Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Trento: Costituito il Tavolo faunistico provincialeMarche. Cisl: "vigilanza venatoria a rischio"Sardegna: Anlc, Cpts e Ucs uniscono le forzeDecreto Milleproroghe: infondato allarme deregulation cacciaDivieto caccia cinghiale Sondrio. Sentenza TarLe novità dal Comitato esecutivo AnuuLo Studio di Paul Vignac sulla beccaccia in FranciaMarche: via libera della II Commissione al Piano faunisticoBrescia: Cacciatori in campo per pulire le TorbierePdl Piccin: multe fino a 3500 euro per chi disturba i cacciatoriUtr Como: corsi monitoratori beccacciaUmbria, Ass. Morroni "incrementare contenimento cinghiali"Riserva Monti Livornesi. La Regione si impegna a tutelare la cacciaPuglia, caccia ancora aperta per tordi e anatidiRolfi: senza i cacciatori problema cinghiale sarebbe ingestibile Lessinia, 2 mila ettari di Parco torneranno cacciabiliMinistero Ambiente: da Giarratano a ZaghiFace: In Italia cacciatori partecipano ai censimenti ufficialiToscana. Il nuovo Piano dovrà salvaguardare i capanni da cacciaPiemonte: ok a fuoristrada per la caccia al cinghialeI cacciatori toscani per il monitoraggio dell'avifauna migratoriaPuglia: prosegue la caccia a colombaccio e corvidiArci Caccia: da rinnovare comitati Atc L'Aquila e PescaraEmilia Romagna: incontro sulla caccia della LegaCCT: a Firenze la caccia si tinge di rosaCaccia Toscana: in Consiglio la proposta della GiuntaAncora presidio animalista a Hit ShowEnzo D'Angelis: quando la pittura incontra l'ars venandiTrento: ritirato ddl Zanotelli su riforma della cacciaPiemonte: Recupero giornate caccia cinghiale non fruiteMazzali: su vigilanza ambientale Regione non crei figli e figliastriLargo ai giovani: Andrea Petrelli all'Atc MC2Piano Faunistico Toscana pronto a fine annoLombardia: nominati componenti Osservatorio. Rolfi "Sarà nostro Ispra"Fidc "da Utr Bg biasimo per superamento cinghiali abbattuti"Maglio (Anlc Puglia): in arrivo altre proroghe chiusura cacciaToscana: approvate linee guida su Piano faunistico CCT: a Firenze la prima assemblea regionale dell'annoAvellino. Domato incendio grazie ai cacciatoriIl premio Oscar Jennifer Lawrence e le altre dive cacciatriciCacciatori solidali: carne di cinghiale alla mensa dei poveriPieroni: Sbrana si vergogni e si dimetta dal SenatoMazzali a caccia, ancora offese e minacce sui socialSicilia: prolungata al 30 gennaio chiusura beccacciaFidc: ancora disprezzo per una tragediaSenatrice Sbrana sorride per la morte di cacciatoriTar Lombardia: no a operatori abilitati al controllo della volpePiccin: "clima d'odio contro i cacciatori, serve legge per tutelarli"Piemonte, incontro delle associazioni venatoriePiano faunistico Toscana. Salvini "attenzione alle variazioni"Riserva Monti Livornesi. CCT chiede garanzie per la cacciaIbra torna al Milan. Contestato perchè cacciatorePiano faunistico Marche, lavori in corsoMarche. Fidc "sui dati degli anticaccia il vuoto scientifico"Incendi Liguria. Il divieto di caccia si applica per tre anniA caccia di rifiuti. Il volontariato dei cacciatoriViolenza contro i Cacciatori. Fidc chiede incontro con Ministro dell'InternoFriuli: ignoti danno fuoco a due altane di cacciaSardegna: proposti corsi per sulla sicurezza a cacciaLiguria, la caccia al cinghiale non chiudePiano faunistico Marche: Audizioni in Regione "Basta con gli auguri di morte". L'indignazione delle cacciatriciFiocchi arruola i cacciatori per mappare il degrado ambientalePiemonte, Legge caccia. Cirio incontra gli animalistiAncora odio contro i cacciatoriAnlc Veneto: "fondi alla caccia? Solo il 6% delle tasse dei cacciatori"Marche, Pieroni: “La caccia nei siti Natura 2000 è consentita”Prolungamento caccia beccaccia? "Merito di Scolopax Overland"Respinto ricorso cacciatori Lampedusa e LinosaNovara: nuovo regolamento caccia alla volpeAl Tg1 cacciatori contro il bracconaggioIn Abruzzo via alla filiera dei cinghialiPuglia: proroga caccia beccaccia fino al 19 gennaioCCT querela diffamatori dei cacciatoriAmbientalisti diffidano la Regione MarcheFidc Brescia: Guardie volontarie, vademecum praticoLombardia: segnatura subito dopo l'abbattimentoCaccia, Rolfi: centralismo del Governo Conte sconfitto in corte costituzionale

News Caccia

Carni selvatiche nei ristoranti: ecco il manifesto


martedì 29 ottobre 2019
    

 
Valorizzare e promuovere l'utilizzo della selvaggina nei ristoranti. Questo è l'obiettivo del “Manifesto delle carni selvatiche nella ristorazione”, appena presentato al Palazzo della Provincia di Bergamo nell'ambito del progetto Selvatici e buoni, promosso dalla Fondazione Una (Uomo, Natura, Ambiente). Il documento, redatto dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, capofila scientifico del progetto con il supporto della condotta slowfood valli orobiche, contiene 10 principi chiave attraverso il quale i ristoratori del territorio si impegnano a valorizzare la scelta sana e sostenibile delle carni selvatiche.

