Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Inizio di stagione. In bocca al lupo anche dalla Cabina di Regia Buconi: "in bocca al lupo a tutti i cacciatori"Sparvoli: una stagione serenaVeneto: mobilità venatoria da ottobreLombardia: cacciatori autorizzati al controllo di 20 mila piccioniAnuu diffida sindaco di Valle Salimbene "no all'assurdo divieto di caccia"Abruzzo: Piano Faunistico al varo. Imprudente: "Passaggio storico"Lombardia: modifiche al Calendario VenatorioToscana. Massimo Fabbri cacciatore ecologistaUngulati. Vicini a un provvedimentoUna medaglia per i migliori trofeiUmbria. Guardie senza licenzaMoriglione. Raccolta ali, "più facile contribuire alla ricerca"Andrea Pieroni. Candidato cacciatore in ToscanaCovid e sicurezza a cacciaVeneto. La Regione va avantiToscana. Un cacciatore candidato in RegioneLiguria, Alessio Piana: “Gli ultimi cinque anni a difesa della caccia”Francia. Willy Shraen "cacciatori è il momento di resistere"FACE incontra il commissario per l'ambiente Sinkevičius sulla direttiva UccelliBrescia: riapre la caccia in due valichi interessati da rotte migratorieLiguria: approvata giornata di caccia aggiuntiva in appostamentoSacile: Caretta interroga il Ministro su aggressione animalistaRegione Toscana: accordi reciprocità caccia Umbria e LazioToscana: Tar sospende caccia pavoncella e moriglioneSardegna. Ok a Piani di prelievo per lepri e perniciCacciatori francesi sul piede di guerraToscana. Coldiretti chiede l'assessorato all'AgroalimentarePiombo. La Face rincara la doseDreosto (Lega), no a bando piombo, presentata proposta di risoluzioneIl patto coi lupi. Alle origini della cacciaSacile, ancora un'aggressione animalista alla Sagra degli OseiGoverno impugna riforma caccia ToscanaSicilia. Wwf impugna Tar respingeBelluno. Riapre caccia al cervoBuconi fa rettificare articolo diffamatorio su RepubblicaCaretta risponde a Sofri: "ipocrita è chi è contro la caccia"FACE: inattuabile proposta Comitato REACH sul piomboPiana candidato in Liguria: "cacciatori fondamentali per il territorio"Puglia, Fidc: "un successo la sentenza del Tar"Piombo zone umide. Dreosto "sarà battaglia all'ultimo voto"Liguria: approvato nuovo calendario venatorioSalute e caccia. Fidc risponde agli animalistiNuova stagione venatoria vecchie polemicheMacerata: progetto scuola delle FedercaccciatriciPreapertura. Fidc Veneto chiede delibera urgenteRegione Toscana: la preapertura resta in vigoreVeneto. Preapertura in parte sospesa dal TarPreapertura caccia 2020: dove e comeRegionali. Da Massaciuccoli un candidato cacciatoreToscana. Confermata preaperturaAbruzzo: approvato Piano faunistico e calendario venatorioSicilia, modificato Calendario VenatorioToscana. Chiarimenti sulla preaperturaBelluno: stop all'abbattimento di cerviMarche. Un cacciatore candidato alle regionaliToscana. Preapertura a tortora e storno (in deroga)Tortora. Raccolta ali 2020-21Toscana. Le aspettative di Arci CacciaSicilia. TAR respinge richiesta ambientalistiLazio. Così si caccia il cinghialeLazio. Solo tortora in preapeturaMolise. Calendario venatorio e preaperturaMarche. Candidato cacciatore

News Caccia

Toscana: approvate linee guida su Piano faunistico


mercoledì 15 gennaio 2020
    

Toscana Piano Faunistico
 
 
 
Il Consiglio regionale della Toscana ha approvato le linee guida per il nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale. Il documento è stato presentato in aula dall’assessore Marco Remaschi, prima del dibattito consiliare e del voto di alcuni orientamenti per il Piano faunsitico.

La futura pianificazione dovrà infatti tenere conto anche di alcune volontà votate dall’Aula. Come la salvaguardia delle autorizzazioni in essere sui capanni di caccia sul lago Massaciuccoli, oggetto di una proposta di risoluzione approvata e illustrata dal presidente della commissione Ambiente Stefano Baccelli, che impegna la Giunta a “valutare le forme più opportune per consentire a cessione in vita o  dopo la morte dei titolari”.
 
Il Consiglio ha approvato anche alcune proposte delle opposizioni a cominciare da quelle presentate dalla Lega per “incrementare azioni di contrasto alla proliferazione di specie ibride; limitare la presenza del lupo in aree dedite alla pastorizia; proteggere i raccolti e gli animali da pascolo”. Il gruppo guidato da Elisa Montemagni chiede inoltre il “rimborso completo dei danni subiti da agricoltori e allevatori per il sovrannumero di alcune specie animali”.

