Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Storno, cosa cambia per la caccia in deroga in ToscanaUmbria modifica calendario. Cacciabili anche moriglione e pavoncellaEmilia R.: Interrogazione su ripartizione territorio di caccia AtcCacciatori sentinelle a tutela della lepre italicaRespinti divieti per la caccia nelle aree umide toscaneCommissariato Atc Bologna 3Caccia Sardegna: il 3 settembre si parteCCT: approvato piano prelievo cervo nei ComprensoriCalendario Marche. Il Tar dà ragione alla RegioneA Macerata posizionati nidi per il germano realeIn Ue nuovo attacco alla caccia dei 5 Stelle su pavoncella e moriglioneCampania: richieste di modifica delle associazioni venatorie Liguria: la Corte Costituzionale boccia un provvedimento già superatoFrancia. La Ministra contro il vischioSicilia, il calendario venatorio in arrivo non piace agli animalistiLaghi della Piana: un convegno per rispondere agli attacchi del WwfPubblicate integrazioni calendario venatorio LombardiaLazio: Approvato Calendario Venatorio 2020 - 2021Abrogata tassa e segnalazione per ricetrasmittentiCinghiale Piemonte: ok a nuova legge in ConsiglioEps Puglia: certezze per i cacciatori pugliesiCCT: continua il confronto con i cacciatori toscaniCalendario Venatorio Marche: caccia fino al 10 febbraioPuglia: le richieste del mondo venatorio sul calendarioMarche cinghiale: la Corte Costituzionale gela gli animalistiPuglia. La Lega protestaGrandi carnivori: apertura della Commissione UeFidc Umbria "giù le mani dalla Zrc San Gregorio"Toscana: non più obbligatorio tesserino digitale per lo stornoUmbria: esame abilitazione venatoria solo orale per il 2020Roberto Vivarelli confermato coordinatore Atc toscani Impugnativa Lombardia. Rolfi "Per Roma non esiste problema cinghiali"Piano Faunistico Marche: Tar respinge sospensiva animalistaCaccia Lombardia: Governo impugna la nuova leggeLiguria, Governo impugna nuove disposizioni sulla cacciaMinistro Bellanova annuncia proposta su fauna selvaticaCaretta: su fauna selvatica la demagogia animalista dei VerdiIl mondo venatorio ricorda e celebra il grande Bruno ModugnoE' battaglia sul calendario venatorio della ToscanaUmbria: in arrivo delibera per moriglione e pavoncellaFidc Umbria: calendario venatorio delude su moriglione e pavoncellaCiao BrunoCaretta: "Ministro Bellanova chiarisca su fauna selvatica"Fidc Umbria: insediata nuova dirigenzaLegge Toscana: guida praticaCaccia cinghiale Umbria: le proposte di Arci CacciaValle d'Aosta. Approvato Calendario Venatorio 2020 - 2021CCT: confronto con la Regione Toscana sulla preaperturaAttacco animalista a Vigevano contro i cacciatoriCaccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la deliberaFondazione Una cerca proprio AmbassadorPiombo: la Ministra tedesca invita alla mediazioneLa Liguria dice no all'esclusione di pavoncella e moriglioneBelluno. Nuovo Piano per il cervoToscana. Assemblea Cct a CertaldoFidc: I cacciatori sentinelle della salute pubblicaConfagricoltura Toscana. Bene la nuova leggeToscana. Nuova legge sulla caccia, Roberto Salvini: "norma filoanimalista"Verona. Accordo tra caccia e agricolturaSpeciale M&C in ricordo di BanaQuando la caccia fa spettacoloTroppi cinghiali in BasilicataTROFEI LADY PER LE CACCIATRICILivorno: urgenti modifiche caccia selezione e cinghialeContenimento fauna. Centro-destra abbandona CommissioneValle della Canna, da Bruxelles i complimenti di Dreosto ai cacciatoriLegge Toscana. Cct soddisfatta

News Caccia

Cct: procede revisione legge regionale, no a provvedimenti stralcio


giovedì 21 novembre 2019
    

 
L’importante lavoro incentrato sulla revisione ed aggiornamento della L.R. Toscana 3/94 sulla caccia sta andando avanti. Ieri, presso gli uffici regionali, è proseguita in maniera proficua nel  tavolo di confronto, l’analisi sul testo elaborato dall’ assessorato a seguito delle proposte avanzate nelle scorse settimane, dai vari portatori di interesse. L’obiettivo principale in questa fase è quello di garantire, a seguito dell’esame della competente commissione, la definitiva approvazione della nuova legge in aula entro il termine ultimo del prossimo mese di gennaio.

