Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Contenimento fauna. Centro-destra abbandona CommissioneValle della Canna, da Bruxelles i complimenti di Dreosto ai cacciatoriLegge Toscana. Cct soddisfattaCCT: approvata riforma legge caccia ToscanaUmbria: approvato calendario venatorio 2020 - 2021Francia, nuovi MinistriToscana. Cinghiale in braccata aree non vocate, piani cervidi e mufloneApprovato Calendario venatorio 2020 - 2021 BasilicataTar Abruzzo: improponibile questione di legittimità su aree contigueUmbria: gli agricoltori potranno abbattere cinghiali senza guardie venatorieToscana. In cantiere la legge sulla cacciaLivorno. Arcicaccia chiede modifiche per il caprioloCct: depositate osservazioni regolamento Padule di FucecchioMoriglione e Pavoncella. CCT sulla sentenza del Tar toscanoPiemonte. PagoPa per le concessioni regionaliUe. Conferenza Intergruppo sulla biodiversitàUmbria. Atteso parere Ispra su calendario venatorioBruzzone (Lega) "Conte non escluda mondo venatorio, chiarisca"Campania: approvato Calendario VenatorioPiemonte. Ok a modifiche sulla cacciaToscana. Piano controllo cornacchia e gazzaFrancia. Vincono i verdiLivorno. Cct incontra selecontrollori e capi squadraIl Governo impugna la legge del Molise sulla cacciaCaretta: basta ritardi sulla caccia in derogaLega commenta questione Piemonte e Stati GeneraliPiemonte. Stralciate norme caccia da ddl OmnibusCalendario venatorio Campania: richieste modifiche Trento. Cinghiale sotto controlloCalabria. Verso la modifica della leggeCabina Regia: errore escludere il mondo venatorio da Stati GeneraliEnalcaccia. Stati generali o particolari?Bruxelles, dove si decide il nostro futuroArci Caccia: "Stati Generali con animalisti? No grazie!"Eps Campania: no alle limitazioni di IspraCinghiale. Protestano le squadre umbreVicenza. Patto fra cacciatori e agricoltoriVeneto. Berlato chiede piena applicazione mobilità venatoriaStati Generali. Animalisti all'attaccoLombardia approva deroga per storni e colombiToscana. Ripartono gli esami per la licenza di cacciaVenezia: cacciatori per la lagunaUmbria. Rinviata ancora la selezioneFrancia. 100 deputati firmano un appello per le cacce tradizionaliVeneto: approvato calendario venatorio 2020 - 2021Piemonte. E' blitz anticaccia in consiglio regionale Regione Lombardia individua valichi migratori in provincia di BresciaRolfi: ora attuiamo nuova legge per contenere i cinghialiCaretta: "finalmente chiarezza sul rinnovo del Porto d'Armi"Uncza annulla assembleaAnuu Emilia R. e Anuu Veneto unite contro il Covid 19Umbria: Arci Caccia sollecita la Regione sulla stanzialeUmbria. Slitta la selezioneLiguria. Assessore Mai "I cinghiali se li prenda il Ministro Costa"Piemonte. Animalisti in allarmeLucca. Enalcaccia dice no al tesserino elettronico per lo stornoCuneo. Perplessità di Anlc su selezione al cinghialePiemonte. Dal 1 luglio il tesserino si paga con PagopaToscana. La Regione incontra le associazioni venatorieBerlato sulle cacce in derogaPer la starna forum al Mezzano

News Caccia

Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori


venerdì 19 luglio 2019
    

 “Siamo lieti che la Corte Costituzionale abbia riconosciuto agli enti locali il potere di adottare provvedimenti in materia di gestione di fauna selvatica. Adesso siamo pronti ad un passo ulteriore: abbiamo chiesto un incontro all’Anci Veneto, per studiare assieme ai sindaci le misure più efficaci per intervenire nelle more della modifica della legge”. Gianmichele Passarini, presidente di Cia Agricoltori Italiani Veneto, interviene così nel dibattito sui grandi carnivori.

