Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
ANCHE IL TAR PUGLIA RESPINGE IL RICORSO ANIMALISTATOSCANA. LA CCT SUONA LA CARICACacciatori sempre più civili. A Modena una sola sanzione all'aperturaCaos in Lombardia sulla Consegna dei tesseriniMoriglione e pavoncella, nuovo ricorso in ToscanaPresidio Animalista a Milano. Fidc scrive ai consiglieriMarche, soddisfazione delle associazioni venatorieTar Marche sospende "solo" caccia a moriglione e pavoncellaCia: a censire la fauna non ci siano solo i cacciatoriCaccia futura. Cristina Ceschel - Ecco a voi la caccia al femminileFedercaccia al convegno Face sui lagomorfiRichiami vivi per caccia colombaccio. Cct chiarisceAbruzzo: nuove restrizioni in vista Modena, atti vandalici su auto di cacciatori Roccoli. In Lombardia presidio animalista e denuncia all'UeEmilia R. chiede a Ispra riconoscimento braccata per controlloAnche Enalcaccia Marche al Tar per la difesa del calendario Butac svela disinformazione su prima giornata di cacciaMarche: caccia in deroga allo storno in altri tre comuniSergio Berlato Presidente Confavi Roccoli. Fidc Lombardia prepara difesa al TarAbruzzo. Arriva parere Ispra su calendario modificatoLombardia: ricorso al Tar contro riapertura roccoliMinistra Bellanova: "mio padre era cacciatore"Caccia Futura. Michele Merola - Per rinnovare nella tradizioneAssociazioni Lombarde: La realtà contro le bugie sulla cacciaFiocchi: novità per la caccia da BruxellesStagione caccia al via. Partono le strumentalizzazioniFein: catturato primo tordo in migrazioneIl futuro delle GGVV: la collaborazione tra enti ed associazioniMartani su Radio2 "voglio tagliare le gomme ai cacciatori"Sicilia: in calendario venatorio la caccia al coniglio selvaticoCalendario Puglia: associazioni venatorie preparano difesa al TarRicorsi al Tar. Buone notizie dalla CalabriaFidc Lazio: urge regolamento richiami viviLombardia, approvate riduzioni al carniere Apertura. Arci Caccia scrive al Comandante Cufa CarabinieriBruxelles: riparte l'intergruppo Biodiversità, Caccia e RuralitàDal Senatore Bruzzone un richiamo all'unità dei cacciatoriCalendario Abruzzo, Fidc incontra la Regione Eps Arci Caccia: Abruzzo, peggio la toppa del bucoCaccia Futura. Emanuela Lello, la gendarme con la penna verdeArci Caccia Toscana chiede costituzione cabina di regia Il Piemonte chiede più autonomia sulla cacciaMarche: parte la difesa del calendario venatorioSuccesso per la "Braccata rosa" delle donne FidcArci Caccia Puglia sul ricorso al Tar Abruzzo, ancora incertezzePuglia: Tar anticipa udienza contro Calendario Venatorio La caccia in Lituania, patria del neo Commissario Ue all'AmbientePasso. Prime avvisaglie?Ad Alessandria convegno sul futuro della caccia piemonteseL'Intergruppo Ue Caccia e biodiversità verso la sua ricostituzioneNominati Commissari Ue. Ecco chi va all'Agricoltura e all'AmbienteSolidarietà di Arci Caccia dopo i vandalismiFidc: attacchi degli estremisti non ci fanno pauraCosta compiace i pescatori: approvata immissione specie alieneDa Regione Abruzzo nuova proposta di Calendario VenatorioNuovi imbrattamenti contro le sedi FidcCinghiali, Rolfi "In Lombardia abbattimenti raddoppiati"Animalisti imbrattano sede Federcaccia UmbriaCaccia Futura - Federico Scrimieri: bocconiano coi fiocchiArci Caccia Treviso. Successo per il seminario dedicato al cervoIncidente di caccia e assicurazione. Un chiarimento da FidcCst, Marche: ennesima paralisi della cacciaUNA: Inaugurato capanno di osservazione Bocca d'OmbroneAnlc Marche: su preapertura decisione incomprensibileSospesa di nuovo la caccia in preapertura nelle Marche70 mila persone alla Sagra degli Osei di SacileZipponi nuovo