HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
  Cerca
Ispra nega le catture dei richiami in Veneto Arci Caccia: accordo con CPS per la falconeria del futuro Caccia cinghiale Bologna: si parte con quasi 900 cacciatori BIGHUNTER GIOVANI Leonardo Andrisano: la caccia può ancora dare molto Libera Caccia Siena: su Atc siano coinvolte tutte le associazioni Banca dati richiami Lombardia: proroga al 20 novembre Anuu: passo da calendario. Tordi ancora protagonisti Infrazione su cacce tradizionali a Malta. Fava "approccio rigido dall'UE" SVI: Pausini accusa i cacciatori, porti le prove Lecco: successo sul Piano Faunistico grazie a supporto tecnico Ritirata ordinanza Lupi a Verona: Tosi ottiene tavolo tecnico Fidc Milano sollecita incontro chiarificatore A Trento arriva petizione per chiudere la caccia PRIMA LICENZA DI CACCIA, Alice Bianchini "da allora la stessa intensa emozione" Cinghiali Madonie: deroga caccia concessa a San Mauro Castelverde Abbattimento specie particolarmente protette: attenzione alla Cassazione Anche in Umbria è tempo di passo: da Arci Caccia un ripasso sulle regole A Trieste quintali di carne di cinghiale vanno all'inceneritore In Francia 4 chef stellati chiedono un giorno per cucinare l'ortolano Su BigHunter.it le opere di Attila Meszlényi Unità vo cercando: continua la polemica interna a Fidc Palazzuolo sul Senio vieta caccia al cinghiale in ottobre Nessun ricorso Wwf in Abruzzo. Febbo: "Animalisti allo scoperto" Sondaggio su Libero: giusta la sospensione della caccia? Provincia Piacenza agli animalisti: controllo volpe non è caccia AMICHE DI BIGHUNTER: Katia Belliardo "la caccia ha unito la mia famiglia" Corona a La Zanzara "la caccia nel Dna come il colore degli occhi" Stop al Piano faunistico di Lecco "Penalizzava i cacciatori" Anuu: Il passo di tordi tiene, arrivano anche i frosoni Wwf Abruzzo: la caccia si adegui alla tutela dell'orso Fidc e Arci Caccia Siena: ATC, ripreso il giusto cammino Beccaccia e ricerca scientifica: se ne parla ad Amelia (TR) A L'Aquila la beffa della caccia alla coturnice per 10 nominati TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA Fidc: "dall'UE pronuncia storica sui calendari venatori italiani" Commissione Ue a Zanoni: la caccia italiana è conforme alle norme Ue

News Caccia

Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli


giovedì 19 novembre 2009
    
Di assurdità animaliste ne abbiamo sentite tante e ancora molte ne sentiremo in futuro. Ma non possiamo lasciare passare sotto silenzio la frase pronunciata due giorni fa dal Ministro al Turismo Michela Vittoria Brambilla, che contro il taglio della coda sui cani, ha candidamente affermato “se il problema è dei cani che vanno a caccia, basta non andare a caccia”.
 
Crediamo che un Ministro della Repubblica non debba permettersi un ragionamento così “leggero” ed ignorare che questa filosofia porti alla negazione di principi su cui l'uomo basa il suo rapporto con il mondo animale da tempi remotissimi e su cui di conseguenza si è sviluppata la stessa civiltà umana.

Alla Brambilla bisogna ricordare che il cane è il miglior amico dell'uomo perchè quest'ultimo ha saputo trarne vantaggi per il proprio lavoro ed ha quindi creato lo sterminato numero di razze che conosciamo, adattate per aiutarci a svolgere molteplici attività.

Il lavoro del cane a caccia in questo senso è certamente rapportabile a quello svolto dai cavalli, animali molto amati dalla Brambilla che ne possiede alcuni nella sua tenuta e che lei stessa ha cavalcato, almeno in gioventù, come si apprende dalle immagini pubblicate sul sito personale della ministra.
 
Se alla signora Brambilla aborrisce la sola idea che ad un cane da caccia possa essere tagliata la coda per salvarlo da alcune patologie, forse perchè considera la caccia un'attività inutile e prettamente ludica, ci deve spiegare perchè non contempla come “maltrattamenti” le violenze fisiche e psicologiche necessarie alla doma di un cavallo, anch'esso ormai allevato per lo più per attività sportive e ricreative antropocentriche.
 
