Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
PSA. Arrivano i VerdiUmbria. Si va verso una proroga per i prelievi di cinghialiBasilicata. Nuovo piano per i cinghialiSparvoli. Niente demagogia sulla PSAPSA. Liguria. In arrivo nuove disposizioniPSA. Incontro formativo in ToscanaPSA. Massa Carrara: sospesa caccia al cinghialeBuconi risponde alla LAV: “non sono fantasiose utopie che salveranno fauna ed economia”Arci Caccia: i fatti per contrastare la peste suina africanaMarche. Task Force a supporto delle IstituzioniPeste suina. Ordinanza congiunta Ministero della Salute e MIPAAFPeste suina africana. Collaborare per il bene di tuttiPeste suina. Anche l'Arcicaccia si allertaArci Caccia e CUFA rinnovano il Protocollo d’IntesaBruzzone (Lega): la PSA circola se manca il controllo della fauna selvaticaFidc: su PSA dal Mipaaf una richiesta di collaborazione Langone e il sugo di cinghialeUmbria mantiene alto livello di guardia su PSAStop Piacenza e Parma a caccia collettiva ai cinghiali e con i caniBuconi "dagli animalisti parole indegne su Sassoli"Sparvoli. Su Psa "attenzione sì, allarmismi no"CCT: PSA, il ruolo determinante dei cacciatoriLa Regione Toscana afferma principio sussidarietà in materia venatoriaPSA: Arci Caccia si mobilita per fronteggiare l’emergenzaPeste suina: Regione Lombardia crea task force114 comuni tra Piemonte e Liguria rientrano nella Zona infetta PSARegno Unito. Fallita la petizione anticacciaToscana, nascono i CavFidc. Peste suina no ad allarmismi e strumentalizzazioniPSA. Agricoltori chiedono nomina Commissario StraordinarioAllerta cinghiale anche nelle MarcheEos slitta nel weekend del primo maggioIn Piemonte scattano misure preventiveRolfi: "Nessun caso di peste suina in Lombardia"Peste suina. Fidc "impegno a fianco delle istituzioni"Questione anellini: Regione Lombardia incontra le Associazioni venatorieCCT. Fagiani e lepri: al via le catture e le immissioni negli ATC toscaniLombardia. LAC impugna il calendarioAree protette. In Campania il TAR dà ragione alla RegioneMarche. Animalisti protestanoGonacon. In North Carolina cervi aumentati dopo progetto Piemonte, nessun accordo tra animalisti e agricoltoriDalla Regione Marche sostegno ai cacciatori su costi per la carne cacciataArci Caccia "accolto Odg su monitoraggio risultati GonaCon"Fidc Brescia: "la beffa della beccaccia a gennaio"Tecnico faunistico Santilli "controllo fertilità cinghiale, strategia efficace?"Lotti (Pd) "valutare se è opportuno avviare sperimentazione GonaCon"Toscana. Nuovo Piano di controllo cinghialiBilancio di stagione nel Canton TicinoEos vende già i bigliettiArci Caccia "Sterilizzazione cinghiali non ha fondamento scientifico"Dreosto e Casanova "soluzione cinghiali ridicola nei confronti dell'Europa"Caretta (FdI), sterilizzazione dei cinghiali ennesimo spreco di denaro senza risultatiBruzzone: "sterilizzazione cinghiali è presa in giro per i contribuenti"Fidc: "l'impegno dei cacciatori una ricchezza da valorizzare"Sicilia. "Il calendario venatorio non andava sospeso"Sicilia. Il CGA dà ragione ai cacciatoriFrancia. I danni degli ambientalistiArci Caccia "mancato Piano di gestione tortora nuoce alla specie"Importante riconoscimento globale per la falconeriaFidc estende ricerca satellitare al tordo bottaccio. Si parte in SardegnaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Mirabelli, il Pd e la caccia


martedì 9 novembre 2021
    

 
 
In un'intervista rilasciata alla Federazione Italiana della Caccia, il senatore Franco Mirabelli,  Vicepresidente del gruppo Pd al Senato e membro della 13ª Commissione permanente (Territorio, ambiente, beni ambientali), ha avuto modo di esporre alcuni concetti relativi all'attività venatoria. Eccoli. 


