Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Toscana: da domenica caccia riaperta nel proprio AtcLa Cabina di Regia chiede stop a Ddl 1078 Tutela animaliToscana. Saccardi chiede a Governo posticipo caccia al 10 febbraioEuroparlamentare Tardino "no a bando caccia in ddl Proteggi animali"Berlato: "Acv Confavi e Acr offrono difesa gratuita alle cacciatrici offese"Ddl Proteggi animali: Fiocchi scrive alle associazioni venatorieTaricco (PD) chiede stralcio articoli sulla caccia dal ddl PerilliFassini (Arci Caccia): Attenzione, senza allarmismi, sul ddl PerilliLa Pietra (FdI): da M5S attacco ad attività venatoriaLombardia. Caccia sui valichi, il Tar dice noBruzzone: "presenterò migliaia di emendamenti contro testo Perilli"Campania. Cacciatori chiedono dimissioni di BorrelliLa priorità per i 5stelle? Non il covid e nemmeno il lavoroLega su bando piombo zone umide: "Cosa ci aspetta ora in Italia"Nuova Ordinanza Ministero Salute: ecco dove si torna a cacciaAnche la Toscana verso deroghe per la cacciaGli Atc toscani incontrano l'Assessore SaccardiVoto piombo Ue. Fiocchi apre questione politicaFidc Piemonte: vicini a ripristino attività venatoria?Lombardia. Ricorso Assoarmieri Anuu Anlc contro sospensione cacciaLandi (Lega), Toscana riapra caccia al cinghiale come in ER e MarcheHIT Show torna a primavera 2021Francia. Si riapre dal 28 novembreProposta Rolfi: "istituire linee guida per riaprire la caccia"Pompignoli: “dare la possibilità a tutti di cacciare nel proprio Atc”Cabina Regia Toscana "Saccardi, proprio non ci siamo"Buconi: Fidc al lavoro con i Ministeri per riattivare tutte le forme di cacciaCattura richiami vischio. Il parere di AnuuToscana. Cct dalla SaccardiAbruzzo. La regione chiederà proroga cacciaToscana. Salvadori incontra MazzeoDa Arci Caccia appello a parlamentari Ue su mozione piomboFrancia. Tutti insieme contro il confinamentoEnnesima aggressione cinghiali. Caretta "situazione fuori controllo"Fidc Campania chiede immediata ripresa attività venatoriaInsultato perchè cacciatore. Roberto Baggio vince in tribunaleFidc: Commissione Ue risponde su definizione di caccia come eccezione alla Direttiva Catture col vischio in Francia. Un passo avantiAnche nelle Marche possibile caccia in braccata al cinghialeFidc: via libera caccia cinghiale primo passo verso normalitàCCT: caso Emilia, pericolo "effetto Boomerang"Sparvoli: "ok a contenimento cinghiale solo un primo passo"Cabina Regia Unitaria scrive a Conte e BonacciniMazzali: Lombardia segua esempio Emilia Romagna In Emilia R. via libera allo spostamento dei cacciatori tra comuniCaretta: ulteriori restrizioni per i cacciatori venetiDue proposte di Eps CampaniaCaretta: governo garantisca svolgimento attività venatoriaFidc: "un confronto rispettoso ma senza cedimenti"Toscana. Allarame ConfagricolturaUn bel gesto nel nome di Diana e ZairaToscana. Anche la CCT sollecita impegnoProtesta Fidc Piemonte: "astenersi al controllo del cinghiale"Toscana. Cabina di Regia scrive alla RegioneBruzzone: "Governo usa Covid per limitare la caccia"In arancione si può?Calabria. Si muovono le associazioniLiguria: modifiche al regolamento caccia cinghiale Rolfi: Su blocca caccia Bellanova come Ponzio PilatoCaccia, i chiarimenti del GovernoEmilia Romagna: Confagricoltura dice no al blocco della cacciaCaccia nelle zone arancioni. Dreosto "Ministro Bellanova chiarisca"Anuu Viterbo: "sì a braccate senza vincolo partecipanti"Berlato: "Caccia. Il governo chiarisca"Condanna e solidarietàCia Calabria: riaprite la caccia al cinghialeFriuli. Chiesto l'allungamento del periodo di cacciaToronto. In tempo di Covid ci si arrangiaDa Lombardia e Piemonte appello al Governo per consentire la cacciaBerlato: in plenaria voto al divieto di uso del piombo nelle zone umideFidc: in riforma Pac obbiettivi sotto le aspettativeFedercaccia Umbria: scomparso il presidente Giovanni SelviLiguria. Piana chiede parere a Prefetto su caccia al cinghialeOde all'oca ma anche al cinghialeAbruzzo: Arci Caccia chiede chiarimento alla RegioneLombardia, richiesta restituzione soldi delle licenzeContrasto aviaria: interrogazione in Ue di Berlato su ruolo cacciatoriAnche Coldiretti chiede riapertura al cinghialeCct "urgente pronunciamento della Regione Toscana"Piemonte: Arci Caccia chiede sblocco attività venatoriaDreosto: in nuova Pac poca protezione per habitat chiave biodiversitàVeneto: nuova gestione informatica per pagamenti caccia e pescaBerlato: no allo stop dell'uso di richiami vivi acquaticiMazzali e Massardi: su vandali capanni allertati Carabinieri LombardiaCaretta: ingiustificata sospensione dell'uso di richiami vivi acquaticiLiguria in zona gialla: "nessuna limitazione per la caccia"Ministero Salute vieta richiami vivi Anseriformi e Caradriformi in alcune zoneToscana: sospesi esami abilitazione venatoriaBerlato: emergenza cinghiali da affrontareCaccia sospesa nella Laguna di OrbetelloAnuu sul passo di ottobre: migrazione sottotonoMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Biodiversità e futuro della selvaggina. Nuove strategie in Ue