Briglie, speroni e ferri non sono paragonabili agli interventi sulla coda dei cani? Il cavallo si sottopone alla cura degli uomini (e si fa cavalcare) solo dopo aver subito una serie di pressioni basate sul disagio psichico dell'animale. Altrimenti non potremmo avvicinarci a loro, nemmeno per poterli accarezzare, come piace fare al ministro del Turismo.

Posto che non abbiamo niente da obiettare sulla passione della signora Brambilla per cavalli e altri animali, forse è il caso che lei stessa ammetta di nutrire un odio viscerale per la caccia frutto di considerazioni del tutto personali che poco hanno a che fare con la realtà dei fatti e soprattutto con l'istituzione che rappresenta. Ammetta pure la propria avversione per la pratica venatoria ma si astenga dall'argomentarla con principi che lei stessa contraddice.

Se per non tagliare la coda al cane basta non andare a caccia, per non creare alcun disagio al cavallo (che è un animale per natura egoista e assolutamente disinteressato alle attenzioni dell'uomo) basterebbe lasciarlo allo stato brado, senza cavalcarlo, ministro Brambilla.
Leggi tutte le news

49 commenti finora...

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

bravo dodo

da beretta302spezia 23/11/2009 21.52

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Riporto questo articolo: "Tra i tanti ospiti invitati dal conduttore - oltre agli esponenti politici e all'addestratore Massimo Perla c'erano esponenti delle unità cinofile della Guardia di Finanza, Sgarbi in quanto sindaco di Salemi e la cantante lirica Katia Ricciarelli - mancava però una categoria che sul tema delle mutilazioni a scopo estetico avrebbe potuto esprimere un parere autorevole: quella dei veterinari. Che all'indomani, tramite il presidente della Fnovi (la Federazione nazionale degli ordini veterinari italiani), Gaetano Penocchio, hanno preso posizione contro il modo con cui è stata gestita la vicenda. Una lettera è stata inviata alla redazione del programma e anche al sottosegretario Martini. La trasmissione di martedì sera - si legge nella nota di Penocchio, «ha visto ancora una volta l'assenza dei medici veterinari. La conclusione è lapidaria: se si voleva promuovere l'ignoranza e la superficialità, senza dare possibilità di reale informazione, il risultato è stato brillantemente raggiunto. Un disastro dr. Vespa, dovuto all'incredibile esclusione dell'unica professione competente: la nostra».

da dodo 23/11/2009 11.52

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

ci si mette anche la commissione Europea, bene adesso ci menca solo il Padreterno e così almeno la finiscono. Saluti.

da Giovanni59 20/11/2009 21.33

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

belen ma che dici maiiiiiiii figurati se la rossa si fa cavalcare da un cavallo ma skerziii lei cerca dei stalloniiiiiii allora si ciao

da beretta302 spezia 20/11/2009 16.48

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

x Walter: proprio quello che ho pensato mentre scrivevo. MA QUANTI AFFARI!!!!!!!!!!!BRAMBILLA!!!! MA CHE LAVORI!!!! BRAVA IL Ns. MINISTRO!!!! BRAAAVA! ovviamente, penso!!!! chi paga???? ah e' vero, dimenticavo, meglio acudire un'animale piuttosto che preoccuparSi di fare chiudere fabbriche, disoccupazioni etc...etc...