Presidente Fondazione UnaA Empoli la nuova casa comune dei cacciatoriCaccia Futura - Pietro Iacovone. Sempre in prima lineaA Capannoli incontro sull'aggiornamento dei Key ConceptsConfagricoltura Toscana: serve nuovo patto tra cacciatori e agricoltoriPeste suina Sardegna. Rinnovata la collaborazione dei cacciatoriColli Euganei, abbattimenti cinghiali aumentati grazie a selcontrolloriVeneto: legittima partecipazione cacciatori al controllo faunisticoConte bis. Riconfermato Costa. All'Agricoltura va Teresa BellanovaPubblicato lavoro sulla beccaccia con telemetria satellitarePepe: calendarizzare subito Piano Faunistico Abruzzo Sicilia, piccoli ritocchi al calendario venatorioGoverno M5S - Pd al via. Gli accordi sull'AmbienteMacerata: processione di San Giuliano, protettore dei cacciatoriBenevento, incontro su gestione faunisticaCaccia futura. "Eccomi, sono Maua"Cacce tradizionali. Ompo al lavoroNuovo calendario Abruzzo? Wwf diffida la RegioneDonati oltre 100 mila euro al Gaslini dai cacciatoriSiena: fondi ai cinghialai per i miglioramenti ambientaliFidc Marche: "non ci faremo piegare dai ricorsi animalisti"Berlato: Regione applichi legge su mobilità venatoriaAnuu: ancora stallo nella migrazioneAbbattimento accertato. I chiarimenti della Regione ToscanaFidc Emilia Romagna risponde ad attacco Enpa Federcaccia incontra il Presidente del Parlamento EuropeoArci Caccia ringrazia la Regione Marche per la preaperturaMarche, ok alla preapertura a colombaccio e corvidiFidc Umbria "mancato parere Ispra diritto sottratto ai cacciatori"Fassini (Arci Caccia): l’Apertura consacra il nostro amore per la naturaUmbria, niente da fare per la preaperturaA Crespina proclamati i campioni degli uccelli canoriMarche, la Regione: "la preapertura si farà"Inizio stagione venatoria. Il saluto del Presidente Fidc BuconiCalabria: proroga per i cacciatori di cinghialiGame Fair. Federcaccia incontra i cacciatoriCalabria, cinghiali "un problema di sicurezza pubblica"Toscana approva accordi reciprocità cacciaTar Sicilia respinge istanza associazioni venatoriePreapertura Umbria: si attende ancora il parere IspraSpecie esotiche in declino. FACE aggiorna sulle restrizioni Preapertura Caccia. CCT: ecco le regole da rispettareFidc: Nasce la settoriale cinghialai dell'Emilia RomagnaAbruzzo. Sospeso Calendario Venatorio 2019 - 2020Arci Caccia Marche: "subito nuovo decreto"Sospesa la preapertura della caccia nelle MarcheIl calendario siciliano piace agli animalistiArci Caccia Toscana: "carniere tortora merito nostro"Toscana: preapertura caccia 1 e 8 settembreUtilizzo richiami caccia. Chiarimenti dalla Regione ToscanaPuglia: modifiche calendario venatorio, colombaccio in preaperturaSardegna: Approvato Calendario Venatorio 2019 - 2020Passo. Il caldo fa la differenzaAssessore Mai all'Enpa: no a reintroduzione cinghialiFucecchio. Fidc Pistoia risponde alle accuse ambientalisteSicilia. La reazione delle Associazioni venatorie Incontro a Fano con i rappresentanti della RegioneLa gestione degli Atc secondo Arci Caccia ToscanaContenimento al Padule di Fucecchio. La Lipu alza la voceSassari: approvati piani controllo cornacchia e cinghialiA Crespina campionato italiano uccelli canoriArosio: catturato primo prispolone in migrazione post nuzialeGuardie venatorie in assemblea a MacerataFiocchi: 5 stelle-Pd e la cacciaArci Caccia e Eps "La caccia, una e indivisibile"Ancora proteste per il calendario venatorio sicilianoDal Friuli una proposta di modifica della 157/92Emergenza cinghiali Roma. Ancora nessun interventoOk definitivo in Molise a Calendario Venatorio 2019 - 2020Sicilia, Bandiera "su calendario venatorio abbiamo fatto il possibile"

