Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Inizio di stagione. In bocca al lupo anche dalla Cabina di Regia Buconi: "in bocca al lupo a tutti i cacciatori"Sparvoli: una stagione serenaVeneto: mobilità venatoria da ottobreLombardia: cacciatori autorizzati al controllo di 20 mila piccioniAnuu diffida sindaco di Valle Salimbene "no all'assurdo divieto di caccia"Abruzzo: Piano Faunistico al varo. Imprudente: "Passaggio storico"Lombardia: modifiche al Calendario VenatorioToscana. Massimo Fabbri cacciatore ecologistaUngulati. Vicini a un provvedimentoUna medaglia per i migliori trofeiUmbria. Guardie senza licenzaMoriglione. Raccolta ali, "più facile contribuire alla ricerca"Andrea Pieroni. Candidato cacciatore in ToscanaCovid e sicurezza a cacciaVeneto. La Regione va avantiToscana. Un cacciatore candidato in RegioneLiguria, Alessio Piana: “Gli ultimi cinque anni a difesa della caccia”Francia. Willy Shraen "cacciatori è il momento di resistere"FACE incontra il commissario per l'ambiente Sinkevičius sulla direttiva UccelliBrescia: riapre la caccia in due valichi interessati da rotte migratorieLiguria: approvata giornata di caccia aggiuntiva in appostamentoSacile: Caretta interroga il Ministro su aggressione animalistaRegione Toscana: accordi reciprocità caccia Umbria e LazioToscana: Tar sospende caccia pavoncella e moriglioneSardegna. Ok a Piani di prelievo per lepri e perniciCacciatori francesi sul piede di guerraToscana. Coldiretti chiede l'assessorato all'AgroalimentarePiombo. La Face rincara la doseDreosto (Lega), no a bando piombo, presentata proposta di risoluzioneIl patto coi lupi. Alle origini della cacciaSacile, ancora un'aggressione animalista alla Sagra degli OseiGoverno impugna riforma caccia ToscanaSicilia. Wwf impugna Tar respingeBelluno. Riapre caccia al cervoBuconi fa rettificare articolo diffamatorio su RepubblicaCaretta risponde a Sofri: "ipocrita è chi è contro la caccia"FACE: inattuabile proposta Comitato REACH sul piomboPiana candidato in Liguria: "cacciatori fondamentali per il territorio"Puglia, Fidc: "un successo la sentenza del Tar"Piombo zone umide. Dreosto "sarà battaglia all'ultimo voto"Liguria: approvato nuovo calendario venatorioSalute e caccia. Fidc risponde agli animalistiNuova stagione venatoria vecchie polemicheMacerata: progetto scuola delle FedercaccciatriciPreapertura. Fidc Veneto chiede delibera urgenteRegione Toscana: la preapertura resta in vigoreVeneto. Preapertura in parte sospesa dal TarPreapertura caccia 2020: dove e comeRegionali. Da Massaciuccoli un candidato cacciatoreToscana. Confermata preaperturaAbruzzo: approvato Piano faunistico e calendario venatorioSicilia, modificato Calendario VenatorioToscana. Chiarimenti sulla preaperturaBelluno: stop all'abbattimento di cerviMarche. Un cacciatore candidato alle regionaliToscana. Preapertura a tortora e storno (in deroga)Tortora. Raccolta ali 2020-21Toscana. Le aspettative di Arci CacciaSicilia. TAR respinge richiesta ambientalistiLazio. Così si caccia il cinghialeLazio. Solo tortora in preapeturaMolise. Calendario venatorio e preaperturaMarche. Candidato cacciatore

News Caccia

Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera


lunedì 20 luglio 2020
    
Emilia Romagna possibile rinvio caccia 
 
 
 
Caccia in deroga; in Emilia Romagna manca ancora la delibera. Si allungano i tempi per la caccia allo storno. La denuncia del consigliere Pompignoli “visti i ritardi, si preannunciano danni irreparabili all'agricoltura”


Il comma 4 dell’art. 19 bis della Legge 157/94 parla chiaro. Il provvedimento di deroga, per configurarsi esecutivo, deve essere pubblicato nel Bollettino Ufficiale regionale almeno sessanta (60) giorni prima della data prevista per l'inizio delle attività di prelievo. Quest’anno, la Delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna che dovrebbe autorizzare il prelievo dello storno per la stagione venatoria 2020/2021 non è ancora stata adottata.