Dal bosco alla tavola dunque, a partire dalla formazione dei cacciatori, che tramite appositi corsi, acquisiscono tutte le informazioni tecniche operative sul corretto trattamento delle carni durante l'attività venatoria. Ma il progetto prevede anche workshop formativi per i ristoratori, rassegne enogastronomiche, studi sanitari e nutrizionali. Tutto all'unico fine di proporre la selvaggina come valida alternativa alla carne bovina, in chiave salutistica ed ecosostenibile.    

“Con “Selvatici e Buoni” abbiamo voluto dare un segnale di svolta sviluppando una filiera tracciata della selvaggina, valorizzando gli aspetti di sicurezza alimentare, tutela del patrimonio faunistico e rispetto dell’ambiente che stanno a cuore a Fondazione UNA – ha commentato Maurizio Zipponi, Presidente Fondazione UNA – il territorio di Bergamo ha fatto da pioniere; abbiamo infatti siglato un protocollo d’intesa con la Regione Lombardia per esportare il modello in altre province lombarde. Oltre a rappresentare un passo avanti in tema di sostenibilità della filiera alimentare, “Selvatici e Buoni” ha certamente dato nuovo impulso al turismo enogastronomico locale, dando ai ristoratori la possibilità di differenziarsi attraverso l’apposizione di una specifica vetrofania legata all’adesione al progetto”.


 
MANIFESTODELLE CARNI SELVATICHE NELLA RISTORAZIONE

UNA SCELTA SANA E SOSTENIBILE


Le carni di ungulati selvatici provenienti dalla filiera certificata del territorio,sono un prodotto sano e sostenibile che rispecchia la normativa in materia di sicurezza alimentare e benessere animale ed inoltre presentano valori nutrizionali ideali per una corretta dieta.

IL RISTORATORE SI IMPEGNA A RISPETTARE I CONTENUTI E PROMUOVERE GLI OBIETTIVI DEL MANIFESTO

1. Acquistare carni selvatiche proveniente dalla filiera certificata del territorio, sostenendo le produzioni primarie locali, preferendole a quelle d’importazione.

2. Garantire il rispetto della sicurezza alimentare e la tracciabilità della filiera.

3. Promuovere nella ristorazione l’utilizzo delle carni selvatiche del territorio offrendo piatti ispirati sia alle tradizioni locali sia all’innovazione gastronomica.

4. Assicurare la presenza di un menù ‘selvatico’ del territorio all’interno delle proposte gastronomiche compatibilmente con la disponibilità.

5. Privilegiare, nelle ricette a base di carni selvatiche, l’utilizzo delle materie prime del territorio rispettando la stagionalità dei prodotti.

6. Stabilire prezzi equi in armonia con le economie locali.

7. Promuovere una ristorazione che limiti gli sprechi alimentari.

8. Contribuire alla conoscenza della filiera selvatica intesa come produzione primaria sostenibile ed elemento fondamentale dell'identità culturale, sociale ed alimentare del territorio.

9. Fornire ai clienti adeguate informazioni sulle caratteristiche nutrizionali delle carni selvatiche utilizzate.

10. Esporre la vetrofania nel proprio locale e divulgarne i principi.



Sulla base della sottoscrizione del manifesto delle carni selvatiche nella ristorazione il comitato scientifico di “Selvatici e Buoni” ha scelto di assegnare la vetrofania biennale a10 ristoranti della provincia:

    Ristorante ‘Chalet Engadina’ (Vilminore di Scalve)
    Osteria Bastioli(Vilminore di Scalve)
    Ristorante ‘Peccati di Gola’ (Vilminore di Scalve)
    Locanda Blum In (Rovetta)
    Trattoria enogastronomica Selva di Gelso (Clusone)
    RistOrobie (Cusio)
    Osteria al Gigianca (Bergamo)
    Noi restaurant (Bergamo)
    Hosteria del vapore (Chiuduno)
    Puro cibo e vino (Ranica)    

Tale riconoscimento permetterà di distinguere i ristoratori del territorio bergamasco in materia di competenze nella gestione delle carni selvatiche. L’operato dei ristoratori sarà supervisionato da Fondazione UNA e Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, e sarà coordinato a livello locale dalla condotta Slowfood valli orobiche.

 

Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Carni selvatiche nei ristoranti: ecco il manifesto

Ho compreso che la caccia o quello che ne rimane si vende per esistere a cuochi ,joker e saltimbanchi!!!!! Caro ivan sei proprio terribile !! Se sei un cacciatore ancora peggio!!! Via i mercati dal tempio ! la caccia ai cacciatori............... o nò?

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX 30/10/2019 19.17

Re:Carni selvatiche nei ristoranti: ecco il manifesto

ZEROASSOLUTO si capisce dalla firma quello che hai compreso

da Ivan 29/10/2019 23.18

Re:Carni selvatiche nei ristoranti: ecco il manifesto

c'azzecca, c'azzecca. A meno che tutto questo non vada a disturbare la digestione di certi possessori di licenza di caccia che "dialogano" con macellai e trattori-ristoratori, per alimentare la cosiddetta "lavanderia".

da Ursus 29/10/2019 16.26

Re:Carni selvatiche nei ristoranti: ecco il manifesto

e che commenti volete fare ............. CHECCIAZZECCA con la caccia???????

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX 29/10/2019 15.43