Nelle sue molte anime la sinistra ha mantenuto in passato una posizione di equilibrio fra favorevoli e contrari all’attività venatoria. Negli ultimi tempi la percezione dei cacciatori è che questo equilibrio si sia perso a favore della parte ambientalista e animalista. Quale è la realtà dei fatti?

“Il Pd è un partito riformista e in quanto tale nel dare valutazioni e nel fare scelte prescinde da premesse che attengono all’etica e alla sensibilità individuale che pure meritano rispetto. In questo quadro ci siamo sempre mossi, nelle Regioni e in Parlamento, avendo a riferimento le indicazioni della scienza sul fronte della tutela faunistica e nel rispetto delle ragioni degli agricoltori. Spesso le posizioni del Pd sono risultate decisive per superare conflitti di ordine ideologico che mal si conciliano con gli interessi generali. Basta sfogliare gli atti parlamentari per avere cognizione di quanto detto e fatto e Federcaccia lo sa bene.”

Quale è per il Pd il senso della caccia nel 2021?


“Nell’era moderna per la caccia, pur mantenendo le sue radici culturali, si impone la necessità di ridisegnare il proprio profilo in sintonia con una sensibilità ecologista che caratterizza, per fortuna, la vita delle nostre comunità. D’altronde già la legislazione corrente assegna alla caccia, attraverso il buon governo degli Ambiti e dei Comprensori Alpini, un ruolo primario della gestione della fauna selvatica e del ripristino degli habitat. E non è un caso che nei comitati di gestione degli Atc si ritrovano a lavorare, fianco a fianco, rappresentanti dei cacciatori, degli agricoltori, degli ambientalisti e degli enti locali. È una prerogativa tutta italiana il principio cardine della legge 157 che tutela la fauna come patrimonio indisponibile dello Stato e salvaguarda cosi, insieme all’842 del codice civile, il sistema pubblicistico del nostro Paese. Semmai si tratta di capire, attraverso una relazione da discutere in Parlamento, se l’attuazione della legge ha prodotto risultati o palesato limiti. È il momento di fare questa discussione.”

La difesa e il mantenimento della biodiversità sono principi imprescindibili, riconosciuti tali anche dai cacciatori, che molto fanno concretamente in questo senso. A differenza di altri Stati europei in Italia questo ruolo non sembra essere riconosciuto dalla politica. Quali a suo giudizio i motivi e quale la posizione del suo partito?

“L’Italia è ai vertici d’Europa per tasso di biodiversità. Non è solo un dovere civico difenderla ma anche economico poiché evoca bellezza, paesaggio, buona gestione. E dove c’è tutto questo si evidenziano le eccellenze delle nostre produzioni famose in tutto il mondo con il marchio del ‘Made in Italy’. Insomma la biodiversità è anche un valore economico. Per questo penso che il mondo della caccia debba avere più coraggio su questo fronte. Troppo spesso invece il dibattito pubblico si incentra in chiave strumentale su un giorno in più di caccia o su una specie in meno. I cacciatori possono essere protagonisti della conservazione ambientale se fanno funzionare bene gli strumenti che hanno a disposizione, a cominciare dagli Atc e dai Ca. Non sempre si avverte questo. Al netto delle responsabilità che appartengono anche alla politica e alle istituzioni.

Le eccellenze agroalimentari italiane sono famose nel mondo, motivo di orgoglio oltre che valore percentuale importante dell’economia. Quali sono le risposte alle richieste di tutela del mondo agricolo?

“La difesa e la valorizzazione delle produzioni agricole sono una priorità. Gli imprenditori agricoli da tempo hanno scelto la strada della qualità e della multifunzionalità. Sono presidio sul territorio e garantiscono con i loro insediamenti un giusto equilibrio tra città e campagna. In questa direzione la politica ha saputo accompagnare lo sforzo in atto anche con provvedimenti di sostegno e di incentivo. Si può fare di più ovviamente e come Pd non ci tireremo indietro. Semmai occorre agire subito su problematiche nel frattempo intervenute come l’esubero di presenza di alcune specie selvatiche, i cinghiali in primis, che interferiscono pesantemente con l’attività economica agricola. Su questo argomento il confronto è ancora troppo condizionato da posizionamenti di parte.”

