Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Coronavirus. Fidc Lombardia: testimonianza di un medico in prima lineaAnuu: "Domenico Grandini non è più tra noi"Emilia Romagna: quasi 100 mila euro anche dai cinghialaiCuneo: donazione dall'Arci Caccia per l'emergenzaFidc raccoglie quasi 800 mila euro per l'emergenza CoronavirusCampania. Proposte sul calendario venatorio 2020 2021Lazio, proroga scadenze per cacciatori e istituti faunisticiRinviata al 2021 Caccia VillageUn ventilatore polmonare al S. Martino di Genova dalle cacciatriciControllo volpe. Lav attacca Regione LombardiaMazzali segnala Mocavero in ProcuraDonazione alla Croce Rossa da Enalcaccia Una: dal mondo venatorio oltre 1 milione di euro per emergenza covid19La Cultura rurale contro il CoronavirusCct: attenzione alle fake news18 mila euro all'Azienda Sanitaria da Fidc FrosinoneFidc Emilia Romagna: donati 108 mila euro per l'emergenzaLombardia, rinviato termine iscrizione ad Atc e CaVietato spostarsi fuori dai comuni di residenzaDai cacciatori toscani altri 35 mila euro per la lotta al Covid 19Bana, il ricordo di Massimo MarracciBana, altri messaggi di cordoglioDa Federcaccia i primi 500 mila euro in beneficienzaBana: il ricordo della FACEI cacciatori veneti rinunciano a 300 mila euro per l'emergenza Covid-19Addio all'Avvocato Giovanni BanaStiamo a casaFidc Piemonte. Sulle specie cacciabili una risposta agli animalistiFidc: dalla Lipu una proposta sconvolgenteEmergenza Covid: altre donazioni dal mondo venatorioToscana: Arci Caccia in campo contro il Corona VirusDonazione alla Croce Rossa Italiana dalla Cabina di RegiaCovid-19. Raccolta fondi di ItalcacciaServe uno sforzo da parte di tuttiCovid-19: anche i Giovani Cacciatori si attivanoDall'Atc Caserta altri 100 mila euro per l'emergenza Eleonora e la storia di Nello. Un pensiero a tutti i cacciatoriCCT: Cacciatori gente concreta e onestaEps Campania propone fondo Emergenza Covid19Mazzali: le associazioni venatorie si autotassano per donare agli ospedaliAssessore Rolfi "il cuore grande dei cacciatori"Dreosto plaude alla solidarietà delle associazioni venatorieCovid-19. Ancora solidarietà dai cacciatoriAnnullata Assemblea Generale CICLombardia, le nuove disposizioni sulla fauna selvatica100 mila euro per emergenza sanitaria anche dai Cacciatori TrentiniRolfi: restituzione tesserini venatori al 20 aprileBerlato: Raccolta fondi dalle attività portatrici della cultura ruralePiemonte, per la Giunta 15 specie devono tornare cacciabiliFidc Sardegna "cacciamo il coronavirus"Veneto: sospesa caccia di selezione e censimentiBergamo: da Enalcaccia 5 mila euro all'OspedaleEmergenza Covid-19. Da Fidc nazionale altri 100 mila euro Covid-19. Da Arci Caccia Marche donazione al servizio sanitarioFidc Marche invita a donare il sangueCovid-19: 5 respiratori anche dall'Atc Unico di BresciaPiani di prelievo ungulati e galliformi. Indicazioni da Ispra CoronaVirus, CCT: "insieme per l'Italia"CoronaVirus: le cacciatrici si organizzano su facebookAnlc: "Tutti insieme contro il CoronaVirus"Da Fidc Bergamo 30 mila euro per l'emergenza CoronaVirusAnuu Lazio: Regione al lavoro per proroga tesseriniSvezia, a caccia fin dai 15 anniFidc Brescia dona 8 respiratori all'OspedaleCovid-19: raccolta fondi Fidc Friuli Venezia GiuliaEmilia R. Pompignoli chiede proroga termini tesserino venatorioNorvegia. 70 mila cacciatriciLombardia, consegna tesserini slitta al 20 aprileCoronaVirus: rimandata operazione Paladini del territorio Caccia di selezione sospesa. Un chiarimento dalla CCTFrancia, assemblea FNC: cacciatori in campo contro l'ecologia da salottoVeneto: Zottis (PD) chiede proroga termini riconsegna tesseriniPAC post-2020. Scienziati chiedono impegno per la biodiversitàRichiami vivi: Commissione Ue risponde a interrogazioneCovid-19. Sospesa caccia di selezioneFidc Umbria, vertici sospesi. Elezioni da rifareLiguria: incostituzionale caccia dopo tramonto. Ok accertamento capiAnuu: un febbraio da ricordareFidc Brescia: poco utili controlli a campione su tesserini venatoriCaccia in cucina. Ecco i ristoranti aderentiAbruzzo: approvato disciplinare caccia di selezione cinghialeAncora catture caprioli nell'area dell'ospedale di PistoiaStudiare la pernice elbana per salvare la specie in ItaliaSalerno, iniziate le immissioni di 4 mila fagianiMilioni di visualizzazioni per il video di "cucina" di un cacciatoreAnnullata Assemblea nazionale Anuu MigratoristiMolise, proroga per i corsi caccia selezione al cinghialeUe: nuova interrogazione contro bando del piomboToscana. Eps e CCT si confrontanoCinghiali. Assessore Mai "va cambiata la legge sulla caccia"Salvatore La Spada. Scultore e cinofiloM5S Piemonte: "sventato blitz su specie cacciabili"Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e IspraFassini: “Verifichiamo condizioni per Cabina di Regia in VenetoCinghialai puliscono le strade di Genga (AN)Specie simili, studio scientifico cita esempio italianoCinghiali, Remaschi smentisce Coldiretti "in Toscana 160 mila cinghiali"Piemonte: ecco le modifiche alla legge sulla cacciaCuneo, rinviati esami abilitazione venatoriaCacciatori arruolati contro le nutrieGiornata mondiale fauna selvatica. Il ruolo dei cacciatoriUmbria: Coldiretti propone estensione caccia cinghialePuglia: proposta unitaria per il regolamento degli AtcAl via la diciottesima edizione di Caccia in Cucina