da Girotto Luca 20/11/2009 15.54

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

X dodo: Grazie. Nino

da ninohunter.07@katamail.com 20/11/2009 15.42

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=IP/09/1792&format=HTML&aged=0&language=IT&guiLanguage=en Bruxelles , 20 novembre 2009 Italia : la Commissione intende sollecitare con urgenza un'ingiunzione per impedire la caccia agli uccelli protetti e avvia un'azione legale per il mancato rilascio di autorizzazioni industriali La Commissione si rivolge alla Corte di giustizia europea affinché ingiunga all'Italia di impedire la caccia a specie ornitologiche protette in Lombardia. Un procedimento è già in corso nei confronti di varie regioni, tra cui la Lombardia, che hanno concesso deroghe che non risultano conformi alle rigide condizioni fissate dalla normativa UE sulla caccia. La Commissione ha tuttavia deciso di intervenire con urgenza dopo che la Lombardia ha varato una nuova legislazione che consente la caccia di quattro specie protette fino al 31 dicembre 2009. In un'altra causa la Commissione si è rivolta alla Corte di giustizia perché l'Italia non ha rilasciato o aggiornato le autorizzazioni per centinaia di impianti industriali. Il Commissario UE all'ambiente, Stavros Dimas, ha dichiarato: "Gli Stati membri devono seguire correttamente le norme per la conservazione delle specie ornitologiche per evitare la perdita di biodiversità. La normativa UE sull'ambiente naturale consente alcune deroghe in casi molto limitati, ma queste eccezioni sono autorizzate solo se non esiste una soluzione alternativa e purché vengano rispettate condizioni rigide. Non è, inoltre, accettabile che gli impianti industriali continuino a svolgere le loro attività senza le autorizzazioni necessarie a ridurre al minimo le emissioni inquinanti e che hanno conseguenze sulla salute umana e sull'ambiente.". La Commissione sollecita un'ingiunzione nei confronti dell'Italia per le deroghe in materia di caccia Per anni alcune regioni hanno adottato e continuano ad adottare normative e deroghe che consentono la caccia di uccelli in violazione della dir

da Dotnet 20/11/2009 15.38

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

perche' non si proibisce il cavalcare e fatica x un cavallo perche' non si proibisce di mettere i vestiti ai cani perche' non si proibisce tutto siamo in italia io vado all'estero a tagliare la coda del cane e porto soldi io non faro' + il permesso di caccia e vado a bracconare siamo in italia tanto se rubi sei un signore e ti rispettano vedi i politici se ti permetti di fare del bene sei no stronzo mahhhhhhh siamo in italia privatizano l'acqua perche in europa e cosi ma anche la caccia pero' nessuno ne parla mahhhhhhhhhh siamo in italia

da beretta302 la spezia 20/11/2009 15.33

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

il taglio della coda al cane NON E' REATO, purche' ci sia una motivazione seria, cioe' purche' non sia stato praticato per motivi puramente estetici. Quindi, scorciare la coda al cane da caccia e' cosa opportuna e legittima perche' fra i rovi la parte terminale della coda spesso riporta delle ferite poco visibili, che possono degenerare in un' infezione e mettere a rischio la vita del cane. Con buona pace di certi insipienti che parlano di cose che non sanno e non conoscono.

da Fabrizio 20/11/2009 13.22

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

collega nino, ho appena 8 lustri ma anch'io ho vissuto il periodo dei grandi "maestri". Ero un mazziniano convinto ma al giorno d'oggi avere ideali in politica è come definire beccacciaio colui che fa la posta!!!! rimanevo incantato quando in tv parlavano i vari Capanna, Almirante, Berlinguer, La Malfa. Ora c'è la Brambilla, la Mussolini, Calderoli, Borghezio. questa è la ns. povera italia ed a malincuore la caccia vive la stessa agonia. apprendo ora del ritrovamento del corpo carbonizzato del trans coinvolto nella vicenda marazzo. C'è poco da parlare caro Nino di fronte a ciò, bisogna solo agire e spero che nel tuo piccolo riesca a portare avanti il tuo progetto.

da dodo 20/11/2009 9.20

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

MINCHIA!... NINO SE VIVI MALE!... su con la vita.. si fa quel che si può... siamo obiettivi... avresti fatto la stessa cosa anche tu al loro posto. NOI ITALIANI ABBIAMO LA CULTURA CHE CI PORTA A TIRARE L'ACQUA AL PROPRIO MULINO!...

da POLLO 20/11/2009 8.58

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

nessuno pensa, credo, nell'offendere la sig.ra Brambilla, l'importante e' il rispetto reciproco. io sono cacciatore e garantisco di essere di sana e robusta costituzione. non mi drogo, non fumo e non bevo ma sopratutto non faccio programmi e non partecipo a tali per rendermi credibile. sono una persona ONESTA e non credo alla Sig.ra Brambilla. dico solo che, se la Sig.ra in questione lancia parole che, detto poi dal suo partito PDL, quale favorevole alla caccia, vedi programma presentato prima delle ormai passate Elezioni, con vittoria appunto del PDL, sul quale programma c'era la dichiarazione scritta:MODIFICA DELLE LEGGI VENATORIE. a questo punto caro/a Min. Brambilla, chiedo, perche' Lei non e' coeerente con quello dichiarato dal suo PARTITO??? Lei lo sa' che il sottoscritto, e mi presento, Girotto Luca, titolare di ARMERIA che lavora sopratutto con poveri operai CACCIATORI, non riesco piu' a pagare le tasse, perche' il suo partito da me votato sta', anche attraverso Lei, creando molti problemi per avere questa benedetta modifica, IN MEGLIO, della vecchia e supersorpassata 157/92?? perche' questo??? visto poi, che lei ha un'incaricato nel leggerLe questi spazi a noi consentiti per sfogare le nostre rabbie, mi faccia un grande e onesto piacere, MI CHIAMI e mi dia modo ragionevole per poter difenderMi e difendere questa passione, vedra' che trovera' soddisfazione nel farlo. grazie e aspetto. Cordiali Saluti. Girotto Luca

