Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Violenta rapina nella villa vicentina di Roberto BaggioSottosegretario Barbaro annuncia svolta sulla caccia in derogaDecreto Agricoltura: le impossibili proposte animaliste sulla cacciaFidc Brescia "da Decreto Agricoltura attese risposte a promesse elettorali"Al Congresso scientifico ECCB, Fidc porta due progetti sulla lepreOasi Valpredina, Wwf perde al Tar contro alcuni capannistiIn Spagna la RFEC chiede istituzione reato d'odio contro i cacciatoriToscana, approvata caccia in deroga a storno, tortora dal collare e piccioneArci Caccia Pistoia "se non si fa manutenzione Padule di Fucecchio a rischio"Marche: ok a modifiche legge sulla cacciaPresentati gli emendamenti sulla caccia al Decreto AgricolturaLazio: approvato Calendario Venatorio 2024 - 2025Emilia Romagna: annunciato nuovo bando depopolamento cinghiali Lombardia, in arrivo il Piano straordinario controllo fauna selvaticaVerdi e animalisti sconfitti in UE: perdono un quarto degli europarlamentariMarche, approvati piani caccia selezione al cinghiale 2024 - 2025Adottata la Legge per il ripristino della Natura in UeVeneto: Confavi, Acr, Italcaccia, Acv criticano Calendario VenatorioApprovato Calendario Venatorio Veneto 2024 - 2025Richiami vivi, Arci Caccia Pistoia avanza richieste di modificaFidc Brescia: da Regione un chiarimeno sui richiami viviPiani contenimento cinghiale, Coldiretti si mobilitaInterrogazione PD a Lollobrigida "che fine hanno fatto i piani straordinari sul cinghiale?"Lombardia: nuova ordinanza per depopolamento cinghialiFrancia: equivale a 108 mila posti di lavoro il volontariato ambientale dei cacciatoriConsigliera Gibertoni in Emilia R. chiede di cancellare a caccia alla volpePubblicato Calendario Venatorio 2024 - 2025 dell'Emilia RomagnaEmilia Romagna: presentato nuovo regolamento ungulatiAbruzzo: chiesta in Regione modifica Calendario Venatorio 2024 - 2025 Decreto Agricoltura, riprende l'esame in Commissione al SenatoArci Caccia: "dopo estromissione cacciatori il Lago di Porta sta morendo"FACE: "impatto caccia sulla tortora potrebbe essere sovrastimato"In Umbria ancora incertezza sulla caccia alla tortoraRappresentatività negli ATC: Tar Abruzzo solleva incostituzionalitàEuropee: il peso elettorale dei cacciatoriArci Caccia: più chiarezza sulla questione tortoraEuropee: FDI primo partito. Fiocchi e Berlato rielettiAcma: cacciatori fondamentali sentinelle contro aviaria Spagna: Parco nazionale in degrado dopo divieto caccia. Presentata denuncia in UEFACE: "Voto Europee decisivo per la caccia"Bruzzone presenta gli emendamenti sulla caccia al Decreto AgricolturaACL segnala i candidati lombardi Mantovani e InselviniMinistero Ambiente convoca riunione urgente con Ispra sulla caccia in derogaDiniego Ispra "piccole quantità" deroghe. Fiocchi chiede intervento Ministro FratinUmbria, PSA: Puletti e Mancini annunciano audizione di agricoltori e cacciatoriAssessore Beduschi (Lombardia) "con Ispra di fronte a muro ideologico"Caccia in deroga, Bruzzone chiede commissariamento di IspraBASC: nel Regno Unito la caccia vale 9,3 miliardi di sterlineSparvoli contro Alleanza Verdi Sinistra "protagonisti di decenni di assenza di gestione"La Caccia nei programmi delle Elezioni europee 2024Bruzzone: Inaugurata la chiesetta dei cacciatori a Stella Santa GiustinaFidc "sulla tortora dagli animalisti solo ideologia"Marco Bruni nuovo Presidente di Fidc Lombardia3323 cinghiali prelevati in BasilicataConvegno Macerata su caccia e ricerca scientificaBruzzone "basta fake news sulla caccia"Belgio: Con l'approvazione della Caccia, aumentano anche le aree venabiliCalendario Venatorio Marche, soddisfazione dalle associazioni venatorieAbruzzo, le AV: "calendario venatorio punitivo. Tutto da rifare"Studio scientifico: Proteggere gli habitat più importante che limitare la cacciaLazio, circolare Regione su controlli trichinellosiCaccia Tortora, Buconi (Fidc): "Gestire senza vietare"Lorenzo Bertacchi lascia la guida di Fidc LombardiaApprovato Calendario Venatorio Piemonte 2024 - 2025Interrogazione Puletti in Umbria sulla tortora: si segua esempio MarcheToscana: approvato Calendario venatorio 2024 - 2025 caccia cinghialeRegione Toscana approva Piano caccia capriolo 2024 - 2025Andrea Cavaglià spiega la caccia nel Podcast Bazar AtomicoCaccia Tortora, la lettera di diffida degli animalistiEmilia Romagna: in Commissione ok al Calendario Venatorio 2024 - 2025Incontro CPA sulla caccia in LombardiaAnuu Piemonte: su PSA bisogna accelerareStudio europeo dimostra ruolo cruciale dei cacciatori nella conservazione della tortoraUmbria: ok in Commissione alla caccia di selezione 2024 - 2025Buconi: Ispra si doti di moderni strumenti per monitorare i flussi dell'avifauna Marche: approvato Calendario Venatorio 2024 - 2025 Eos Show 2025: appuntamento a febbraioBolzano: Ufficio fauna selvatica cerca volontari censimento pernice biancaFidc BS: nessuna sorpresa da Ispra su Calendario Venatorio LombardiaProliferazione cinghiale Puglia: Gatta (FI) interroga il GovernoLibera Caccia pronta a seguire l'esempio dei cacciatori francesiQuestione caccia tortora sui tavoli della Regione UmbriaSulla caccia continua vergognosa disinformazioneLiguria, approvato emendamento su prelievo cinghiali oltre orarioVaccari (PD) "per tutela biodiversità servono anche scelte difficili"

