Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Agnoletti sul Corriere "PSA risultato di mancata gestione della fauna"Brindisi, aggredito cacciatore. Sparvoli "episodio frutto di clima di intolleranza"Fidc chiede rettifica al Tg3 LombardiaVeneto. Tar stoppa caccia agli acquaticiVeneto. Le AAVV chiedono chiarezzaCaccia sicura nel SalentoPSA. Per la Regione Piemonte cacciatori indispensabiliLombardia. Nuova Consulta faunistico VenatoriaPsa. Botta e risposta in Commissione AgricolturaConfermata debacle del referendum contro la cacciaTar Veneto annulla parti del Calendario VenatorioLiguria. PSA. In corso analisi su sei carcassePSA. Morroni: “Non rilevata ancora la presenza in Umbria”FIdC. Collaborazione attiva dei cacciatori ai censimenti degli uccelli acquaticiVeneto. Approvato il piano faunistico venatorio 2022-2027PSA Piemonte. La Regione nomina commissarioVeneto. Approvate modifiche al calendario venatorioPSA. Ordinanza Regione LiguriaPSA. Arrivano i VerdiUmbria. Si va verso una proroga per i prelievi di cinghialiBasilicata. Nuovo piano per i cinghialiSparvoli. Niente demagogia sulla PSAPSA. Liguria. In arrivo nuove disposizioniPSA. Incontro formativo in ToscanaPSA. Massa Carrara: sospesa caccia al cinghialeBuconi risponde alla LAV: “non sono fantasiose utopie che salveranno fauna ed economia”Arci Caccia: i fatti per contrastare la peste suina africanaMarche. Task Force a supporto delle IstituzioniPeste suina. Ordinanza congiunta Ministero della Salute e MIPAAFPeste suina africana. Collaborare per il bene di tuttiPeste suina. Anche l'Arcicaccia si allertaArci Caccia e CUFA rinnovano il Protocollo d’IntesaBruzzone (Lega): la PSA circola se manca il controllo della fauna selvaticaFidc: su PSA dal Mipaaf una richiesta di collaborazione Langone e il sugo di cinghialeUmbria mantiene alto livello di guardia su PSAStop Piacenza e Parma a caccia collettiva ai cinghiali e con i caniBuconi "dagli animalisti parole indegne su Sassoli"Sparvoli. Su Psa "attenzione sì, allarmismi no"CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatoriLa Regione Toscana afferma principio sussidarietà in materia venatoriaPSA: Arci Caccia si mobilita per fronteggiare l’emergenzaPeste suina: Regione Lombardia crea task force114 comuni tra Piemonte e Liguria rientrano nella Zona infetta PSARegno Unito. Fallita la petizione anticacciaToscana, nascono i CavFidc. Peste suina no ad allarmismi e strumentalizzazioniPSA. Agricoltori chiedono nomina Commissario StraordinarioAllerta cinghiale anche nelle MarcheEos slitta nel weekend del primo maggioIn Piemonte scattano misure preventiveRolfi: "Nessun caso di peste suina in Lombardia"Peste suina. Fidc "impegno a fianco delle istituzioni"Questione anellini: Regione Lombardia incontra le Associazioni venatorieCCT. Fagiani e lepri: al via le catture e le immissioni negli ATC toscaniLombardia. LAC impugna il calendarioAree protette. In Campania il TAR dà ragione alla RegioneMarche. Animalisti protestanoGonacon. In North Carolina cervi aumentati dopo progetto Piemonte, nessun accordo tra animalisti e agricoltoriDalla Regione Marche sostegno ai cacciatori su costi per la carne cacciataArci Caccia "accolto Odg su monitoraggio risultati GonaCon"Fidc Brescia: "la beffa della beccaccia a gennaio"Macerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori


mercoledì 12 gennaio 2022
    
 
Questa mattina, in modalità di videoconferenza, si è tenuto il tavolo informativo tra la Regione Toscana ed il mondo venatorio in merito all’epidemia della PSA (Peste Suina Africana).

A seguito dei casi accertati nelle regioni Piemonte e Liguria, sono state esplicate le imminenti problematiche in merito all’avanzare della PSA, chiarendo che tutte le iniziative da intraprendere saranno indicate direttamente dal Ministero della Sanità.

Il Dott. Alessio Capecci della direzione Sanità della Regione Toscana, ha spiegato i dettagli della malattia ed ha ribadito che si tratta di un problema che desta molta preoccupazione e che deve essere affrontato con estrema serietà.

