Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Inizio di stagione. In bocca al lupo anche dalla Cabina di Regia Buconi: "in bocca al lupo a tutti i cacciatori"Sparvoli: una stagione serenaVeneto: mobilità venatoria da ottobreLombardia: cacciatori autorizzati al controllo di 20 mila piccioniAnuu diffida sindaco di Valle Salimbene "no all'assurdo divieto di caccia"Abruzzo: Piano Faunistico al varo. Imprudente: "Passaggio storico"Lombardia: modifiche al Calendario VenatorioToscana. Massimo Fabbri cacciatore ecologistaUngulati. Vicini a un provvedimentoUna medaglia per i migliori trofeiUmbria. Guardie senza licenzaMoriglione. Raccolta ali, "più facile contribuire alla ricerca"Andrea Pieroni. Candidato cacciatore in ToscanaCovid e sicurezza a cacciaVeneto. La Regione va avantiToscana. Un cacciatore candidato in RegioneLiguria, Alessio Piana: “Gli ultimi cinque anni a difesa della caccia”Francia. Willy Shraen "cacciatori è il momento di resistere"FACE incontra il commissario per l'ambiente Sinkevičius sulla direttiva UccelliBrescia: riapre la caccia in due valichi interessati da rotte migratorieLiguria: approvata giornata di caccia aggiuntiva in appostamentoSacile: Caretta interroga il Ministro su aggressione animalistaRegione Toscana: accordi reciprocità caccia Umbria e LazioToscana: Tar sospende caccia pavoncella e moriglioneSardegna. Ok a Piani di prelievo per lepri e perniciCacciatori francesi sul piede di guerraToscana. Coldiretti chiede l'assessorato all'AgroalimentarePiombo. La Face rincara la doseDreosto (Lega), no a bando piombo, presentata proposta di risoluzioneIl patto coi lupi. Alle origini della cacciaSacile, ancora un'aggressione animalista alla Sagra degli OseiGoverno impugna riforma caccia ToscanaSicilia. Wwf impugna Tar respingeBelluno. Riapre caccia al cervoBuconi fa rettificare articolo diffamatorio su RepubblicaCaretta risponde a Sofri: "ipocrita è chi è contro la caccia"FACE: inattuabile proposta Comitato REACH sul piomboPiana candidato in Liguria: "cacciatori fondamentali per il territorio"Puglia, Fidc: "un successo la sentenza del Tar"Piombo zone umide. Dreosto "sarà battaglia all'ultimo voto"Liguria: approvato nuovo calendario venatorioSalute e caccia. Fidc risponde agli animalistiNuova stagione venatoria vecchie polemicheMacerata: progetto scuola delle FedercaccciatriciPreapertura. Fidc Veneto chiede delibera urgenteRegione Toscana: la preapertura resta in vigoreVeneto. Preapertura in parte sospesa dal TarPreapertura caccia 2020: dove e comeRegionali. Da Massaciuccoli un candidato cacciatoreToscana. Confermata preaperturaAbruzzo: approvato Piano faunistico e calendario venatorioSicilia, modificato Calendario VenatorioToscana. Chiarimenti sulla preaperturaBelluno: stop all'abbattimento di cerviMarche. Un cacciatore candidato alle regionaliToscana. Preapertura a tortora e storno (in deroga)Tortora. Raccolta ali 2020-21Toscana. Le aspettative di Arci CacciaSicilia. TAR respinge richiesta ambientalistiLazio. Così si caccia il cinghialeLazio. Solo tortora in preapeturaMolise. Calendario venatorio e preaperturaMarche. Candidato cacciatore

News Caccia

Toscana: allarme Coldiretti


martedì 5 maggio 2020
    

 
 
Aut aut contro la fauna selvatica di Coldiretti Toscana che annuncia misure drastiche e autonome da parte di agricoltori e allevatori per il controllo di cinghiali e piccioni. “La misura è colma. La pazienza degli agricoltori è esaurita. Alla vigilia delle semine primaverili avevamo con forza richiesto la ripresa degli interventi di controllo delle specie problematiche dannose per l’agricoltura. Una prima ma insufficiente risposta nell’ordinanza del Presidente Rossi che autorizzava gli agenti volontari a effettuare interventi, misura apprezzabile ma carente, se non corroborata da un convinto e deciso impegno nell’attuazione.