News Caccia

CCT: A Capannoli argomenti per un lavoro comune


lunedì 29 luglio 2019
    

 
Dopo i risultati e le determinazioni scaturite dalla Conferenza Regionale sulla caccia, il lavoro prosegue. Lo scorso venerdì 26 luglio la CCT di Pisa ha organizzato un interessante convegno, incentrato sui problemi della piccola selvaggina stanziale e le nuove prospettive in campo agricolo che saranno introdotte dalla nuova PAC (Politica Agricola Comunitaria).
 
Il titolo “ Agricoltura e piccola selvaggina – una riconciliazione possibile” è stato il tratto unificante che ha accompagnato i temi evidenziati dai relatori alla presenza di numerosi cacciatori, tecnici ed agricoltori. Nonostante le temperature insopportabili di un pomeriggio di fine luglio, in tanti hanno risposto all’invito della CCT Pisana a significare l’importanza che certe tematiche rivestono tra i cacciatori e non solo. Dopo la presentazione di Paolo Graziani, Segretario CCT Pisa si sono tenute le due relazioni tecniche svolte dal Dott. Michele Bottazzo del Centro studi Federcaccia Nazionale e del Dott. Francesco Santilli noto tecnico faunistico da anni impegnato sulle tematiche relative alla gestione della piccola selvaggina stanziale. Pur da angoli di visuale diversi, i due relatori hanno correttamente messo in evidenza le principali problematiche che intervengono sulla conservazione delle popolazioni delle specie target, evidenziando come la vera via di uscita dalla crisi, possa essere ritrovata nella valorizzazione del futuro PSR e delle possibili interazioni tra il ruolo e gli investimenti messi in atto dagli ATC, con un forte collegamento alle nuove misure introdotte dalla PAC in sede Europea. Dagli investimenti e dalle misure sviluppate per favorire la biodiversità passeranno profonde trasformazioni destinate ad avere ricadute sul volto agricolo dei nostri territori e sulle varie pratiche agronomiche. Interpretare il cambiamento e collegarlo alla nuova strategia gestionale degli ATC può rappresentare il punto di svolta su cui rifondare un nuovo patto tra caccia e agricoltura ; un patto per la biodiversità che apra nuove prospettive per gli Istituti Faunistici Pubblici e Privati, con positive ricadute per l’impresa agricola multifunzionale. Le trasformazioni del territorio di fronte ad un certo modo di fare agricoltura sono alla base della crisi che oggi colpisce alcune specie un tempo ampiamente presenti; non solo galliformi e lagomorfi, ma anche avifauna, entomofauna e molte specie legate ad un ecosistema ormai scomparso. Oggi, ipotizzare una inversione radicale di questi processi appare non più come un obiettivo utopico. La Toscana con la sua tradizione, può rappresentare il primo banco di prova per la costruzione di un progetto innovativo su cui impegnare i principali attori della gestione faunistica; un lavoro che sappia enucleare le opportunità e i nuovi contenuti da inserire nei principali strumenti di programmazione e di pianificazione (PFVR e PSR). Nella seconda parte del convegno trasformata in una tavola rotonda, si sono alternati gli interventi dei rappresentanti del mondo agricolo della regione Toscana e delle Associazioni venatorie Confederate alla CCT.
 