Transizione ecologica. Un tema di grande importanza e che deciderà la qualità della vita dei cittadini nell’immediato futuro. Quali sono aspettative e programmi del Pd su questo tema? Che posto ha la gestione di fauna ambiente e territorio in una visione sostenibile del nostro futuro?

Il tema della transizione ecologica è al tempo stesso una grande sfida e una grande opportunità. Si tratta di cambiare il paradigma del modello di sviluppo puntando su sostenibilità, qualità e giustizia sociale. Il cambiamento avverrà attraverso tappe definite in sede europea che potrà dirsi raggiunto allorché si uscirà definitivamente dall’era dei combustibili fossili e le emissioni dannose in atmosfera saranno azzerate perché il sistema di approvvigionamento energetico sarà rinnovabile in larga misura. Il territorio e la biodiversità sono dentro questo progetto ovviamente. E dove c’è territorio e biodiversità può esserci il ruolo dei cacciatori. Dipende da loro. Non credo però che si vorrà perdere questa straordinaria occasione.”



 

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi tutte le news

34 commenti finora...

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Allucinante, come una presunta associazione venatoria faccia interviste per mascherare il partito che insieme ai 5 stelle ha fatto enormi danni alla Caccia. Non so se sia peggio il referendum o una revisione della già pessima 157 fatta da Buconi e soci del PD e 5 Stelle (la lega ormai è una vertebra del PD)

da Fede CPA 11/11/2021 12.27

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

mino pino più che testa di legno sei un testa di [email protected] tu e tutto l'ambaradan che hai al seguito. A me sembra che le preoccupazioni del barbecù non hanno impedito la raccolta delle firme, ne tantomeno il raggiungimento o il non delle firme, e ancor meno se è quando si svolgerà, e in ultima analisi se si vincerà o perderà nel caso si svolgesse. Come vedete siete ben oltre le testa di [email protected] siete nella categoria scinuniti. Motivo più che agricoltura e pesticidi, se si è arrivati a questo livello di caccia sono menti come le vostre che sono imputate di tale situazione degenerante. Adesso che siete preuccupati non vi è rimasto altro che ciucciarvi il calzino

da famiglia 10/11/2021 18.59

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Del referendum se ne dovrebbero preoccupare armerie di paese e di città, commercianti piccoli e grandi del settore, allevatori di cani e uccelli, bar e ristoranti di campagna. Invece loro sono sereni e tranquilli. E se lo sono loro che comm.la caccia ci vivono, io lo sono di più perché per me la caccia è un costo!

da Dino 10/11/2021 17.52

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

se il referendum si farà credo che tutti dovremmo toccarci i maroni, e non prendertela bughiu quello che adesso si firma da famiglia è sicuramente il testa di,,,legno che per motivi che capiva lui e solo lui non voleva che ci si informasse sul numero di firme raggiunte degli animalari qualche settimana fa. Io dal canto mio condivido le tue preoccupazioni

da mino pino 10/11/2021 17.46

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Per Marino, mi hai tolto le parole di bocca non avrei saputo dire meglio

da Bughiu 10/11/2021 17.37

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

per da famiglia,...grattati pure direttamente la testa che tanto nel tuo caso è sicuramente la stessa cosa

da Marino 10/11/2021 17.28

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Giovanni Marcora, nome di battaglia "Albertino", è stato un partigiano, imprenditore e politico italiano, nonché più volte ministro della Repubblica Italiana.Partecipò alla resistenza italiana, militando nella "Brigata Val Toce" una formazione inquadrata tra le Brigate Fiamme Verdi di orientamento cattolico che nel 1945 conterà circa 20.000 partigiani, molto attiva nella liberazione della val d'Ossola e comandata anche da Alfredo Di Dio e di cui lui diventerà vicecomandante nel Raggruppamento divisione Fratelli Di Dio.[2] Dopo la fine della guerra, si dedicò all'imprenditoria e nel contempo alla carriera politica, militando nella Democrazia Cristiana. DA PARTIGIANO A IMPRENDITORE – DA COMUNISTA A DEMOCRISTIANO-- Una “garanzia” per l’italia infatti iniziarono i salti della quaglia e cambio di giacchetta.