Il testo presentato, raccoglie numerose indicazioni elaborate dalla struttura tecnico-legislativa della CCT e avvalorate dal contributo dei territori e di tutte le Associazioni confederate. In particolare ci preme sottolineare come alcune tematiche di estrema importanza (pianificazione, ruolo degli ATC, sussidiarietà del mondo venatorio e servizi, funzioni degli istituti faunistici pubblici e privati nel rispetto delle percentuali calcolate a livello provinciale, fondo gestione danni etc.), siano stati positivamente accolte.

Nei prossimi giorni, continuerà il nostro contributo per armonizzare ulteriori aspetti, fermo restando l’apprezzamento per l’impegno sin qui dimostrato dall’assessorato.

La giornata di ieri è stata anche al centro di altre novità da evidenziare. Il Consiglio Regionale, parallelamente ai lavori del tavolo, ha approvato la normativa sul contenimento degli ungulati nelle aree urbane, e sul potenziamento del ruolo delle polizie provinciali. Oltre agli interventi in area urbana, saranno previste semplificazioni sulle procedure riguardanti il controllo faunistico, richieste dagli agricoltori e finalizzate alla tutela delle produzioni agricole, tramite procedura informatizzata facente capo ad Artea, per garantire l’efficacia degli interventi entro 36 ore dalla richiesta. Approvato inoltre un importante ordine del giorno a firma del Consigliere PD Marco Niccolai per estendere analoghe modalità anche per la Tortora dal Collare, Piccione e Storno.

Infine, la maggioranza ha presentato un emendamento che sta suscitando pesanti reazioni, che consente il proseguimento dell’istruttoria avviata per l’istituzione e l’ ampliamento di nuove Aziende Faunistico venatorie, Aziende Agrituristico Venatorie ed aree addestramento cani che avevano presentato richiesta antecedentemente all’entrata in vigore del Regolamento Regionale del 5 settembre 2017 – 48/R.

In sostanza, si renderebbe possibile il proseguimento dell’ iter autorizzativo, pur subordinato alle disposizioni dei singoli Piani Faunistici ancora in vigore, per una parte di istituti privati rispetto ad altre numerose richieste presentate e attualmente non rispondenti ai limiti temporali previsti dall’emendamento.

 Una scelta, quella compiuta, che si dimostra comunque oggettivamente fuori quadro, sia rispetto al lavoro complessivo riguardante la sopra citata revisione della legge 3/94, sia per l’approvazione del nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale.

Nel riconfermare la nostra ferma contrarietà all’attivazione di “procedure stralcio”, al momento è in corso una valutazione da parte della Confederazione Cacciatori Toscani sul numero e sulla superficie complessiva interessata dalle richieste presentate e su quante eventualmente avranno le condizioni necessarie per essere accolte, tenuto  conto delle relative valutazioni di impatto ambientale necessarie.

L’emendamento in oggetto contrasta con un punto di fondo del documento conclusivo approvato nella Conferenza Regionale sulla Caccia; nel documento si afferma infatti la necessità di garantire una organica trasformazione, istituzione e riorganizzazione degli istituti faunistici pubblici e privati all’interno di una pianificazione generale del territorio e nel rispetto delle percentuali stabilite dalla Legge Nazionale 157/92.
(Confederazione Cacciatori Toscani)

Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:Cct: procede revisione legge regionale, no a provvedimenti stralcio

Non sono affatto contrari...Sarà mica che stanno già pensando di gestirleloro??riorganizzazione degli istituti faunistici pubblici e privati..........

da A pensar male si fa peccato ,.....però...... 21/11/2019 16.39

Re:Cct: procede revisione legge regionale, no a provvedimenti stralcio

Contrari anche loro a nuove afv.

da Ettore 21/11/2019 15.15