“In mancanza di risposte  non si escludono azioni eclatanti a tutela della proprietà e delle coltivazioni. In una fase di emergenza causata dal Coronavirus, ci saremmo aspettati più convinzione nella difesa di una filiera alimentare indispensabile per il Paese. Invece, assistiamo di nuovo a palliativi come la caccia di selezione. Per questo chiediamo che l’agricoltore in possesso di licenza di caccia, decorse 36 ore dalla richiesta agli organi preposti, in caso di mancanza d’intervento, possa, perchè costretto, intervenire direttamente sul proprio fondo con tutti i mezzi previsti dalle azioni di controllo, mentre in mancanza di possesso della licenza di caccia possa delegare una guardia volontaria e/o un cacciatore abilitato al controllo”, annuncia il presidente Filippi, che conclude: “Ogni 100 ettari di territorio si registra la presenza di almeno 20 cinghiali che aumentano ancora più se consideriamo la superficie agricolo forestale, mentre il Piano faunistico regionale ne prevede da 0,5 ad un massimo di 5 capi (la Legge Obiettivo prevedeva era ancora più restrittiva con 2,5 capi/100 ha). Tanto che si conta un ungulato per ogni pecora negli allevamenti, 4 per ogni maiale e 6 per ciascun bovino”.

Leggi tutte le news

16 commenti finora...

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Sterile insulso ed insipo è vedere ( o far credere a chi è nel mondo del lavoro )nei cinghiali un problema. Ad oggi e per molto molto tempo,per me e i miei 13 dipendenti,il problema è molto più drammatico di due cinghiali in mezzo ad un campo. Non è il luogo ove esternare realismo ? Mah...da imprenditore artigiano e cacciatore se permette posso valutare e pesare realisticamente anche in un portale venatorio.

da Massi 07/05/2020 21.32

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Rettifico, non mi sento di dire che la sua polemica sia sterile, solo non credo che questo sia lo spazio adatto. Alla fine si tratta comunque di aiutare dei lavoratori, niente di meno, quindi i due argomenti sono affini.

da Fabe 07/05/2020 21.01

Re:Toscana: allarme Coldiretti

@massi non vedo perché si fa tanti problemi, la classe dirigente potrebbe occuparsi benissimo dei problemi trattati nell’articolo senza distogliere l’attenzione sull’emergenza in corso. Sta facendo un discorso inutile ripetendo cose che sanno bene tutti, in special modo il sottoscritto che oltre a coltivare i terreni di famiglia è titolare di un’azienda elettrogalvanica, mentre mia moglie ha una gelateria, quindi conosco bene sia le problematiche esposte da lei sia quelle nell’articolo e posso dire che la sua polemica mi sembra sterile

da Fabe 07/05/2020 20.57

Re:Toscana: allarme Coldiretti

fabe mi perdoni,non è certo la sua opinione che cambia la mia idea.Proprio per nulla togliere alla crisi che stiamo vivendo vorrei che Lei e il mio amico vicino interlocutore,vivessi entrambi la gogna di non avere fatturato alcunchè per due mesi (da chiusura forzata..ma forse anche Lei appartiene alla agiata categoria di statali parastatali che a fine mese seduti sulla comoda sedia lo stipendio arriva..covid e non covid ) e quindi non avere soldi da dare ai dipendenti,di non avere visto uno dico uno euro dei famosi PRESTITI agevolati promessi da questo governo pagliaccio alle piccole imprese,di dover assistere inerme al non espletamento CIG ai propri dipendenti,al non aver avuto nemmeno accesso al palliativo aiuto delle 600 euro....onde ragion per cui chiedo a Lei e al mio caro amico di aprire bocca non solo per dare aria al cervello ma per rendersi veramente conto di dove siamo o stiamo per andare a finire. Punto.