da Purchè se magni 10/11/2021 2.44

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Mai a sinistra.

da Hunter74 10/11/2021 0.57

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Ho letto l’intervista rilasciata a FIDC (ma è diventato un giornale?) dal dirigente piddino MIRABELLI e ho letto il comunicato ARCICACCIA del Presidente Maffei. Io ho capito che ci sono interlocuzioni in corso fra PD, FIDC, ARCICACCIA e associazioni animalare che non hanno appoggiato il referendum per proporre una nuova legge sulla caccia. Comincio ad avere pure dei dubbi su chi sia il vero promotore dei referendum anticaccia.

da E se il vero nemico fosse uno di noi? 09/11/2021 21.01

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Alla fin fine ci dice che la caccia è quella cosa per la quale restiamo tali e quale. Haiee'! Salutiaaamo

da Jamesin 09/11/2021 21.01

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Qualcuno di voi ricorda il ministro Marcora? Cominciò tutto da lì. Ma non era comunista. Come non sono comunisti quelli che decidono in Europa.

da Studiate! 09/11/2021 20.17

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Politichese perfetto per nascondere (maldestramente) tra le righe l'accanimento dei governi di centrosinistra (poi) con i 5 stelle contro l'attività venatoria. Hanno sottratto specie e territori alla caccia, politicizzato l'ispra che ha perso ogni traccia di istituto tecnico scientifico (fino a farsi sbeffeggiare dall'Europa sulle date di ripasso delle specie migratorie). Sono inventori della strategia dei piani di gestione che in pochi anni hanno penalizzato o fatto sparire le cacce tradizionali a tortore, allodole, anatidi e pavoncelle. Il loro istituto ha dichiarato in difficoltà di conservazione (in Italia) quasi tutte le specie venabili (artificio che ne consentirà ulteriore contrazione di carnieri e tempi consentiti). Il loro ex alfiere, Romano Prodi, alla metà degli anni 90 ha depennato 13 specie cacciabili in un solo decreto (storno compreso). Qualcuno dica di una norma del centro sinistra che abbia favorito il mondo venatorio. L'abolizione dell'articolo 842 è stata proposto anche da deputati PD. Il sen. Mirabelli parli meno di cose astruse e descriva fatti reali.

da Flavio romano 09/11/2021 18.07

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Sicuramente meglio il voto delle manovre FIDC/PD.

da E votiamo, dai!! 09/11/2021 18.02

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Meglio il referendum che questa AGONIA quest'anno è stata la volta della TORTORA poi che verrà x la MIGRATORIA nella prossima stagione di (quasi)caccia?

da MARCELLO64 09/11/2021 17.55

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Questo senatore non ha la minima conoscenza del pianeta caccia (legislazione gestione del territorio,Ispra ecc.ecc.)Quindi questa intervista ha il solo scopo di pubblicizzare e vantare gli agganci politici che la Fidc ha o presume di avere..Ma la Fidc si è resa conto che da sola non ha più la maggioranza dei cacciatori italiani e che quindi non conta più tanto come quando ha fatto la 157.Questa intervista è l'ultimo tentativo di far credere che la loro politica venatoria sia la sola valida.E questo è dimostrato dai fatti, LA DIRIGENZA NON VUOLE DIALOGARE CON LE ALTRE AV CREDENDOSI ONNISCIENTE IMPONENDO LA LORO POLITICA VENATORIA SENZA ASCOLTARE LA MAGGIORANZA DEGLI ALTRI CACCIATORI ITALIANI.

