Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Acma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali" Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"FACE: tolleranza zero sui crimini contro la fauna selvaticaAnuu "38 anni di raccolta ali tordi"Anuu: "una calda migrazione post nuziale"Trieste: celebrata la storica messa di San UbertoFidc: "una nuova rotta per la sorveglianza dell'aviaria"Cabina Regia Toscana a difesa del calendario venatorioFidc Lombardia: non ancora chiusa causa contro il calendario venatorioL'Aquila, a Cagnano Amiterno riprende la caccia senza limitazioni per PSAUmbria: Mancini (Lega) chiede piano straordinario cinghialePatrizio La Pietra e Vannia Gava sottosegretari ad Agricoltura e AmbienteArci Caccia Toscana chiede trasmissione dati su tortora, storno e piccioneIn Toscana nuovo ricorso contro calendario venatorioMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo


lunedì 24 marzo 2014
    

Da un accordo stipulato tra le associazioni regionali Anlc, Anuu Migratoristi, Arcicaccia, Enalcaccia, Fidc, Italicaccia ed Eps nasce il Coordinamento delle Associazioni Venatorie Piemontesi.  Un primo passo per affrontare le problematiche venatorie regionali in sinergia, con lo scopo di arrivare ad una vera unità in futuro. Come già avvenuto in Toscana, le associazioni manterranno le proprie identità storiche e culturali, l’autonomia organizzativa e gestionale e rivendicano la propria indipendenza dalla politica.

Il Coordinamento si è già dato una serie di obbiettivi, come: la realizzazione di indirizzi di gestione in modo unitario degli ATC e Ca presenti nel territorio regionale; la gestione della fauna selvatica attraverso la realizzazione di indirizzi di gestione unitaria, coerente e produttiva della piccola fauna selvatica nelle Z.R.C. e realizzando un rapporto costruttivo e sinergico con il mondo agricolo attraverso progetti condivisi, tesi da un lato a ridurre i danni alle produzioni agricole e dall'altro a rivalutare l'ambiente anche tramite il P.S.R. (progetti di sviluppo rurale); portare alle Istituzioni le istanze del mondo venatorio in modo unitario; la realizzazione di una banca dati del patrimonio faunistico Regionale.

Il Coordinamento s’impegna ad attivare incontri mensili e a sostenere le istanze condivise tra tutte le associazioni, a privilegiare l'inserimento di giovani dirigenti e a difendere tutte le forme di caccia, impegnandosi a contrastare qualsiasi richiesta di immotivate limitazioni alle norme di legge, dai calendari venatori o regolamenti degli Organi di gestione degli ATC e dei CA, volte a ridurre tempi e modi di caccia o renderne inapplicabile il principio di “caccia per tempi e per specie”, principio che comporta di se la possibilità di tempi differenziati. Si impegna inoltre a monitorare le attività di Atc e Ca e a sostenere proposte per un calendario venatorio europeo e mediterraneo, con tempi e specie di caccia, secondo le diverse realtà territoriali, decisi tramite un’interpretazione non ideologicamente restrittiva della direttiva 2009/147 che si avvalga della Guida interpretativa 79/409 e relativi concetti-chiave emanata dalla Commissione UE nel marzo 2004 oltre che le iniziative per il corretto recepimento della direttiva in materia di prelievo in deroga sostenute da chiare e sostenibili argomentazioni e la proposta costruttiva della nuova Legge Regionale a partire dal miglioramento ambientale, salvaguardia del territorio e del patrimonio faunistico.

Il Coordinamento inoltre chiederà che sia fatta un'Assemblea Regionale almeno a cadenza annuale dei Rappresentanti negli ATC e nei CA del mondo venatorio aperta ai rappresentanti del mondo,agricolo, degli enti locali, delle associazioni ambientaliste, presenti negli ATC e CA. Le associazioni chiedono anche la corretta e razionale applicazione delle direttive “Uccelli” e “Habitat” in tema di costituzione della rete Natura 2000 e di definizione dei regolamenti di gestione di ciascun sito (ZPS - SIC) sulla base delle linee-guida di cui al DPR n. 357/97 e successive modificazioni; la promozione e la valorizzazione del volontariato e della protezione civile nell’ambito delle Associazioni Venatorie aderenti.

Gli incarichi di Presidente, Segretario e tesoriere saranno assunti con incarico annuale a rotazione tra i Presidenti delle Associazioni venatorie aderenti. La sede legale e segreteria pro tempore sono fissate presso la sede dell'Associazione del Presidente di turno.
 
Al termine della riunione, dopo la sottoscrizione del Documento Costitutivo, si è deciso all’unanimità di assegnare per l’anno in corso, fino al 03/03/2015, le cariche come segue: Presidente Mauro Vaccamorta; Segretario Giorgio Cugno; Tesoriere Giorgio Valvassori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Leggi tutte le news

27 commenti finora...