Votata anche una proposta di risoluzione  presentata da Sì-Toscana a sinistra per l’incremento delle risorse previste a sostegno dei centri di recupero della fauna selvatica. Il Consiglio ha respinto invece gli atti presentati dal Movimento 5 stelle che puntavano all’ampliamento delle fasce di rispetto e di divieto assoluto di caccia in zone adiacenti a quelle colpite da incendi; per vietare la pratica dei richiami vivi e per il superamento delle munizioni contenenti piombo.
 
In sede di dibattito è emerso il “ritardo” della Giunta nel predisporre la nuova pianificazione. In particolare Montemagni ha ricordato che si parla del Piano “dal 2015. Le colpe della maggioranza penalizzano tutta la Toscana che aspetta risposte da anni”. Secondo la capogruppo della Lega, l’informativa è “solo un contentino per qualche associazione ambientalista in vista del voto per le regionali”.
 
Per il consigliere del gruppo misto Roberto Salvini, è “inutile parlare di ritardo. Occorre fare un buon lavoro e tracciare indirizzi concreti su produzioni e sicurezza dei territori”. Il vecchio Piano, per Salvini, è “superato” perché “disegnato su una fauna che non esiste più”.
 
Critico è stato anche il capogruppo di Sì-Toscana a sinistra, Tommaso Fattori: “Il Piano si preannuncia modellato sui desiderata del mondo venatorio. Si dimentica che è previsto da norme nazionali soprattutto per tutelare la fauna selvatica”. A detta del consigliere dovrebbero “tornare centrali le politiche di salvaguardia della biodiversità” e si dovrebbero “estendere le aree protette di Padule del Fucecchio”.
 
Plauso alle linee guida tracciate da Remaschi è arrivato dai consiglieri Pd Simone Bezzini e Andrea Pieroni. Il primo ha rilevato come il Piano sia una “valida cornice” e ha anche ricordato il ruolo strategico del volontariato venatorio: “Non deve essere sottovalutato perché la gestione della fauna passa dalla pratica diffusa del no profit”. Pieroni ha invece giudicato il lavoro della Giunta “serio” e, citando la conferenza sulla caccia svoltasi a Grosseto nel giugno 2019, già ricordata dall’assessore toscano, ha elogiato il lavoro di “confronto e condivisione” giudicandolo un “punto di svolta”. “La strada da percorrere è quella del rafforzamento dell’alleanza tra i diversi soggetti in campo”.
 
In chiusura Remaschi ha annunciato un intervento della Toscana per sollecitare una revisione della normativa nazionale che sia “funzionale ai cambiamenti avvenuti negli anni”. “La materia è complessa – ha ribadito – ma l’approccio del confronto e della condivisone è la strada giusta da seguire”.
 

 

Leggi tutte le news

5 commenti finora...

Re:Toscana: approvate linee guida su Piano faunistico

Ottimo riassunto

da Pippo 15/01/2020 15.22

Re:Toscana: approvate linee guida su Piano faunistico

Mi sono sorbito tutte le oltre 100 pagine del pippone e rilevo che la Regione Toscana si lamenta della diminuzione dei cacciatori e della loro età media. MA NON PROPONGONO MISURE PER INCENTIVARE I GIOVANI ALLA CACCIA (ad es. non far pagare l’ATC), si lamentano del fatto che ormai manca il volontariato per fare le catture nelle ZRC ma NON PROPONGONO DI RIDISEGNARE I CONFINI RENDENDOLI CACCIABILI E QUINDI INUTILI LE CATTURE. Si riparla della filiera delle carni e ricordano che è dal 2009 che provano a metterla in piedi senza successo: SAREBBE ORA DI TOGLIERLA DI MEZZO DATO CHE È UNA CAVOLATA SENZA FUTURO. Infine ho visto il cromo programma per approvare il nuovo piano ed è previsto il voto finale nel NOVEMBRE 2020. Senza tenere conto delle elezioni regionali di maggio....

da Ho letto tutto 15/01/2020 14.04

Re:Toscana: approvate linee guida su Piano faunistico

Spiegacelo un pò cosa sarebbero i veri comunisti ? La storia al pari dei fascisti,non ne parla granchè bene.

da X Antonine 64 15/01/2020 11.50

Re:Toscana: approvate linee guida su Piano faunistico

Carissimi, quelli di sinistra non hanno nulla, vogliono solo la droga libera, lo sfascio delle famiglie, il veganesimo, l'animalismo ed odiano l'uomo…. I 5 STALLE sono invece fascisti mascherati, opportunisti, qualunquisti, parassiti. I veri comunisti sono un'altra cosa!

da ANTOINE64 15/01/2020 10.56

Re:Toscana: approvate linee guida su Piano faunistico

I sinistri e i 5 stelle sono veri anticaccia animalisti.

da A maggio teniamone conto 15/01/2020 9.32