Marco Remaschi, Assessore Regionale all’agricoltura e alla caccia ha sottolineato i risultati emersi dalla Conferenza Regionale e ribadito la volontà sua e della Giunta, di accelerare i tempi per la predisposizione delle linee e gli indirizzi sul nuovo PFVR. L’approvazione del calendario venatorio, ha ricordato Remaschi, rappresenta la cartina di tornasole delle positività generate dal confronto; un metodo quello della concertazione che andrà sempre più qualificato e applicato per cogliere i risultati che ci siamo prefissati. Il Presidente della Coldiretti Toscana, è intervenuto efficacemente ribadendo la centralità dell’agricoltura quale settore primario, e ricordando come in questi ultimi anni, nonostante i problemi, non siamo rimasti fermi rispetto a quelle che sempre di più appaiono come le sfide del futuro anche in termini di gestione faunistica ambientale. Per Filippi la riconciliazione fra caccia e agricoltura è possibile e sta nella natura delle cose. Il nuovo PSR e le politiche comunitarie, potranno rappresentare l’occasione per generare politiche di sistema proiettate al futuro. Politiche rispettose delle ragioni e delle esigenze, anche protettive per i nostri agricoltori in un’economia di mercato che spesso taglia fuori le eccellenze. Marco Salvadori Presidente Regionale Federcaccia non ha fatto mancare la voce e le proposte dell’Associazione che oggi è impegnata per peso e responsabilità a dare forza al progetto unitario, contribuendo con proposte ed idee, a quello che sarà il futuro della caccia in Toscana. Il contributo apportato in sede regionale sia sui principali contenuti della Conferenza, che sulla recente approvazione del calendario venatorio, giungono a seguito di una fase di un positivo confronto con l’assessorato. Oggi, sembra ormai evidente a tutti come solo con la concertazione e con la forza della politica, che sembra aver riconquistato il suo ruolo dopo un lungo periodo di smarrimento, sia possibile compiere dei passi in avanti e ristabilire le basi per un rilancio del modello toscano. L’intervento di Francesco Rustici Presidente Regionale ARCT si è incentrato sulla sfida dell’unità del mondo venatorio come motore per il nuovo protagonismo dei cacciatori nel rapporto con il mondo agricolo e le istituzioni. L’esperienza della CCT, il grande contributo che oggi viene da questa importante esperienza per i vari portatori di interesse e per le istituzioni, dimostra come la via dell’unità e della costruzione della casa comune dei cacciatori rimanga un obiettivo a portata di mano. Un obiettivo che sta nelle corde e nel cuore di chiunque lavori per la difesa della caccia e per la sua legittimazione sociale. Occorre però maggiore coraggio, soprattutto a livello Nazionale per aprire finalmente le porte ad un processo costituente che dia i connotati a quella che sarà l’Associazione unitaria, moderna e coesa capace di rappresentare le speranze di tutti i cacciatori italiani. L’intervento conclusivo del Segretario Regionale CCT, Marco Romagnoli, ha nuovamente sintetizzato i principali contenuti di un’iniziativa utile per il futuro lavoro comune. Unità concreta del mondo venatorio non come slogan ma come prassi per arginare nei fatti chi vuole impedirla. Progettazione del futuro e nuove sinergie con il mondo agricolo, rappresenteranno i punti di riferimento del nostro cammino; un patto con gli agricoltori è oggi possibile e a Capannoli si sono evidenziati i punti comuni su cui lavorare nelle prossime settimane. La CCT, come sempre, farà la sua parte! (CCT)
 
Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:CCT: A Capannoli argomenti per un lavoro comune

Ma la coldiretti per la salvaguardia della sevaggina migratoria e stanziale; non vi dice quando NON userà più GLIFOSATO della Bayer in agricoltura?????

da Fucino Cane 30/07/2019 0.39

Re:CCT: A Capannoli argomenti per un lavoro comune

Quando partecipo (e partecipo spesso) a questi convegni o quando leggo gli interventi e le conclusioni mi chiedo sempre: MA ALMENO I RELATORI CI CREDERANNO A QYEL CHE DICONO? E come si fa a fare accordi e a puntare tutto sul rapporto con l’agricoltura quando l’uso di fitofarmaci e diserbanti ha sterminato tutto e ora muoiono anche le api?

da Dario 29/07/2019 19.31