“E’ inutile gridare ‘al lupo al lupo’ senza intervenire. È un bene che finalmente anche le altre associazioni agricole sposino la necessità di modificare la legge 157/92 sulla fauna selvatica. Già a maggio scorso - ricorda Passarini - avevamo consegnato alla Regione del Veneto la nostra proposta di modifica della legge, ormai datata e inadeguata, e così è avvenuto anche a livello nazionale. Il concetto base è quello di sostituire il concetto di “protezione” con quello di “gestione”.
 
Passarini invita inoltre a distinguere “le attività di gestione della fauna selvatica da quelle dell’attività di caccia, proprio nei giorni in cui è stato approvato il calendario venatorio”. “La gestione della fauna selvatica e l’attività venatoria hanno evidentemente delle connessioni tra loro, ma si tratta di due aspetti profondamente distinti: di carattere generale di governo del territorio il primo, e specifico, ludico-ricreativo il secondo. Questa distinzione deve essere presente e caratterizzare la programmazione e la gestione del sistema”, spiega.

Il presidente Cia richiama ancora la proposta di legge presentata un paio di mesi fa: “Le attività di controllo della fauna selvatica non possono essere delegate all’attività venatoria. Il controllo delle specie in eccesso deve rappresentare un’azione prioritaria nella programmazione faunistica, mettendo in campo tutti gli strumenti preventivi e operativi necessari, anche con strumenti di emergenza e di pronto intervento. Il controllo, anche quando prevede l’abbattimento selettivo dei selvatici, deve essere svolto prioritariamente da personale pubblico e/o dagli addetti della vigilanza venatoria, oltre che dall’azione ordinaria della caccia selettiva”.

Leggi tutte le news

10 commenti finora...

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

Anche se passa una minima parte noi ce lo prendiamo in quel posto.come sempre ora vedremo chi sta con noi

da Roby 30/07/2019 11.41

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

""L'effetto della sentenza della Consulta è solo un palliativo momentaneo per risolvere alcune emergenze legate a pochi casi problematici"" mamma mia e quindi bekea per lei abbattere lupi e orsi pericolosi per l'uomo o che continuamente attacchino greggi o bovini e' un palliativo ? parli con i suoi conterranei veneti del baldo e della lessinia ..vedra che palliativi le rispondono..dica la verita in veneto non avete fatto niente e adesso volete sminuire l'alto adige ...che tra poco fara partire dei palliativi da canne rigate....toto diceva ...ma mi faccia il piacere...rivolto all'onorevole trombetta

da palliativo 22/07/2019 17.48

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

C'è un fattore che non viene mai nominato e che è di competenza degli incapaci dell'Ispra,stabilire con rigore scientifico se questi lupi isolati o branchi sono geneticamente dei lupi o se sono degli ibridi e in che percentuale. La legge europea tutela il lupo nella sua purezza genetica, ma non gli ibridi che vanno eradicati per non contaminare la purezza della razza.Questa è un utopia che il ministro ordini e finanzi questa ricerca e non ammetterà mai che ci siano gruppi o soggetti di ibrido di lupo.Quindi credo impossibile che si arrivi ad un piano nazionale di controllo del lupo in tempi brevi. L'effetto della sentenza della Consulta è solo un palliativo momentaneo per risolvere alcune emergenze legate a pochi casi problematici di predazioni da lupi od orsi.Quindi non so quale spazi legislativo potranno avere le varie Regioni per risolvere parzialmente il problema legato ai grandi predatori.

da Bekea 22/07/2019 16.42

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

Presidente passarinii cosa c'entra la 157 con l'abbattimento dei lupi in eccesso che predano gli animali da reddito ed i cani ...? Cosa crede che le poche guardia caccia rimaste senza la collaborazione dei cacciatori riescano ad effettuare gli eventuali prelievi ? ma come.. per fare i recinti di prevenzione per i danni da parte degli ungulati vanno i cacciatori per sparare ad un lupo serve un ufficiale di polizia giudiziaria....passarmi io credo che lei potrebbe avere le idee non chiare ...tra l'altro se arriverà la possibilità di riduzione del numero dei lupi tutti in Italia dovranno ringraziare l'alto Adige ..... Cosa hanno fatto di concreto le associazioni di agricoltori venete per gli allevatori della lessinia ridotti allo stremo per gli attacchi ....? Non le chiedo cosa ha fatto per eliminare i glifosati cancerogeni........

