Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Caretta: da Ministro Costa ennesimo atto ostile alla cacciaAbruzzo: Consulta venatoria si riunisce sul Calendario 2020- 2021Lombardia. Formazione per il cinghialeDa Ministero Ambiente nuovo atto contro i cacciatoriMolise, parte caccia di selezione al cinghialeToscana. Il piano per il cinghialeAnimalisti Piemonte: accolto ricorso su Calendario venatorioCorona: nelle scuole siano i cacciatori ad insegnare il contatto con la naturaCaretta: eccessiva presenza fauna, intervenga Ministro BellanovaCCT: pubblicata delibera caccia di selezione caprioloLombardia: ok a modifiche legge caccia. Il commento di Fidc La Lipu vuole collegare la caccia al bracconaggioMazzali: ok a Odg su ospitalità cacciatori da fuori regioneUmbria: I cacciatori di cinghiale uniti contro il Covid-19Toscana: parte la selezione al caprioloFiocchi, strategia Farm to Folk Ue valorizzi la selvagginaLombardia, per M5S incostituzionale norma sui visori notturniArchiviato Eu Pilot bracconaggioLombardia: giubbino alta visibilità obbligatorio anche per la stanzialeFace: ottimo Farm to ForkPisa. Controllo corvidi ok all'IspraI cacciatori europei determinanti per la biodiversitàFondazione Una e tutela della BiodiversitàLombardia. Rolfi "attendiamo via libera a caccia di selezione e visori notturni"Toscana. Ecco il calendario venatorioLombardia. Mazzali "respinte pregiudiziali contro la caccia"Covid 19 e buone pratiche a cacciaPiemonte. Riparte la caccia di selezioneA Catania i cacciatori con la protezione civileFidc: su Manifesto FACE Biodiversità un altro passo avantiCCT: "si torna a caccia! Approvato calendario venatorio"Cinghiali Bologna: Botta e risposta con la Città MetropolitanaBraccata. Fra vergini e smemoratiFace cerca collaboratoriFace. I cacciatori con la ricercaStorno in deroga. La Toscana ha messo il turboBraccata. E' gazzarra dopo la lettera di LegambienteFedercaccia Emilia R.: “La caccia è attività motoria”Cinghiali. La Calabria ha un pianoLegambiente attacca la braccata. Fidc protestaLombardia. Chiarimenti in corso d'operaToscana verso il Calendario Venatorio. CCT: "Ottimo risultato"Toscana: nuova leadership ItalcacciaFrancia: record di beccacce inanellateUSA. 900 mila ettari riaperti alla cacciaFidc Perugia. Ingiusto pagare i danni dei cinghialiAnlc Lombardia: bene selezione caprioloToscana. Si ricomincia con i controlli e i prelieviFidc Umbria: no ad aumento tasse AtcToscana. Si chiede di ripartire con gli esamiAssessore Mammi (Emilia R.): priorità al controllo del cinghialeMolise: Tar respinge richiesta sospensione cacciaIl "Capanno" del GranducaCaccia. Importanti novità in LiguriaProcede monitoraggio su ceseneCalabria. Prima mossa sul calendarioPiombo: richiesta di chiarimenti dal Presidente della Face Emilia Romagna: ecco il calendario venatorioEmilia Romagna. Impazza la polemicaCabina regia mondo venatorio: Far ripartire attività venatoria e controlloPompignoli (Lega): "sospendere il pagamento della quota di iscrizione agli Atc"Morassut (MinAmbiente) rende onore al cuore dei cacciatoriToscana: allarme ColdirettiLombardia. Rolfi chiede le derogheToscana: appostamenti fissiMolise. Il Wwf contesta la riaperturaCovid 19. Nuove iniziative FedercacciaCct chiede risposte urgenti su controllo e selezioneEmilia Romagna. Sì ad addestramento cani e caccia selezioneAddestramento cani anche in Toscana

News Caccia

Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e Ispra


mercoledì 4 marzo 2020
    

 
 
E' nato in Abruzzo un comitato spontaneo "di 140 capisquadra", dice il portavoce Dino Rossi. Un obiettivo su tutti: "contestare il nuovo piano faunistico, che penalizza le squadre di caccia con i cani". Ovvero la braccata, che - spiega Rossi -, in Abruzzo è meno impattante, si esercita con l’ausilio di un massimo di 4,5 cani con un numero di circa 20 cacciatori.