News Caccia

Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole


venerdì 17 ottobre 2014
    
Riceviamo e pubblichiamo:


Gli uccelli migratori rappresentano una componente importante della biodiversità globale. La particolare collocazione del nostro Paese favorisce i grandi spostamenti degli uccelli che  dopo un lungo volo ritrovano nei nostri territori, grazie al lavoro gestionale degli Atc e all’impegno dei cacciatori, le condizioni ottimali di svernamento prima della fase “nuziale”. Un giusto ed equilibrato prelievo non intacca il patrimonio faunistico ed in questa direzione si colloca la legislazione italiana che rispetta le indicazioni della ricerca scientifica e dell’unione europea. I cacciatori sono consapevoli di questo ed è anche grazie al loro contributo che è possibile aggiornare i dati a disposizione dell’Ispra attraverso progetti mirati o partecipando a monitoraggi, come quello sui tordi o sulle beccacce, organizzati dalle associazioni venatorie e specializzate.

Non v’è dubbio che la caccia da appostamento con l’utilizzo dei richiami vivi è una delle forme tradizionali della attività venatoria che in Umbria è molto diffusa e praticata da migliaia di cacciatori e che solo nei mesi scorsi è stata oggetto di un attacco strumentale e demagogico da parte delle associazioni animaliste che il Parlamento, grazie alla compattezza del mondo venatorio, con il protagonismo attivo e determinato dell’Arci Caccia, ha saputo respingere.

Le regole per la caccia alla migratoria sono molto ferree.

La Regione dell’Umbria (con il R.R. n° 15/95)  ha disciplinato gli appostamenti di caccia e l’uso e la detenzione di richiami vivi delle seguenti specie: allodola, cesena, tordo sassello, tordo bottaccio, merlo, pavoncella e colombaccio.



Ogni cacciatore che eserciti l’attività venatoria ai sensi dell’art. 12 comma 5 lettera b, della Legge 157/92, può detenere un numero massimo di dieci soggetti di allevamento per ciascuna delle suddette specie , fino ad un massimo complessivo di quaranta unità.

