Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fiocchi "sospensive Tar ormai prassi per bloccare la caccia"Sicilia: Tar sospende in parte calendario venatorioCalabria: Tar sospende alcune parti del Calendario venatorioUe. Si discute sul futuro della selvagginaVeneto. Calendario valido. Sospesa caccia moriglione e pavoncellaCalabria. Tar si esprime su calendario 2019 - 2020Puglia: anticipato avvio caccia al colombaccioBelluno. La caccia al cervo rimane in vigoreSos Moriglione. Fidc "concluse analisi ali della scorsa stagione"Lombardia. Due giornate integrativeIncidente mortale. Lega "serve immediato cambio di rotta su gestione fauna"Arci Caccia: Piano faunistico Abruzzo sia base di partenzaToscana, storno "iter rendicontazione inapplicabile"CCT: Giani si occupi da subito di urgenze faunistico venatorieSardegna: Tar sospende caccia a moriglioneAbruzzo: Piano faunistico venatorio approvato all'unanimitàSagra degli Osei Sacile. Prime conseguenze per gli animalistiValle Salimbene: Diffida Anuu persuade il sindaco"Regione Umbria e mondo venatorio: il confronto non è più rimandabile"Inizio di stagione. In bocca al lupo anche dalla Cabina di Regia Buconi: "in bocca al lupo a tutti i cacciatori"Sparvoli: una stagione serenaVeneto: mobilità venatoria da ottobreLombardia: cacciatori autorizzati al controllo di 20 mila piccioniAnuu diffida sindaco di Valle Salimbene "no all'assurdo divieto di caccia"Abruzzo: Piano Faunistico al varo. Imprudente: "Passaggio storico"Lombardia: modifiche al Calendario VenatorioToscana. Massimo Fabbri cacciatore ecologistaUngulati. Vicini a un provvedimentoUna medaglia per i migliori trofeiUmbria. Guardie senza licenzaMoriglione. Raccolta ali, "più facile contribuire alla ricerca"Andrea Pieroni. Candidato cacciatore in ToscanaCovid e sicurezza a cacciaVeneto. La Regione va avantiToscana. Un cacciatore candidato in RegioneLiguria, Alessio Piana: “Gli ultimi cinque anni a difesa della caccia”Francia. Willy Shraen "cacciatori è il momento di resistere"FACE incontra il commissario per l'ambiente Sinkevičius sulla direttiva UccelliBrescia: riapre la caccia in due valichi interessati da rotte migratorieLiguria: approvata giornata di caccia aggiuntiva in appostamentoSacile: Caretta interroga il Ministro su aggressione animalistaRegione Toscana: accordi reciprocità caccia Umbria e LazioToscana: Tar sospende caccia pavoncella e moriglioneSardegna. Ok a Piani di prelievo per lepri e perniciCacciatori francesi sul piede di guerraToscana. Coldiretti chiede l'assessorato all'AgroalimentarePiombo. La Face rincara la doseDreosto (Lega), no a bando piombo, presentata proposta di risoluzioneIl patto coi lupi. Alle origini della cacciaSacile, ancora un'aggressione animalista alla Sagra degli OseiGoverno impugna riforma caccia ToscanaSicilia. Wwf impugna Tar respingeBelluno. Riapre caccia al cervoBuconi fa rettificare articolo diffamatorio su RepubblicaCaretta risponde a Sofri: "ipocrita è chi è contro la caccia"FACE: inattuabile proposta Comitato REACH sul piomboPiana candidato in Liguria: "cacciatori fondamentali per il territorio"Puglia, Fidc: "un successo la sentenza del Tar"Piombo zone umide. Dreosto "sarà battaglia all'ultimo voto"Liguria: approvato nuovo calendario venatorioSalute e caccia. Fidc risponde agli animalistiNuova stagione venatoria vecchie polemicheMacerata: progetto scuola delle FedercaccciatriciPreapertura. Fidc Veneto chiede delibera urgenteRegione Toscana: la preapertura resta in vigoreVeneto. Preapertura in parte sospesa dal TarPreapertura caccia 2020: dove e comeRegionali. Da Massaciuccoli un candidato cacciatoreToscana. Confermata preaperturaAbruzzo: approvato Piano faunistico e calendario venatorioSicilia, modificato Calendario VenatorioToscana. Chiarimenti sulla preaperturaBelluno: stop all'abbattimento di cervi

News Caccia

Pisa. Controllo corvidi ok all'Ispra


giovedì 21 maggio 2020
    

 Gli Ambiti Territoriali di Caccia ricadenti all’interno della provincia di Pisa sono da sempre particolarmente impegnati nella gestione della piccola selvaggina stanziale. Ormai da molti anni le immissioni di selvaggina vengono effettuate esclusivamente con soggetti allevati secondo un protocollo di qualità.