da massi 07/05/2020 14.38

Re:Toscana: allarme Coldiretti

@massi mi perdoni, senza nulla togliere alla crisi che stiamo vivendo, ma il suo primo commento è alquanto infelice ed il secondo non è da meno. Mi fermo qui perché non credo valga la pena spiegare, la prossima volta però le chiedo di pensarci meglio prima di scrivere.

da Fabe 07/05/2020 14.16

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Non c'è partita . Io dico nero e te leggi bianco. Pazienza

da massi 06/05/2020 16.05

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Che signore che sei buon gusto. Scommetto che hai studiato a Oxford!

da X buon gusto 06/05/2020 15.48

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Eh niente son tornati i questuanti a paventare azioni roboantii......ah ah ah ah ah.un branco di ignoranti che altro non produce che pretesti inconsistenti.Rossi di pers' ha già autorizzato azioni di controllo con l'ausilio di figure fuori dal contesto legislativo di riferimento come le guardie volontarie venatorie,cosa gia questa che lo pone come fuorilegge visto che la legge 157/92 art 19 descrive precisamente le figure e le modalità per le azioni di controllo faunistico.Fatevene una ragione che la legge obbiettivo è decaduta a fine 2018 ed il controllo per come attuato in Toscana è finito prima al TAR che poi lo ha rimandato alla corte costituzionale di cui si attende a breve la sentenza L'agricoltore in possesso di licenza di caccia che entro 36 ore non vedesse l'avvio dell'azione degli organismi preposti ,far' ciò che gli compete,ovvero si ciuccia il calzino come tutti.Avete veramente stancato con queste balle,gli accordi sul controllo li hanno firmati i sindacati agricoli con lo stato proprietario della fauna, il frutto di tali accordi si chiama art 19 della 157/92.....quindi infilatevi un dito nell'orefizio dedicato alla nutrizione,ed uno in Quello alle deiezioni solide,ed andatevi a nascondere.

da Buon gusto 06/05/2020 15.12

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Bhe amico mio....io non ho detto che il problema sono i cinghiali.....ma ho detto creano un problema ad un settore importantissimo....l' agricoltura. Conoscendo bene il settore e anche l' argomento caccia......confermo quel che ho detto. Che poi in altri settori (io lavoro anche nel settore del turismo) ci siano altri problemi....son perfettamente daccordo, tuttavia dobbiamo cercare di tornare alla normalità sotto tutti gli aspetti che lo consentono....anche quello della caccia di selezione al cinghiale. Dovresti sapere che sono serio.

da springer toscano 06/05/2020 13.53

Re:Toscana: allarme Coldiretti

springer e pico , perdonatemi ma abbiamo un'idea opposta di lavoro ed economia. Per voi i problemi dell'Italia sono i cinghiali,per me sono ben altri.Suggerisco di chiedere al nostro premier,Conte,se in sede Europea anzichè portare in patria i 36 miliardi di euro,liquidità per le aziende Italiane,Mes etc etc...proponga ai crucchi e ai tulipani di venir ad aiutarci a fare la selezione ai cinghiali. Ma viaaaaa,siate seri per cortesia !!!!

da massi 06/05/2020 12.21

Re:Toscana: allarme Coldiretti

La selezione è chiusa e chiusa dovrebbe rimanere per sempre (come tutta la caccia), non è la soluzione al problema danni all'agricoltura ma è presa come scusa per il "divertimento" di alcuni e per scopi economici per altri (vendita carne), ci sono altri metodi ecologici (vedi trappole, sterilizzazione chimica, recinzioni, predatori)

da Andrea 06/05/2020 11.58

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Caro Massi il problema credo non sara per te che magari vivi di un'altro tipo di lavoro..ma coloro che traggono profitti e sussistenza dalle coltivazioni sicuramente la vedono in maniera diversa e ovviamente se lasciati ancora piu soli sono realmente preoccupati...pensaci bene non tutti svolgono lo stesso tipo di vita.