giovedì 1 ottobre 2020
    

 
Il 29 settembre 2020, l'Intergruppo "Biodiversità, caccia, attività rurali" del Parlamento europeo ha tenuto una conferenza  sul tema "Strategia "dalla fattoria alla tavola": garantire un sano equilibrio tra i sistemi alimentari europei e la conservazione della biodiversità". L'evento è stato ospitato dal presidente dell'Intergruppo, l'eurodeputato Álvaro Amaro (PPE) e dai vicepresidenti dell'Intergruppo, l'eurodeputato Jérémy Decerle (Renew Europe) e l'eurodeputata Carmen Avram (S&D).

L'eurodeputato Álvaro Amaro, che ha presieduto l'incontro, ha presentato gli ambiziosi obiettivi fissati dalla Farm to Fork Strategy (F2F). Pur definendo la strategia "globale ed esaustiva", ha sottolineato che restano aperte molte domande su come attuare gli obiettivi senza imporre oneri ingiustificati agli agricoltori: "Senza una proposta equilibrata rischiamo di creare perturbazioni strutturali con gravi conseguenze sociali ed economiche". Conclude il suo intervento affermando che "il nostro Intergruppo, qui al Parlamento Europeo, continuerà ad essere molto attivo seguendo il dialogo tra le Istituzioni europee su questa strategia, tenendo presente - sempre - che senza azienda non c'è forchetta .. . "

L'eurodeputato Jérémy Decerle ha sottolineato che per raggiungere gli obiettivi fissati nella F2F è essenziale coinvolgere le comunità rurali, in particolare gli agricoltori, che devono attuare questi obiettivi. In qualità di relatore ombra del Renew Europe per il fascicolo sulla politica agricola comune (PAC) sui piani strategici, ha sottolineato che gli eco-programmi proposti nell'ambito della prossima PAC devono sostenere gli agricoltori nella transizione verso sistemi alimentari sostenibili.

L'eurodeputata Carmen Avram ha sottolineato che i cacciatori hanno assistito a lungo al drammatico declino della fauna selvatica, in particolare: piccola selvaggina, impollinatori e diversità vegetale nelle aree agricole. I cacciatori sono molto attivi nella conservazione della biodiversità nei terreni agricoli europei, come riportato ogni anno dal FACE Biodiversity Manifesto. Tuttavia, invertire la perdita di biodiversità richiede uno sforzo più considerevole e può avere successo solo se c'è una forte volontà politica di adottare un nuovo approccio. Gli agricoltori sono preziosi alleati e dovrebbero quindi ricevere sostegno quando devono affrontare la sfida di rendere sostenibili i sistemi alimentari dell'UE.

Alexandra Nikolakopoulou, capo dell'unità strategica Farm to Fork presso la direzione generale Salute e sicurezza alimentare (DG SANTE) della Commissione europea, ha fornito una panoramica degli obiettivi e degli obiettivi della F2F. Ha sottolineato le sfide sociali, ambientali ed economiche legate ai sistemi alimentari dell'UE, che la F2F vuole affrontare. Facendo riferimento ai collegamenti tra la prossima PAC e il Green Deal, ha evidenziato la necessità di compatibilità tra queste due politiche e ha citato il documento di lavoro dei servizi della Commissione sull'analisi del cap per quanto riguarda la sua compatibilità con gli obiettivi F2F. Ha aggiunto che la Commissione garantirà la coerenza tra la F2F, la strategia sulla biodiversità per il 2030 e la nuova PAC, formulando raccomandazioni a ciascuno Stato membro prima della presentazione ufficiale dei rispettivi piani strategici nazionali della PAC. Ciò garantirà che gli obiettivi derivanti dalle due strategie siano pienamente presi in considerazione.