da Bekea 09/11/2021 17.53

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Bughiu perchè tu pensi che con la chiusura della caccia non vi sarà un soprannumero di selvatici che vanno a rompere i [email protected] in ogni dove? Lo storno ti dice nulla? Le cornacchie? I cinghiali? Credi che quei quattro scansafatiche di provinciali e armate brancaleoniane siano capaci di tenerli a bada? Chi si fascia la testa prima di rompersela sei tu e non da oggi. Sono 2/3 mesi che vai cercando notizie, ancora non si sa nulla e tu hai già previsto la nostra sconfitta. NON E’ CHE PORTI SFIGA? La prossima vota che appare un tuo commento mi gratto i gioielli di .

da famiglia 09/11/2021 17.21

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

PARACULI

da Boris 09/11/2021 17.01

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Io preferisco smettere di andare a caccia DOPO aver combattuto e perso il referendum che smettere PRIMA a causa di una legge ulteriormente restrittiva che, di fatto, impedirebbe la caccia. Perché ulteriori restrizioni significherebbero fine della caccia alla migratoria, che sommata alla carenza di fauna stanziale ridurrebbe la caccia alla sola nutria cinghiale piccione. Ecco perché chiedo di andare a votare.

da PRIMA VOTIAMO x Bughiu 09/11/2021 16.31

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Qui leggo di tanti che spavaldamente vogliono andare al referendum, forse non hanno capito che se ci andiamo e per andare intendo a votare sul serio, non con la scappatoia all'italiana dell'astensionismo, siamo perdenti... p e r d e n t i....ho capito ed è innegabile che nelle località rurali ce la giochiamo anzi probabilmente i pro caccia sono la maggioranza, ma nelle città dove vive la maggior parte della popolazione purtroppo non si ha la percezione di cosa sia la natura dove credono sul serio che il bambi parla e il lupo è l'ezechiele della Disney siamo drammaticamente in svantaggio. Quelli che invocano il referendum dicendo ,voglio proprio vedere poi come fanno con il sovranumero degli animali senza la caccia, mi ricordano tanto quelli che si tagliano i coglioni per fare dispetto alla moglie che gli fa le corna

da Bughiu 09/11/2021 16.24

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Luca sei insaziabile . Lo inciti a sparare un po' di fregnacce a casaccio? Come se queste sparate non bastassero. Il cerchiobottista di turno incantata solo i sinistri federcacciani il resto non lo considerano proprio.

da imbazzante solo leggerlo 09/11/2021 16.22

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

il PD ?il partito della fornero che possiate schiattare co la penna in mano voi che ancora gli date il voto possiate morire di un male brutto

da sergio 09/11/2021 15.36

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

A me di abbattere piccioni nutrie o cinghiali per fare un favore ad altri non mi interessa e, soprattutto, è di una noia mortale. E men che meno mi interessa che mi facciano fare il netturbino 12 mesi l’anno. Se vogliono fare restrizioni PRIMA facciamo svolgere il referendum.

da PRIMA VOTIAMO 09/11/2021 15.30

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Le modifiche alla 157 sono in parlamento da tempo e riguardano gli agricoltori e i cinghiali (più caprioli, più cervi). E' una abrogazione dell'842 mascherata che prima o poi passerà. Poi c'è il capitolo migratoria, che segue le indicazioni dell'Europa. Quella del nord soprattutto, che ha più soldi e quindi pesa di più. Ma nonostante questo, è innegabile che certe specie soffrano a causa delle modifiche ambientali e da qui in avanti anche per i cambiamenti climatici. Detto ciò, le responsabilità del mondo della caccia per questa deriva a calare sono enormi. Abbiamo preferito frenare piuttosto che prevenire e i nostri dirigenti non hanno fatto altro che assecondare queste nostre idiozie. Anche se il trend è dello stesso tenore ovunque nel mondo, pilotato come al solito da interessi molto più grandi di noi. Vuol dire che cominceremo a pagare (magari fuori confine, se crediamo ancora che questo pianeta abbia confini statali) quello che fino ad oggi abbiamo ottenuto gratuitamente e ci daremo da fare sulle specie che sono diventate problematiche. Non ce ne siamo accorti, ma adesso, cambiate le specie, andiamo a caccia più di prima.

