroghe di piccole quantità, su specie in buono stato di conservazione,non è possibile o illegale.

da Bekea 09/12/2016 10.56