News Caccia

Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza


giovedì 27 febbraio 2014
    

A stagione venatoria conclusa, sono stati resi noti i contenuti della sentenza del 12 dicembre 2013 del TAR del Lazio sul merito del calendario venatorio R. Lazio 2013-2014.

L’ordinanza di sospensiva ha avuto la portata di sentenza definitiva per la Regione Lazio. Il TAR ha rigettato il ricorso animal-distruttivo del nostro ambiente. La Regione, da subito, ha assunto la “sospensiva” senza esprimere la benché minima riflessione critica e così sono state “travolte” numerose “specie selvatiche”. I legislatori hanno finito per attribuire al parere ISPRA valore normativo diretto, il tutto a danno degli agricoltori, dei cittadini e dei cacciatori.

Il colpo auto-inferto alla potestà decisoria della Regione è del tutto evidente, e pesanti sono le ombre e i dubbi che avvolgono l’avvio dei lavori 2014 che dovranno portare al prossimo calendario venatorio.
È ragionevole, sulla scorta di quanto è accaduto – o meglio di quanto non si è fatto - fare una riflessione profonda sul “sistema caccia” regionale, per individuare una strategia che ponga su basi più solide ogni decisione, per evitare manipolazioni strumentali ed ideologiche viziate da animalismo antiscientifico, che penalizza i “contribuenti” del “Lazio”.

Per quanto ci riguarda abbiamo già da mesi sottoposto alla Regione l’esigenza improrogabile di esaminare talune questioni. Abbiamo inviato documenti, richieste di incontro motivate. Tutto senza esito!…. Errata percezione della serietà delle questioni poste, superficialità, disattenzione: tante le possibili spiegazioni, ma tutte convergenti a tratteggiare un percorso della Regione che si è limitata, registrata l’emergenza, a “barcamenarsi”, paralizzata dalle ideologie animaliste aggressive degli interessi di tutela del bene comune. Passata la campagna elettorale si è rinunciato ad affrontare problemi che si trascinano da anni dei quali è responsabile consapevole la Regione, resi più acuti dalla crisi nazionale del “sistema caccia”.

Le sottoscritte associazioni le ripropongono in sintesi:

1) Attribuzione di risorse all’Osservatorio Faunistico Regionale, per l’urgente individuazione di nuova documentazione scientifica da porre a base dell’imminente calendario venatorio. Si rammenta che giurisprudenza costante, compresa l’“ultima”, stabilisce che è ammesso discostarsi dal parere ISPRA, ma solo sulla base di dati scientifici aggiornati. Sottoporre all’esame della conferenza Stato-Regioni il problema della governance dell’ISPRA, con la previsione di un nuovo ruolo delle Regioni.

2) Proporre alle Regioni dell’Italia Centrale, e comunque alle Regioni con le quali da anni si approva la “reciprocità venatoria” (Toscana, Umbria, Marche) la condivisione dei dati scientifici in possesso ai fini dell’utilizzo degli stessi, per armonizzare i calendari previa una urgente consultazione con l’obiettivo dell’uniformità degli stessi, comprese le cosiddette “preaperture”.