Il Prof. Emerito Allan Buckwell, Direttore della ricerca Rise Foundation, si è concentrato su aspetti che la F2F non affronta pienamente, ovvero la de-intensificazione del settore agricolo aumentando lo spazio per la biodiversità e garantendo allo stesso tempo la sicurezza alimentare. Commentando l'obiettivo del 25% per l'agricoltura biologica stabilito nella F2F, ha affermato che quando si parla di agricoltura sostenibile, il dibattito dovrebbe concentrarsi sul contributo di nuove tecnologie, quali: l'editing genetico e nuove tecniche di miglioramento genetico, per effettuare la transizione verso sistemi alimentari sostenibili.

Il dottor Francis Burner, scienziato senior per la conservazione e capo del progetto PARTRIDGE Interreg NSR, ha sottolineato che l'agricoltura e la biodiversità possono coesistere. Ha fornito una panoramica del progetto PARTRIDGE, che mira a mostrare quali soluzioni di gestione possono migliorare la biodiversità ei servizi ecosistemici di un minimo del 30% entro il 2023. Il progetto coinvolge diversi partner come ricercatori, consulenti agricoli, ambientalisti, cacciatori, funzionari e agricoltori includendo esempi di vita reale su come vengono raggiunti gli obiettivi.

Zeno Piatti, un agricoltore biologico di seconda generazione e membro di ELO, con sede in Austria, ha condiviso la sua esperienza e come la domanda di prodotti biologici sia aumentata rapidamente negli ultimi anni. Ha messo in dubbio se l'obiettivo del 25% per l'agricoltura biologica - fissato dalla CE - potrebbe avere un impatto negativo sul mercato dei prodotti biologici e ha menzionato l'importanza di stimolare la domanda di alimenti biologici.
Leggi tutte le news

3 commenti finora...

Re:Biodiversità e futuro della selvaggina. Nuove strategie in Ue

Che esista il vero biologico mi lascia dubbioso, in quanto abito in campagna e vedo oggi come si opera. Il dottor Francis Burner sembra conoscere molto bene la situazione ed è quindi il personaggio di riferimento per la visione di miglioramento della situazione territoriale e mondiale.

da bretone 02/10/2020 4.14

Re:Biodiversità e futuro della selvaggina. Nuove strategie in Ue

Per i prodotti biologici;l'importante che NON CHIAMATE IL BIOLOGO DELLE FOSSE BIOLOGICHE!!!!!

da Fucino Cane 01/10/2020 17.44

Re:Biodiversità e futuro della selvaggina. Nuove strategie in Ue

MI SEMBRA CHE SIAMO ANCORA IN ALTO MARE. DIPENDIAMO TUTTI DAL MERCATO, COSì SEMBRA. e IL DENARO ORIENTA LA SCELTE POLITICHE. MA NOI SIAMO STUFI DI PRENDERCI LE COLPE DELLA PERDITA DI BIODIVERSITà, CON LA CONSEGUENZA DI RIDUZIONI DI FORME E TEMPI DI CACCIA IN SUCCESSIONE ESASPERANTE, MENTRE IL PROBLEMA STA NELLA PERDITA DI BIODIVERSITà AMBIENTALE E FAUNISTICA DOVUTA ALLA SCOMPARSA DI AMBIENTI ADATTI A QUESTO SVILUPPO DELLA BIODIVERSITA'. CREDO CHE SI DOVRA', COME CACCIATORI, COMINCIARE A PENSARE A FARE DELLE DENUNCE CLAMOROSE SU CHI VERAMENTE E' LA CAUSA DI QUESTI DISASTRI. E CONFERMARE QUELLO CHE COME CACCIATORI FACCIAMO PER EVITARE QUESTA CATASTROFE. CI SARà QUALCUNO DEI NOSTRI DIRIGENTI (E DEI NOSTRI POLTICI - DI DESTRA O DI SINISTRA) CHE SI PRENDERA' L'IMPEGNO DI FARLO?

da BOH!!! 01/10/2020 17.37