Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Coronavirus. Fidc Lombardia: testimonianza di un medico in prima lineaAnuu: "Domenico Grandini non è più tra noi"Emilia Romagna: quasi 100 mila euro anche dai cinghialaiCuneo: donazione dall'Arci Caccia per l'emergenzaFidc raccoglie quasi 800 mila euro per l'emergenza CoronavirusCampania. Proposte sul calendario venatorio 2020 2021Lazio, proroga scadenze per cacciatori e istituti faunisticiRinviata al 2021 Caccia VillageUn ventilatore polmonare al S. Martino di Genova dalle cacciatriciControllo volpe. Lav attacca Regione LombardiaMazzali segnala Mocavero in ProcuraDonazione alla Croce Rossa da Enalcaccia Una: dal mondo venatorio oltre 1 milione di euro per emergenza covid19La Cultura rurale contro il CoronavirusCct: attenzione alle fake news18 mila euro all'Azienda Sanitaria da Fidc FrosinoneFidc Emilia Romagna: donati 108 mila euro per l'emergenzaLombardia, rinviato termine iscrizione ad Atc e CaVietato spostarsi fuori dai comuni di residenzaDai cacciatori toscani altri 35 mila euro per la lotta al Covid 19Bana, il ricordo di Massimo MarracciBana, altri messaggi di cordoglioDa Federcaccia i primi 500 mila euro in beneficienzaBana: il ricordo della FACEI cacciatori veneti rinunciano a 300 mila euro per l'emergenza Covid-19Addio all'Avvocato Giovanni BanaStiamo a casaFidc Piemonte. Sulle specie cacciabili una risposta agli animalistiFidc: dalla Lipu una proposta sconvolgenteEmergenza Covid: altre donazioni dal mondo venatorioToscana: Arci Caccia in campo contro il Corona VirusDonazione alla Croce Rossa Italiana dalla Cabina di RegiaCovid-19. Raccolta fondi di ItalcacciaServe uno sforzo da parte di tuttiCovid-19: anche i Giovani Cacciatori si attivanoDall'Atc Caserta altri 100 mila euro per l'emergenza Eleonora e la storia di Nello. Un pensiero a tutti i cacciatoriCCT: Cacciatori gente concreta e onestaEps Campania propone fondo Emergenza Covid19Mazzali: le associazioni venatorie si autotassano per donare agli ospedaliAssessore Rolfi "il cuore grande dei cacciatori"Dreosto plaude alla solidarietà delle associazioni venatorieCovid-19. Ancora solidarietà dai cacciatoriAnnullata Assemblea Generale CICLombardia, le nuove disposizioni sulla fauna selvatica100 mila euro per emergenza sanitaria anche dai Cacciatori TrentiniRolfi: restituzione tesserini venatori al 20 aprileBerlato: Raccolta fondi dalle attività portatrici della cultura ruralePiemonte, per la Giunta 15 specie devono tornare cacciabiliFidc Sardegna "cacciamo il coronavirus"Veneto: sospesa caccia di selezione e censimentiBergamo: da Enalcaccia 5 mila euro all'OspedaleEmergenza Covid-19. Da Fidc nazionale altri 100 mila euro Covid-19. Da Arci Caccia Marche donazione al servizio sanitarioFidc Marche invita a donare il sangueCovid-19: 5 respiratori anche dall'Atc Unico di BresciaPiani di prelievo ungulati e galliformi. Indicazioni da Ispra CoronaVirus, CCT: "insieme per l'Italia"CoronaVirus: le cacciatrici si organizzano su facebookAnlc: "Tutti insieme contro il CoronaVirus"Da Fidc Bergamo 30 mila euro per l'emergenza CoronaVirusAnuu Lazio: Regione al lavoro per proroga tesseriniSvezia, a caccia fin dai 15 anniFidc Brescia dona 8 respiratori all'OspedaleCovid-19: raccolta fondi Fidc Friuli Venezia GiuliaEmilia R. Pompignoli chiede proroga termini tesserino venatorioNorvegia. 70 mila cacciatriciLombardia, consegna tesserini slitta al 20 aprileCoronaVirus: rimandata operazione Paladini del territorio Caccia di selezione sospesa. Un chiarimento dalla CCTFrancia, assemblea FNC: cacciatori in campo contro l'ecologia da salottoVeneto: Zottis (PD) chiede proroga termini riconsegna tesseriniPAC post-2020. Scienziati chiedono impegno per la biodiversitàRichiami vivi: Commissione Ue risponde a interrogazioneCovid-19. Sospesa caccia di selezioneFidc Umbria, vertici sospesi. Elezioni da rifareLiguria: incostituzionale caccia dopo tramonto. Ok accertamento capiAnuu: un febbraio da ricordareFidc Brescia: poco utili controlli a campione su tesserini venatoriCaccia in cucina. Ecco i ristoranti aderentiAbruzzo: approvato disciplinare caccia di selezione cinghialeAncora catture caprioli nell'area dell'ospedale di PistoiaStudiare la pernice elbana per salvare la specie in ItaliaSalerno, iniziate le immissioni di 4 mila fagianiMilioni di visualizzazioni per il video di "cucina" di un cacciatoreAnnullata Assemblea nazionale Anuu MigratoristiMolise, proroga per i corsi caccia selezione al cinghialeUe: nuova interrogazione contro bando del piomboToscana. Eps e CCT si confrontanoCinghiali. Assessore Mai "va cambiata la legge sulla caccia"Salvatore La Spada. Scultore e cinofiloM5S Piemonte: "sventato blitz su specie cacciabili"Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e IspraFassini: “Verifichiamo condizioni per Cabina di Regia in VenetoCinghialai puliscono le strade di Genga (AN)Specie simili, studio scientifico cita esempio italianoCinghiali, Remaschi smentisce Coldiretti "in Toscana 160 mila cinghiali"Piemonte: ecco le modifiche alla legge sulla cacciaCuneo, rinviati esami abilitazione venatoriaCacciatori arruolati contro le nutrieGiornata mondiale fauna selvatica. Il ruolo dei cacciatoriUmbria: Coldiretti propone estensione caccia cinghialePuglia: proposta unitaria per il regolamento degli AtcAl via la diciottesima edizione di Caccia in CucinaAbruzzo: fondo per l'esercizio della caccia 2020Campania: dagli ambientalisti no alla riforma della cacciaCabina di regia a Petriolo (MC)