da Fringuelli addio! 09/11/2021 14.34

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

NO MODIFICHE RESTRITTIVE. MEGLIO IL REFERENDUM.

da Pino 09/11/2021 14.15

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Senatore egregio.... Se vuole attrarre l attenzione di certi personaggi faccia come bruzzone.... Spari un po' di fregnacce a casaccio.... Faccia approvare un po' di leggi senza la minima logica amministrativa.... Così almeno sospendono calendario e attività un mese e mezzo a stagione e lei potra dar la colpa della sua incapacita a animalisti, ambientalisti, 5syelle ecc... E tutti la incenseranno a paladino...Senatore, se al suo operato magari anche serio manca la componente "pagliacciate e piazzate da circo assolutamente controprodicenti" che piace tanto ai soliti sfigati, i soliti sfigati con tono da strilloni la criticheranno al punto da sfinirla e zittirla....

da Luca 09/11/2021 14.00

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Caro Senatore, lei è il classico Re Tentenna come tutti i piddini di adesso. Bisogna avere le idee chiare e difendere una bandiera. Non si fanno due passi avanti e uno indietro. La saluto.

da Mark58 09/11/2021 13.01

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

FEDERCACCIA CHE FA INTERVISTE? MA SONO UN GIORNALE O UNA ASSOCIAZIONE VENATORIA???? P.s. Se hanno trovato le firme e il referendum sarà giudicato regolare occorre andare al voto per rispetto della democrazia e dei cittadini. No ad accrocchi e a magheggi legislativi per evitare il voto che di fatto sarebbe solo rimandato al prossimo referendum.

da NO AD ACCROCCHI 09/11/2021 11.59

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Allora il referendum se le firme saranno valide si farà e se non si raggiunge il quorum fallisce. Ma vi è un'altra possibilità, cioè il referendum può essere superato (cioè se le firme sono valide si può anche non fare lo stesso a patto che la legge oggetto di referendum venga modificata, ovviamente in senso restrittivo) Staremo a vedere che belle soluzioni ci propongono gli "amici" della caccia....forse faranno come nei primi anni '90 togliendo marzo, febbraio e perchè no anche gennaio

da Pointer 09/11/2021 11.45

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Siete tutti convinti che il referendum non si farà, e non so bene da dove derivi la vostra convinzione, vorrei tanto avere le vostre certezze ma purtroppo proprio non ci riesco, speriamo abbiate ragione voi

da Bughiu 09/11/2021 11.37

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Ma chi lo dice che il referendum non si farà? Avete la sfera di cristallo? Roba da chiodi!!!

da Dario 09/11/2021 11.30

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Amico di Buconi stessa impostazione!! Il referendum fallirà ma la caccia verrà ulteriormente penalizzata E' il solito copione che va avanti da 40 anni, abbiamo vinto contro 23 referendum dal 70 ad oggi ma ogni volta ci hanno tolto qualcosa nonostante tutto!!

da Pointer 09/11/2021 11.29

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

SECONDO ME IL SOGGETTO SI BARCAMENA CON UN COLPO AL CERCHIO E UNO ALLA BOTTE. RESTA IL FATTO CHE NELLE REGIONI AMMINISTRATE DAL PD, I CACCIATORI CONSIDERANO LA CACCIA GESTITA MEGLIO CHE ALTROVE. E ANCHE I CACCIATORI DELLE ALTRE REGIONI, GESTITE DAL CENTRO-DESTRA, LO RICONOSCONO. FATE UN PO' VOI... E IL REFERENDUM NON SI FARA'...

da FATE VOI 09/11/2021 11.24

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Ho tratto le stesse conclusioni da questa intervista

da x Lucas 09/11/2021 11.16

Re:Mirabelli, il Pd e la caccia

Tutto è scritto......il referendum , andrà tutto nel dimenticatoio, ma la 157 verrà modificata....ma udite bene...in peggio non sicuramente in meglio....

da LUCAS 09/11/2021 11.08