Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Molise, parte caccia di selezione al cinghialeToscana. Il piano per il cinghialeAnimalisti Piemonte: accolto ricorso su Calendario venatorioCorona: nelle scuole siano i cacciatori ad insegnare il contatto con la naturaCaretta: eccessiva presenza fauna, intervenga Ministro BellanovaCCT: pubblicata delibera caccia di selezione caprioloLombardia: ok a modifiche legge caccia. Il commento di Fidc La Lipu vuole collegare la caccia al bracconaggioMazzali: ok a Odg su ospitalità cacciatori da fuori regioneUmbria: I cacciatori di cinghiale uniti contro il Covid-19Toscana: parte la selezione al caprioloFiocchi, strategia Farm to Folk Ue valorizzi la selvagginaLombardia, per M5S incostituzionale norma sui visori notturniArchiviato Eu Pilot bracconaggioLombardia: giubbino alta visibilità obbligatorio anche per la stanzialeFace: ottimo Farm to ForkPisa. Controllo corvidi ok all'IspraI cacciatori europei determinanti per la biodiversitàFondazione Una e tutela della BiodiversitàLombardia. Rolfi "attendiamo via libera a caccia di selezione e visori notturni"Toscana. Ecco il calendario venatorioLombardia. Mazzali "respinte pregiudiziali contro la caccia"Covid 19 e buone pratiche a cacciaPiemonte. Riparte la caccia di selezioneA Catania i cacciatori con la protezione civileFidc: su Manifesto FACE Biodiversità un altro passo avantiCCT: "si torna a caccia! Approvato calendario venatorio"Cinghiali Bologna: Botta e risposta con la Città MetropolitanaBraccata. Fra vergini e smemoratiFace cerca collaboratoriFace. I cacciatori con la ricercaStorno in deroga. La Toscana ha messo il turboBraccata. E' gazzarra dopo la lettera di LegambienteFedercaccia Emilia R.: “La caccia è attività motoria”Cinghiali. La Calabria ha un pianoLegambiente attacca la braccata. Fidc protestaLombardia. Chiarimenti in corso d'operaToscana verso il Calendario Venatorio. CCT: "Ottimo risultato"Toscana: nuova leadership ItalcacciaFrancia: record di beccacce inanellateUSA. 900 mila ettari riaperti alla cacciaFidc Perugia. Ingiusto pagare i danni dei cinghialiAnlc Lombardia: bene selezione caprioloToscana. Si ricomincia con i controlli e i prelieviFidc Umbria: no ad aumento tasse AtcToscana. Si chiede di ripartire con gli esamiAssessore Mammi (Emilia R.): priorità al controllo del cinghialeMolise: Tar respinge richiesta sospensione cacciaIl "Capanno" del GranducaCaccia. Importanti novità in LiguriaProcede monitoraggio su ceseneCalabria. Prima mossa sul calendarioPiombo: richiesta di chiarimenti dal Presidente della Face Emilia Romagna: ecco il calendario venatorioEmilia Romagna. Impazza la polemicaCabina regia mondo venatorio: Far ripartire attività venatoria e controlloPompignoli (Lega): "sospendere il pagamento della quota di iscrizione agli Atc"Morassut (MinAmbiente) rende onore al cuore dei cacciatoriToscana: allarme ColdirettiLombardia. Rolfi chiede le derogheToscana: appostamenti fissiMolise. Il Wwf contesta la riaperturaCovid 19. Nuove iniziative FedercacciaCct chiede risposte urgenti su controllo e selezioneEmilia Romagna. Sì ad addestramento cani e caccia selezioneAddestramento cani anche in Toscana

News Caccia

Arci Caccia Firenze all'Atc: rivedere la gestione del cinghiale


venerdì 11 ottobre 2019
    

 
Arci Caccia della Provincia di Firenze esprime la propria contrarietà alle modalità di gestione della caccia al cinghiale delll’Atc 4  Firenze nord – Prato che, scrive, "hanno, nuovamente, mostrato i  gravi limiti di efficienza". "Non è possibile arrivare, a pochi giorni dall’apertura della caccia al cinghiale, con gravi incertezze di gestione amministrativa e con squadre ancora non ben collocate" denuncia Arci Caccia Firenze.

"ATC 4 gestita da sempre a maggioranza dalla solita Associazione Venatoria e dove l’unico rappresentante dell’ARCI CACCIA è stato finora completamente snobbato" scrive Arci Caccia Firenze, paventando rischi di questa gestione in termini di danni all'agricoltura.
 
L'associazione, ribadendo che la braccata è il metodo migliore per contenere il cinghiale, chiede una miglirore strutturazione delle squadre auspicando che invece di diminuire, il numero minimo dei partecipanti alle battute sia aumentato per favorire le fusioni fra squadre ed ottenere così l’obiettivo gestionale prefisso ed auspicato. Inoltre, secondo Arci Caccia Firenze, l’ATC 4 deve dovrebbe rivedere dimensioni e confini dei distretti e i criteri di assegnazione delle squadre.

Tutto questo attraverso un democratico confronto fra i cacciatori, fra le Associazioni Venatorie e fra questi soggetti ed il mondo agricolo, ipotizzando per esempio colture agricole a perdere unite a ripristini ambientali per far allontanare i cinghiali dai centri abitati e dalle colture agricole.

Arci Caccia Firenze chiede anche seri progetti di salvaguardia ambientale e creazione di adeguati habitat per la piccola selvaggina stanziale prima della sua reintroduzione sul territorio.  Proporre, sviluppare e concretizzare progetti nelle Zone di Ripopolamento e Cattura.  "Ribadiamo la nostra contrarietà al pessimo ed umiliante metodo per i cacciatori di introduzione della selvaggina pronta caccia pochi giorni prima dell’apertura della caccia alla stanziale” scrive infine l'asociazione.
 

Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:Arci Caccia Firenze all'Atc: rivedere la gestione del cinghiale

FUCINO continui a dire castronerie su castronerie ..

da Informati 11/10/2019 14.56

Re:Arci Caccia Firenze all'Atc: rivedere la gestione del cinghiale

Cara Arci;come vi snobbano pure?????????? e sì che siete compagni di merenda in CCT!!!!!

da Fucino Cane 11/10/2019 14.44