da Girotto Luca 20/11/2009 8.46

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Beccacciaio hai capito tutto della politica italiana, e lo hai reso chiaro in una riga e mezzo. La 157 è in mano a chi ha le calze autoreggenti....

da NIk 20/11/2009 0.02

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Ma non c'è una bella escort cacciatrice che voglia passare una bella serata in Sardegna ? Così poi la nominano ministro delle Politiche Agricole, e giù deroghe per tutti !

da BeccaciaioSenese 19/11/2009 23.58

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Trovo che la frase della brambilla abbia in se una verità incontrovertibile x quanto banale.A questo punto l'annoso problema delle "morti del sabato sera" avrà finalmente soluzione; basta non andare in discoteca che ci vuole,problema droga? basta non drogarsi,aids? basta non scopare, semplice non fa una piega, e potrei continuare ma c'è un limite a tutto.Saluti.

da Giovanni59 19/11/2009 22.43

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Il taglio della coda ai cani è REATO e va perseguito. SEMPRE. Che lo dica la Brambilla od il Papa. Un avviso ai cacciatori dal taglio di coda facile: Le Forze dell'Ordine e le Guardie Zoofile sono state edotte che ogni cane minore di 1 anno con coda tagliata deve essere controllato. Ed allora sarà un grosso problema x quiei delinquenti che hanno mutilato il proprio cane: Violazione all'articolo 727 CPP

da Guardia EcoZoofila 19/11/2009 22.23

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Caro dodo, comincio a pensare che forse non riesco più a farmi capire. Il “risorto” si, è frutto della nostra generazione e mentalità , ma io non ho accusato nessuno, ne mi sono escluso, anche se, a onor del vero, ho sempre votato a sinistra fino ai tempi della disfatta della sinistra a causa del maestro del “risorto”: il fuggiasco Craxi! (ti ricordo che ho superato purtroppo da alcuni anni i 14 lustri) poi ho deciso (e scusa la presunzione e se vuoi pure l’errore) che nessun politico, da allora in poi, meritava la mia fiducia e quindi il mio voto. Non conosco la tua età, ma comunque dovresti ricordarti di Nenni, Pertini, Berlinguer, Paietta, Napolitano, Ingrao di Moro, e tanti altri: dove ne trovi oggi uno al par loro ? Ed è proprio per questo che rifuggo dalla politica e non mi pento di essere, solo e soltanto in questo caso, un presuntuoso. Quindi, mio caro dodo, io l’ho fatto e lo faccio il “mea culpa” e non pretendo assolutamente che altri lo facciano, se credono di essere nel giusto, ma non dico neppure “scagli la prima pietra…” perché sono un ateo e quindi non do peso a queste futili cose, pur rispettando, come ho sempre detto, le altrui opinioni. Un saluto da un tuo collega che soffre per la lunga agonia della Caccia e più ancora per non riuscire, con l’aiuto di tutti i veri Cacciatori a tentare di farla uscire da questa agonia che la sta portando alla morte. Ma credo proprio che non demorderò. Nino

da ninohunter.07@katamail.com 19/11/2009 20.16

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

DIMISSIONI,DIMISSIONI,DIMISSIONI !!!!!!!CHIEDIAMO A BERLUSCONI,LE DIMISSIONI DELLA BRAMBILLA!!!

da JO 68 19/11/2009 20.01

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

La sottosegretaria Martini è della stessa pasta. Sono animalisti convinti. Purtroppo comandano loro per mandato del Dott. Berlusconi.

da Tonino 19/11/2009 19.46

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Non c'è alcun bisogno di offendere la ministra. Ci pensa da sola!