Per coloro i quali hanno optato per l’attività venatoria ai sensi dell’art. 12 comma 5 lettera c, cioè da appostamento temporaneo l’uso dei richiami vivi è consentito in numero non superiore a dieci.

La detenzione e l’uso dei richiami vivi di cattura delle specie cacciabili, è consentita con le stesse modalità previste per quelle di allevamento.

I cacciatori proprietari dei richiami vivi, muniti di ricevuta di acquisto dove viene riportato (sigla, numero e la specie di uccello) deve provvedere alla comunicazione presso la Provincia di residenza, la quale provvederà al rilascio di un documento di possesso, il quale dovrà essere sempre aggiornato. Il documento rilasciato dalla Provincia dovrà essere esibito su richiesta dagli organi di controllo.

 
Nel ricordare queste norme l’Arci Caccia augura a tutti i cacciatori un “caloroso in bocca al lupo”.

 

Federazione Regionale Arci Caccia

 

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole

La parte sotto Le regole per la caccia alla migratoria sono molto ferree ecc..ecc.. nulla da eccepire. La parte sopra ma da quale cilindro da sgangherato mago hanno fatte uscire tutte queste s""""""

da G. Belsito 18/10/2014 12.11

Re:Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole

A proposito di ripasso sulle regole. Rileggetevi e soprattutto capite cosa stalle leggendo sull'Art. 10 della legge 157/92. Sono arciconvinto che questo Art. se lo avete letto, dopo venti anni,non avete ancora compreso il contenuto. Almeno lo voglio sperare altrimenti sarebbe ... non trovo l'aggettivo dispregiativo giusto che vi calzi a pennello.

da Franchino 18/10/2014 11.47

Re:Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole

"...Avete consentito un ritorno alle riserve private e ai feudi.." parole da chi non vuole gli italiani del continente a caccia in Sardegna. assurdo tutto ciò

da gigi 17/10/2014 17.17

Re:Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole

Ma sta legge non dovevano già cambiarla da anni??!1 Stravolgerla addirittura, se non ricordo male.

da Ezio 17/10/2014 15.25

Re:Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole

dardo 17/10/2014 12.33 e Pietro Pirredda - Arzachena (Sardegna) 17/10/2014 13.11, concordo su tutto, FIDC e ARCI sono la rovina della caccia grazie alla loro schifosa 157/92.

da 53 17/10/2014 15.12

Re:Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole

Speriamo intervengano al più presto in nostro soccorso i noti amici di caccia e cacciatori.

da Ezio 17/10/2014 14.34

Re:Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole

Non ho mai letto tutte insieme tante cavolate!!! ARCI Caccia: ma ci credi davvero a ciò che scrivi? Con la Vostra Politica che ricorda il marito che per fare dispetto alla moglie si taglia i @@...avete (insieme ad un'altra vostra consorella), inventato la 157 e la gestione attraverso aziende chiamate ATC-AFV-ATV. Avete consentito un ritorno alle riserve private e ai feudi, giustificando a suon di tasse i corsi per selecontrollori che valgono in un ATC e non in un altro limitrofo e così via! Ma ciò non vi è bastato....state creando solo danni alla caccia. Di fatto avete permesso e avallato la chiusura della caccia alla migratoria nel mese migliore - Febbraio. Occupatevi di botanica o francobolli!

da Pietro Pirredda - Arzachena (Sardegna) 17/10/2014 13.11

Re:Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole

gli attacchi alla caccia migratoria cari amici arci sono stati possibili grazie alla lungimiranza di voi aavv le quali avete voluto la 157/92, da prima avete legato i migratoristi al territorio, e non comprendo perchè devo essere legato ad un atc, visto che la migratoria non la gestiscono, e non vedo il perchè devo pagare per andare in un atc a cacciarla, in quanto ha costi zero per gli stessi atc, poi voi e la vostra amica feder, amica di partito non eravate così pro migratoria...forse diminuiscono i tesserati e veniamo comodi anche noi?? fate una riunione e discutetene su questo fatto, tanto siete buoni solo a blaterare, è il pd il vostro simbolo, ah aggiungo quando parlate di cacciatori senza ombra di dubbio voi state parlando di altra gente.....

da dardo 17/10/2014 12.33