La Regione Toscana pertanto decreterà quanto prima, le eventuali misure preventive che al momento saranno incentrate sulla sola provincia di Massa e Carrara data la contiguità territoriale con le zone attualmente interessate dal contagio.

Onde evitare il susseguirsi di notizie attualmente infondate, ci preme precisare che al momento non è stato messo in discussione lo svolgimento dell’ esercizio dell’attività venatoria sul territorio regionale.

A partire da questo primo incontro a cui d’ora in avanti sarà seguito un tavolo di coordinamento permanente, è stato unanimemente rilevato quanto sia determinante il ruolo del mondo venatorio e dei cacciatori nelle operazionidi monitoraggio e controllo che si renderanno necessarie sul territorio.

Il “capitale umano”, volontario, messo in campo, dalle squadre di caccia al cinghiale, dai distretti, dalle GGVV e da tutti i cacciatori, con il massimo senso civico e di responsabilità sarà a disposizione della comunità e risulterà determinante anche in questa delicata sfida che ci attende.

Nelle conclusioni la Regione Toscana con le parole del Dott. Burresi e del Dott. Capecci nel raccomandare massimo senso di responsabilità, non alimentando allarmismi infondati, hanno informato che già dalle prossime ore ed a partire dalla realtà territoriale di Massa e Carrara, tutte le ATC saranno dotate di materiale specifico da consegnare ai cacciatori per il necessario supporto alle azioni di ricerca e monitoraggio di eventuali carcasse di Cinghiali.

Sotto il coordinamento degli ATC e sulla base delle linee guida Ministeriali e delle indicazioni regionali, proseguirà il lavoro nelle prossime ore, consapevoli della dinamicità e pericolosità di un fenomeno sanitario come quello della PSA. (CCT)


Qui di seguito il pieghevole del Ministero della Salute datato 2020 da scaricare e stampare
 
 
Leggi tutte le news

23 commenti finora...

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Per conto mio, caro LUCA, puoi andare a farti fottere. Vero non hai detto che non si può abbattere un cinghiale col canna liscia, ma dicendo : ...ma dove vuoi andare con un canna liscia ?... il concetto era palese. Oppure sei così rintronato che non ti ricordi neanche quello che hai scritto ? STUDIA

da Frank 44 14/01/2022 16.48

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Frank quando ti passa la sbornia e hai finito di fare a botte col lampione posa il fiasco vuoto e leggi così puoi evitare di aggiungere figuracce al tuo alcolico curriculum... Io ho detto che non si può abbattere un porcio con un canna liscia???? E quando??? Io ho detto che i sacchettari della domenica devono essere assolutamente tutelati e protetti... Certo che andrebbero defenestrati a passo di carica dalla gestione dei porci e dei porcili in casa degli altri... Devono essere traslato al. Minimo a 1 km da tutti i sentieri pubblici... Devono essere sottoposti a una speciale tassa da porcio da minimo 3000 euro a testa a stagione... E gli si devono sequestrare tutte le armi a canna rigata.... Fatto ciò per conto mio possono tranquillamente andare a rincorrere i porci alla domenica come in Sardegna... Salame Frank 44....

da Luca 14/01/2022 13.35

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Come si vede che non capisci un cazzo di caccia al cinghiale ( ripeto: studia e prendi l'abilitazione così quando parli di questo tipo di caccia eviti di fare figuracce), il mio primo cinghiale l'ho abbattuto usando fucile sovrapposto e cartuccia a palla con borra Gualandi e nella mia squadra ci sono tuttora molti componenti che cacciano con fucile a canna liscia. Inoltre, se la memoria non mi tradisce, in Sardegna é proibita la canna rigata per la caccia al cinghiale. Non mi stancherò mai di raccomandartelo: studia, studia e poi ancora studia.

da Frank 44 14/01/2022 13.12

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Ma frank ma dove vuoi andare con un canna liscia.... Se ti smontano la superottica da salame che ti sei comperato per il borsone con una doppietta tu non centri manco l autobotte dei pompieri ferma a 15 metri...

da Luca 14/01/2022 11.43

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Seguendo il tuo contorto ragionamento si potrebbe pensare che , per eliminare quelli che tu chiami sacchettari, si potrebbe lasciar espandere la PSA. Eliminare il possesso di armi a canna rigata? Ti sfugge che al cinghiale si può andare anche col fucile a canna liscia e palla asciutta. Vedi, se tu avessi studiato per prendere l'abilitazione alla caccia collettiva queste cose le potevi sapere.