da Franco Girolami 19/11/2009 19.22

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Concordo con Sparviero... Un consiglio , la signora ha la denuncia facile fate attenzione ad non offenderla! Consiglio da amico!Ha persone che guardano per lei i nostri siti.

da rudi4x4 19/11/2009 18.23

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Vi capisco che, l'attegiamento della Brambilla da fastidio, comunque non dobbiamo dimenticare che in uno stato democratico si può liberamente esprimere il proprio parere anche se questa libertà non dovrebbe prendersela un ministro che dovrebbe essere il ministro di tutti, comunque in merito alle dimissioni non riteng il caso di parlarne, nel suo colleggio elettorale alla prossima tornata elettorale od ovunque si presenta bastan non votarla ed è tutto risolto. Una lezione del genere sarebbe di esempio a tutti i politici che interpretano la costituzione e la legge a loro piacimento.

da Sparviero 19/11/2009 17.59

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Con tutta questa baraonda di idea e di deputati che esprimono il loro pensiero sulla caccia CONTRO ), liberamente e democraticamente, in Italia la caccia non avrà vita lunga. La caccia o si ammette come postulato o è meglio che viene eliminata.

da luigi 19/11/2009 17.02

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Temo che si debba fare una distinzione, la solita precisazione fondamentale derivante da una realtà che sotto diverse forme e manifestazioni si ripresenta nel nostro paese ormai da decenni. Sulla Brambi. c’è poco da dire: il solito stereotipo comportamento politichese e dispregiativo di sempre da quando, peraltro, il referendum sulla caccia è andato deserto, un comportamento mantenuto da troppi politici. Ma questo è il discorso: i nostri politici e noi. Noi cacciatori, noi ambientalisti, noi popolo italiano, il solito campanilismo sfegatato su questioni elementari e tutto sommato, rispetto alla realtà globale, di nessun conto. Da una parte l’autocompiacenza di un buonismo spicciolo, nell’illusione di impegnarsi a migliorare un mondo cronicamente affetto da ogni tipo di ingiustizia che richiede ben altri coinvolgimenti che poi siamo troppo pigri a concedere, vivendo nella bambagia di una società opulenta che si concede di tutto e di più. Dall’altra parte siamo una minoranza che permette, frammentandosi in ogni modo, che l’ipocrisia becera venga scaricata sulla nostra stessa schiena. Entrambe le parti sono però colpevoli di un male comune, la mancanza del senso dello Stato, che è quel senso che conosciamo quando assistiamo alla capacità di reagire che hanno altre minoranze straniere, una capacità democratica, matura e ferma per proporre e poi ottenere. A noi tale forza non manca, dobbiamo esserne coscienti, è solo il livello di reazione che è ancora troppo spostato verso il basso. Non aspettiamo che sia troppo tardi per reagire.

da Monegasco 19/11/2009 16.29

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Questo non è un parlamento di eletti, ma di nominati, perchè Berlusconi ha fatto abolire il voto di preferenza. Si può solo votare per un partito e deciderne la forza in termini numerici. Come hanno votato i cacciatori di recente lo si è visto e questo è il risultato. Chi ha nominato la Brambilla ? Berlusconi (quello dell'aumento della tassa di concessione governativa sulla licenza di porto di fucile da caccia, per chi l'ha dimenticato alla svelta), nessun altro. Quanto ai partiti caccia/pesca ne ho già visti: gli eletti poi regolarmente passano armi e bagagli col partito miglior offerente. Berlato ne è l'esempio più eclatante, poi traslocato in AN. In provincia di Genova l'eletto del partito dei cacciatori è poi passato col PSI di Craxi. Mercenari anche loro !!

da Pico 19/11/2009 15.14

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

«I prodotti della terra, ci sono dei momenti in cui costano di più e dei momenti in cui costano di meno. Non è obbligatorio comprare le zucchine se costano tanto. Se la zucchina è cara comprate carote.» Michela Brambilla. cara belen che dire dopo questi aforismi!!! per nino: "il risorto" è frutto della nostra generazione e della nostra mentalità. quindi farei un mea culpa prima di sparare a zero. un tuo collega

da dodo 19/11/2009 15.05

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Ma quanti affari!!! Anche i canili. Proprio Brava.