“Nella pratica, l’assenza del provvedimento di deroga creerà danni irreparabili alla nostra agricoltura. La ragione è molto semplice” – spiega il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli che annuncia di voler depositare un’interrogazione sul tema – “più passa il tempo, più slittano i 60 giorni obbligatori che devono intercorrere tra la pubblicazione della delibera in gazzetta ufficiale e l’inizio vero e proprio delle attività prelievo. Siamo già a metà luglio e a questo punto, nella migliore delle ipotesi, si potrà partire con il prelievo dello storno non prima di metà settembre. Questo incomprensibile ritardo nell’adozione della delibera avrà implicazioni devastanti sulla nostra agricoltura, perché lo storno in migrazione avrà già iniziato da giorni gli spostamenti sulle nostre colture (vigneti in frutto, frutteti a maturazione tardiva, uliveti). Ancora una volta” – conclude Pompignoli – “la Regione Emilia Romagna, per questioni burocratiche, crea ulteriori limiti e vincoli all’azione del prelievo aumentando così i danni a carico delle coltivazioni agricole, vanificando la finalità del prelievo il cui obiettivo è la riduzione numerica della specie al fine di limitare gli ingenti e ricorrenti danni ai nostri territori”.

Leggi tutte le news

10 commenti finora...

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

ogni volta le solite perdite di tempo da scrivania, forse non sanno che devono farsi una sveglia altrimenti se sono buoni a nulla meglio che alzano i tacchi e levano le tende.

da yana dalle vedute 21/07/2020 21.05

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

Caccia in deroga. Altra pagliacciata all'italiana. In Italia tutta la selvaggina è a rischio o in via di estinzione o cmq minacciata. Ma mi facessero il favore....

da Hunter74 21/07/2020 16.22

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

Bene! Tutti alle tortore a fare assembramento, poi chiusura totale a fine ottobre x covid da amministrative.gorse rimarrà aperta al cinghiale, perché fa danni ..

da pluto 21/07/2020 13.52

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

Forse meglio togliere la specie dalla deroga e risarcire, sottolineo risarcire, i danni. Ovviamente con i soldi di tutti non solo quelli del mondo venatorio

da Andrea 21/07/2020 13.26

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

SE NON ABBIAMO RISPETTO PER I MORTI COME POSSIAMO PRETENDERLO DAI VIVI. STIAMO BENE COSI' RELEGATI AI MARGINI, COLPA COMUNQUE DI ALCUNI LETAMAI PARLANTI.

da D.G. 21/07/2020 10.18

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

Infatti è una goduria per i piani di controllo eseguiti da malati mentali cronici con una specie di divisa da spazzino ! e ora di far pagare i danni a chi fa queste porcherie ! denunciare la regione ! Bonaccini invece di fare il figo con il covid 19 ( hai una regione dove sono morte migliaia di persone per la tua incompetenza) pensa a salvare i raccolti !

da Umus 21/07/2020 9.22

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

Ora che in Romagna stanno maturando,Pesche, Albicocche,Prugne e Susine;sai che goduria per gli storni? Facile fare un tipo di verdura con i fondoschiena altrui?????

da Fucino Cane 20/07/2020 22.34

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

In Italia lo storno va cacciato in deroga in quanto specie a rischio di estinzione. POI CI SORPRENDIAMO PERCHÉ ALL'ESTERO NON CI PRENDONO SUL SERIO....MAH!

da Pasquino 1 20/07/2020 16.30

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

Vedo che anche l'italiano è in deroga.

da dante 20/07/2020 14.29

Re:Caccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la delibera

Meglio la poltrona a vuta tramite i voti M5S che i danni in agritultura. Basta governanti do paglia nelle istituzioni.

da Antonioli luciano 20/07/2020 13.22