Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
PSA. Arrivano i VerdiUmbria. Si va verso una proroga per i prelievi di cinghialiBasilicata. Nuovo piano per i cinghialiSparvoli. Niente demagogia sulla PSAPSA. Liguria. In arrivo nuove disposizioniPSA. Incontro formativo in ToscanaPSA. Massa Carrara: sospesa caccia al cinghialeBuconi risponde alla LAV: “non sono fantasiose utopie che salveranno fauna ed economia”Arci Caccia: i fatti per contrastare la peste suina africanaMarche. Task Force a supporto delle IstituzioniPeste suina. Ordinanza congiunta Ministero della Salute e MIPAAFPeste suina africana. Collaborare per il bene di tuttiPeste suina. Anche l'Arcicaccia si allertaArci Caccia e CUFA rinnovano il Protocollo d’IntesaBruzzone (Lega): la PSA circola se manca il controllo della fauna selvaticaFidc: su PSA dal Mipaaf una richiesta di collaborazione Langone e il sugo di cinghialeUmbria mantiene alto livello di guardia su PSAStop Piacenza e Parma a caccia collettiva ai cinghiali e con i caniBuconi "dagli animalisti parole indegne su Sassoli"Sparvoli. Su Psa "attenzione sì, allarmismi no"CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatoriLa Regione Toscana afferma principio sussidarietà in materia venatoriaPSA: Arci Caccia si mobilita per fronteggiare l’emergenzaPeste suina: Regione Lombardia crea task force114 comuni tra Piemonte e Liguria rientrano nella Zona infetta PSARegno Unito. Fallita la petizione anticacciaToscana, nascono i CavFidc. Peste suina no ad allarmismi e strumentalizzazioniPSA. Agricoltori chiedono nomina Commissario StraordinarioAllerta cinghiale anche nelle MarcheEos slitta nel weekend del primo maggioIn Piemonte scattano misure preventiveRolfi: "Nessun caso di peste suina in Lombardia"Peste suina. Fidc "impegno a fianco delle istituzioni"Questione anellini: Regione Lombardia incontra le Associazioni venatorieCCT. Fagiani e lepri: al via le catture e le immissioni negli ATC toscaniLombardia. LAC impugna il calendarioAree protette. In Campania il TAR dà ragione alla RegioneMarche. Animalisti protestanoGonacon. In North Carolina cervi aumentati dopo progetto Piemonte, nessun accordo tra animalisti e agricoltoriDalla Regione Marche sostegno ai cacciatori su costi per la carne cacciataArci Caccia "accolto Odg su monitoraggio risultati GonaCon"Fidc Brescia: "la beffa della beccaccia a gennaio"Tecnico faunistico Santilli "controllo fertilità cinghiale, strategia efficace?"Lotti (Pd) "valutare se è opportuno avviare sperimentazione GonaCon"Toscana. Nuovo Piano di controllo cinghialiBilancio di stagione nel Canton TicinoEos vende già i bigliettiArci Caccia "Sterilizzazione cinghiali non ha fondamento scientifico"Dreosto e Casanova "soluzione cinghiali ridicola nei confronti dell'Europa"Caretta (FdI), sterilizzazione dei cinghiali ennesimo spreco di denaro senza risultatiBruzzone: "sterilizzazione cinghiali è presa in giro per i contribuenti"Fidc: "l'impegno dei cacciatori una ricchezza da valorizzare"Sicilia. "Il calendario venatorio non andava sospeso"Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatoriFrancia. I danni degli ambientalistiArci Caccia "mancato Piano di gestione tortora nuoce alla specie"Importante riconoscimento globale per la falconeriaFidc estende ricerca satellitare al tordo bottaccio. Si parte in SardegnaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Marche. Selvaggina certificata


venerdì 12 novembre 2021
    
 
 
Il menù a base di selvaggina è certificato Made in Marche, dal bosco alla tavola. Maggiore sicurezza per i consumatori e gestione sostenibile della fauna selvatica a difesa delle aziende agricole e della biodiversità sono gli obiettivi del protocollo d’intesa sottoscritto nei giorni scorsi da Francesco Fucili, vicepresidente di Coldiretti Marche, Giuliana Giacinti, presidente regionale di Terranostra, l’associazione che riunisce gli agriturismi di Campagna Amica, Massimo Iuliano e Francesco Marchetti, rispettivamente presidente regionale e maceratese dell’Unione Regionale Cacciatori dell’Appennino (Urca). Insieme per creare un circuito intelligente e virtuoso nell’ambito del contenimento della fauna selvatica, annosa questione con la quale fanno i conti quotidianamente gli agricoltori ma anche gli stessi cittadini. I primi alle prese con ingenti danni alle colture (come ad esempio in questi giorni di semine autunnali di orzo, grano tenero, grano duro, favino, pisello) e tutti gli altri a rischio di incappare in gravi sinistri stradali.