da Walter 19/11/2009 14.54

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Sono una cacciatrice mi viene spesso detto dalle persone come lei: "perchè non date il fucile anche agli animali così c'è una lotta alla pari"... BENE BRAMBILLA : a questo punto LA FAREI CAVALCARE DA UN CAVALLO ALLO STESSO MODO CHE FA LEI CON I SUOI!... Ora venga a vedere i miei cani come sono tristi al mattino quando escono per andare a caccia... si renderà solamente in quel momento cosa significa per loro la felicità del cane!!.....

da BELEN...!... 19/11/2009 14.45

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Caro Pietro, puoi stare tranquillo: tutte le denunce sono da tempo state cestinate. Secondo te, perché al rossa (mi da fastidio dire il nome per pudore e rispetto della decenza) si è amorevolmente data alla politica concedendosi alle grazie del cavaliere? Proprio per ottenere protezione ed immunità per tutto quello che hai così precisamente reso palese. Comunque, caro Pietro, le cose da te evidenziate fanno soltanto capire meglio la mentalità, la morale e la dignità di persone che ahimé gestiscono la polita nel nostro “Bel Paese” . Si bello per chi ha scheletri negli armadi, Brutto Paese per chi vive onestamente e viene osteggiato dai suddetti. Comunque, secondo te, di chi è la colpa di tutto questo bel affare? Riflettiamoci sopra un po’ tutti, ritorniamo indietro di molti anni, quando un imprenditore abilmente risorto dalle maceria di un’Italia corrotta, è stato osannato e definito il salvatore. Si il salvatore, ma suo, di tutti i suoi immensi ed innumerevoli problemi che, grazie alla politica….. ha superato ed oggi fa il bello e cattivo tempo. La cosa più grave sai qual è? E che i cosiddetti puritani della sinistra gli permettono di fare, e fa bene lui a farlo: lui fa soltanto i suoi interessi. Chi non lo farebbe avendone l’opportunità ed il terreno spianato dagli avversari? Un saluto, Nino

da ninohunter.07@katamail.com 19/11/2009 14.28

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

io non mi scandalizzo ora, gia' l'avevo sentita l'altra sera quella dichiarazione detta in modo sibillino ma esplicito, e questi sono quella parte politica amica!!!!!! mi viene da vomitare nel pensare che gli ho dato pure il voto. forza gente che qualcuno con i nostri voti puodarsi che la prossima volta si lecca le ferite.

da gianni 19/11/2009 14.26

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Piero , manda ( o se leggono) agli animaliari questa cosa che hai scritto , vediamo se hanno le palle per manifestare davanti ai cancelli di questa associazione che prende 540mila € ( azzoooooo)l'anno e ha il degrado descritto da Pietro! AMIMALARI VEDIAMO CHE CORAGGIO AVETE!!!!!

da Rudi4x4 19/11/2009 14.01

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Comune ha dato in mano a Michela Brambilla quello che, di fatto, è stato un buon affare. La prima convenzione è datata 2001. Brambilla all´epoca è presidente della sezione lecchese della Lega per la difesa del cane. La parte più interessante però arriva nel 2002. Il consiglio comunale delibera l´affidamento diretto (per urgenza e senza consultare altri soggetti esterni) della gestione del canile municipale alla Lida (ora si chiama Leida). La Onlus risultava assegnataria da parte dell´Asl dei servizi di canile sanitario e di accalappiamento. Fino al 31-12-2003. L´amministrazione invece concede la gestione per un periodo molto più lungo (9 anni rinnovabili, importo 542 mila euro, di molto superiore al limite di 200 mila euro fissato per gli appalti di pubblici servizi). Siamo al 2 dicembre 2002. Con una lettera al Comune la Lega nazionale per la difesa del cane rinuncia "a malincuore" a gestire il canile. Ma, attenzione, lo stesso giorno la stessa presidente Brambilla, questa volta a nome della neonata Lega italiana per la difesa degli animali, da lei fondata, si dichiara pronta a sottoscrivere un nuovo contratto, e a riprendersi il canile. Due lettere nello stesso giorno, e un bel po´ di soldi che ballano. Con un particolare: quando diventa assegnataria, la Lida non è ancora iscritta al registro regionale delle associazioni di volontariato, "condizione necessaria per accedere ai contributi pubblici". Finisce tutto quanto in un´interrogazione regionale urgente (ne seguirà una parlamentare) presentata da Saponaro. "Vogliamo solo sapere con che titoli Brambilla ha iniziato a gestire il canile e in quali condizioni mantiene i cani - dice - . Se saranno confermate tutte le denunce e irregolarità, avrebbe poca credibilità per presentarsi ancora come l´amante degli animali