da Il segugista 22/07/2019 0.20

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

Per dare Cesare quel che è di Cesare;il paoco del Gran Paradiso fu istituito da Vittorio Emanuele III,dopo che i Savoia loro riserva di caccia,lo avevano quasi svuotato,la bonifica dell'agro pontino fù iniziata dai vari Papi,infatti Nettuno era una colonia penale pontificia,poi finito da Mussolini,tutti gli enti e benefici a favore degli operai erano proposte socialiste poi portate a termine da Mussolini che era socialista,che abbiano fatte delle cose giuste in quel periodo,fu anche la cassa integrazione guadagni,cosa giustissima ma che ne hanno approfittato ancora oggi aziende che forse non la meritano,(Fiat docet)

da Fucino Cane 20/07/2019 15.18

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

Ii Fascismo stabilì le assicurazioni obbligatorie per le malattie professionali e per gli infortuni sul lavoro, l'assistenza ospedaliera per i poveri, la settima lavorativa di 40 ore, l'assistenza per la maternità e l'infanzia, gli assegni familiari, la pensione, la liquidazione, l'Inam, la tredicesima, la legge sul gratuito patrocinio, l'Ente protezione animali, la Corte di Cassazione, l'Istat, il Parco del Gran Paradiso, quello dello Stelvio e quello d'Abruzzo, Cinecittà, il Maggio musicale fiorentino, la Mostra del Cinema di Venezia. Per non parlare poi della legge sulla bonifica integrale (n.3134) nota come legge Mussolini, che oltre alla bonifica dei territori paludosi, prevedeva anche all’intensificazione produttiva e alle nuove colture e costruzione di nuovi borghi nelle zone nord-est sulla costa adriatica al delta del po’  e al centro della penisola lungo il Tirreno fino alla Campania Maremma Toscana, Agro Romano, Paludi Pontine. Di tutto questo tutt’oggi anche i compagni ne usufruiscono non credi CANE FUCINO ? Invece senza il fascismo abbiamo oggi istituti previdenziali quasi falliti e ammortizzatori sociali a GO GO. Assistenza malattie e infanzia se non vai a pagamento crepi. Medici furbetti del cartellino. Ospedali con formiche e scarafaggi. La tredicesima svuotata dalle tasse insieme alla busta paga. La protezione animali che fa la caccia ai cacciatori. Droghe furti sparatorie omicidi stupri all'ordine del giorno. Giustizia Quale? maremma maiala

da Rinsavisci cane 20/07/2019 13.23

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

lart 842 del c,c,fu introdotto nel 1939 su parere di Mussolini(l'unica cosa ben fatta a favore del popolo) contro lo strapotere dei latifondisti, conti,marchesi,principi,baroni,ecc; OGGI VOLER FAR ABOLIRE QUESTO ARTICOLO SAREBBE PROPRIO DA DEMENTI!!!

da Fucino Cane 19/07/2019 23.28

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

PREVIO PARERE ISPRA. QUINDI NIENTE ABBATTIMENTI. E SE MODIFICANO LA 157 O ABOLISCONO L’842 SI SMETTE.

da Mino 19/07/2019 16.57

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

Fucino, forse non hai capito, la Cia, in strana simbiosi con Confagricoltura (ma anche Coldiretti comincia a pencolare) mira all'abrogazione dell'842 e a privatizzare la caccia. C'è ancora gente fra noi che ci spera. Sarà la soluzione? In ogni caso, quando anche in passato si è tentato - fallendo - di cambiare la 157, questa aspettativa ritornava fuori alla grande.

da occhio all'842 19/07/2019 16.39

Re:Cia Veneto: bene decisione Consulta su grandi carnivori

Questa è una buona notizia,speriamo che adesso si riesca a cambiare anche la 157/92!!!

da Fucino Cane 19/07/2019 16.27