da pico69 06/05/2020 10.59

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Massi...nella ripartenza, tutti, e dico tutti gli aspetti vanno della vita che avevamo prima vanno, consapevolmente riattivati. Il virus porterà inevitabili cambiamenti (tremo al pensiero di cosa potrà...spero di no...succedere alle attività collettive..) ma dobbiamo cercare di tornane in sicurezza ad una situazione quanto più normale possibile. Il "problema" cinghiale c' era prima, c' è adesso e credo che sarà sempre più spinoso in futuro. Una sua gestione, sopratutto nei periodi dell' anno più delicati come questo, non è auspicabile è obbligatoria, indipendentemente dal virus!! L' agricoltura poi è uno dei settori (inseme a edilizia, turismo e altri) portanti della economia della nostra splendida regione .....cercare di salvaguardare l' agricoltura (come gli altri settori) vuol dire salvaguardare cittadini. Un salutone!!

da springer toscano 06/05/2020 10.26

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Dentro alla più grande crisi socio-economica-sanitaria del dopo guerra..con 30.000 caduti in 2 mesi di emergenza , questi signori con i suoi inietti proseliti pensano ai cinghiali in un ettaro di campo . Andate a fare in c

da massi 06/05/2020 8.26

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Coldiretti....la selezione è tutt oggi chiusa!! È stata chiusa più di due mesi e purtroppo è osteggiata in maniera pesante anche (soprattutto) da una parte del mondo venatorio. Nonostante questo i numeri degli anni passati indicano cge un palliativo assolutamente non è!! Inoltre è l unico sistema di caccia che consente interventi nei periodi più delicati come quello attuale. Organizzata in maniera diversa con la collaborazio vostra sarebbe un ottima soluzione. Ma ci vuole volontà per fare questo sia dal mondo venatorio (restio ad ogni cambiamento.... e destinato se continua su questa a scomparire... o quasi) e il mondo agricolo che dovrebbe fare meno proclami e rendersi disponibile a collaborare in maniera più profonda coi cacciatori.

da Springer Toscano 05/05/2020 18.37

Re:Toscana: allarme Coldiretti

Il male non viene mai solo per nuocere. Sarebbe l'ora che gli agricoltori prendessero una bella decisione per fare quella scelta di campo indispensabile. Unitamente a ripensare il loro modello di sviluppo che dipende più dalla Baier (e dall'Esselunga o dalla Coop), oggi, che dalle leggi del padreterno (stagioni). Quale la scelta? Abbandonare definitivamente gli ambientalisti-animalisti che si sono coccolati da decenni, per alleanze ben più solide e concrete. La caccia è parte della ruralità. La ruralità, intesa secondo esperienze millenarie (a cui collegare la scienza, ovviamente) è di per sè tutela dell'ambiente. Principio che nè gli AMBIENTALISTI NOSTRANI TENGONO IN CONSIDERAZIONE, MA NEMMENO GLI AGRICOLTORI. E probabilmente nemmeno i cacciatori urbanizzati. Certo è che se andiamo avanti di questo passo, continueremo - TUTTI - a distruggere quelle bellezze e quei patrimoni che le nostre civiltà avevano contribuito a sostenere fino a che non è arrivata la modernità. Sarà una storia lunga, perchè implica rivoluzioni planetarie, prima di tutto morigeratezza e ridimensionamento demografico, che non si potrà riottenere (basterebbe tornare ai numeri dell'800)dall'oggi al domani. Anche se queste pandemie una bella mano ce la potrebbero dare.

da Oceano Blu 05/05/2020 17.04