I soggetti immessi vengono rilasciati nella tarda primavera e l’impiego di strutture di ambientamento e la scelta di animali molto giovani consente un migliore adattamento alle condizioni esterne riducendo notevolmente i livelli di stress, a cui gli individui rilasciati sono sottoposti, con un conseguente calo della mortalità legata a questa fase delicata.

Normalmente le strutture di ambientamento sono costruite all’interno di Zone di Rispetto Venatorio in cui era da tempo in atto il controllo delle specie antagoniste, una pratica fino ad oggi non autorizzata, influenzando enormemente il livello di successo delle covate di galliformi durante il periodo primaverile.

Per quanto sopra descritto i due ATC Pisani rappresentati dal Presidente Marco Ciampini ATC 14 Pisa Ovest e dal presidente Gian Luigi Ladurini ATC 15 Pisa Est, nei mesi scorsi si sono adoperati per richiedere un parere ad ISPRA relativo alla cattura dei corvidi all’interno delle Zone di Rispetto Venatorio.

Tale richiesta si è resa necessaria per ottemperare ad una corretta gestione faunistica.

A seguito di una corposa documentazione predisposta dai tecnici faunistici degli ATC ,in data 24 marzo 2020, ISPRA ha risposto per mezzo PEC esprimendo il proprio “parere favorevole all’attuazione di piani di controllo dei Corvidi (Gazza e Cornacchia grigia) nel biennio 2020-2021” in quanto “il controllo cruento dei Corvidi risulta azione finalizzata al contenimento dell’impatto predatorio sulla piccola selvaggina stanziale”.

Si tratta di un importante risultato, che grazie all’impegno ed alla competenza dei presidenti e delle strutture tecniche degli ATC pisani, può rappresentare un esempio per affrontare la tematica a livello regionale.

Da tempo infatti i volontari e gli operatori faunistici chiedono risposte su questi aspetti fondamentali per ottenere buoni risultati nella reintroduzione ed il ripopolamento della piccola selvaggina stanziale.

Oggi, si apre nei fatti una strada nuova e percorribile. La Confederazione Cacciatori Toscani confida pertanto nella disponibilità dell’ Assessore regionale alla caccia Marco Remaschi di intraprendere ogni iniziativa necessaria per dare soluzione a tale problema.


Leggi tutte le news

6 commenti finora...

Re:Pisa. Controllo corvidi ok all'Ispra

Aprire subito la caccia ai piccioni senza limiti di carniere ,la situazione e' gravissima siamo invasi dai piccioni!!!

da gIANNI 24/05/2020 8.43

Re:Pisa. Controllo corvidi ok all'Ispra

sono arrivati,,le grandi teste perche non vanno loro lipu wwf e via via

da olp 23/05/2020 18.17

Re:Pisa. Controllo corvidi ok all'Ispra

L'Ispra si è scucito. Bravi Pisani!

da ..e detto da un Lucchese 22/05/2020 19.26

Re:Pisa. Controllo corvidi ok all'Ispra

aspettate aspettate che devo pensarci ancora un po' poi decideranno se .. decidere come solito gli anni passano

da Roly 22/05/2020 10.57

Re:Pisa. Controllo corvidi ok all'Ispra

se i corviti fanno danni,allora li sparassero gli animalari!

da peppone 22/05/2020 9.10

Re:Pisa. Controllo corvidi ok all'Ispra

Questa è una buona notizia,vuoi vedere che anche all'ISPRA,si sono accorti che i corvidi sono quelli che arrecano più danni alla selvaggina stanziale? Era ora,meglio tardi che mai!!!!

da Fucino Cane 22/05/2020 8.38