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Ci sono comportamenti che mi lasciano allibito. Come fanno migliaia di persone ad accettare senza protestare di pagare più del dovuto, più di ciò che prevede la legge, per accedere ad un atc o un ca?? Come fanno ad accettare regolamenti che definire fantasiosi è un eufemismo, che prevedono pure sanzioni?? E' incredibile!

da Ezio 27/03/2014 20.04

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Non rispondono alle AV, figurati ai singoli, E poi se sono in 4 a rompegli le scatole è un conto, magari in 3mila sarebbe un altro. Stiamo proponendo anche quello, ovvero di eleggere i comitati direttamente. Hai presnete però che fatica dobbiamo fare per cambiare qualcosina??? Troppi cacciatori ancora distratti o menefreghisti. Il coordinamento rimane comunque una speranza. USIAMOLO!! TUTTI QUANTI!!

da Ezio 27/03/2014 19.49

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Caro Ezio, io nel mio piccolo ho protestato con mail in regione e presso gli assessori competenti. Nessuna risposta ovviamente. Forse un primo passo utile sarebbe quello di consentire a noi biechi cacciatori di eleggere i componenti dei comitati di gestione, come succede nei paesi democratici.L'accettazione supina delle angherie che ci affliggono è forse dovuta al fatto che siamo ormai vecchi, stanchi e rassegnati, dopo decenni di soprusi di tutti i tipi.Stiamo comunque a vedere cosa succede.Cordialità.

da Arrabbiato 61 27/03/2014 9.11

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Caro Arrabbiato61, purtroppo non mi devi convincere di nulla. Sono anni, ormai, che alcuni di noi rappresentano a chi di dovere situazioni a dir poco paradossali. Il fatto è che parte della colpa è anche dei cacciatori che mugugnano sempre ed anche con ragione ma al contempo accettano qualsiasi angheria senza mai neppure dire una parola o mandare una mail o due righe a chi quell'angheria l'ha imposta. Credo che alla fine della fiera, almeno per certi comportamenti e decisioni, bisognerà rivolgersi ancora una volta alla Magistratura. Spero vivamente non sarà così, perchè altrimenti si sarà determinata un'ulteriore sconfitta del buon senso e della buona politica.

da Ezio 27/03/2014 8.42

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Beh mi pare che quelli che ci hanno amministrato fino ad ora per la caccia sono solo riusciti a fare più disastri della tendine,infarciti oltretutto di pressappochismo e spocchia,con mesi di caccia ,non usufruita,in quanto hanno emanato atti che hanno prestato il fianco ai ricorsi,non abbiamo ancora una legge regionale sulla caccia,oltre alla solita confusione amministrativa.Cota ,ed il suo assessore Sacchetto si sono dimostrati dei saltimbanchi incompetenti,ed è più che giusto il loro prossimo oblio.Ora un coordinamento per dialogare ed indirizzare chi verrà sui passi da fare per la caccia in Piemonte sulle scorte delle esperienze e peculiarità esiste.Speriamo bene,tanto peggio di come siamo messi ora,penso sia impossibile!!

da Gianduia Vettorello 27/03/2014 8.00

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

E cari amici cacciatori,alle elezioni si candida nuovamente la Bresso......votiamola di nuovo,poi col fischio si andrà a caccia...altro che unità dei cacciatori...sento dinuovo puzza di rincari nuove tasse e meno caccia....spero di sbagliarmi.Auguri a tutti e speriamo negli anni a venire che si possa continuare con la nostra passione

da setter '63 27/03/2014 2.05

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Cacciatori di Lecco: non sparate un colpo ai cinghiali. I problemi che creano saranno risolti dagli esperti...

da Arrabbiato 61 26/03/2014 15.37

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

baghy ha presente il film di verdone quando telefona all'ACI????Facciamente locale su cosa risponde l'operatore dall'altra parte del filo.

da Fatti non pugnette 26/03/2014 13.26

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Se vuoi ti posso grattare io direttamente caro pugnetta, dicono che ho una manina che sembra una vanga, spero ti possa bastare altrimenti le uso tutte e due. Baghy

da Baghy 26/03/2014 8.16

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Beh dai ,un quindicesimo di 750.000 questo il numero dei pda caccia attivi sulla base delle concessioni governative versate,fa ancora 50000 ,e i numeri certificati dal mipaaf parlano di un numero costante di associati arcicaccia,verificabile negli anni attorno ai 60000!!!Capisco che a qualcuno roda,ma se non avete i numeri per un riconoscimento nazionale,continuate a grattarvi .......prova a fare come i cinghiali contro una pianta,oppure se ti manca la pianta per cercare sollievo puoi usare Baghy!!

da Fatti non pugnette 25/03/2014 23.37

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Siamo proprio sicuri che l'Arci abbia ancora i numeri per poter essere riconosciuta?

da Gabriele Finale Ligure 25/03/2014 21.18

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

X Ezio:i comitati di gestione di ca e atc dovrebbero capire che non possono "legiferare" come invece fanno con la massima leggerezza.Danno dimostrazione di rara "creatività" il tutto avvallato dal l'irresponsabile silenzio di provincia e regione. La prima non vede e non sente, la seconda non si assicura che le leggi che emana siano effettivamente applicate.Noi alla minima infrazione... Speriamo in bene anche se le umiliazioni che abbiamo subito ( e che subiremo) dovrebbero essere duramente punite, per essere da monito. Bah! Stimao a vedere.

