Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Liguria, calendario venatorio annullato dal TarPiemonte: approvato Calendario Venatorio 2020 - 2021Emilia R.: la Lega chiede deroga allo storno in pre aperturaFidc Umbria: bene modifiche calendario ma c'è ancora da fareCinghiali Siena. La protesta di EnalcacciaStorno, cosa cambia per la caccia in deroga in ToscanaUmbria modifica calendario. Cacciabili anche moriglione e pavoncellaEmilia R.: Interrogazione su ripartizione territorio di caccia AtcCacciatori sentinelle a tutela della lepre italicaRespinti divieti per la caccia nelle aree umide toscaneCommissariato Atc Bologna 3Caccia Sardegna: il 3 settembre si parte CCT: approvato piano prelievo cervo nei ComprensoriCalendario Marche. Il Tar dà ragione alla RegioneA Macerata posizionati nidi per il germano realeIn Ue nuovo attacco alla caccia dei 5 Stelle su pavoncella e moriglioneCampania: richieste di modifica delle associazioni venatorie Liguria: la Corte Costituzionale boccia un provvedimento già superatoFrancia. La Ministra contro il vischioSicilia, il calendario venatorio in arrivo non piace agli animalistiLaghi della Piana: un convegno per rispondere agli attacchi del WwfPubblicate integrazioni calendario venatorio LombardiaLazio: Approvato Calendario Venatorio 2020 - 2021Abrogata tassa e segnalazione per ricetrasmittentiCinghiale Piemonte: ok a nuova legge in ConsiglioEps Puglia: certezze per i cacciatori pugliesiCCT: continua il confronto con i cacciatori toscaniCalendario Venatorio Marche: caccia fino al 10 febbraioPuglia: le richieste del mondo venatorio sul calendarioMarche cinghiale: la Corte Costituzionale gela gli animalistiPuglia. La Lega protestaGrandi carnivori: apertura della Commissione UeFidc Umbria "giù le mani dalla Zrc San Gregorio"Toscana: non più obbligatorio tesserino digitale per lo stornoUmbria: esame abilitazione venatoria solo orale per il 2020Roberto Vivarelli confermato coordinatore Atc toscani Impugnativa Lombardia. Rolfi "Per Roma non esiste problema cinghiali"Piano Faunistico Marche: Tar respinge sospensiva animalistaCaccia Lombardia: Governo impugna la nuova leggeLiguria, Governo impugna nuove disposizioni sulla cacciaMinistro Bellanova annuncia proposta su fauna selvaticaCaretta: su fauna selvatica la demagogia animalista dei VerdiIl mondo venatorio ricorda e celebra il grande Bruno ModugnoE' battaglia sul calendario venatorio della ToscanaUmbria: in arrivo delibera per moriglione e pavoncellaFidc Umbria: calendario venatorio delude su moriglione e pavoncellaCiao BrunoCaretta: "Ministro Bellanova chiarisca su fauna selvatica"Fidc Umbria: insediata nuova dirigenzaLegge Toscana: guida praticaCaccia cinghiale Umbria: le proposte di Arci CacciaValle d'Aosta. Approvato Calendario Venatorio 2020 - 2021CCT: confronto con la Regione Toscana sulla preaperturaAttacco animalista a Vigevano contro i cacciatoriCaccia in deroga: in Emilia Romagna manca ancora la deliberaFondazione Una cerca proprio AmbassadorPiombo: la Ministra tedesca invita alla mediazioneLa Liguria dice no all'esclusione di pavoncella e moriglioneBelluno. Nuovo Piano per il cervoToscana. Assemblea Cct a CertaldoFidc: I cacciatori sentinelle della salute pubblicaConfagricoltura Toscana. Bene la nuova leggeToscana. Nuova legge sulla caccia, Roberto Salvini: "norma filoanimalista"Verona. Accordo tra caccia e agricolturaSpeciale M&C in ricordo di BanaQuando la caccia fa spettacoloTroppi cinghiali in BasilicataTROFEI LADY PER LE CACCIATRICILivorno: urgenti modifiche caccia selezione e cinghiale

News Caccia

Cacce tradizionali. Ompo al lavoro


martedì 3 settembre 2019
    

 
Ieri, 2 settembre si è tenuto un incontro alla sede dell'Ompo (Istituto Europeo Uccelli Migratori del Paleartico Occidentale) per discutere del Programma scientifico per le cacce tradizionali dei Paesi del Sud. Per l'Italia c'era Giovanni Bana (Vicepresidente Ompo). I tecnici Ompo, dopo aver esaminato la situazione da un punto di vista scientifico, hanno riconosciuto la necessità di definire con precisione il concetto di "piccola quantità" e realizzare un inventario delle cacce tradizionali in tutti i paesi, visto che spesso riguardano solo una piccola parte del loro territorio.