3) Attivare, in Regione, un “tavolo” permanente di confronto e di studio con il mondo venatorio e con gli altri portatori d’interesse (tra i quali ha particolare rilievo la presenza delle organizzazioni imprenditoriali agricole e le stesse Province) con l’obiettivo di valutare le profonde innovazioni che deriveranno dall’approvazione di nuove norme nazionali sulle competenze e i poteri delle Province con il prevedibile
impatto che avranno sugli ATC e nelle leggi che si dovranno emanare di modifica del quadro normativo regionale.

4) Proporre la modifica dell’attuale art.18 legge 157/92, da sottoporre all’esame della conferenza Stato-Regioni, in relazione anche all’esigenza di dare certezza di diritto alle competenze delle Regioni in tema di calendario venatorio. Sottolineiamo l’importanza della tempistica in relazione al fatto che il disegno di legge di riordino delle Province è all’esame del Parlamento e sollecitato dal Governo.

5) Piano Faunistico Regionale.
Le Associazioni venatorie chiedono di nuovo, con convinzione, la convocazione di una riunione, all’Assessore regionale all’attività venatoria.
 

Roma, 26 febbraio 2014
 
 
Fidc, Arci Caccia, Enalcaccia, Anuu Migratoristi, Italcaccia, Anlc, Eps
Leggi tutte le news

15 commenti finora...

Re:Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza

Signor pani, Dal pianeta di chi si è'reso conto ché la zuppa e'ormai finita e la gente si trova le alternative che risolvono i propri problemi. E'palese che il caso Lazio ha di fatto creato un mostro del quale tutti hanno finalmente inteso come allontanarsi. Ora se tuttocio e'dimostrato sia stato un autogol di chi odio la caccia si vedrà'a breve, Siamo tutti in finestra ,aspettiamo le mosse d3i vari attori, Una cosa è'sicura ci hanno fatto soffrire molto con le varie chiusure avvenute ma forse è'servito per il prossimo anno, Auspicando che si raccolgano i suggerimenti di cambiamento che i cacciatori forniscono e ché fino ad ora non sono mai stati accolti e vagliati. Un saluto

da giulio da san polo dei cavalieri 02/03/2014 2.35

Re:Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza

Sulla chiarezza bisognerebbe ricordare che esiste un "tavolo permanente" con la Regione e si chiama Comitato Tecnico Faunistico Venatorio Regionale.Chi lo ha frequentato per anni mi ha raccontato di "scene mute" di improbabili dirigenti-cariatidi venatori che non sono mai intervenuti su nessuno dei temi sui quali invocano chiarezza.L'Osservatorio Faunistico regionale esiste dal 95 solo sulla carta,così come il piano faunistico venatorio e nessuno se ne è mai accorto.La "condivisione di dati scientifici" con le altre regioni non si capisce a cosa serva(idee confuse?!)così come nessuno si è mai accorto dell'inesistenza politico-burocratica della Regione Lazio nella conferenza stato-regione.E per finire non capisco come la stessa possa chiarire oggi le competenze delle province se nessuno in Italia ha chiaro cosa saranno le province domattina.Da quale pianeta scende chi scrive questi comunicati?

da alessandro pani 01/03/2014 15.35

Re:Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza

ben detto,anche perche non tutti i cacciatori sono rappresentati dalle citate ass.

da breton2 28/02/2014 17.43

Re:Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza

Mi sta bene tutto ma pretendo che ci sia una commissione un comitato di cacciatori Laziali a presiedere a tutti i lavori che si mensionano sopra, quindi diamoci da fare per far si che ci sia la nostra presenza senza più deleghe mi sono rotto le palle di sentire ogni anno la stessa cosa e poi ne succedono di cotte e di crude , BASTA!

da Alvanto Ass. Cacciatori Genzano di Roma 28/02/2014 17.21

Re:Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza

Sempre piu' convinto ass. privata, almeno se non ottengo cmq niente faccio mea culpa e non faccio mangiare a tradimento i signori sulle poltrone delle AAVV. e tutto l'enturage di parassiti che ci girano e sguazzano intorno

da picp 69 28/02/2014 12.11

Re:Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza

Ma ora decidete di aprire il tavolo di studio alla regione. Ma diavolo ,pensate di avere a che fare con dei bulli ripuliti. Le vostre paure sono motivate dalla sfiducia riposto nel vostro operato dai cacciatori,e dalla fuga verso le assicurazioni private. Se volete riacquistare la forza e la fiducia lottare per noi per riavere il maltolto ovvero gli spazi di montagne che ci hanno rubato. Siamo stufi, Di queste fandonie. Ci hanno tolto troppi gg di caccia,ché non si ripeta più e ché non diventi un precedente. C'e' una sentenza che va rispettata. I parchi e i loro bilanci e li che pende l'asino.

da giulio da san polo dei cavalieri 28/02/2014 2.41

Re:Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza

per me finirà quando ci sarà"chi perde paga e li cocci so sua".quando lor signori animalnazisti dovranno pagare di tasca loro,le spese del tribunale e risarcire che ha ragione,il tutto sparirà come una pisciata nel cesso.