News Caccia

Arcicaccia plaude alla legge veneta sugli appostamenti precari


venerdì 27 novembre 2015
    

Riceviamo e pubblichiamo:

In merito alla legge sugli appostamenti precari ad uso venatorio - approvata lo scorso 25 novembre dal Consiglio regionale - il Presidente Regionale dell’Arcicaccia del Veneto, Giuliano Ezzelini Storti e il Vice Presidente Regionale con delega ai rapporti con il Consiglio Regionale, Piergiorgio Fassini, hanno dichiarato:

Esprimiamo apprezzamento per l’approvazione della legge sugli appostamenti precari ad uso venatorio non solo perché semplifica l’iter e riduce i costi per i praticanti l’attività venatoria, ma anche perché, osservando il testo, rileviamo che ha recepito molte delle nostre osservazioni contenute nella lettera inviata al Presidente della 3a Commissione Consiliare della Regione Veneto in data 11 novembre 2015. Certo, avremmo preferito che fossero accolti tutti i nostri suggerimenti per dare più sicurezza alla tenuta della legge dal punto di vista istituzionale ed essere certi di aver scritto la parola fine a delle situazioni di criticità che si erano venute a creare nel passato.

Ringraziamo comunque il Presidente della Commissione e presentatore della legge, Sergio Berlato, per lo sforzo fatto e l'intero Consiglio Regionale, maggioranza e opposizione, per aver fatto la propria parte.

Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Arcicaccia plaude alla legge veneta sugli appostamenti precari

Dove è il problema !Bella domanda.Il problema è nella testa dei soliti denigratori che hanno problemi di comprendonio essendo infarciti di ideologia anticacciatori dal lontano 1992/157.E nemmeno quando avevano la possibilità ( dal 2010 al 2015) hanno fatto qualcosa di utile per la caccia ( riferito al Veneto )visto che le loro proposte (PFVR )sono miseramente naufragate, avversate anche dai loro stessi tesserati.

da Bekea 28/11/2015 15.43

Re:Arcicaccia plaude alla legge veneta sugli appostamenti precari

Ribadisco anche qui: Evitate di criticare ciò che non conoscete. In Veneto gli appostamenti in zona lagunare e valliva e quelli per gli ungulati sono già regolamentati dalla legge 12/2012 e non devono essere rimossi. Gli appostamenti temporanei sono già normati da apposita legge e devono essere rimossi a fine giornata di caccia. Non erano ancora normati gli appostamenti per la caccia ai turdidi e la caccia ai colombacci per i quali servivano costose e fastidiose incombenze di natura burocratica ( progetto presentato da un professionista, presentazione della DIA (Dichiarazione di Inizio Attività). Gli appostamenti per i turdidi dovevano ricevere l'autorizzazione preventiva e potevano rimanere sul terreno solo per 90 giorni. Abbiamo messo una pezza con questa nuova legge che prevede che, se un cacciatore non vuole adempiere a tutta la trafila burocratica poc'anzi descritta, basta che rispetti le norme che abbiamo previsto in legge e cioè: allestire l'appostamento non prima di trenta giorni antecedente l'inizio dell'attività venatoria e rimuoverlo non oltre trenta giorni dalla fine dell'attività venatoria. Deve rispettare le misure massime ed i materiali di costruzione, garantire adeguata mimetizzazione, comunicare l'installazione dell'appostamento al comune territorialmente competente. Rispettando queste prescrizioni non serve alcun tipo di autorizzazione. Se invece qualcuno vuole mantenere il proprio appostamento, a colombacci e non, per tutto il tempo dell'anno, adempie alla trafila burocratica già prevista e lo lascia tranquillamente sul terreno. Dove sta il problema???

da SERGIO BERLATO 27/11/2015 19.18

Re:Arcicaccia plaude alla legge veneta sugli appostamenti precari

guarda che della petizione, questo sito ha dato segnalazione per prima. 20 novembre. sei te che sei lento

da tarata ruga 27/11/2015 17.57

Re:Arcicaccia plaude alla legge veneta sugli appostamenti precari

Caro Ezzelino, leggi le parole nere della Legge e capirai che fesseria è stata generata. Complimenti.

da Caffelatte 27/11/2015 15.40