da Frank 44 14/01/2022 10.29

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Ancora questo spam... Che ovviamente non capisce....Gli amici cacciatori di Parma Piacenza Ovada ecc ecc non possono esercitare la loro sacrosanta passione lo capisci???? E la colpa è che da 30 anni ci siamo prostituiti per gente come te alla favola dei porcili e dei borsoni.... Soluzioni per eliminare ora che è tardi dalla nostra categoria i sacchettari tu ne hai... Lupi??? Ottimi ma non bastano... Selettori???? Egregi ma non bastano.... Modifiche legislative che dopo 30 anni li defenestrino??? Eccellenti ma non esistono... Un ottima idea sarebbe senz'altro quella di proibire il possesso o la detenzione di armi a canna rigata....

da Luca 14/01/2022 8.16

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Luca. Ma ti rendi conto che sei x davvero un povero scemo? Io rimango attonito x le stronzate che dici. Ancora non l'hai capito che sei fuori luogo in questo forum? Con la piega tubi, dovresti farti raddrizzare il cervello. Ammesso che tu non te lo sia fumato. Perchè ho seri dubbi che tu faccia abusi di sostanze stupefacenti. Mamma mia che soggetto da emarginare che sei. Sei proprio come un pugno di sabbia dentro il costume. Fastidioso. Ma come ti permetti a dubitare che le armi rigate detenute dai cinghialai possano essere non regolari. A casa tua dovrebbero venire le forze dell'ordine, per verificare di che sostanze fai abuso. Vergognati Luca. Devi solo vergognarti.

da Hunter74 13/01/2022 23.17

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Io non sono favorevole al fatto che i sacchettari della domenica appendano le carbine che si sono comprati a un chiodo... Io sono per una legge che preveda una verifica di tutte le armi rigare possedute dai sacchetteros da parte delle forze Dell ordine... Le quali dopo aver controllato il numero di matricola, se regolarmente possedute, devono provvedere alla piega delle canne con un piegatubi di tipo "rinforzato", e successivamente provvedere alla immediata restituzione al legittimo proprietario...Poi se il sacchettaro appende appende l arma rigata con le canne piegate al chiodo o ci va a sacchetti alla domebica (se il sacchettaro si paga la concessione annuale) a me non importa...

da Luca 13/01/2022 22.02

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Caro Luca, un minuto dopo che i cinghialai avranno appeso le loro micidiali carabine al chiodo, toccherà a tutti gli altri. Sottolineo: UN MINUTO DOPO!

da Credici! 13/01/2022 17.49

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Gli animalisti in stravacco sul divano,i sacchettari in stravacco sui sentieri. Insomma, secondo te, sono tutti in stravacco.

da Frank 44 13/01/2022 16.56

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Frank gli agricoltori 10 gg fa hanno firmato un documento in tema porci e porcili... In pratica hanno messo nero su bianco che ai fini del contenimento risultano estremamente più utili gli ambientalisti e gli animalisti in stravacco sul divano... Senza l assurda pretesa di fare gli esclusivisti in materia di gestione dei porci in casa degli altri.... Che i sacchettari in stravacco sul sentiero pubblico con armi da guerra e borsoni... Con l assurda pretesa di fare per oltre 30 anni i domenicali esclusivisti dei nocivi in casa degli altri... Basta solo riuscire a trovare il modo di cacciarli via..

da Luca 13/01/2022 16.11

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Temo Pietro che tu abbia ragione, infatti oltre a proibire la caccia in Piemonte e Liguria la stanno già Proibendo anche in Emilia-Romagna, per il momento solo a Parma e Piacenza ( ma solo per il momento). Non mi risulta che altra analoga proibizione interessi tutte le altre attività all'aperto. Tutto questo nonostante che il contagio possa avvenire anche solo transitando in zona infetta, senza per questo andare a caccia.Quanto alla ricerca delle carcasse infette concordo con Hunter 74, é venuta l'ora che si impegnino LUCA e le varie sigle ambientaliste e anticaccia.

da Frank 44 13/01/2022 13.46

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Magari Mino51, fossi io il problema sarebbe facile risolverlo: smetterei subito per salvare la caccia. Purtroppo a breve vedrete… In PIEMONTE E LOMBARDIA solo la caccia è vietata! La ricerca dei funghi prosegue! La ricerca di asparagi ed altre erbe selvatiche prosegue! PRATICARE BIRD WATCHING è consentito! Le passeggiate nei boschi consentite!! La caccia fotografica consentita! Questa è la triste realtà.