da Pietro 19/11/2009 13.49

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

La Repubblica - del 10.09.2007 Dal Comune di Lecco 542 mila euro per 9 anni. I volontari: animali maltrattati dall'inviato Paolo Berizzi LECCO - Michela Vittoria Brambilla vive nella natia Calolziocorte in una villa che è una specie di zoo: 25 gatti, 14 cani, quattro cavalli, due asini, tre caprette, duecento piccioni. Un manifesto-spot della sua passione per gli animali. Soprattutto, i cani. Pochi lo sanno, ma oltre a essere imprenditrice "votata all´iniziativa di successo" (vedi curriculum vitae) - ramo importazione e vendita prodotti ittici, e alimenti per cani e gatti - la signora dei Circoli della Libertà gestisce anche il canile di Lecco. Da sette anni. Per questo incarico, nel 2002, Brambilla, con la sua Lega italiana per la difesa degli animali, ha ricevuto dal Comune l´affidamento diretto per nove anni. Il che vuol dire 540 mila euro. Il che vuol dire che i 307 cani ospitati in questo capannone in zona Pescarenico dovrebbero per lo meno passarsela discretamente. E invece pare che questo non sia. I volontari che ci lavorano hanno presentato una denuncia al Comune e all´Asl per raccontare lo stato di abbandono e incuria in cui versa il canile. Da un mese loro non possono più entrare. Lo ha deciso Michela Brambilla, interrompendo qualsiasi collaborazione. In effetti il posto non è proprio accogliente. Nella denuncia si parla di sovraffollamento (Fido vive in gabbie con simili non idonei), di morti a causa di sbranamento, di box fatiscenti, umidi e bagnati, e gravi problemi fognari. E ancora: "cibo di scarsa qualità", con conseguenti problemi intestinali, e presenza di topi. "Una realtà drammatica - dice Susanna Chiesa, una volontaria - . Non abbiamo ancora ricevuto nessuna risposta dal Comune, e la sospensione improvvisa della nostra attività non è ancora stata revocata". Ma c´è anche un aspetto burocratico: di affidamento e gestione del canile. Marcello Saponaro, consigliere regionale dei Verdi, ha acquisito le delibere con cui il Comune h

da Pietro 19/11/2009 13.45

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Complimenti ministro.. sta volta se l'è presa proprio sui denti. La prossima volta prima di aprir bocca per sparar caxxxte usi il cervello!! Se la sua capacità di ragionamento non va oltre non oso immaginare cosa ci fa ancora al governo!?? Si dimetta!!!

da dv - pd 19/11/2009 13.21

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Prima di essere eletti a Deputati o Senatori propongo che si sottopongano a test antidroga e a visita pschiatrica obbligatorie onde evitare simili dichiarazioni farneticanti.

da Bekea 19/11/2009 13.19

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

X w michela,concordo in pieno,abbiamo un governo pieno di zoo...e non solo, per questo ritengo uno schifo essere governati da certa gente.E poi soltanto perchè ama gli animali dovrebbe essere là,allora sai quanti ministri.

da come è caduta in basso la politica 19/11/2009 13.17

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

x come è caduta in basso ecc: ma se si dovessero dimettere le zoc...di qs governo, restano gli scranni vuoti. Almeno michela ama gli animali

da w michela 19/11/2009 13.08

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Complimenti per la foto e per il titolo.Il tutto sembra la copertina di una cassetta....hahahaha.

da meglio scherzarci sù 19/11/2009 13.00

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

ragazzi guardate cosa ho trovato a proposito del ns. caro ministro!!!!!!! vergognoso!! http://marcellosaponaro.it/home/primopiano/canile_lecco_michela_brambilla

da dodo 19/11/2009 12.53

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Almeno avessimo interlocutori consapevoli e preparati. Siamo alla frutta, questa è politica solo di facciata dove il bene comune non interessa a nessuno l'importante è arrivare alla poltrona e attaccarci il culo sopra con l'attack. E mantenere quel potere a fini propri.

da Gino 19/11/2009 12.52

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

X w michela,non dovrebbe dimettersi perchè è una zoofila,ma perchè è una zoo....la.