"Questo tipo di braccata in Abruzzo si è tramandata da anni - si legge nel comunicato - , non ha creato impatto ambientale, come qualcuno vuole far credere, tanto è vero che l’orso si è spostato nelle zone dove da sempre si è praticato questo tipo di caccia tramandato da secoli". Secondo i cacciatori il problema sono i fondi del Patom elargiti senza logica.  Nella nota del comitato c'è poi la denuncia di una convenzione di 135 mila euro con Ispra per redigere il nuovo Piano faunistico.  "Infatti dall’atto deliberativo della giunta regionale n°875 del 27 dicembre 2016 si evince dalla rendicontazione che il tecnico dell’Ispra ha percepito 50.200,00 € per dodici mesi e spesato di vitto e alloggio pari a 20.000,00 €, 37.000,00€ di materiale binocoli fari alogeni e radiocollari a questo si aggiunge altri 10.800,00€ di batterie fari manutenzioni mezzi Ispra e cancelleria 8.000,00€ di reagenti per analisi, 9.000,00€ per spese varie".

Di qui alcune domande: "questo tecnico come faceva a d usare le auto dell’Ispra se lavorava per la regione Abruzzo?  Come si fa a pagare un tecnico assunto in un altro ente? Come mai l’Ispra ha accettato l’incarico pur non avendo l’attrezzatura visto che è stata la regione a comprarla? La cosa strana è che in pochi hanno visto in giro i mezzi dell’Ispra e in maniera velata si è visto qualcuno girare negli uffici degli AATTCC". 

Secondo Rossi "troppi soldi ingiustificati per un piano faunistico che invece di abbattere i cinghiali li salva, visto che prevede dalle oasi 500 metri di rispetto in linea d’aria là dove secondo il nuovo piano, il cinghiale dovrebbe essere eradicato. Questo esperto ci dovrebbe dire come si può eradicare il cinghiale con la riduzione delle squadre che in trenta giorni l’anno abbattono più di 8000 cinghiali sulla zona dichiarata nel nuovo piano, non vocata, proprio dove insistono una miriade di oasi e riserve che risultano essere il serbatoio di cinghiali, come dichiarato da un’intervista al dott. Genovesi responsabile dell’Ispra". I cinghialai abruzzesi ora sperano in un intervento della corte dei conti.

Leggi tutte le news

5 commenti finora...

Re:Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e Ispra

Se le spese sono veramente quelle indicate nell’articolo è assolutamente palese che sia uno sperpero... comunque non ha risposto al mio primo commento.

da Interessato esterno 05/03/2020 13.10

Re:Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e Ispra

Prima bisognerebbe stabilire se si tratta di uno sperpero di denaro...non trovi??

da Sempre meglio 05/03/2020 10.53

Re:Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e Ispra

@sempre meglio, io ammetto tranquillamente di non conoscere tutto, ma vorrei sapere quali leggi consentono un tale sperpero di denaro.

da Interessato esterno 05/03/2020 8.25

Re:Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e Ispra

E' proprio vero,quando si è ignoranti ,e non si sa di cosa si parla ne si conoscono le leggi che regolano le materie,si rischia una figura di merda colossale.Il tutto sperando in una azione della corte dei conti....ah ah ah ah ah ah ah ah ah

da Sempre meglio 04/03/2020 22.07

Re:Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e Ispra

Usate la carta bollata, denunciate alla Corte dei Conti visto che sono soldi pubblici, solo così potrete fermare l'avanzata Komunista dell'Ispra e dei suoi compari

da O agite oppure state zitti 04/03/2020 19.39