E' stata anche affrontata la questione della "gestione adattativa" concludendo che deve essere compresa secondo il modello nordamericano, da un lato basata sulla conoscenza dello stato delle popolazioni e dello stato di conservazione delle specie, sulla base del follow-up basato sui campioni e, dall'altro, sul rispetto degli attori sociali interessati e su un dialogo privo di dogmatismo anti-caccia.

Un'altra priorità discussa è la necessità di creare un polo scientifico dell'Europa meridionale efficace per la difesa collettiva delle cacce regionali indipendentemente dalle specie, dai metodi di caccia, dalla regione o dai paesi interessati in Europa,  per difenderle dalla burocrazia di Bruxelles. Oltre che, ovviamente, quella di incrementare e sviluppare il monitoraggio scientifico degli uccelli migratori che sono oggetto delle cacce tradizionali da parte delle associazioni nazionali grazie al coinvolgimento dei cacciatori sul territorio,  e infine lavorare per recuperare forme di caccia oggi ingiustamente vietate, pur interessando specie di uccelli in un buono stato di conservazione.

Sulla base di questi obiettivi, Ompo chiede che le organizzazioni ufficiali dei cacciatori del sud Europa rappresentate in FACE si facciano promotrici in ambito europeo, affinchè  almeno due persone in FACE si dedichino totalmente a queste questioni, che interessano circa 3 milioni di cacciatori, e affinchè si lavori in Europa per una corretta applicazione della Direttiva Ue, superando gli attuali abusi, per la sopravvivenza delle cacce tradizionali agli uccelli migratori.

Nei giorni precedenti l'avv. Bana e il suo collega giurista Charles Lagier hanno elaborato un programma d'azione da sottoporre alla prossima assemblea della Face, l'11 settembre, sulla situazione delle cacce tradizionali affinchè siano discussi i vari argomenti al vaglio della Commissione Ambiente dell'Ue (come l'utilizzo di uccelli da richiamo, la caccia primaverile a Malta, il prelievo delle oche in Francia). Lagier, d'intesa con Bana, ha accettato di guidare il Gruppo di Lavoro Affari Giuridici (GTAJ), che si occuperà di questi argomenti in seno all'assemblea FACE.

 

Leggi tutte le news

5 commenti finora...

Re:Cacce tradizionali. Ompo al lavoro

Tanto di cappello al Dott. Bana illustre e capace al contrario del venditore di fumo detto anche Gardena millenick

da fidc e legambiente stessa brutta gente 04/09/2019 14.57

Re:Cacce tradizionali. Ompo al lavoro

Complimenti a chi si adopera per le cacce tradizionali. "Un tempo" le consuetudini erano fonti del diritto. Speriamo sia ancora così! Speriamo che le cacce tradizionali riescano a sopravvivere all'ondata di intolleranza che ci avversa.

da rinaldo bucchi 04/09/2019 10.03

Re:Cacce tradizionali. Ompo al lavoro

Caro avvocato quello che mi preoccupa è che la Commissione Ambiente Ue si preoccupi degli uccelli da richiamo, della caccia a Malta e del prelievo delle oche in Francia: andiamocene fuori come gli inglesi.

da 1 toscano 03/09/2019 18.16

Re:Cacce tradizionali. Ompo al lavoro

Possibile, Fucino Cane, possibile. Ma in ogni caso, a Bruxelles (Face) è con lui che per l'>Italia (quindi per le nostre cacce tartassate) dovranno fare i conti. Speriamo che siano conti in aggiunta e non in sottrazione. Uniti si sta meglio, divisi come vorrebbero certi nostri dirigenti si perde di sicuro.

da Uniti per contare 03/09/2019 17.29

Re:Cacce tradizionali. Ompo al lavoro

Io pensavo che vista l'importanza fosse presente per la Fidc anche Michele Sorrenti!!!!! Che non l'abbiano invitato???

da Fucino Cane 03/09/2019 16.42