da come è caduta in basso la politica 19/11/2009 12.50

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

W l'ipocrisia di questa gente che ha come unico interesse il proprio benessere alla faccia di tutti gli "itagliani", cacciatori e non, che tutte le mattine si recano a lavoro. Caccia a parte,ma non siete stanchi di essere presi in giro? (pensate davvero che il problema sia la coda o le orecchie dei cani?,non pensate che il loro obiettivo e' quello di distogliere l'interesse da qualche altro problema ben piu' grave?,se va avanti cosi' tra un po' ci drovemo mangiare sia i cani che i cavalli per sopravvivere,allora si che vedrete tanti animalisti e zoofili)

da Gabriele M. 19/11/2009 12.41

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Con tutto il rispetto viene solo da ridere Egr. Sig. Ministro di una repubblica in cui la caccia è attività legale. Cavalchi serenamente.

da Silvano B. 19/11/2009 12.16

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

x Tutti gli Amici Cacciatori Egregi colleghi adesso è veramente giunto il momento di dire BASTA. Basta con gli insulti da parte di Animalisti e Ambientalisti. Basta farci prendere per i fondelli dalle Nostre stesse Associazioni Venatorie,inadempienti in toto,tutte e nessuna esclusa..Basta una volte farci ingannare dai politici dichiaratesi Amici ,vedi Orsi,Berlato,Carrara,e pochi altri,che alla conta sono al pari di un pugno di mosche bianche. Basta farci denigrare dai politici Nemici appartenenti allo schieramento PDL+Lega Nord,vigliacchi che hanno mercificato sul nostro voto,e che in più di una occasione ci sputano addosso,denigrandoci e ponendoci sullo stesso piano a gente di malaffare. Ricordiamoci di loro: la Brambilla,la Martini,Gasparri,Catanoso,tanto per citare i “più famosi”.Cosa fare per il futuro!! Semplice aderire in massa verso il nostro partito CACCIA e AMBIENTE per le prossime elezioni regionali,ma attenzione non solo noi Cacciatori,ma tutti quelli che bene o male hanno a che fare con l’indotto della Caccia.Un qualcuno potrà storcere il naso,asserire la solita manfrina inerente allo sbarramento del 4%,ma chi se frega,non vi dimenticate che il Nostro Berlusconi perse le elezioni per soli miseri 20.000 voti.Io mi auguro a parte i vigliacchi,gli spergiuri,i soliti tentenna tori esistenziali,che su 800.000 Cacciatori,almeno 600.000 aderiscono a CACCIA AMBIENTE,e con circa 200.000 voti provenienti dall’indotto,alla fine dovremmo essere in circa 800.000.Giuro ad oggi ad elezioni regionali effettuate,qualsiasi sia l’esito delle urne,per la prossima stagione venatoria “ DARO’ FUOCO ALLA MIA TESSEREA DELLA CONFAVI”,come feci anni addietro con la tessera della FEDERCACCIA.

da spartacus60 19/11/2009 12.05

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Ora te la da lui, la promessa

da Tordo toscano 19/11/2009 12.04

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Ma il Cav Berlusconi è proprio convinto che personaggi come la Brambilla giovino al suo partito e alla compagine governativa?E ancora è cosi sicuro che in valore elettorale rappresenti almeno gli 800.000 cacciatori italiani che votano e fanno votare? E due conti ve li siete fatti su quante entrate avete dal turismo venatorio in Italia?Cavalire li mandi a casa e ci dia quello che ci ha promesso.

da francesco47 19/11/2009 12.02

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

E dovrebbe dimettersi un ministro solo perchè è una zoofila?! (animalista mi sembra troppo). Ma se non si dimette il suo capo con tutte quei capi d'accusa..!!!

da w michela 19/11/2009 12.01

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

Complimenti Ministro bel pulpito il suo!! PERCHE PER QUANTO DETTO CONTRAIO A QUANTO FA NON SI DIMETTE?? Ma già qui non siamo in Inghilterra.....

da Luchino 19/11/2009 11.51

Re:Brambilla, fra i cani da caccia e i cavalli

CALIAMO UNO SGRADEVOLE VELO PIETOSO SULLE AFFERMAZIONI DEL MINISTRO BRAMBILLA.

da MAVERICK73 19/11/2009 11.48