Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Acma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"FACE: tolleranza zero sui crimini contro la fauna selvaticaAnuu "38 anni di raccolta ali tordi"Anuu: "una calda migrazione post nuziale"Trieste: celebrata la storica messa di San UbertoMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Tar Marche conferma validità Calendario Venatorio


giovedì 15 settembre 2022
    
Caccia Marche
 
"Con Ordinanza cautelare n. 343/22 del 15 settembre 2022 il TAR Marche ha integralmente rigettato tutte le istanze cautelari proposte dalle Associazioni ambientaliste ricorrenti, sostanzialmente confermando la validità dell'intero impianto normativo predisposto dalla Regione Marche con il Calendario Venatorio 2033 / 2023". Lo rende noto l’Ambito Territoriale di Caccia Ancona 2 in un comunicato. 

"Sintetizzando - spiega
l'Avv. Daniele Carmenati - , è stata respinta la domanda limitativa del prelievo della specie combattente, essendovi una sufficiente presenza di tale specie sul territorio italiano, così come è stata ritenuta del tutto legittima la regolamentazione delle giornate di apertura e di chiusura, atteso il rispetto di tutti i parametri normativi e scientifici vigenti in materia, sulla base delle più aggiornate valutazioni nel rispetto dell'ecosistema e della disciplina faunistico /venatoria.

Inoltre, il TAR ha riconosciuto l'infondatezza delle contestazioni mosse nei confronti dell’emergenza siccite del nuovo sistema telematico di monitoraggio dei prelievi, ricordando che tale meccanismo è sperimentale e facoltativo, ossia non annulla nè sostituisce le consuete e tutt'ora valide modalità di rendicontazione a mezzo tesserino cartaceo.

Infine, una importante notazione è stata rivolta dal Tribunale all'utenza venatoria: posto che il Calendario predispone una regolamentazione anche in tema di divieto di caccia sui terreni percorsi da incendi, mediante rinvio alla Legge 353/2000, sarà onere del cacciatore informarsi, di volta in volta, presso i Carabinieri Forestali (o altre Autorità di zona) circa la praticabilità o meno dell'attività venatoria in determinati terreni classificabili come aree di divieto (“... la L. n. 353/2000 stabilisce in termini generali il divieto di caccia nei terreni percorsi da incendi, per cui è semmai onere del singolo cacciatore, onde non incorrere in sanzioni, informarsi di volta in volta presso i Carabinieri Forestali circa la possibilità di esercitare l’attività venatoria in determinati terreni che potenzialmente sono classificabili ai sensi della citata l. n. 353/2000”)".

Il procedimento è stato, infine, differito alla pubblica udienza del 23 gennaio 2023, per la trattazione dei profili di merito.
L'Atc Ancona 2 prende atto di tale intervento giurisdizionale, ponendosi sempre in prima linea nella tutela dell’attività venatoria sul territorio e nella tutela dell’utente finale, affinchè l’esercizio di tale attività avvenga correttamente e nelrispetto di tutte le vi genti normative".

Vai all'ordinanza del Tar

 

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi tutte le news

5 commenti finora...

Re:Tar Marche conferma validità Calendario Venatorio

Situazione arlecchino. Proprio ieri un decreto TAR (n. 1649) Campania ha posticipato le aperture della caccia ad acquatici, fagiano e quaglia.

da Espo 16/09/2022 8.40

Re:Tar Marche conferma validità Calendario Venatorio

Benissimo ma quante inesattezze in questo comunicato!

da Giancarlo 16/09/2022 0.39

Re:Tar Marche conferma validità Calendario Venatorio

ragazzi, votate chi veramente è cacciatore o con noi, senza se e senza ma!!! Noi nelle marche l'abbiamo fatto e i risultati ci sono

da pascmar 15/09/2022 19.59

Re:Tar Marche conferma validità Calendario Venatorio

In Veneto presentato ricorso animalista. Stiamo a vedere. Comunque si evince che l'Italia è una accozzaglia di regione e non un unico stato.

da Matteo 15/09/2022 18.25

Re:Tar Marche conferma validità Calendario Venatorio

Lo vedete che non è questione di colore politico? Le Marche sono di destra, ma chi redige i calendari venatori ha gli attributi. Altre regioni di destra hanno ASSESSORI INCAPACI o ANTICACCIA!

da Lodi 15/09/2022 17.02