da Pietro 13/01/2022 10.11

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

x Luca.. cito testualmente : sparisci e ti levi dai piedi. !! che aspettiiiiiiiiiiiii

da e' tanto che avresti dovuto farlo 13/01/2022 8.15

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Hunter 74 che di ritorno da San Fiasco non lesina le solite idiozie da bottiglione.... A forza di credere alla favola del sacchettaro e del borsone ci siamo riempiti di peste suina.... E ora chi paga???? Ma gli allevatori ovvio.... E questo qui che di ritorno da San Fiasco si mette a braccia conserte e dopo 30 anni di porcili fa la protesta del borsone.... Incredibile!!!! Si dai Bravo hunter 74 mettiti a braccia conserte che poi ti verranno a implorare e a supplicare... Basta che fino a quel momento però sparisci e ti levi dai piedi.... Hunter 74...

da Luca 13/01/2022 7.36

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

XPietro: io capisco che tutto quello che scrivi sarebbe la realizzazione del tuo sogno perché non hai gli attributi di dire BASTA e speri che altri lo facciano per te,ma rimarrai deluso,vai davanti allo specchio e parla con te stesso TU CON LA CACCIA HAI CHIUSO,altri la porteranno avanti

da Mino 51 13/01/2022 7.33

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Siccome le aavv sono organi di partito, quanto auspichi non avverrà MAI.

da X questo qua sotto 13/01/2022 7.09

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Fatele cercare agli animalisti le carcasse. Speranza mia, si può infettare pure peppa pig. L'unica colpa ce l'hanno tutti coloro che si sono opposti ai piani di contenimento che innumerevoli comuni italiani hanno tentato di mettere in atto e invece sono stati sempre osteggiati. Ora cercano i cacciatori? Tutti i cacciatori a braccia conserte.

da Hunter74 13/01/2022 1.12

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Il primo cinghiale infetto che mettono e smetti di andare a caccia (dopo aver pagato tutto…)

da Pietro toscano docg 12/01/2022 21.19

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Pietro cornacchione e forse anche piemontese.

da Da Francesco migratorista toscano 12/01/2022 20.06

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Mettetevi l’animo in pace, la stagione 2022/23 non inizierà e probabilmente quella in corso sarà stata l’ultima stagione di caccia come la conosciamo noi.

da Pietro 12/01/2022 19.37

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

Ma tutta queste frotte di gente che si prodiga con tutta questa smania a dire che la peste suina non è assolutissima colpa del sacchettaro... In pratica è la stessa che 30 anni fa raccontava agli agricoltori che il sacchettaro era il paladino del raccolto e la sentinella dei campi??? Interessante....

da Luca 12/01/2022 19.23

Re:CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatori

renzo 1945 I sindaci sono delegati alla salute pubblica infatti essi quando si sfora con lo smog vietano il transito delle auto e mezzi pesanti. Allo stesso modo visto che se anche psa la peste suina africana non è trasmissibile all’uomo e per lui non comporta rischi potrebbe essere portatore. Il motivo è spiegato in questo articolo. La malattia è contagiosa soltanto per suini e cinghiali, e si trasmette attraverso il contatto diretto con gli animali infetti (e i loro escrementi) o, indirettamente, attraverso oggetti contaminati, come attrezzature, veicoli e indumenti, o con la somministrazione ai maiali di rifiuti alimentari contenenti carne cruda infestata dal virus (che resta contagioso da tre a sei mesi). Una pratica comunque vietata dai regolamenti europei dal 1980. “Gli allevamenti allo stato semibrado, con ricoveri all’aria aperta, o quelli familiari privi di muretti o doppia recinzione per difendersi dai cinghiali sono più a rischio contagio” sottolinea Silvio Borrello, a capo della direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del ministero della Salute. “Nessun pericolo invece per gli allevamenti intensivi concentrati nella Pianura padana, sottoposti a norme di biosicurezza, dove – puntualizza Borrello – molto difficilmente riusciranno a penetrare i cinghiali”. L’unico rischio qui è rappresentato dall’imprudenza dell’allevatore: “Se rientra da un Paese infettato e non prende le dovute precauzioni per evitare la diffusione del virus; oppure se dà in pasto ai maiali scarti di un panino con salume contaminato” chiarisce il direttore.

da 17/35 12/01/2022 19.11