da max 60 28/02/2014 0.35

Re:Associazioni venatorie Lazio: ora Regione apra stagione della chiarezza

il calendario venatorio,dovrebbe a mio parere durare almeno un quinqennio.cosi durante questo periodo si potra correggere o migliorare che ne dite? almeno per un po di tempo non avremo rotture di C......I in bocca al lupo e ww la caccia

da maurizio 27/02/2014 23.29

Re:Associazioni ven. Lazio: Chiusa la caccia ora la Regione apra la stagione della chiarezza

Anvedi se se svejate le associazioni e se so imparate a scrive puro li comunicati.Tutta sta arrabbiatura colla regione nun la potevate fà vede a dicembre quanno er tribbunale nun aveva scritto la sentenza??Il presidente der circolo m'aveva detto della manifestazione che se doveva fà prima de natale ma invece gnente.

da sputafuoco 27/02/2014 22.11

Re:Associazioni ven. Lazio: Chiusa la caccia ora la Regione apra la stagione della chiarezza

Speriamo sia solo l'inizio di un percorso unitario per il bene della caccia e della dignità delle persone troppe volte calpestata da pregiudizi e odio immotivato che sfociavano in pretestuosi e immotivati ricorsi. Avere un unica voce che chiede solo l'attuazione delle regole non può che far bene. Ora che avete iniziato, e anche grazie ad una sentenza finalmente piene di logica,proseguite insieme per il bene della caccia che in fondo è anche il vostro. Auguri per un lavoro che sia solo migliorativo per i cacciatori laziali e non solo.

da P.G. 27/02/2014 20.39

Re:Associazioni ven. Lazio: Chiusa la caccia ora la Regione apra la stagione della chiarezza

Vedere tutte queste sigle insieme per il bene comune, mi fa molto piacere. Questa ventata di cambiamento e successi spero non si fermi subito dopo il tesseramento. La tutela del buon nome dei cacciatori spesso abbinata ai bracconieri e la mal gestione dei parchi meritano tutta la vostra attenzione. Fiducioso attendo altri segnali. Per ora grazie

da Johnny 27/02/2014 19.07

Re:Associazioni ven. Lazio: Chiusa la caccia ora la Regione apra la stagione della chiarezza

Quoto Ettore 100x100. Cordialità.

da jamesin 27/02/2014 18.53

Re:Associazioni ven. Lazio: Chiusa la caccia ora la Regione apra la stagione della chiarezza

Per Marcello:nessuno parla mai dei parchi,non sapendo o facendo finta di non sapere che questo problema portera' alla fine della caccia in pochi anni per mancanza di territorio.In tutte le regioni si e' superato di molto la soglia che prescrive la legge,ma nessuno muove un dito e sopratutto i ns. sindacati di categoria(AA.VV)sono inermi e fanno finta di niente.Addirittura in Campania la caccia e' pressochè "abolita",in quanto i cacciatori non sanno piu' dove andare e nessuno dice nulla.Tu hai menzionato il parco del litorale,quello e' tutto tranne che un parco in quanto ci sono coltivazioni intensive ,case,immondezzai e non vedo a cosa serva,eppure viene chiamato "PARCO",l'importante è che non ci mettano piede i cacciatori.Il nostro paese è una nazione dove regna l'ipocrisia e forse il male di tutto è proprio questo,pero' non vedo soluzioni:anzi una c'è ne sarebbe ma troppo nobile per noi,dovremmo osservare per questo la Francia che dista pochi km da noi ma è lontana in avanti anni luce.Un saluto.

da ettore1158 27/02/2014 18.43

Re:Associazioni ven. Lazio: Chiusa la caccia ora la Regione apra la stagione della chiarezza

La regioni citate sopra(Toscana,Umbria e Marche) hanno tutte,il calendario diverso dal nostro,cioè molto ,molto ma molto migliore........se ci vogliamo adeguare,ma sembra sempre di sentire sempre le stesse parole,parole solo parole.Comunque speriamo che si diano da fare x il bene della CACCIA e non delle POLTRONE. P.S. ma nessuno parla del NUOVO PARCO LITORALE?

da MARCELLO64 27/02/2014 18.25

Re:Associazioni ven. Lazio: Chiusa la caccia ora la Regione apra la stagione della chiarezza

se volete sentire chi è per il bene della caccia Ed invece chi si aggira per uffici e contatta politici remando contro guardate stasera CACCIA E DINTORNI Canale nazionale 225 Giovedì ore 20:45 RTB Giovedì ore 21:00 Domenica ore 14:00 Lombardia Canale 72, 194 213 - Piemonte Valle d'Aosta Canale 299 - Veneto Canale 215

da ZORRO 27/02/2014 18.01