L’accordo prevede la creazione di una filiera tracciata e certificata della selvaggina in grado di garantire legalità, trasparenza, sicurezza alimentare, igiene dal momento dell’abbattimento, fino alla commercializzazione ed al successivo consumo, con l’ulteriore possibilità di individuare tutti i soggetti coinvolti e le relative responsabilità: cacciatore/selettore, centri di sosta e di lavorazione della selvaggina, dettaglianti e ristoratori. La firma è avvenuta all’interno del Mercato Coperto di Macerata alla presenza (in collegamento) dell’assessore regionale all’Agricoltura, Mirco Carloni e di Silvia Pinzi, sindaco di Serrapetrona. Proprio Serrapetrona ospita il CLS, il Centro di Lavorazione Selvaggina gestito dall’Urca, attorno al quale ruota il progetto. Là i selecacciatori conferiscono i capi – soprattutto cinghiali – entro un’ora dall’abbattimento. La carne viene prima sottoposta a rigidi controlli sanitari, lavorata e infine commercializzata. Coldiretti si impegnerà a promuovere l’utilizzo di questa selvaggina presso gli agriturismi di Terranostra di tutte le Marche.

I cuochi contadini potranno così contare su carne certificata con tanto di geolocalizzazione del luogo di abbattimento inserita in etichetta. L’intesa prevede esclusivamente l’utilizzo di ungulati abbattuti con metodi selettivi che nell’ambito della campagna di contenimento della specie che, da anni in sovrannumero e causa di squilibri ambientali a danno degli ecosistemi e della biodiversità, si è ulteriormente moltiplicata approfittando dell’insensato e colpevole stop imposto ai selecacciatori nel corso del lockdown e delle zona rosse. Un accordo innovativo che non ha precedenti a livello nazionale. Il CLS è il primo centro in Italia gestito interamente da un’associazione senza scopo di lucro, di protezione ambientale formata da cacciatori, nato attraverso la collaborazione con l’Istituto zooprofilattico dell’Umbria e delle Marche, l’Università “La Sapienza” di Roma, l’Università di Camerino, l’Università di Urbino il Comune di Serrapetrona e le associazioni venatorie. Viene gestito dai soci volontari e con il contributo economico della Regione Marche, dell’ATC Macerata 2, della Comunità Montana dei Monti Azzurri, Fidc Marche, Arcicaccia Marche ed Esp Marche.

Si tratta inoltre, si legge nel testo del protocollo, di “una soluzione utile al fine di evitare fenomeni di bracconaggio e mercato nero, con il coinvolgimento di tutte le parti sociali (mondo venatorio, associazionistico, ambientalista, agricolo e scientifico). La filiera risulta essere soprattutto l’avvio di una convergenza di intenti tra il mondo venatorio e quello agricolo, verso un percorso condiviso teso al contenimento degli ungulati particolarmente problematici, con ripercussioni economiche dirette sugli indennizzi all’agricoltura, nonché la creazione di un prodotto ad alto valore aggiunto per le attività turistico-ricettive, soprattutto agriturismi, che consumano prevalentemente prodotti del territorio e legati ad esso”. (Coldiretti Marche).


Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Marche. Selvaggina certificata

Vede Maria Francesca,perchè NON cambia sito e si rivolge ad altri per le sue cazzate personali,Grazie

da Fucino Cane 13/11/2021 18.00

Re:Marche. Selvaggina certificata

cazzata...

da as 12/11/2021 14.12

Re:Marche. Selvaggina certificata

Mancando la certezza sulle quantità di approvvigionamento l’iniziativa non ha sbocchi commerciali di alcun tipo.

da El cid campeador 12/11/2021 12.15

Re:Marche. Selvaggina certificata

REGIONE MARCHE,vi faccio i miei più sinceri complimenti,per questa iniziativa;spero che altre regioni vi seguano a ruota!!!

da Fucino Cane 12/11/2021 11.41