da Arrabbiato 61 25/03/2014 15.32

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

E ma C.P.A non è associazione riconosciuta, mi piacerebbe che il Governo rifacesse un po di conti, quante associazioni potrebbero avvalersi del riconoscimento?? Quante raggiunferebbero il famoso quindicesimo per esserlo?? Baghy

da Baghy 25/03/2014 14.32

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Vedo che manca il C.P.A. che ormai è una realtà che si sta diffondendo anche in Piemonte. Se si vuole veramente il bene della caccia, credo che l'intesa vada allargata a tutte le Associazioni presenti sul territorio regionale. Saluti a tutti e buon lavoro al nuovo coordinamento. Mep

da Marco Efisio Pisanu 25/03/2014 10.42

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Quella è una delle finalità caro Arrabbiato 61. E' ora di finirla con i principati/atc dove si fa tutto ed il contrario di tutto, magari a pochi km di distanza l'uno dall'altro.

da Ezio 25/03/2014 8.47

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Vuoi vedere che i regolamenti tra due ca o atc confinanti e ricadenti nella stessa provincia saranno pressochè uguali? E' arrivato il buon senso e il rispetto della nostra dignità di cittadini prima e cacciatori, poi? Mi sembra quasi impossibile. Stiamo a vedere.

da Arrabbiato 61 25/03/2014 7.54

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

IL COORDINAMENTO E' IL METODO VINCENTE, NON LA CONFEDERAZIONE CHE VORREBBE ANNULLARE LE ALTRE IDENTITA'

da TONO 24/03/2014 23.59

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Ottima iniziativa, una FACE Regionale, più sigle con un unico fine...la difesa degli interessi dei cacciatori TUTTI, indipendentemente dalle Associazioni di appartenenza. Il progetto di Confederazione UNICA lanciato in Toscana da FIdC, Anuu e Arcicaccia non raccoglie consensi fra le consorelle Piemontesi.

da Stefano Tacconi 24/03/2014 22.31

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Ma dovevamo toccare il fondo per capire che questa è l'ultima occasione.VIVA MARIA!!!!

da Marcello Lentini 24/03/2014 22.11

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

speriamo che avvenga anche in puglia, e sperare in una stagione venatoria meglio di quella appena passata, ma io stento a crederci, un saluto a tutti

da gino leccese 24/03/2014 20.20

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

ottimo,prima Veneto,Toscana,ora Piemonte..il contagio si propaga veloce in tutte le regioni,e le premesse lasciano ben sperare!!!

da Gianduja Vettorello 24/03/2014 19.55

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Si OK ma alla fine della fiera, dalle Alpi a Lampedusa, queste aaw che si stanno riunendo parleranno la stessa lingua o come sempre dialetti Regionale se non Provinciali?

da Curioso 24/03/2014 19.28

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

era ora !! Bravi

da albertoRoss 24/03/2014 19.17

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

La caccia in Piemonte ha un disperato bisogno di coordinamento interassociativo, vista anche - non si può tacerlo - l'inerzia delle istituzioni regionali.---------------------------------------- Caro Marracci figuriamoci in Campania poi ed in special modo in provincia di Salerno che per le aree contigue al parco la caccia è stata letteralmente chiusa in quasi tutta la provincia per darla ai soli residenti del parco e delle aree contigue. Comunque come giustamente dice Ezio è l'ultima chance, da portare con effetto immediato a tutte le altre regioni, facendone una sola in tutta la penisola isole comprese. Cordialità

da jamesin 24/03/2014 18.41

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

era ora, ma lo devono fare in tutte le regioni per avere una unita nazionale per essere veramente forti e per evitare una stagione venatoria come quella passata.fatelo in fretta non dormiteci sopra che la nuova sta quasi per arrivare

da da scoglionato 24/03/2014 18.08

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Liberacaccia ed Arcicaccia Cuneo hanno già inviato al Coordinamento la prima questione urgente e di un certo "spessore" che riguarda la gestione di un atc della provincia "Granda". Invito i cacciatori piemontesi di OGNI a.v. che siano a conoscenza di inadempienze e/o interpretazioni fantasiose delle normative vigenti in relazione alla gestione di ATC e CA, a segnalarle al coordinamento. Facciamo in modo, TUTTI insieme, che diventi uno strumento operativo e propositivo nei confronti delle istituzioni e che non rimanga soltanto una struttura di "facciata". Forza e coraggio! E' la nostra ultima chance, non sprechiamola.

da Ezio 24/03/2014 18.01

Re:Unità dei cacciatori in Piemonte: firmato l'accordo

Si potrebbe dire "meglio tardi che mai", ma al bando le polemiche e ben venga questo coordinamento, auspicando vivamente che tutti i partecipanti aderiscano e agiscano con sincero spirito di collaborazione... La caccia in Piemonte ha un disperato bisogno di coordinamento interassociativo, vista anche - non si può tacerlo - l'inerzia delle istituzioni regionali... Buon lavoro!

da Massimo Marracci 24/03/2014 17.36